famiglia cambiamentio strutturali e dinamiche relazionali
Download
Skip this Video
Download Presentation
Famiglia Cambiamentio strutturali e dinamiche relazionali

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 15

Famiglia Cambiamentio strutturali e dinamiche relazionali - PowerPoint PPT Presentation


  • 165 Views
  • Uploaded on

Famiglia Cambiamentio strutturali e dinamiche relazionali. È cambiato il significato attribuito a “fare famiglia ” Dalla famiglia fondata sull’appartenenza alla famiglia nata come libera scelta . Obbligo a scegliere fa crescere le aspettative e il senso di responsabilità

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Famiglia Cambiamentio strutturali e dinamiche relazionali' - hailey


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
famiglia cambiamentio strutturali e dinamiche relazionali
Famiglia

Cambiamentio strutturali e dinamiche relazionali

Famiglia, Relazioni, Gestione dei Conflitti 12 Aprile 2013

Maria Mancarella

slide2
È cambiato il significato attribuito a

“fare famiglia”

Dalla famiglia fondata sull’appartenenza

alla famiglia nata come libera scelta

Obbligo a scegliere

fa crescere

le aspettative

e

il senso di responsabilità

verso le conseguenze della scelta

Famiglia, Relazioni, Gestione dei Conflitti 12 Aprile 2013

Maria Mancarella

slide3
Fenomeni demografici più rilevanti

calo della natalità

allungamento della vita

cambiamenti di tipo

soggettivo - individuale

sociale - collettivo

  • Nuovi modelli di famiglia
  • nuove strutture
  • diversa qualità relazioni

Famiglia, Relazioni, Gestione dei Conflitti 12 Aprile 2013

Maria Mancarella

nuove forme familiari principali elementi di cambiamento
Pluralizzazione
  • Coppie con figli
  • Coppie senza figli
  • Persone sole
  • Un solo genitore con figli

Instabilità

  • Più separazioni e divorzi
  • Più famiglie di fatto

Deistituzionalizzazione

  • Meno matrimoni

sia primi matrimoni che seconde nozze

  • Più matrimoni civili
Nuove forme familiariprincipali elementi di cambiamento

Famiglia, Relazioni, Gestione dei Conflitti 12 Aprile 2013

Maria Mancarella

slide5
Matrimonio : una istituzione in crisi

Costante diminuzione

  • dei matrimoni: nel 2008 celebrati in Italia 246.613, nel 2011 204.830, con un quoziente di nuzialità che passa dal 4,1 del 2008 allo 3,4 del 2011, al Sud la media sale al 4,1 per 1000
  • In Puglia nel 2008 i matrimoni erano 19.714, nel 2011 sono stati 16.402, negli ultimi 10 anni -37,6%

Diminuiscono anche

  • matrimoni misti 18 mila celebrazioni nel 2011, 5.555 in meno rispetto al 2007,
  • a livello nazionale, la flessione è stata pari a -27,9% più accentuata nel Sud (-33,1%)
  • seconde nozze, passano da 34.137 del 2008 a 31.048 del 2011 (-9%). nel 2011 la percentuale di matrimoni successivi al primo è pari al 15,2% del totale dei matrimoni, la Puglia è al 7%

Rimangono molto alti

  • Matrimoni con rito civile: nel 2011 sono stati 90.582 (39,%), nel 1995 erano solo 20%

Famiglia, Relazioni, Gestione dei Conflitti 12 Aprile 2013

Maria Mancarella

slide6
Indice di natalità per regione, dati al 2011

Famiglia, Relazioni, Gestione dei Conflitti 12 Aprile 2013

Maria Mancarella

crescono le nuove famiglie
Crescono le nuove famiglie

I single non vedovi sono soprattutto uomini, a capo delle famiglie monogenitoriali sono principalmente donne (86,1%).

