apparato digerente l.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Apparato Digerente PowerPoint Presentation
Download Presentation
Apparato Digerente

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 51

Apparato Digerente - PowerPoint PPT Presentation


  • 1675 Views
  • Uploaded on

Apparato Digerente. Apparato Digerente. L’apparato digerente è responsabile della trasformazione del cibo in materiale assorbibile dall’organismo. Questo processo si realizza in 5 fasi principali: Ingestione Frammentazione Digestione Assorbimento Eliminazione. Ingestione e Frammentazione.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Apparato Digerente' - emily


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
apparato digerente2
Apparato Digerente
  • L’apparato digerente è responsabile della trasformazione del cibo in materiale assorbibile dall’organismo. Questo processo si realizza in 5 fasi principali:
    • Ingestione
    • Frammentazione
    • Digestione
    • Assorbimento
    • Eliminazione
ingestione e frammentazione
Ingestione e Frammentazione
  • Hanno luogo nella cavità orale, dove si forma un Bolo di cibo che viene indirizzato verso l’Esofago dall’azione della lingua e dei muscoli faringei durante laDeglutizione. Sono entrambe facilitate dalla secrezione della Saliva da parte delle tre ghiandole salivari maggiori e dalle numerose ghiandole salivari minori.
  • L’Esofago conduce il cibo dalla cavità orale allo Stomaco, dove si completa la frammentazione e si inizia la Digestione.
digestione e assorbimento
Digestione e Assorbimento
  • E’ il processo grazie al quale il cibo è progressivamente trasformato dagli enzimi in molecole sufficientemente piccole da poter essere assorbite dal circolo ematico.
  • La digestione iniziale, accompagnata dall’intensa azione muscolare della parete dello Stomaco, riduce il contenuto gastrico ad un liquido semi-digerito, il Chimo.
  • Il Chimo viene spinto nel Duodeno, la parte iniziale dell’IntestinoTenue, attraverso uno sfintere muscolare, il Piloro.
  • Gli enzimi digestivi secreti da una grande ghiandola esocrina, il Pancreas, entrano nel Duodeno insieme con la Bile, secreto prodotto dal Fegato, attraverso il Dotto Biliare Comune.
  • Il contenuto del Duodeno procede lungo l’IntestinoTenue dove la digestione viene completata e si realizza la principale fase di assorbimento. Dopo il Duodeno troviamo il Digiuno e infine l’Ileo.
eliminazione
Eliminazione
  • Il residuo liquido non assorbito dell’Intestino Tenue passa attraverso la valvola Ileo-Ciecale nell’IntestinoCrasso. In questa porzione viene assorbita l’acqua dal liquido residuo che diventa progressivamente più solido, finché viene espulso attraverso l’Ano.
  • La prima parte dell’Intestino Crasso è chiamata Cieco e da essa origina un sacco a fondo chiuso, l’Appendice. La successiva parte, il Colon, è anatomicamente suddivisa nei segmenti, Ascendente, Trasverso, Discendente, Sigmoide.
  • La porzione terminale dell’Intestino Crasso, il Retto, è un sito di deposito per le Feci, prima della Defecazione che avviene attraverso attraverso il Canale Anale.
struttura generale7
Struttura Generale
  • Sierosa o Avventizia
  • Muscolare Esterna
  • Sottomucosa
  • Mucosa
mucosa
Mucosa

Divisa in tre strati:

  • Epitelio
    • Protezione, assorbimento, secrezione.
  • Lamina propria
    • Connettivo areolare lasso con funzione di supporto. Si trova sotto l’epitelio.
  • Muscularis Mucosae
    • Doppio strato sottile di muscolo liscio.
sottomucosa
Sottomucosa
  • Spesso strato di connettivo irregolare con funzione di supporto alla Mucosa.
  • Contiene i vasi sanguigni di calibro maggiore, i vasi linfatici e i nervi.
  • Plessi di Meissner.
    • Cellule gangliari parasimpatiche isolate o in piccoli gruppi.
    • Innervano le ghiandole e la Muscolaris Mucosae.
muscolare esterna
Muscolare Esterna
  • E’ costituita da tessuto muscolare liscio, solitamente suddiviso in due strati:
  • Circolare interno
  • Longitudinale esterno

La circolare è più sviluppata in

corrispondenza delle valvole degli

sfinteri.

