Napoli, 4 dicembre 2013 - PowerPoint PPT Presentation

gil-navarro
slide1 n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Napoli, 4 dicembre 2013 PowerPoint Presentation
Download Presentation
Napoli, 4 dicembre 2013

play fullscreen
1 / 9
Download Presentation
Napoli, 4 dicembre 2013
94 Views
Download Presentation

Napoli, 4 dicembre 2013

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. CONFINDUSTRIA CAMPANIA GRUPPO PICCOLA INDUSTRIA Fertilizzare il contesto imprenditoriale attraverso il venture capital intervento di AMEDEO GIURAZZA Amministratore Delegato - Vertis SGR SpA Napoli, 4 dicembre 2013

  2. COME OPERA UN FONDO DI VENTURE CAPITAL Il lavoro del venture capitalist è quello di individuare e selezionare le idee imprenditoriali più innovative per investire dei capitali e creare start up di successo. Il fondo di venture capital indirizza i propri investimenti anche in neo-aziende rivenienti da operazioni di spin off universitari o industriali che abbiano un ambizioso business plan. L’obiettivo principale è di puntare su iniziative che potranno ragionevolmente, nell’arco di 4-5 anni, raggiungere una dimensione di fatturato di almeno 15-20 mln di euro. Le start up devono diventare velocemente aziende dimensionate, innovative e globali altrimenti sarà complicato ricevere l’attenzione di altri investitori finanziari o industriali che consentano allo stesso tempo la realizzazione di interessanti plusvalenze per il fondo e l’ulteriore sviluppo della società e del management.

  3. SEVERA SELEZIONE DEI FONDI DI VENTURE CAPITAL L’attività di scouting effettuata da Vertis dal 2009 al 2013 per gli investimenti di venture capital è sintetizzata nella seguente figura. Supera il primo screening solo il 15% delle proposte d’investimento. Vengono realizzati investimenti solo per circa il 3%.

  4. PROMOQUISPA Marketing on line APPSBUILDERSRL Sviluppo mobile apps PARTECIPATE DEL FONDO “VERTIS VENTURE” KARALIT SRL Sviluppo software COGISEN SRL Gaze tracking DEREVSRL Crowdfunding GLOMERIATHERAPEUTICSSRL Medical devices VIVOCHA SRL Servizi web FLUIDOTECNICASANSEVERINOSRL Filtrazione e purificazione acque AUTOXYSPA Servizi web +PLUGGSRL Device per smartphone e tablet CHEF DOVUNQUE SRL Alimentare LINKPASSSRL Business social discovery TITANO SRL Riduzione emissioni e consumo BLOMMINGSRL Social e-commerce BIOUNIVERSASRL Biotech WIB SRL Vending machines innovative PERSONALFACTORYSPA Edilizia JUSP SPA Mobile payment MOSAICOONSPA Advertising on line

  5. PARTNER DI VERTIS PER IL FONDO “VERTIS VENTURE” UNIVERSITÀ CENTRI DI RICERCA/INCUBATORI • Università di Napoli Federico II • Seconda Università di Napoli • Università del Sannio (BN) • Università di Salerno • Università di Bari • Università del Salento (LE) • Università dell’Aquila • ISIB (PD) • IMPAT (RM) • ALI (NA) • CEINGE (NA) • CAMPANIA INNOVAZ. (NA) • CRIAI (NA) • DIONISO (NA) • IMAST (NA) • IRAT (NA) • DFM (NA) • BIOTEKNET (NA) • PSTSA (SA) • CALPARK (CS) • ARCA (PA) • THE NET VALUE (CA) ORIGINATORS • Commercialisti • Consulenti aziendali • Avvocati d’affari • Altri professionisti Per il successo del fondo, nel 2008-2009, Vertis ha sottoscritto accordi con 15 Centri di ricerca/Incubatori e 7 Università del Mezzogiorno.

  6. ATTIVITÀ DI ALCUNE START UP IN PORTAFIGLIO Mosaicoon (Palermo) è una società attiva nel campo dell’internetadvertising che sviluppa un modello unico di comunicazione integrata digitale attraverso la realizzazione di campagne pubblicitarie attraverso l’utilizzo di video virali. Personal Factory (Vibo Valentia) ha creato una innovativa macchina digitalizzata, di dimensioni limitate e ad altissima flessibilità, per produrre materiali per l’edilizia. Biouniversa (Salerno), spin off accademico, opera nel settore delle biotecnologie. Il team dei ricercatori ha scoperto una proteina che ha dimostrato di essere molto efficace nella diagnosi del cancro al pancreas. Cogisen (Napoli) opera nel settore dell’intelligenzaartificiale. Essa ha sviluppato un software per il tracciamento dello sguardo in grado di riconoscere la posizione degli occhi e dove è indirizzato lo sguardo dell’utente. Jusp (Cagliari) opera nel settore del mobile payment. La Società ha realizzato un device di piccole dimensioni che si collega attraverso un jack a qualsiasi smartphone o tablet/PC. Il dispositivo legge carte di debito e di credito del circuito European Mastercard Visa.

  7. IL FUTURO DEL VENTURE CAPITAL IN ITALIA Purtroppo il venture capital in Italia deve ancora svilupparsi come è accaduto in altri Paesi industrializzati. Il motivo principale è la scarsa propensione degli investitori istituzionali ad investire in questa asset class, considerata troppo rischiosa. Ancora più difficile è trovare investitori disposti ad investire nel seed capital (finanziamento delle idee imprenditoriali). Per tale motivo, gli Enti Pubblici (Stato e/o Regioni) dovrebbero destinare somme non particolarmente rilevanti da canalizzare in fondi chiusi di seed e venture capital per contribuire alla creazione di start up di successo e della classe imprenditoriale del futuro.

  8. IL VENTURE CAPITAL NEL SUD ITALIA E LA MISURA IDEATA DAL MINISTRO NICOLAIS Nel Mezzogiorno, dal 2004 al 2008, cioè in 5 anni, è stata realizzata solo 1 operazione di venture capital. La Presidenza del Consiglio dei Ministri del Governo italiano, per sviluppare la nascita di start up innovative nel Sud Italia, lanciò nel 2008 un bando per la selezione di SGR al fine di gestire fondi di venture capital nei quali avrebbe investito lo stesso importo raccolto presso investitori privati (quindi lo Stato avrebbe contribuito per il 50% della dotazione patrimoniale dei fondi). Nacquero così 3 fondi nel 2009: Vertis Venture, Principia II e Atlante Ventures Mezzogiorno. Questi 3 fondi “gemelli” hanno da pochi mesi terminato il periodo d’investimento (4 anni) realizzando complessivamente oltre 50 operazioni di venture capital. Ciò ha dimostrato che, anche nella parte del Paese meno industrializzata, se c’è offerta di capitali, c’è anche domanda “qualificata” e voglia di fare impresa. Tale misura, per l’ulteriore sviluppo del venture capital, dovrebbe essere immediatamente riproposta, eventualmente anche a livello locale.

  9. GRAZIE PER L’ATTENZIONE giurazza@vertis.it