seminario n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
SEMINARIO PowerPoint Presentation
Download Presentation
SEMINARIO

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 28

SEMINARIO - PowerPoint PPT Presentation


  • 131 Views
  • Uploaded on

SEMINARIO. LOTTA ALLA TIGNOLETTA DELLA VITE ALLA LUCE DEI PROCESSI NORMATIVI COMUNITARI DI REVISIONE E RICLASSIFICAZIONE DEI PRODOTTI FITOSANITARI. Dott. Pasquale Quarto. Barletta, 19 febbraio 2009. ARGOMENTI. Cenni sulla tignoletta Revisione europea degli agrofarmaci

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'SEMINARIO' - kyrene


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
seminario

SEMINARIO

LOTTA ALLA TIGNOLETTA DELLA VITE ALLA LUCE DEI PROCESSI NORMATIVI COMUNITARI DI REVISIONE E RICLASSIFICAZIONE DEI PRODOTTI FITOSANITARI.

Dott. Pasquale Quarto

Barletta, 19 febbraio 2009

slide2

ARGOMENTI

  • Cenni sulla tignoletta
  • Revisione europea degli agrofarmaci
  • Armonizzazione europea LMR
  • Controllo della tignoletta
  • Conclusioni
cenni sulla tignoletta della vite
CENNI SULLA TIGNOLETTA DELLA VITE
  • Classe Insecta
  • Ordine Lepidoptera
  • Famiglia Tortricidae
  • Genere Lobesia
  • Specie Lobesia botrana

Stadi dell’insetto: uovo, larva (cinque età), crisalide, adulto.

Può svilupparsi su circa quaranta specie vegetali.

uova di lobesia botrana
Uova di Lobesia botrana

Uova di Lobesia botrana nella fase di “testa nera”

slide5

TIGNOLETTA DELLA VITE

Larve della prima generazione

slide6

TIGNOLETTA DELLA VITE

Adulto di tignoletta

Bottoni fiorali riuniti dai fili sericei della tignoletta dell’uva

revisioni europee
REVISIONI EUROPEE

COSA SUCCEDE A LIVELLO COMUNITARIO RIGUARDO I PRODOTTI FITOSANITARI . . . .

?

revisione europea degli agrofarmaci
REVISIONE EUROPEA DEGLI AGROFARMACI

L’Unione Europea ha armonizzato le norme che riguardano l’autorizzazione e l’immissione in commercio degli agrofarmaci.

direttiva 91/414/CE

Ha uniformato le procedure di registrazione

dei prodotti fitosanitari

Ha attuato un programma di revisione di tutte le sostanze attive già in commercio a partire dal luglio 1993

revisione europea degli agrofarmaci1
REVISIONE EUROPEA DEGLI AGROFARMACI

Ad oggi il processo di revisione delle sostanze attive note

(come previsto dalla direttiva Ce 91/414)

ha portato:

  • Ritiro dal mercato del 57,8% delle sostanze disponibili
  • Inclusione in allegato I, della stessa direttiva, del 15,6% delle sostanze attive note
  • Il restante 26,7% deve ancora terminare il processo di revisione, probabilmente circa la metà di esse verrà esclusa dal mercato.
conseguenze dir 91 414 ce
CONSEGUENZE DIR. 91/414/CE

REVISIONE EUROPEA DEGLI AGROFARMACI

Totale sostanze attive note interessate dal programma di revisione

983 S.A.

Circa 560 sono state ritirate dal mercato, nonché revocate.