  • L’azione di questi strati di muscolatura liscia è alla base della Contrazione Peristaltica.
  • Plessi di Auerbach
    • Si trovano tra i due strati,
    • Grandi aggregati di gangliari parasimpatiche.
slide12
Sierosa

Epitelio semplice squamoso (Mesotelio) sovrastante un sottile strato di connettivo lasso.

Cellule del mesotelio hanno Microvilli.

Ben ancorate.

Secernono lubrificanti che permettono il movimento dei visceri.

Avventizia

Solo connettivo lasso.

Dove l’intestino è esposto nella cavità addominale l’avventizia viene definita Sierosa.

esofago
Esofago
  • Tubo la cui parete è dotata di una imponente componente muscolare.
  • Coinvoglia il cibo dalla bocca allo stomaco.
  • Epitelio squamoso stratificato non cheratinizzato (tranne rari casi).
  • Muscolo scheletrico nel terzo superiore.
  • Muscolo liscio nel terzo inferiore.
  • Misto nella porzione intermedia.
stomaco

Esofago

Fondo

Rughe

Cardias

Corpo

Piloro

Antro Pilorico

Duodeno

Stomaco
  • Tratto dilatato dell’apparato gastrointestinale che riceve il cibo dall’esofago e lo trattiene per circa 2 ore: qui il cibo va incontro a riduzione meccanica e chimica, trasformandosi in Chimo.
  • Assorbimento di Sali, Acqua, Alcool e Monosaccaridi.
  • Rughe
    • Grosse pieghe della mucosa che permettono distensione dopo assunzione di cibo.
  • Anatomicamente diviso in 4 regioni:
    • Cardias
    • Fondo
    • Corpo
    • Antro pilorico
slide15

La Muscosa Gastrica è ricca di ghiandole tubulari e può essere divisa in tre zone istologiche:

    • Cardias: area di ghiandole a secrezione mucosa.
    • Fondo e Corpo: area di ghiandole a secrezione di succhi gastrici e muco di protezione
    • Piloro: area di ghiandole che secernono muco di due tipi differenti e di cellule endocrine che secernono ormone Gastrina.
slide16

Muscolare, muscolo liscio.

    • Tre strati che “triturano” il chimo e lo passano al duodeno.
  • Sottomucosa, priva di ghiandole, si possono vedere vasi e nervi
  • Mucosa, profonda e ghiandolare, poca Lamina Propria
    • Produce enzimi ed acidi per la digestione.
mucosa stomaco
Mucosa Stomaco
  • Epitelio colonnare semplice
  • Assorbimento nella porzione luminale
slide18

Fossette gastriche

Cellule mucipare

Mucosa

Ghiandole gastriche

Cellule parietali

Cellule principali

Sottomucosa

fossette gastriche

Fossette gastriche

Fossette Gastriche

La mucosa del fondo e del corpo dello stomaco

sono formate da lunghe Ghiandole Tubulari.

  • Fossette.
    • Invaginazioni che uniscono il dotto delle ghiandole all’epitelio dello stomaco.
ghiandole gastriche
Ghiandole Gastriche

Le Ghiandole Gastriche sono costituite da una popolazione cellulare mista:

