slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Il legame tra politiche urbanistiche e politiche di sicurezza dal punto di vista delle amministrazioni locali PowerPoint Presentation
Download Presentation
Il legame tra politiche urbanistiche e politiche di sicurezza dal punto di vista delle amministrazioni locali

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 7

Il legame tra politiche urbanistiche e politiche di sicurezza dal punto di vista delle amministrazioni locali - PowerPoint PPT Presentation


  • 126 Views
  • Uploaded on

Sicurezza del cittadino: la pianificazione urbanistica per la prevenzione del crimine. Il legame tra politiche urbanistiche e politiche di sicurezza dal punto di vista delle amministrazioni locali. Fieramilano Rho-Milano 18 novembre 2010. Gian Guido Nobili

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Il legame tra politiche urbanistiche e politiche di sicurezza dal punto di vista delle amministrazioni locali' - genna


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

Sicurezza del cittadino:

la pianificazione urbanistica

per la prevenzione del crimine

Il legame tra politiche urbanistiche e politiche di sicurezza dal punto di vista delle amministrazioni locali

Fieramilano Rho-Milano

18 novembre 2010

Gian Guido Nobili

E-mail:gnobili@regione.emilia-romagna.it

Responsabile area ricerca del Servizio politiche per la sicurezza e polizia locale - Regione Emilia-Romagna

Docente di Sociologia giuridica, della devianza e del mutamento sociale

– Università di Modena-Reggio Emilia

slide2

Gli interventi su problematiche di sicurezza

o di disordine urbano a livello locale

  • potenziamento e qualificazione del controllo sul territorio;
  • riqualificazione urbana e strumenti di natura tecnologica;
  • interventi a sostegno dell’emarginazione e del disagio sociale;
  • servizi per l’integrazione multietnica e per la gestione del conflitto;
  • animazione dello spazio pubblico e promozione della partecipazione;
  • campagne educative e informative.
slide3
Fondamenti teorici

Analisi empirica

Implicazioni politiche

Teoria della scelta razionale

Crime mapping and hot-spot analyses

Problem Oriented Policing

Prevenzione situazionale

Routine Activity Theory

Inchieste di Vittimizzazione

CPTED

Geographic Profiling

Crime Pattern Theory

Designing Products against Crime

slide4

Crime Prevention Through EnvironmentalDesign

  • Vitalità dei luoghi
  • Identificazione e senso di appartenenza con i luoghi
  • Visibilità e chiarezza
  • No agli spazi “morti”
  • Sorveglianza spontanea
  • CCTV scelta residuale
  • Accoglienza popolazioni marginali
slide5

Tre le aree privilegiate di intervento:

  • le stazioni e le aree circostanti;
  • le aree liberate dalla dismissione di attività obsolete, spesso collocate ai bordi del tessuto urbano;
  • i grandi insediamenti problematici (residence, ecc.).
dai principi al caso concreto il grattacielo di ferrara
Dai principi al caso concreto: Il Grattacielo di Ferrara
  • - 2 torri;
  • 20 piani;
  • 90 metri d’altezza;
  • 210 appartamenti;
  • 12 negozi

- 382 residenti

- 69% di residenti stranieri

(in costante aumento)

- 72 minori di 12 nazionalità

- 28 nazionalità in totale. Nazionalità prevalenti: Cina, Marocco, Pakistan, Nigeria, Romania.

progetto grattacielo un esempio di politiche integrate di sicurezza
Progetto grattacielo: un esempio di politiche integrate di sicurezza

1. Conoscenza del fenomeno

2. Pratiche partecipatorie

3. Integrazione delle azioni

6. Azioni di promozione della partecipazione

5. Azioni di rivitalizzazione

4. Contrasto dei fenomeni