slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Lucio Anneo Seneca PowerPoint Presentation
Download Presentation
Lucio Anneo Seneca

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 15

Lucio Anneo Seneca - PowerPoint PPT Presentation


  • 191 Views
  • Uploaded on

Lucio Anneo Seneca. La vita. I luoghi. Le opere. I generi. Gli aspetti chiave. Lo stile. Seneca è il massimo esponente romano della prosa filosofica e l’unico poeta tragico latino di cui si siano conservate le opere. I testi. I personaggi. La vita: l’autore e il suo tempo 1.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Lucio Anneo Seneca' - kim


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide2

La vita

I luoghi

Le opere

I generi

Gli aspetti chiave

Lo stile

Seneca è il massimo esponente romano della prosa filosofica e l’unico poeta tragico latino

di cui si siano conservate le opere

I testi

I personaggi

slide3

La vita: l’autore e il suo tempo 1

Nasce a Cordŭbada una ricca famiglia di rango equestre

4

a.C.

d.C.

14

Morte di Augusto

e successione di Tiberio

Studia a Roma

retorica e filosofia

Intraprende

la carriera politica

42

37

Morte di Tiberio e successione di Caligola

È esiliato in Corsica

da Claudio

41

41

Morte di Caligola

e successione di Claudio

38

Richiamato a Roma

da Agrippina, diventa il precettore di Nerone

49

menu

slide4

La vita: l’autore e il suo tempo 2

d.C.

È tra i principali consiglieri di Nerone

54

54

Morte di Claudio e inizio del principato di Nerone

Fine del “quinquennio aureo” di Nerone: uccisione di Agrippina

59

I rapporti con Nerone si incrinano

Si ritira

a vita privata

62

62

Morte del prefetto del pretorio Afranio Burro, sostituito da Tigellino

64

Incendio di Roma e persecuzione dei cristiani

Congiura di Pisone

Accusato di complicità

nella congiura di Pisone,

è costretto a suicidarsi

65

65

menu

slide5

I luoghi

la vita 1

menu

slide6

Le opere 1

Composti dal 37agli anni del ritiro

  • 10opere in prosa di tema filosofico:
  • 3 dialoghi di genere consolatorio: Consolatio ad Marciam, Consolatio ad Helviam matrem, Consolatio ad Polybium
  • 7 dialoghi-trattati incentrati su temi di filosofia morale:
  • De ira, De brevitate vitae, De vita beata, De tranquillitate animi, De otio, De providentia, De constantia sapientis

Dialŏgi

Modello principale: tradizione della diàtriba-cinico-stoica

Trattati

  • 3 opere in prosa:
  • De clementia (55-56): filosofia politica
  • De beneficiis (62-64): etica con implicazioni politiche
  • Naturales quaestiones (62-65): scienze naturali

menu

slide7

Le opere 2

Composte tra il 62 e il 65

Epistulae

ad Lucilium

124 lettere reali e letterarie (scritte in vista della pubblicazione) raccolte in 20 libri, indirizzate all’amico Lucilio e incentrate su temi di filosofia morale

Cronologia discussa

Tragedie

  • 10tragedie, 2 delle quali pseudosenecane:
  • 9 di argomento mitologico
  • 1 di ambientazione romana (Octavia, pseudosenecana)

Composta dopo la morte di Claudio (54)

Apokolokýntosis

Satira menippea che ha come bersaglio polemico Claudio, di cui si raccontano le vicissitudini ultraterrene

menu

slide8

I generi 1

Opera filosofica che si propone di consolare un destinatariocolpito da una disgrazia

Definizione

Consolatio

filosofica

  • Impostazione discorsiva
  • Temi “consolatori” ricorrenti (tópoi)

Caratteri

Genere ispirato alle conferenze o ai dibattiti filosofici pubblici su temi morali

Definizione

Diàtriba cinico-stoica

  • Tendenza a rivolgersi a un destinatario
  • Frequente introduzione di domande e obiezioni di un interlocutore fittizio

Caratteri

Caratteri analoghi a quelli del genere epistolografico, all’interno del quale si caratterizza per la centralità dei temi filosofici e per la finalità di ammaestramento

Epistolografia

filosofica

Caratteri

menu

slide9

I generi 2

Genere letterario teatrale incentrato su vicende serie

Definizione

  • Utilizzo di uno stile alto e di procedimenti patetici
  • Riflessione su temi universali, come il senso del male e il rapporto tra dèi e uomini

Caratteri

Tragedia

  • Cothurnatae: ambientazione greca e vicende tratte per lo più dal mito
  • Praetextae:ambientazione romana e vicende d’interesse nazionale

