I compiti dell’USR (USR) - PowerPoint PPT Presentation

slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
I compiti dell’USR (USR) PowerPoint Presentation
Download Presentation
I compiti dell’USR (USR)

play fullscreen
1 / 90
Download Presentation
I compiti dell’USR (USR)
153 Views
jovan
Download Presentation

I compiti dell’USR (USR)

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. I compiti dell’USR (USR) 15 MIN. Video lavagna digitale Il progetto 30 MIN. Setting e allestimento della classe 15 MIN. DOMANDE 20 MIN. Il quadro di riferimento 15 MIN. Il formulario 10 MIN. 10 MIN. FOR dirigenti DOMANDE FINALI 30 MIN.

  2. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 1

  3. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Le fasi del progetto FASE 1 FASE 2 Presentazione della richiesta di una o più dotazioni tecnologiche tramite formulario online (15 dicembre 2008 – 12 gennaio 2009) Presentazione della richiesta di finanziamento per l’acquisto di dotazioni tecnologiche tramite formulario online (13 gennaio – 9 febbraio 2009) Pubblicazione della lista di scuole che riceveranno le dotazioni (dal 19 gennaio 2009) Pubblicazione della lista di scuole che riceveranno i finanziamenti (dal 16 febbraio 2009) Installazione delle lavagne digitali nelle scuole e training tecnico-operativo (19 gennaio – 6 giugno 2009) Acquisto e installazione delle dotazioni tecnologiche (entro giugno 2009) Formazione metodologica dei docenti (2 marzo – 30 giugno 2009) Formazione metodologica dei docenti (settembre 2009) Sperimentazione e coaching (settembre – giugno 2009) Monitoraggio

  4. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 1 La compilazione del Formulario Per richiedere l’assegnazione delle dotazioni tecnologiche le scuole devono compilare e inviare online l’apposito formulario disponibile dal 15 dicembre 2008 al 12 gennaio 2009 sul sito http://www.scuola-digitale.it/lavagna/ Per accedere al formulario sono necessari codice meccanografico e password di istituto (qualora le scuole non fossero in possesso o avessero smarrito tale password, potranno richiederla attraverso la procedura indicata sul sito)

  5. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 1 La compilazione del Formulario Informazioni da fornire per la richiesta di1 dotazione tecnologica • Anagrafica dell’istituzione richiedente • Nome, cognome, contatti telefonici ed e-mail del Dirigente Scolastico • Nome, cognome, contatti telefonici (possibilmente il tel. cellulare) ed e-mail dei 2 referenti per il progetto • Sedeo plesso nel quale verrà installata la dotazione • Auladesignata per l’installazione (confermando le caratteristiche dell’aula che saranno trasmesse alla ditta di installazione) • Nome, cognome, materia di insegnamento dei docenti (almeno 3) che parteciperanno alla formazione

  6. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 1 La compilazione del Formulario Nel caso di richiesta didotazioni aggiuntive è necessario fornire i seguenti dati: • Numero di dotazioni aggiuntive richieste • Numero delle classi presenti nell'istituto • Numero dei docenti che saranno iscritti alla formazione In relazione a ciascuna dotazione aggiuntiva richiesta devono essere inoltre indicati: • Sede o plesso nel quale verrà installata la dotazione • Aula designata per l’installazione • Nome, cognome, materia di insegnamento dei docenti (almeno 3 per dotazione) che parteciperanno alle formazione

  7. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 1 La compilazione del Formulario Le istituzioni scolastiche che avranno richiesto complessivamente almeno 3 dotazioni tecnologiche potranno inoltre candidarsi a sede di corsi di formazione. • Con la candidatura la scuola si impegna a: • ospitare fino a 5 corsi di formazione per la propria area territoriale, secondo quanto programmato dall’USR competente; • mettere a disposizione di detti corsi, in orario extracurricolare, le aule in cui saranno installate le dotazioni tecnologiche; • attribuire al Dirigente Scolastico le funzioni di Direttore dei Corsi; • gestire l’organizzazione degli incontri in aula (predisposizione del calendario degli incontri in accordo col tutor, convocazione di corsisti e tutor, gestione del registro delle presenze e rilascio degli attestati).