Circa 150 sono iscritte in all.1, in tal caso per talune vi è stata revoca dei formulati

Circa 255 sono in attesa di giudizio

conseguenze dir 91 414 ce1
CONSEGUENZE DIR. 91/414/CE

REVISIONE EUROPEA DEGLI AGROFARMACI

Alcuni principi attivi non ammessi in All.1 e non più impiegabili dal 2008:

conseguenze dir 91 414 ce2
CONSEGUENZE DIR. 91/414/CE

REVISIONE EUROPEA DEGLI AGROFARMACI

Alcuni principi attivi non ammessi in All. 1 e non più impiegabili dal 2009:

conseguenze dir 91 414 ce3
CONSEGUENZE DIR. 91/414/CE

REVISIONE EUROPEA DEGLI AGROFARMACI

Per ben 49 sostanze i notificanti hanno fatto “revoca volontaria”, così potranno eliminare le criticità dal dossier e ripresentare la domanda di iscrizione in All. I. Intanto le sostanze possono rimanere in commercio fino al 31/12/2010.

Per esempio:

armonizzazione europea lmr
ARMONIZZAZIONE EUROPEA LMR

REG. (CE) n.396/2005, modifica la direttiva 91/414/CE, stabilisce in particolare:

  • La necessità di garantire un elevato livello di tutela dei consumatori …..
  • Livelli massimi di residui antiparassitari (LMR) armonizzati a livello comunitario ….
  • Si applica ai prodotti di origine vegetale e animale o loro parti …
armonizzazione europea lmr1
ARMONIZZAZIONE EUROPEA LMR

REG. (CE) n.396/2005 – 7 allegati tecnici:

  • All.I : elenco dei prodotti di origine vegetale o animale

a cui si applicano i LMR (rif. Reg. n.178/2006);

  • All.II : raccoglie tutti i LMR già armonizzati a livello UE;
  • All. III (parte A e B): LMR temporanei per le s.a. non armonizzate;
  • All. IV : s.a. per le quali non sono necessari LMR (Ampelomyces quisqualis, ecc.)
armonizzazione europea lmr2
ARMONIZZAZIONE EUROPEA LMR

REG. (CE) n.396/2005 – 7 allegati tecnici:

  • All. V : sostanze attive cui si applica un LMR predefinito pari a 0,01 mg/kg;
  • All. VI : fattori specifici di concentrazione e diluizione;
  • All. VII : fumiganti
armonizzazione europea lmr3
ARMONIZZAZIONE EUROPEA LMR

Dal 1 Settembre 2008 sono in vigore i nuovi LMR delle sostanze attive nei prodotti fitosanitari fissati con il REG. (CE) n.396/2005 (del 23/2/2005 pubblicato su G.U. dell’U.E. 16/3/2005)

e dai collegati

Reg. (CE) n.839/2008

del 31/07/08

Reg. (CE) n.149/2008

del 29/01/08

Reg. (CE) n.260/2008

del 18/03/08

armonizzazione europea lmr4
ARMONIZZAZIONE EUROPEA LMR

Pertanto:

  • LMR definiti esclusivamente a livello europeo
  • I singoli Stati membri non potranno più emanare propri provvedimenti
  • Abrogate le norme nazionali (ad esclusione dell’All.V) ed europee precedenti

ATTENZIONE !

L’abbassamento del residuo per alcune sostanze attive contribuisce alla modifica dell’etichetta e quindi l’uso di alcune s.a. (es. esclusione di qualche coltura dall’etichetta, cambio dei giorni di carenza, ecc).

armonizzazione europea lmr5
ARMONIZZAZIONE EUROPEA LMR

EFSA : Autorità europea per la sicurezza alimentare, istituita con Reg. n.178/2002,

valuta:

  • Dati scientifici
  • Effettua la valutazione del rischio
  • Propone i LMR

La commissione europea, sulla base delle valutazioni dell’EFSA, approva i LMR.

controllo della tignoletta1
CONTROLLO DELLA TIGNOLETTA

Comitato Nazionale Difesa Integrata: “Linee Guida 2008-2009

controllo della tignoletta2
CONTROLLO DELLA TIGNOLETTA

FEROMONI: messaggeri chimici, naturali e specifici rilasciati dalle femmine per richiamare i maschi della stessa specie.

I feromoni sessuali sono prodotti nelle femmine in speciali ghiandole a livello addominale. Emissione soprattutto al tramonto e nelle prime ore di buio.