Famiglia, Relazioni, Gestione dei Conflitti 12 Aprile 2013

Maria Mancarella

slide8
Cambiano i modelli del fare famiglia

Rinvio assunzione ruolo genitoriale legato a

Connessa con il generalizzato rinvio della

transizione alla vita adulta

sindrome del ritardo

stretta interdipendenza generazionale

sovrapposizione e confusione di ruoli

Famiglia invischiata (Minukin)

Famiglia, Relazioni, Gestione dei Conflitti 12 Aprile 2013

Maria Mancarella

genitorialit in transizione
Bassa natalità

se pur in recente crescita

cambiamento modelli di genitorialità

emerge

modello tardivo genitorialità

cause

  • Priorità investimento sulla realizzazione personale e professionale
  • Riconoscimento diritto donne realizzazione professionale
  • Forte legame famiglia d’origine (vissuta come aiuto prioritario e privilegiato)
Genitorialità in transizione

Famiglia, Relazioni, Gestione dei Conflitti 12 Aprile 2013

Maria Mancarella

instabilit coniugale
In Italia nel 2010, le separazioni sono state 88.191 e i divorzi 54.160.

Dal 2000 aumentano

* le separazioni + 22,5 %,

* i divorzi + 44,1 %.

La durata media del matrimonio al momento dell’iscrizione a ruolo del procedimento di separazione è risultata pari a 15 anni, 18 anni in media per i divorzi

Instabilità coniugale

Famiglia, Relazioni, Gestione dei Conflitti 12 Aprile 2013

Maria Mancarella

slide11
Separazioni per tipo di affidamento dei minori (%)

Famiglia, Relazioni, Gestione dei Conflitti 12 Aprile 2013

Maria Mancarella

separazioni e affidamento dei figli
Fino al 2005 ha prevalso l’affidamento esclusivo dei figli minori alla madre. Nel 2006, la legge 54/2006 ha introdotto l’istituto dell’affido condiviso dei figli minori come modalità ordinaria.
  • Nel 2008 il 78,8% di separazioni con figli è stata con affido condiviso contro il 19,1% di quelle con figli affidati esclusivamente alla madre.
  • Nel 2012 l’affido condiviso è utilizzato nell’89,8% dei casi, quello esclusivo alla madre nel 9,0%
  • La quota di affidamenti concessi al padre continua a rimanere su livelli molto bassi
Separazioni e affidamento dei figli

Famiglia, Relazioni, Gestione dei Conflitti 12 Aprile 2013

Maria Mancarella

le famiglie ricostituite
Nascono

nuovi ruoli: genitore sociale, i nuovi fratelli, la parentela si allarga

nuove relazioni: progettare una nuova famiglia, ridefinire confini vecchi e nuovi, costruire nuovi affetti senza distruggere i vecchi

Aumentano

Aree di problematicità per i figli minori, i genitori distanti

Le famiglie ricostituite

Famiglia, Relazioni, Gestione dei Conflitti 12 Aprile 2013 Maria Mancarella

la genitorialit oltre la coniugalit
Maggiore continuità nella relazione madre/figli
  • Profondi cambiamenti nella espressione della paternità

Dopo la separazione la paternità, spesso resa possibile solo dalla mediazione materna, si riduce o viene meno.

I padri devono reinventare il rapporto con i figli

Maggior interesse dei padri verso un ruolopaterno meno delegante e più attivo

La genitorialità oltre la coniugalità

Famiglia, Relazioni, Gestione dei Conflitti 12 Aprile 2013

Maria Mancarella

la genitorialit dopo la separazione
Genitorialità divisa

Uno dei genitori, più frequentemente il padre scompare dalla vita dei figli, comunicazione inesistente

  • Genitorialità parallela

Si basa sul mantenimento di un rapporto diretto tra ciascun genitore e i figli

Riduzione al minimo dei rapporti tra ex coniugi

Conflittualità alta

  • Genitorialità collaborativa

Rapporto basato sul sostegno e la cooperazione

Buon livello di comunicazione, conflittualità contenuta

  • Genitorialità sociale

Si ridefiniscono i confini famigliari, emergono nuove complessità, rischio di sovrapposizione e confusione dei ruoli

La genitorialità dopo la separazione

Famiglia, Relazioni, Gestione dei Conflitti 12 Aprile 2013

Maria Mancarella

ad