  8. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 1 L’assegnazione delle dotazioni tecnologiche A partire dal 19 gennaio sarà pubblicato l’elencodi scuole che riceveranno le dotazioni tecnologiche. Le dotazioni aggiuntive saranno assegnate alle scuole richiedenti, compatibilmente con la disponibilità, secondo l’elenco ordinato definito in base al numero di classi dell’istituto scolastico e al numero dei docenti che saranno iscritti alla formazione, dando la precedenza alle istituzioni scolastiche disponibili a ospitare i corsi di formazione.

  9. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 1 L’installazione delle lavagne • Il kitassegnato comprende: • 1 lavagna digitale con relativo sistema di proiezione • 1 computer • llsoftware associato alla lavagnaper la creazione di attività e la gestione di risorse didattiche. • Un set di contenuti didattici a titolo esemplificativo per consentire un primo utilizzo della tecnologia

  10. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 1 L’installazione delle lavagne Dal 19 gennaio al 6 giugno 2009 la ditta incaricata provvederà allaconsegna, all’installazionee alcollaudo della dotazione tecnologica nelle scuole e contestualmente al training tecnico-operativo. Le scuole designate dagli USR come sede dei corsi di formazione riceveranno le dotazioni entro fine febbraio 2009. Sono a carico della ditta tutti gli interventi di assistenza tecnica per un periodo di minimo tre anni dall’installazione della dotazione tecnologica.

  11. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 1 L’installazione delle lavagne Al momento dell’installazione si raccomanda di garantire la presenza dei referentidel progetto e di avere predisposto l’aula verificandone la rispondenza ai prerequisiti indicati nel Formulario, ovvero: • che nell’aula sia presente una presa di alimentazione 220 V ad una distanza non superiore a circa 2,5 metri dal punto in cui si intende installare la lavagna digitale; • che la parete sia in muratura e sgombra da ostacoli per uno spazio pari a circa 3,5 metri di larghezza per circa 2,5 metri di altezza.

  12. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 1 Il training tecnico-operativo La ditta distributrice delle lavagne garantirà un training di carattere tecnico-operativo della durata di 3 ore da svolgersi nelle sedi degli istituti scolastici contestualmente all’installazione della dotazione tecnologica. Durante il training saranno illustrate le caratteristiche tecniche della lavagna e offerto un addestramento all’uso delle sue principali funzionalità. Destinatari della fase di addestramento potranno essere anche altri docenti oltre a quelli coinvolti nella formazione metodologica. (si consiglia la presenza di max. 10 persone)

  13. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna La formazione metodologica I destinatari Fase 1 Nel Formulario devono essere indicati i docenti che parteciperanno alle attività di formazione. I docenti impegnati nella formazione dovranno essere necessariamente componenti del consiglio di classe dell’aula in cui sarà installata la lavagna digitale Il numero può variare da un minimo di 3fino a un massimo corrispondente al totale dei docenti facenti parte del consiglio di classe.

  14. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna La formazione metodologica I destinatari Fase 1 Nell’individuazione dei docenti per la formazione si raccomanda di: Privilegiare docenti disponibili a sperimentare percorsi didattici innovativicon l'uso della lavagna digitale Coinvolgere alcuni docenti di discipline afferenti agli apprendimenti di base Considerare eventuali competenze acquisite dai docenti in precedenti iniziative di formazionevolte a promuovere l'innovazione della scuola attraverso l'uso delle nuove tecnologie

  15. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna La formazione metodologica I destinatari Fase 1 • Si raccomanda di NON includere nella formazione metodologica: • Personale ATA • Referenti tecnici • Responsabili dei laboratori informatici… che potranno invece partecipare proficuamente • al training tecnico-operativo

  16. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 1 La formazione metodologica I corsi di formazione si svolgeranno dal 2 marzo al 30 giugno 2009. • I docenti in formazione saranno raggruppati in classi, • affidate a tutor che svolgeranno in presenza ed online • la propria attività di supporto e accompagnamento.