  • Cellula superficiale: rivestono la superficie luminale dello stomaco e le fossette gastriche. Secernono Muco protettivo contenente ioni Bicarbonato.
  • Cellula mucosa del collo: rivestono collo dei dotti. Hanno granuli secretori più grandi ma medesima funzione delle precedenti (muco meno viscoso).
  • Cellula parietale (ossintica): sono distribuite lungo tutta la lunghezza delle ghiandole gastriche ma più abbondanti nell’Istmo. Producono Acido Cloridrico (HCl) e il Fattore Intrinseco necessario all’assorbimento della vitamina B12. Cellule cubiche con citoplasma acidofilo, molti mitocondri, forma a “Uovo Fritto”.
ghiandole gastriche21
Ghiandole Gastriche
  • Cellula Zimogene (principale): localizzate alla base delle ghiandole gastriche nel fondo delle fossette. Sintetizzano e secernono l’enzima proteolitico Pepsina (idrolizza le proteine in frammenti polipeptidici). Il precursore attivo, il Pepsinogeno, è sintetizzato nel rER ed è accumulato in numerosi granuli secretori: rimane inattivo finché non viene riversato nel lume dello stomaco e attivato dai succhi gastrici.
  • Cellula Enterendocrina: localizzate alla base delle ghiandole gastriche nel fondo delle fossette. Secernono Serotonina, Gastrina,Enteroglucagone.
  • Cellule Staminali: localizzate nel colletto delle ghiandole gastriche. Queste cellule indifferenziate si dividono continuamente per rimpiazzare le cellule che si staccano continuamente.
cellule parietali
Cellule Parietali

Sono distribuite lungo tutta la

lunghezza delle ghiandole

gastriche ma più abbondanti

nell’Istmo. Producono Acido

Cloridrico (HCl) e il Fattore

Intrinseco necessario

all’assorbimento della vitamina

B12. Cellule cubiche con

citoplasma acidofilo, molti

mitocondri, forma a “Uovo

Fritto”.

cellule zimogene principali
Cellule zimogene (principali)

Localizzate alla base delle

ghiandole gastriche nel fondo

delle fossette. Sintetizzano e

secernono l’enzima proteolitico

Pepsina (idrolizza le proteine in

frammenti polipeptidici). Il

precursore attivo, il

Pepsinogeno, è sintetizzato nel

rER ed è accumulato in

numerosi granuli secretori:

rimane inattivofinché non viene

riversato nel lume dello stomaco

e attivato dai succhi gastrici.

cellule enteroendocrine
Cellule Enteroendocrine

Localizzate alla base delle ghiandole

gastriche nel fondo delle fossette.

Secernono Serotonina, Gastrina,

Enteroglucagone.

intestino
Intestino Tenue

Duodeno

Digiuno

Ileo

Intestino Crasso

Cieco

Colon

Retto

Intestino
intestino tenue
Intestino Tenue

L’intestino tenue che comprende il Duodeno, Digiuno e Ileo, è

la principale sede di assorbimento dei prodotti della

Digestione, che inizia nello Stomaco e si completa

nell’IntestinoTenue, contemporaneamente ai processi di

Assorbimento.

La digestione e l’assorbimento sono favoriti dalla presenza di

una enorme aerea di superficie che deriva da quattro fattori

principali:

  • Grande lunghezza dell’Intestino Tenue (4-6m)
  • La presenza di numerose estroflessioni, le Pliche Circolari o Valvole di Kerking, particolarmente numerose nel Digiuno.
  • Presenza di numerosi estroflessioni della Mucosa, i Villi, e di invaginazioni in cripte, Cripte di Lieberkuhn.
  • Presenza di numerosi Microvilli sulla superficie degli Enterociti, le cellule colonnari che rivestono i villi e le cripte.

I prodotti della digestione delle proteine e dei carboidrati,

cioè gli amminoacidi e i monosaccaridi rispettivamente,

entrano nei capillari intestinali e giungono al fegato

attraverso la vena porta. I trigliceridi risentitizzati, invece,

passano nei vasi linfatici intestinali, Vasi Chiliferi, e di qua

giungono al circolo generale attraverso il dotto toracico.

intestino tenue28
Intestino Tenue

I prodotti della digestione delle proteine e dei carboidrati,

cioè gli amminoacidi e i monosaccaridi rispettivamente,

entrano nei capillari intestinali e giungono al fegato

attraverso la Vena Porta. I trigliceridi risentitizzati, invece,

passano nei vasi linfatici intestinali, Vasi Chiliferi, e di qua

giungono al circolo generale attraverso il dotto toracico.

intestino tenue29
Intestino Tenue

Duodeno

Rappresenta la prima parte dell’intestino tenue: riceve il cibo

parzialmente digerito nella forma di Chimo acido dallo

Stomaco, attraverso il Piloro. La principale funzione del

duodeno è quella di neutralizzare l’acidità gastrica e la

Pepsina e di cominciare un ulteriore processo digestivo.

