Download
slide1 n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
LIM PowerPoint Presentation

LIM

181 Views Download Presentation
Download Presentation

LIM

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. LIM Corso di FormazioneDocenti scuola Primaria e Secondaria di 1°grado Ic Marco Polo – Gradocapofila antonellabrugnoli@libero.it

  2. L’importanza della focale corta Max 50 cm Staffa orizzontale Ombra ridotta Posizionamento in basso Ideale per scuole primarie Nessun inconveniente per la tenuta dei muri antonellabrugnoli@libero.it

  3. Affiancata alla lavagna di ardesia? Il modo migliore per non usare con costanza una LIM è affiancarla alla lavagna di ardesia. L’insegnante tende ad usare la seconda per l’immediatezza ormai consolidata. Usare la LIM vuol dire mettersi in gioco!E mettersi in gioco vuol dire progettare nuovi percorsi e modalità. antonellabrugnoli@libero.it

  4. La LIM non è un videiproiettore! Usare la LIM come videoproiettore È svilirne le potenzialità e vanificare lo sforzo economico della scuola. antonellabrugnoli@libero.it

  5. La LIM il suo computer Usare la LIM in tutte le sue potenzialità vuol dire avere a disposizione un computer con una buona potenza e una vocazione al multimediale. Dobbiamo poter vedere i video, ascoltare l’audio, creare materiali interattivi in modo agevole e veloce. Chi crede che a scuola bastino vecchi computer si sbaglia! Abbiamo bisogno di strumenti performanti ed affidabili. antonellabrugnoli@libero.it

  6. La LIM e la connessione E’ svilente usare la LIM senza connessione. Lo strumento nasce proprio per lo scambio continuo di informazioni ed elaborazioni. Si passa da online a offline con costanza.Abbiamo bisogno di reperire informazioni testuali, iconiche, multimediali da raccogliere, elaborare in forma personale. Abbiamo bisogno di linee performanti ed affidabili. antonellabrugnoli@libero.it

  7. La LIM la tastiera e il mouse Storia della differenzaSe una tastiera e un mouse sono collegati al computer, per lavorarci ci dobbiamo alternare alla lavagna.Se disponiamo di strumenti wifi la tastiera e il mouse “corrono” fra i banchi con relativo risparmio di tempo ed aumento della partecipazione degli studenti. antonellabrugnoli@libero.it

  8. Gli strumenti • Gli strumenti delle LIM sono in genere comuni a tutti i modelli: • scrittura a mano e digitale, • figure, riconoscimento lettere e figure, • inserimento file, catture, • collegamenti ipertestuali, • cartelle di file e link. Tutto quello che è sulla slide, che sia scrittura a mano, testo digitale, testo incollato, immagine, video, suono, è considerato dal software un "oggetto" digitale. Per queso motivo , esso può essere clonato, cancellato, copiato, incollato, ruotato, ingrandito, ridotto, spostato, bloccato, sovrapposto, reso ipermediale. antonellabrugnoli@libero.it

  9. La scrittura La scrittura con i pennarelli interattivi sulla superficie, è una delle azioni più semplici ed immediate della LIM. Si può scrivere, cancellare, far riconoscere la grafia in caratteri digitali, sovrapporre i testi così scritti ad altri oggetti sulla schermata. Se inseriamo la scrittura digitale, sulla casella di testo, è attivabile anche il collegamento al Web, ad un'altra pagina della presentazione, ad un file del computer su cui si opera. Lo stesso vale per il testo digitale che dispone di una varietà di caratteri, colori, dimensioni tipiche degli editor di testo più comuni. antonellabrugnoli@libero.it

  10. La scrittura e il disegno La scrittura a mano quanto quella digitale tramite tastiera è utilizzabile in vari colori, formati, dimensioni, trasparenze, rilievi. Si possono disegnare figure geometriche, linee, frecce in vari colori, formati, dimensioni, trasparenze, sia a mano libera che con le diverse forme proposte. antonellabrugnoli@libero.it

  11. Riconoscimento della scrittura e delle forme geometriche Se si scrive a mano libera, con molti software di LIM diverse è possibile avere il riconoscimento della scritturaa attraverso varie opzioni di riconoscimento. Se si tratta di una figura a mano libera, il disegno potrà essere riconosciuto e regolarizzato. antonellabrugnoli@libero.it