  17. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 1 La formazione metodologica • La formazione metodologica secondo un modello di blended • e-learningche si articola in: • incontri pomeridiani tenuti da un tutor e distribuiti lungo tutto l’arco della formazione; • attività online così strutturate: • 2 marzo-30 aprile: fase di studio e analisi; • 1 maggio-30 giugno: fase di progettazione condivisa di percorsi didattici da sperimentare nell’anno scolastico successivo.

  18. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 1 La formazione metodologica Gli incontri in presenza • Ciascun corso prevede 20 ore di attività d’aula • articolate in una serie di incontri. • Gli incontri in presenza si terranno presso scuole, • individuate dagli USR tra quelle che hanno espresso la loro candidatura a sede di corsi di formazione. • Gli incontri saranno organizzati in base a criteri di vicinanza territoriale alle scuole degli insegnanti coinvolti.

  19. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 1 La formazione metodologica Il percorso online • Iscrizioni: il Dirigente Scolastico iscrive i docenti all’ambiente di formazione online e consegna loro la password di accesso. • Creazione gruppi online: ogni tutor attiva la classe online di sua competenza. • Attività online: attraverso gli strumenti disponibili nell’ambiente online i docenti avranno l’opportunità di consultare dei materiali di approfondimento e attingere a risorse digitali; pianificare le modalità di utilizzo della lavagna digitale in classe confrontandosi con i colleghi; documentare e condividere le proprie esperienze; riflettere sul processo evidenziandone punti di forza e punti di debolezza. • Attestazione dell’attività svolta: al termine del percorso, sulla base della documentazione presentata dal tutor, il Direttore del Corso rilascerà al docente un attestato.

  20. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 1 Sperimentazione e coaching A partire da settembre 2009 prenderà avvio la fase di sperimentazione in classedei progetti elaborati durante la formazione col supporto personalizzato delcoach. La sperimentazione terminerà a giugno 2010.

  21. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 1 Il monitoraggio Si prevede un’attività di monitoraggio sul percorso di formazione e di adozione della lavagna digitale che coinvolgerà le scuole aderenti al progetto.

  22. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 2

  23. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Le fasi del progetto FASE 1 FASE 2 Presentazione della richiesta di una o più dotazioni tecnologiche tramite formulario online (15 dicembre 2008 – 12 gennaio 2009) Presentazione della richiesta di finanziamento per l’acquisto di dotazioni tecnologiche tramite formulario online (13 gennaio – 9 febbraio 2009) Pubblicazione della lista di scuole che riceveranno le dotazioni (dal 19 gennaio 2009) Pubblicazione della lista di scuole che riceveranno i finanziamenti (dal 16 febbraio 2009) Installazione delle lavagne digitali nelle scuole e training tecnico-operativo (19 gennaio – 6 giugno 2009) Acquisto e installazione delle dotazioni tecnologiche (entro giugno 2009) Formazione metodologica dei docenti (2 marzo – 30 giugno 2009) Formazione metodologica dei docenti (settembre 2009) Sperimentazione e coaching (settembre – giugno 2009) Monitoraggio

  24. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 2 La compilazione del Formulario Per richiedere i finanziamenti per l’acquisto di dotazioni tecnologiche le scuole devono compilare e inviare online l’apposito formulario disponibile dal 13 gennaio al 9 febbraio 2009 sul sito http://www.scuola-digitale.it/lavagna/ Per accedere al formulario sono necessari codice meccanografico e password di istituto (qualora le scuole non fossero in possesso o avessero smarrito tale password, potranno richiederla attraverso la procedura indicata sul sito)

  25. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 2 L’assegnazione dei finanziamenti A partire dal 16 febbraio sarà pubblicato l’elencodi scuole che riceveranno i finanziamenti. I finanziamenti saranno assegnati dagli Uffici Scolastici Regionali dando la precedenza alle richieste inevase della prima fase.