La mucosa è ricca di Villi con cripte ghiandolari note

come Cripte di Lieberkun. Caratteristica peculiare è la grande

quantità di ghiandole nella sottomucosa, le Ghiandole di Brunner,

che secernono un muco alcalino filamentoso che aiuta a neutralizzare

l’acidità e a proteggere la mucosa duodenale. Il Dotto Panreatico e il

Dotto Biliare si uniscono per vuotare i loro contenuti nel duodeno

attraverso l’Ampolladi Vater.

Digiuno

Deputato all’assorbimento.

Ileo

Tratto finale dell’Intestino Tenue.

Contiene GALT (Placche del Peyer, aggregati linfoidi all’interno della

Lamina Propria)

villi intestinali
Villi Intestinali
  • Estroflessioni digitiformi che aumentano la superficie.
  • Sono presenti solo nell’IntestinoTenue.
villi intestinali34
Villi Intestinali

Sono rivestiti da un epitelio colonnare semplice,

continuo con quello delle cripte. L’epitelio è

composto da numerosi tipi cellulari, ognuno con una

specifica funzione:

  • Enterociti: sono le cellule più numerose e sono responsabili dell’assorbimento intestinale. La loro superficie apicale ha numerosi Microvilli che costituiscono l’orlettostriato.
  • Cellule Caliciformi: sono disperse fra gli Enterociti e producono Mucina per la lubrificazione del contenuto intestinale e protezione dell’epitelio.
  • Cellule del Paneth: si trovano alla base delle cripte e hanno funzioni di difesa.
  • Cellule Neuroendocrine: producono ormoni ad azione locale, servono a regolare la motilità gastrointestinale.
  • Cellule Staminali: si trovano alla base delle cripte; e si dividono continuamente per rimpiazzare gli altri tipi cellulari.
villi
Villi
  • L’asse dei villi è formato da un estensione della Lamina Propria, è costituito da tessuto connettivo lasso.
  • I capillari si trovano immediatamente sotto lo strato di enterociti e trasportano aminoacidi, monosaccaridi.
  • I piccoli vasi linfatici drenano in un singolo Vaso Chilifero, localizzato nell’asse del villo.
  • Si osservano fasci di cellule muscolari lisce lungo l’asse maggiore dei microvilli.
  • Infiltrato con cellule del sangue,
    • Linfociti,
    • Plasmacellule,
    • Eosinofili.
cripte di lieberkuhn
Cripte di Lieberkuhn
  • Ghiandole tubulari semplici o ramificate.
cripte di lieberkuhn38
Cripte di Lieberkuhn
  • Enterociti: sono le cellule più numerose e sono responsabili dell’assorbimento intestinale. La loro superficie apicale ha numerosi Microvilli che costituiscono l’orlettostriato.
  • Cellule Caliciformi: sono disperse fra gli Enterociti e producono Mucina per la lubrificazione del contenuto intestinale e protezione dell’epitelio.
  • Cellule del Paneth: si trovano alla base delle cripte e hanno funzioni di difesa.
  • Cellule Neuroendocrine: producono ormoni ad azione locale, servono a regolare la motilità gastrointestinale.
  • Cellule Staminali: si trovano alla base delle cripte; e si dividono continuamente per rimpiazzare gli altri tipi cellulari.
cellule di paneth
Cellule di Paneth
  • Base delle cripte.
  • Secernono Lisozima e Fosfolipasi A.
  • Defensine sono antimicrobici.
  • Granuli acidofili apicali.
muscolaris mucosae
Muscolaris Mucosae
  • Muscolare circolare interno e longitudinale esterno.
  • Fibre dello strato interno penetrano nel villo.
  • Contrazione ritmica accorcia il villo molte volte al minuto.
sottomucosa41
Sottomucosa
  • Connettivo fibroelastico denso, vascolarizzato e ricco di vasi linfatici.
    • Plessi di Meissner
      • Garantiscono l’innervazione.
    • Ghiandole di Brunner
      • Presenti a livello del Duodeno.
ghiandole di brunner
Ghiandole di Brunner
  • Sottomucosa del Duodeno.
  • Tubulo-alveolari ramificate.
  • Secernono fluido mucoso
    • Bicarbonato, neutralizza acidità stomaco.
    • Urogastrone (fattore di crescita epidermico), inibisce produzione HCl ed aumenta attività mitotica epiteliali.
plessi di auerbach
Plessi di Auerbach
  • Gangli nervosi posizionati tra i due strati di muscolare esterna.
  • Innervazione viscerale che controlla la peristalsi.
  • Gap junctions trasmettono il segnale di contrazione.
placche di peyer
Placche di Peyer
  • Lamina Propria della mucosa dell’Ileo.
  • Possono interrompere epitelio e villi.
  • Sono tessuto linfoide associato all’intestino.
  • Presenza di follicoli primari e secondari.

