Download
lo spettro delle malattie autoimmuni della tiroide atd n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
LO SPETTRO DELLE MALATTIE AUTOIMMUNI DELLA TIROIDE (ATD) PowerPoint Presentation
Download Presentation
LO SPETTRO DELLE MALATTIE AUTOIMMUNI DELLA TIROIDE (ATD)

LO SPETTRO DELLE MALATTIE AUTOIMMUNI DELLA TIROIDE (ATD)

468 Views Download Presentation
Download Presentation

LO SPETTRO DELLE MALATTIE AUTOIMMUNI DELLA TIROIDE (ATD)

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. LO SPETTRO DELLE MALATTIE AUTOIMMUNI DELLA TIROIDE (ATD) OFTALMOPATIA BASEDOWIANA MORBO DI BASEDOW/ GRAVES TIROIDITE AUTOIMMUNE

  2. ATD Patogenesi: concetti generali Fattori genetici Fattori ambientali Perdita della tolleranza immunitaria Th1/Th2 balance Autoanticorpi (TSBAb) Autoanticorpi (TSAb) T cells autoreattivi TSH-R bloccanti TSH-R stimolanti Danno tireocitario Morbo di Graves Ipotiroidismo

  3. Gene coinvolti nelle ATD • MHC • Fas-FasL • Cytokines • T-cell receptor • Immunoglobulins • CTLA-4

  4. Un gran numero di geni, ognuno conferente un piccolo aumento del rischio, finchè si supera una certa soglia e la malattia compare (esempio: HLA, CTLA-4) Un piccolo numero di geni necessari, relativamente comuni nella popolazione. La malattia si sviluppa quando tutti questi geni si attivano Determinanti genetici ATD: due ipotesi

  5. Fattori non genetici coinvolti nella patogenesi della ATD • Ormoni • Apporto alimentare di iodio • Fumo • Invecchiamento • Farmaci • Radiazioni ionizzanti • Infezioni • Stress

  6. Agenti infettivi • Rilascio di autoantigeni • Altarata espressione di molecole di membrana • Attivazione policlinale del sistema immune

  7. Assunzione di iodio (evidenze sperimentali) • Alto apporto di iodio esacerba la tiroidite spontanea in animali da esperimento • La molecola della Tg ricca di iodio è più immunogenica • Lo iodio ha effetto citotossico su colture di cellule tiroidee umane • Lo iodio aumenta la produzione di heat shock proteins in cellule tiroidee in coltura

  8. Assunzione di iodio (studi epidemiologici) • La profilassi iodica o il trattamento con iodio si possono associare ad un aumentata prevalenza di tiroidite linfocitaria • Abitanti di aree a alto apporto iodico hanno una elevata prevalenza di anticorpi antitiroide

  9. Attivazione di tiroidite autoimmune nei fumatori: ipotesi patogenetica Fumo Aumento del volume tiroideo ed esposizione di antigeni Ridotta azione della T3 a livello tissutale Aumento del TSH

  10. Attivazione di tiroidite autoimmune nei fumatori: ipotesi patogenetica Fumo Aumentata esposizione di antigeni Attivazione immunitaria

  11. Antigeni tiroidei • Principali antigeni tiroidei • Tireoglobulina (Tg) • Tireoperossidasi (TPO) • TSH-R • Altri antigeni classici • “second colloid antigen”(CA2) • Ormoni tiroidei (T4 e T3) • Nuovi antigeni tiroidei • sodium-iodide symporter (NIS) • Megalin (gp330) • Altri antigeni di membrana

  12. Tireoglobulina • Glicoproteina dimerica di 660 kDa, 19 S • Braccio lungo del cromosoma 8 • Principale componente della colloide

  13. Anticorpi anti-Tg Più frequentemente IgG IgG4 in Morbo di Basedow e IgG2 in tiroidite autoimmune Non fissano il complemento

  14. Ab-Tg Ruolo patogenetico Elementia favore Elementi contrari

  15. Elementi contrari • Assenza di azione biologica • Presenza in soggetti sani • Assenza di correlazione tra i livelli sierici degli Ab e l’attività della malattia

  16. Elementi a favore • Aumentato rischio di tiroidite post-partum in donne con precedente rilievo di AbTg • Induzione di tiroidite autoimmune in animali mediante trasferimento passivo di AbTg.