  26. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 2 L’acquisto delle dotazioni tecnologiche Le scuole e/o gli USP, una volta ricevuti i finanziamenti, effettueranno gli acquisti scegliendo tra i kit offerti sul mercatodai diversi produttori. Il MIUR, in collaborazione con CONSIP, predisporrà un piano di sostegno per l’acquisto su MEPA (Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione). Si raccomanda alle scuole di comprendere nell’acquisto sia l’installazione in aula che le opportune garanzie.

  27. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 2 L’installazione delle dotazioni tecnologiche Le installazioni dovranno essere completate entro giugno 2009. Nell’individuare le aule in cui installare le dotazioni tecnologiche acquistate le scuole dovranno utilizzare le stesse accortezze indicate per la prima fase.

  28. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna La formazione metodologica I destinatari Fase 2 Nel Formulario devono essere indicati i docenti che parteciperanno alle attività di formazione. I docenti impegnati nella formazione dovranno essere necessariamente componenti del consiglio di classe dell’aula in cui sarà installata la lavagna digitale Il numero può variare da un minimo di 3fino a un massimo corrispondente al totale dei docenti facenti parte del consiglio di classe.

  29. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna La formazione metodologica I destinatari Fase 2 Nell’individuazione dei docenti per la formazione si raccomanda di: Privilegiare docenti disponibili a sperimentare percorsi didattici innovativicon l'uso della lavagna digitale Coinvolgere alcuni docenti di discipline afferenti agli apprendimenti di base Considerare eventuali competenze acquisite dai docenti in precedenti iniziative di formazionevolte a promuovere l'innovazione della scuola attraverso l'uso delle nuove tecnologie

  30. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 2 La formazione metodologica I destinatari • Si raccomanda di NON includere nella formazione metodologica: • Personale ATA • Referenti tecnici • Responsabili dei laboratori informatici… che potranno invece partecipare proficuamente • al training tecnico-operativo

  31. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 2 La formazione metodologica I corsi di formazione si svolgeranno nel mese di settembre 2009. I docenti in formazione saranno raggruppati in classi, affidate a tutor che svolgeranno in presenza ed online la propria attività di supporto e accompagnamento.

  32. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 2 La formazione metodologica Per la Fase 2 del progetto è previsto un modello intensivo basato su tre incontri in presenza (uno iniziale, uno centrale ed uno finale). Parallelamente agli incontri in aula sono previste attività online tese a sviluppare progetti didattici basati sull’uso della lavagna digitale da sperimentare in classe durante la successiva fase di coaching.

  33. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 2 La formazione metodologica Incontri in presenza • Ciascun corso prevede 20 ore di attività d’aula • articolate in una serie di incontri (almeno 3). • Incontro di start up Incontro intermedio Incontro finale • Gli incontri in presenza si terranno presso scuole, • individuate dagli USR tra quelle • candidate a sede di corsi di formazione. • Gli incontri saranno organizzati in base a criteri di vicinanza territoriale • rispetto alle scuole degli insegnanti coinvolti.

  34. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 2 La formazione metodologica Il percorso online • Iscrizioni: il Dirigente Scolastico iscrive i docenti all’ambiente di formazione online e consegna loro la password di accesso. • Creazione gruppi online: ogni tutor attiva la classe online di sua competenza. • Attività online: attraverso gli strumenti disponibili nell’ambiente online i docenti avranno l’opportunità di consultare dei materiali di approfondimento e attingere a risorse digitali; pianificare le modalità di utilizzo della lavagna digitale in classe confrontandosi con i colleghi; documentare e condividere le proprie esperienze; riflettere sul processo evidenziandone punti di forza e punti di debolezza. • Attestazione dell’attività svolta: al termine del percorso, sulla base della documentazione presentata dal tutor, il Direttore del Corso rilascerà al docente un attestato.

