Download
pnl 2 n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
PNL 2 PowerPoint Presentation

PNL 2

179 Views Download Presentation
Download Presentation

PNL 2

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. PNL 2 Dott.ssa Maura Locatelli 16-01-2010

  2. Obiettivi L’ARTE DELLA DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI

  3. Obiettivi formati SONO ESPRESSI IN POSITIVO SONO SOTTO LA TUA RESPONSABILITA’ SONO DEFINITI SU BASE SENSORIALE SONO VALUTABILI SONO ECOLOGICI PER L’INDIVIDUO SONO ECOLOGICI PER L’AMBIENTE

  4. Le aree della vita FISICO AMBIENTE FAMIGLIA VITA SOCIALE LAVORO - CARRIERA FINANZE CRESCITA PERSONALE SPIRITO

  5. Fisico Rappresenta il livello di salute ed energia del corpo per realizzare ciò che è necessario per ottenere RISULTATI CONCRETI

  6. Ambiente La realtà nella quale viviamo: casa auto abiti vacanze Oggetti e situazioni che possono aumentare la qualità della vita

  7. Famiglia Sono le persone che amiamo Le persone verso le quali abbiamo un forte legame sentimentale e affettivo

  8. Vita sociale Ogni attività attraverso le quali interagiamo con altre persone. Il contesto sociale che frequentano (club, associazioni, ecc.,)

  9. Lavoro e Carriera La nostra professione I nostri obiettivi I nostri successi Le nostre abilità Le nostre capacità I nostri comportamenti

  10. Finanze Il successo economico La ricchezza Il patrimonio che si è accumulato

  11. Vita sociale Modalità di interazione con le altre persone, individui o gruppi

  12. Crescita personale Il tempo a disposizione per la crescita, per il miglioramento personale Le attività di svago

  13. Spirito I valori, i principi, il rapporto che si ha verso ciò in cui si crede

  14. Situazione attuale Dove sei ora? Quali risultati hai raggiunto quest’anno? Elenca ciò che ricordi…. Elenca ciò che ricordi: soddisfazioni personali, soddisfazioni professionali, piccole e grandi conquiste Persone che hai nel cuore ….

  15. Situazione desiderata

  16. Identità CHI SEI? COSA DESIDERI REALMENTE?

  17. Situazione desiderata Quali sono i tuoi obiettivi per il futuro? Cosa vuoi raggiungere? Quali sono i tuoi orizzonti? Dove vuoi arrivare?

  18. Le domande Come saprò di averlo ottenuto? E’ importante sapere come saprai di aver raggiunto l’obiettivo. E’ necessario avere un’unità di misura che misurerà i tuoi progressi il raggiungimento dell’obiettivo. Cosa misurerai? Cosa devi vedere, ascoltare o sentire? Decidi ora quale sarà il modo. Cosa voglio? Gli obiettivi devono essere espressi in positivo.Quindi cosa voglio e non cosa non voglio o cosa voglio evitare; perdere peso non è in positivo ma diventare magro e in forma, sì. Ricorda di scrivere il risultato che vuoi ottenere non il processo. “Comprare la casa dei miei sogni” è il processo. “Vivere in una cascina nelle colline toscane” ti dà il risultato come se fosse acquisito. • Di che risorse ho bisogno? • Quali risorse sono necessarie per raggiungere • questi obiettivi, quali hai già e quali • devi sviluppare? • Suddivide in 5 categorie: • oggetti (computer, macchine, casa, uffici, ecc.) • persone (amici, colleghi) • rolemodels (leaders, libri,corsi) • qualità personali (sviluppate o da sviluppare) • denaro (che hai o che ti devi procurare) Dove, quando e con chi? Dove vuoi raggiungere questo obiettivo, in che tempi e con chi. Forse ci sono luoghi o persone che non vuoi o meglio ancora altre che vuoi. Cerca di essere preciso e specifico, il tuo cervello ha bisogno di sapere queste cose

  19. Le domande E sotto la mia responsabilità? Puoi controllare questo obiettivo, chi o cosa può determinarne la riuscita, cosa puoi fare per influenzare questi fattori esterni? • Quali sono le conseguenze? • In altre parole è ecologico per te? • Controlla facendoti queste domande: • Quanto tempo ci vuole? Ne vale la pena? • Chi è coinvolto? • A cosa devo rinunciare? • Cosa c’è di positivo nella situazione attuale? • Cosa potrebbe accadere una volta raggiunto • il mio obiettivo? Questo obiettivo mantiene e migliora chi sono? Le azioni, i modi necessari al raggiungimento di questo risultato sono congruenti con chi sono e con chi voglio essere? Qual è la strategia? Qual è la sequenza delle cose da fare? In che modo posso creare sinergie tra gli obiettivi? Cosa faccio adesso? Cosa faccio adesso per incominciare il processo? A chi posso delegare alcune attività? Quali risorse devo prendere subito? Che decisioni devo assolutamente prendere ora?

  20. Primo passo: il risultato Il risultato è l’obiettivo da raggiungere; lo specifico risultato misurabile o l’esito che il cliente vuole ottenere

  21. 2° Passo: Il disegno Il disegno è la ragione per cui il cliente decide di agire: il motivo che sarà guida per mettere in pratica il suo piano. Il disegno è motiv-azione

  22. 3° Passo: il piano d’azione Quando il cliente ha definito il risultato (cosa) e il disegno (perché) è pronto per creare il piano d’azione

  23. I livelli di intervento del coach

  24. Livelli logici • Scopo • Identità • Convinzioni e valori • Capacità • Comportamento • Ambiente

  25. Convinzioni potenzianti • Ogni persona è unica • Qualunque sia la scelta fatta essa rappresenta la migliore alternativa che si è in grado di vedere in quel momento • Non esiste fallimento, esiste solo feedback • Ogni comportamento è guidato da un’intenzione positiva • Il significato di una comunicazione è il suo effetto • C’è una soluzione a ogni problema • Dentro di noi abbiamo già tutte le risorse di cui abbiamo bisogno • La persona con una maggiore flessibilità di comportamento esercita un’influenza maggiore • Mente e corpo fanno parte dello stesso sistema • Le conoscenze, i pensieri, la memoria e l’immaginazione nascono da sequenze e combinazioni di modi di filtrare e immagazzinare le informazioni

  26. Filtri • Cancellazione • Distorsione • Generalizzazione • Metaprogrammi • Valori • Credenze • Atteggiamenti • Ricordi • Decisioni

  27. RI (rappresentazione interna) • Risulta dall’azione di questi filtri • Ci porta ad essere in un certo stato e genera una determinata fisiologia • Include le nostre immagini interne, i suoni ed il dialogo e i nostri sentimenti

  28. STATO = RI Dell’episodio+fisiologia.Ogni COMPORTAMENTO è legato allo stato

  29. Time Line PASSATO ESPERIENZA EMOTIVA SIGNIFICATIVA RICORDO RICORDO RICORDO RICORDO RICORDO RICORDO ORA (PRESENTE) FUTURO

  30. Time Line FUTURO FUTURO al 31/12 FUTURO 1 mese FUTURO ALTO 10/20 anni (lontano) FUTURO BASSO (prossimo) FUTURO 2 GG. PRESENTE PASSATO (ieri) PASSATO di 1 mese PASSATO PROSSIMO (1 anno) PASSATO REMOTO