  12. Immagini, audio e video Sullo schermo interattivo è possibile inserire qualunque formato di file, immagine, audio, video. Possiamo così avere immagini, ma anche video e audio. antonellabrugnoli@libero.it

  13. Catturare le immagini Il comando "cattura" permette di "fotografare" le immagini da internet o sul computer (slide, desktop) La cattura di porzioni di pagine del web è molto utille per l’elaborazione dei materiali sulla propria lavagna antonellabrugnoli@libero.it

  14. Ipermedialità Per ogni "oggetto, testo, immagine, ecc., possiamo inserire un collegamento rendendolo ipermediale, creando un collegamento al web, alle diapositive del file di presentazione della LIM, a file, alle parole e agli oggetti presenti nel computer su cui si opera. Il collegamento può essere lanciato cliccando sull'intero oggetto o su un'icona ad esso allegata. antonellabrugnoli@libero.it

  15. Citare le fonti Lavorando con la Lim, collegata ad internet, è possibile avere a disposizione infinite informazioni, avere accesso a infiniti documenti.Ricordiamoci sempre di tenere una slide finale dove annotare la Sitografia e la Bibliografia antonellabrugnoli@libero.it

  16. LIM diverse…che fare? Esistono molti modelli di LIM Se non vi ritrovate nella “nuova” LIM Usate i tutorial che si trovano in reteDigitate il modello di LIM + tutorial Avrete a disposizione brevi indicazioni su come fare antonellabrugnoli@libero.it

  17. LIM La progettazione didattica Destinatari, contesto e ambiente: descrizione della classe coinvolta: numero di alunni, problematiche di apprendimento ed insegnamento correlate alla/e disciplina/e antonellabrugnoli@libero.it

  18. LIM La progettazione didattica • Descrizione dell’attività • Titolo: argomento dell’intervento didattico • Tematica e motivazioni della scelta: breve motivazione alla scelta • Disciplina/e coinvolte: specificare ambiti • Finalità e obiettivi formativi: cosa gli studenti dovranno conoscere e saper fare alla fine del percorso  • Competenze europee del XXI° secolo: scelta fra • Metodologia: come s’intende procedere nello svolgimento del percorso: lezione frontale, dialogata, interattiva, collaborativa, cooperative learning, esercitazione, brainstorming, lavori di gruppo, altro • Luogo: indicare i luoghi di svolgimento delle attività, se possibile legandoli alla motivazione • Tempi: specificare la durata complessiva e indicare l’articolazione di massima degli interventi antonellabrugnoli@libero.it

  19. LIM Fasi dell’attività – La preparazione • Materiali e tecnologie per la mediazione didattiche: elencare i materiali e le tecnologie disponibili in classe o in altri contesti della scuola (Lim – citare quella utilizzata, software, collegamento internet, telecamera, macchina fotografica, microscopio, videoproiettore, webcam, libri, fonti…) • Organizzazione dei materiali: cosa fa il docente a casa e a scuola. (es: stesura dello storyboard e preparazione e dei materiali, delle risorse..) antonellabrugnoli@libero.it

  20. LIM Fasi dell’attività – La proposta • Descrizione della fase: brevedescrizione della proposta.(punto di partenza, attività proposte agli studenti…) • Risorse da utilizzare: elencare i materiali e le tecnologie disponibili in classe o in altri contesti della scuola (Lim – citare quella utilizzata, software, collegamento internet, telecamera, macchina fotografica, microscopio, videoproiettore, webcam, libri, fonti…) • Funzioni della LIM: elencare quali funzioni si intendono attivare antonellabrugnoli@libero.it

  21. LIM Fasi dell’attività – coinvolgimento degli studenti • In classe, In laboratorio, online, a casa - Azioni degli studenti: • cosa fanno gli studenti a scuola in diverse situazioni e a casa. (es: ricerca di materiale, attività laboratoriali, rcerche online visione del materiale, attività correlate alle funzionalità della lim, indagini sul territorio…) . antonellabrugnoli@libero.it

  22. LIM Verifica e valutazione • Verifica e valutazione del percorso In gruppo e individuale: • strumenti e metodologie in riferimento alle caratteristiche della classe antonellabrugnoli@libero.it

  23. LIM Documentazione del percorso e prodotto finale • Porre attenzione su come e con quali strumenti viene documentato il percorso in itinere; • Di quale tipo è il prodotto finale ( slideshow, video, podcast, brochure, web 2.0…) • Dove viene documentato il percorso antonellabrugnoli@libero.it