  35. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 2 Sperimentazione e coaching A partire dal settembre 2009 prenderà avvio la fase di sperimentazione in classe dei progetti elaborati durante la formazione col supporto personalizzato del coach. La sperimentazione terminerà a giugno 2010.

  36. Il progetto Scuola Digitale – Lavagna Fase 2 Il monitoraggio Si prevede un’attività di monitoraggio sul percorso di formazione e di adozione della lavagna digitale che coinvolgerà le scuole aderenti al progetto.

  37. Collocare la lavagna digitale nella classe Montecatini, 22-23-24 ottobre 2008

  38. Perchè collocare la lavagna digitale nella classe

  39. Collocare la lavagna digitale in classe Una tecnologia a misura di classe • Una lavagna digitale… • per l’insegnamento/apprendimento delle discipline • da integrarein classe nella pratica quotidiana • per favorire un ambiente di apprendimento inclusivo • per facilitare la partecipazione degli alunni alla costruzione della conoscenza

  40. Collocare la lavagna digitale in classe Una tecnologia a misura di classe Con la lavagna digitale le nuove tecnologie entrano a far parte della normale attività curriculare e non sono più relegate ad un singolo ambito disciplinare(es. Informatica) o ad unaaula specifica “separata”(es. laboratorio di informatica)

  41. Collocare la lavagna digitale in classe Diffusione delle conoscenze nella scuola E’ auspicabile che si inneschi un meccanismo di condivisione delle conoscenze acquisite con i colleghi delle altre classi…

  42. Come collocare la lavagna digitale nella classe

  43. Collocare la lavagna digitale in classe Prima che arrivi l’installatore della lavagna digitale insieme al consiglio di classe dobbiamo riflettere sulla sua collocazione nell’aula Montecatini, 22-23-24 ottobre 2008

  44. Collocare la lavagna digitale in classe Il kit è costituito di tre oggetti: il computer, la superficie, il proiettore Montecatini, 22-23-24 ottobre 2008

  45. Collocare la lavagna digitale in classe La collocazione ideale • Il PC sulla cattedra o comunque vicino alla lavagna digitale • La lavagna digitale accanto alla cattedra • Lontana dalla luce del sole • Sufficiente spazio davanti per compiere con scioltezza le azioni sulla superficie • Ben visibile a tutti gli studenti Montecatini, 22-23-24 ottobre 2008

  46. Collocare la lavagna digitale in classe Può essere utile disegnare una piantina dove collocare tutti gli elementi per progettare la collocazione più opportuna Montecatini, 22-23-24 ottobre 2008

  47. Collocare la lavagna digitale in classe Elementi da tenere in considerazione: Lavagna digitale Lavagna di ardesia Proiettore (se non è integrato) Le casse acustiche (se non sono integrate) La cattedra I banchi Il punto di vista degli studenti Presa della corrente Personal computer Cavi elettrici Montecatini, 22-23-24 ottobre 2008

  48. L’uso collaborativo “a distanza” della lavagna digitale

  49. Collocare la lavagna digitale in classe Lavagna digitale condivisa con videoconferenza Se utilizzata in abbinamento ad un sistema di videoconferenza la lavagna digitale permette di creare un ambiente di apprendimento “esteso” in cui docenti e studenti interagiscono in modalità sincrona condividendo “a distanza” la superficie della lavagna. Questa metodologia può permettere alla scuola di superare gli ostacoli legati a situazioni di isolamento geografico (es. isole, zone di montagna, ecc.) Montecatini, 22-23-24 ottobre 2008

  50. Docenti e studenti Scuola 1 Docenti e studenti Scuola 2 Collocare la lavagna digitale in classe Lavagna digitale condivisa con videoconferenza Le lezioni si svolgono normalmente l’unica differenza è la trasmissione e la ricezione sincrona dei contenuti veicolati dalla lavagna digitale Server dedicato alla gestione dei flussi telematici Montecatini, 22-23-24 ottobre 2008