  17. Enzima localizzato sulla membrana dei tireociti • Glicoproteina contenente un gruppo EME • Cromosoma 2 Tireoperossidasi TPO

  18. 100 kDa, 933 aa • responsabile dell’accoppiamento dei residui tirosilici della Tg con lo Iodio

  19. Anticorpi anti-TPO Ruolo patogenetico Elementi … a favore contrari

  20. Elementi a favore • Sono più frequentemente riscontrati nei pazienti con malattie autoimmuni della tiroide rispetto agli AbTg • Correlazione diretta tra i livelli sierici degli Ab e la fase attiva della tiroiditeautoimmune

  21. Frequenza di Ab Tg/TPO

  22. Elementi a favore • Fissano il complemento • Attività citotossica in vitro. Possibile coinvolgimento nello sviluppo di ipotiroidismo nelle tiroidite autoimmuni (TA)

  23. Elementi contrari Il titolo degli Ab TPO non è correlato con la funzione tiroidea né con il tipo di malattia tiroidea

  24. Significato Il loro dosaggio è il più utilizzato elemento diagnostico per l’identificazione dell’origine autoimmune delle patologie tiroidee.

  25. Recettore del TSH (TSH-R) • Membro della famiglia dei recettori associati a proteine G • Struttura: sette domini transmembrana, • Cromosoma 14 • Peso molecolare 84 kDa, 744 aa • Struttura conservata tra le diverse specie

  26. TSH-R • Sito di legame del TSH localizzato sul dominio extracellulare • Dominio transmembrana e intracellulare coinvolti nella transduzione del segnale

  27. TSH-R • Il legame del TSH induce una modificazione conformazionale nel dominio trans e intracellulare che modifica l’interazione con proteine G • Incremento della produzione di C-AMP intracellulare • Incremento uptake dello iodio, sintesi Tg, TPO, rilascio ormoni tiroidei, cresctita del tireocita

  28. Anticorpi anti-TSH-R

  29. Ruolo patogenetico TSH-R-SAb e TSH-R-BAb A differenza degli AbTg e degli AbTPO, gli TSH-R-SAb e TSH-R-BAbhanno ruolo patogenetico nel Morbo di Basedow e nella tiroidite atrofica

  30. Azioni biologiche TSH-R-SAb (stimolanti) • Stimolano: • Adenilato ciclasi • L’uptake dello iodio • La sintesi della Tg e della TPO • La crescita cellulare

  31. Azioni biologiche TSH-R-BAb (Bloccanti) • Bloccano il legame del TSH al TSH-R, riducendo: • L’azione dell’ Adenilato ciclasi • L’uptake dello iodio • La sintesi della Tg e della TPO • La crescita cellulare

  32. Tiroiditi Malattie infiammatorie della tiroide Decorso acuto, subacuto o cronico

  33. Classificazione Cronica Con gozzo Atrofica Giovanile Focale Transitoria Silente Post-partum

  34. Tiroidite autoimmune • E’ la principale causa di ipotiroidismo • Età media alla diagnosi: 50-60 anni • F/M : 5-7/1

  35. Prevalenza di AT in autopsie negli USA maschi femmine 20 % 41,4 % Caucasici 8,5 % 17,4 % Afro-mericani (Okayasu, 1994)

  36. Segni clinici • Gozzo / atrofia tiroidea • Eutiroidismo / ipotiroidismo

  37. Funzione tiroidea nella tiroidite autoimmune Eutiroisimo Ipotiroidismo subclinico 7 % 30 % 7 % 30 % Ipotiroidismo conclamato 63 % 63 % (Dayan, NEJM 1996)

  38. Tiroidite autoimmune: associazione con altre malattie autoimmuni non-organo specifiche • Psoriasis • Artrite reaumatoide • LES • Sjogren’s syndrome • Epatite autoimmune

  39. Tiroidite autoimmune: associazione con altre malattie autoimmuni organo specifiche • Morbo di Addison • Diabete tipo 1 • Myasthenia Gravis • Alopecia • Vitiligine • Morbo celiaco

  40. Autoimmune chronic thyroiditis ultrasound

  41. Autoimmune chronic thyroiditis pathology Focale Diffusa

  42. Trattamento • Solo autoimmunità • Nessun trattamento (No steroidi) • Ipotiroidismo • L-T4 • Gozzo • LT4

  43. Morbo di Graves Gozzo diffuso Ipertiroidismo

  44. Patogenesi Autoanticorpi TSH-R Si legano al TSH-R e mimano la funzione del TSH

  45. Graves’ Disease Normal Graves’

  46. Prevalenza degli TSAb nel morbo di Graves

  47. Sintomatologia SEGNIPREVALENZA (%) Gozzo 35-100 Tachicardia 60-100 Tremori 40-95 Fibrillazione atriale 10-40 Cute calda e sudata 60-100 Dimagramento 60-100 Iperatività 60-100 Oftalmopatia 50-60

  48. Graves’ Disease

  49. Terapia Farmacologica Definitiva (chirurgia o radioiodio)

  50. Oftalmopatia