Tipi

Genere letterario in cui si mescolano prosa e poesia, serietà e comicità

Definizione

Satira menippea

Caratteri

Atteggiamento polemico e irridente

menu

slide10

Gli aspetti chiave

  • Adesione allo stoicismo:
  • centralità della riflessione morale
  • virtù intesa come dominio razionale sulle passioni e libertà da ogni condizionamento esteriore (autàrkeia)
  • centralità della riflessione sul tempo e sulla morte: il tempo deve essere speso saggiamente per raggiungere la virtù e la morte non deve essere temuta dal sapiente perché essa non gli può sottrarre questo sommo bene
  • cosmopolitismo: la virtù come valore universale

Morale stoica

T

T

  • Accettazione dell’impegno civile solo se esso non impedisce al sapiente di agire secondo i propri principi
  • Concezione della monarchia come forma di governo eccellente se “illuminata” dalla virtù (clementia)

Filosofia e politica

T

menu

slide11

Lo stile

Nelle opere filosofiche, linguaggio colloquiale, che simula un dialogo vivace con un interlocutore reale o fittizio

Impostazione dialogica

Stile asianoconcettoso, incentrato su frasi ad effetto, pregnanti e incisive (sententiae)

Concettosità

Procedimenti della concinnitas (parallelismi, chiasmi, antesi, figure di ripetizione lessicale) sfruttati per costruire le sententiae

Paratassi

Proposizioni brevi, spesso coordinate per asindeto

Pàthos

Nelle tragedie, enfasi e gusto dell’orrido

menu

slide12

I testi: morale stoica

È dunque nella virtù che è posta la vera felicità. Che cosa ti consiglierà, questa virtù? Di considerare o come bene o come male esclusivamente ciò che capiterà per effetto o di virtù o di malvagità; poi, di stare saldo sia davanti al male sia in seguito al bene, in modo che, nei limiti del lecito, tu faccia di te stesso un dio. Che cosa ti promette, in ricompensa di questa impresa? Cose straordinarie e pari a quelle divine: non sarai costretto a nulla, non avrai bisogno di nulla, sarai libero, al sicuro da pericoli, da danni...

(De vita beata, XVI; trad. P. Ramondetti)

virtù intesa come sommo bene e fonte di felicità per l’uomo

equilibrio interiore del sapiente

autosufficienza del sapiente, che non subisce alcun condizionamento esterno, perché la sua virtù-felicità dipende unicamente da lui

gli aspetti chiave

menu

slide13

I testi: morale stoica

uguaglianza di tutti gli uomini, che condividono la medesima natura

La natura ci ha generato fratelli, poiché ci ha creato dalla stessa materia e indirizzati alla stessa meta; ci ha infuso un amore reciproco e ci ha fatti socievoli. Ha stabilito l’equità e la giustizia; in base alle sue norme, chi fa del male è più sventurato di chi il male lo riceve; per suo comando le mani siano sempre pronte ad aiutare.

(Epistulae ad Lucilium, 95, 52; trad. C. Barone)

il senso della giustizia è connaturato nell’uomo, non dipende dall’appartenenza a una nazione o gruppo sociale

gli aspetti chiave

menu

slide14

I testi: filosofia e politica

Ed è evidente che la virtù deve sperimentare nella pratica i suoi risultati, e non deve limitarsi a pensare come agire, ma anche, talvolta passare all’azione e realizzare le sue teorie

Io domando a quale tipo di Stato si accosterà il saggio. [...] Se io li passerò in rassegna tutti, uno per uno, non ne troverò nessuno, che possa accettare il saggio o che il saggio possa sopportare

(De otio, 6, 2; 8, 3; trad. N. Sacerdoti)

il sapiente dovrebbe mettere la propria virtù al servizio del bene comune...

... ma di fatto non esiste alcuno Stato all’interno del quale il sapiente possa operare secondo virtù: l’otium è quindi una scelta obbligata

gli aspetti chiave

menu

slide15

I personaggi: Nerone

  • Nasce nel 37 d.C., figlio di Agrippina (sorella dell’imperatore Caligola) e di Gneo Domizio Enobarbo
  • È adottato dall’imperatore Claudio, che ha sposato Agrippina
  • Nel 54 diviene imperatore; fino al 58 governa sotto la guida della madre, di Seneca (già suo precettore) e del prefetto del pretorio Afranio Burro
  • Nel 59 fa assassinare la madre e adotta una politica antisenatoria
  • Nel 64, in seguito all’incendio di Roma, perseguita i cristiani; fa costruire la sontuosa Domus Aurea
  • Nel 65,scampato alla congiura di Pisone, condanna a morte complici e veri e presunti, tra cui Seneca
  • Nel 68 Sulpicio Galba è proclamato imperatore dalle sue legioni con l’appoggio del Senato. Nerone, dichiarato nemico pubblico, si fa uccidere da uno schiavo

la vita 1

la vita 2

menu