CONFUSIONE SESSUALE

controllo della tignoletta3
CONTROLLO DELLA TIGNOLETTA

INSETTICIDI

Esteri fosforici: Clorpirifos, clorpirifos metile

Meccanismo di azione:

Agiscono sulla trasmissione degli impulsi nervosi, inibendo l'attività dell'enzima acetilcolinesterasi.

Dotati di un forte potere abbattente, agiscono per contatto, ingestione e inalazione. Scarsa selettività nei confronti di insetti utili ed elevata tossicità.

Utilizzo: 8-10 giorni circa dall’inizio delle catture,

ripetere ogni 8-10 giorni sino a fine volo.

controllo della tignoletta4
CONTROLLO DELLA TIGNOLETTA

Azotorganici:

  • IGR : Teflubenzuron, flufenoxuron, lufenuron.
  • Indoxacarb : ha azione ovo-larvicida, agisce per ingestione e contatto, inibisce l’ingresso dello ione sodio nelle cellule nervose con conseguente paralisi e morte del parassita.

Utilizzo: “2-4” giorni dopo l’inizio delle catture su uovo-testa nera.

  • MAC : Metossifenozide, tebufenozide

Prodotti di sintesi analoghi ai naturali vegetali:

  • Spinosad : derivante da tossine (spinosine tipo A e D) prodotte da un batterio presente nel terreno. Azione per ingestione, consiste nell'esaltare e prolungare l'azione dell'acetilcolina tale da indurre paralisi finale.

Utilizzo: 3-5 giorni dopo l’inizio delle catture, preferibili due trattamenti ravvicinati per generazione.

Ammesso in a. biologica solo per necessità (Reg.CE n.404/2008).

controllo della tignoletta5
CONTROLLO DELLA TIGNOLETTA

REGOLATORI DI CRESCITA:

IGR

MAC

    • MAC (Moulting Accelerating Compounds)
    • composti acceleratori della muta
  • Tebufenozide (Mimic), metossifenozide
  • Prodigy)
    • Simula l’azione dell’ecdisone (ormone della muta).
    • Stimola mute premature e letali.
    • Inibisce la schiusura delle uova.
    • IGR (Insecticides Growth Regulators): Insetticida regolatore di crescita
  • Teflubenzuron(Nomolt), flufenoxuron (Cascade 50 dc), lufenuron (Match)
  • Sono chitinoinibitori, la chitina costituisce la cuticola degli insetti.
  • Rallentano le attività fisiologiche dell’insetto, bloccano la muta, provocano paralisi, ecc.

Utilizzo: 2-3 giorni dall’inizio del volo.

controllo della tignoletta6
CONTROLLO DELLA TIGNOLETTA

Bacillus thuringiensis

var. kurstaki e var. aizawai

Meccanismo d’azione:

Agisce solo per ingestione con azione tossica che si esplica a livello intestinale, ciò determina la paralisi dell'apparato boccale e dell'intestino medio; le larve intossicate smettono quindi di nutrirsi mentre la morte sopraggiunge in un tempo variabile da poche ore ad alcuni giorni a seconda della suscettibilità della specie.

Selettivo verso l’entomofauna utile. Prodotto

utilizzabile in agricoltura biologica.

Utilizzo: 7-8 giorni da inizio catture.

conclusioni
CONCLUSIONI

Consistente evoluzione del panorama delle sostanze attive disponibili

Esigenza di essere costantemente aggiornati

La revoca di molte sostanze attive (in particolare gli insetticidi) determina meno armi a disposizione per la difesa integrata

Esigenza di impiegare metodi di lotta alternativi al chimico come la confusione sessuale

Maggiori possibilità di scambi commerciali all’interno della Comunità Europea e tra Paesi Terzi e la Comunità

Reg. 1272/2008 del 16/12/08 introdurrà in Europa il Sistema di classificazione GHS (Globally Harmonized System) delle sostanze e dei preparati pericolosi

slide28

?

GRAZIE!