Villi Placche di Peyer

intestino crasso
Intestino Crasso

Principali funzioni dell’IntestinoCrasso sono il riassorbimento di acqua e

sali dal residuo liquido dell’IntestinoTenue e la propulsione delle feci,

progressivamente più solide verso il Retto. La parete muscolare è

spessa e capace di attività peristaltica molto potente. In posizione

immediatamente a ridosso del canale anale, la mucosa forma pieghe

longitudinali chiamate Colonne del Morgagni. In relazione alla sua

funzione di assorbimento dell’acqua e di lubrificazione delle feci, la

mucosa è rivestita da quattro tipi di cellule, le CelluleAssorbenti,

CelluleMucipare,CellulediRigenerazione,CelluleEnteroendocrine.

Quando le feci passano lungo l’IntestinoCrasso e vengono

progressivamente disidratate, il muco diventa sempre più importante

per proteggere la mucosa da traumi. Sono presenti ghiandole simili alle

Cripte del Lieberkuhn e questo termine può essere usato anche per

l’IntestinoCrasso.

L’intestino crasso contiene parecchi tipi di batteri commensali che

degradano ulteriormente i residui di cibo.

intestino crasso46
Intestino Crasso
  • Cieco
    • La porzione più larga.
  • Colon
    • Diviso in Ascendente, Traverso e Discendente.
  • Retto
    • Porzione terminale.
  • Canale anale
mucosa48
Mucosa
  • Ricca di Cripte del Lieberkuhn.
  • Quattro tipi di cellule:
    • Rigenerazione
    • Caliciformi
      • Lubrificazione, aumentano lungo tutto l’organo.
    • Assorbenti
      • Le più numerose.
    • Enteroendocrine
retto e canale anale
Retto e canale anale
  • Istologicamente simili al Colon
    • Retto: meno cripte ma più profonde.
    • Canale Anale: cripte piccole e diminuiscono fino a scomparire nella porzione più distale.
  • Epitelio
    • Retto: Cubico
    • Valvole Anali:Pavimentoso stratificato non cheratinizzato.
    • Ano:Pavimentoso stratificato cheratinizzato

Ghiandole circumanali apocrine

slide50
Muscolare esterna muscolo liscio
    • Circolare interno, diviene più spesso e forma lo sfintere anale interno;
    • Longitudinale esterno, continua sopra l’interno come un foglietto di connettivo.
  • Muscoli scheletrici del pavimento pelvico formano il muscolo anale sfinterico esterno, sotto controllo volontario e con tono costante.