Obbligo di istruzione – linee guida Decreto 22 agosto 2007 - PowerPoint PPT Presentation

obbligo di istruzione linee guida decreto 22 agosto 2007 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Obbligo di istruzione – linee guida Decreto 22 agosto 2007 PowerPoint Presentation
Download Presentation
Obbligo di istruzione – linee guida Decreto 22 agosto 2007

play fullscreen
1 / 18
Obbligo di istruzione – linee guida Decreto 22 agosto 2007
143 Views
Download Presentation
edward
Download Presentation

Obbligo di istruzione – linee guida Decreto 22 agosto 2007

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Liceo Ginnasio Statale Mario Cutelli - Catania Obbligo di istruzione – linee guida Decreto 22 agosto 2007 Collegio Docenti 27/02/08 Gina Sciarrotta

  2. Indice • Premessa • Il contesto di riferimento • Aspetti generali • Orientamento e recupero • Formazione • Valutazione e certificazione • Sostegno ed osservazione del processo • Finanziamenti Gina Sciarrotta

  3. 1 – Premessa 1/3 Le linee guidariguardano orientamento giovani e famiglie formazione docenti sostegno, monitoraggio, valutazione Le linee guidasi configurano come una misura di accompagnamento per le ist. scol. impegnate nella sperimentazione cambiamento Gina Sciarrotta

  4. 1 - Premessa 2/3 cambiamento profonda revisione metodologica ed organizzativa della didattica ai fini di far conseguire le competenze chiave di cittadinanza che l’UE ritiene decisive per • Sviluppo della persona • Coesione sociale • Competitivita’ nella società globale Gina Sciarrotta

  5. 1 – Premessa 3/3 • Le linee guidasi configurano come contributo per il • conseguimento dei seguenti obiettivi: • acquisizione delle competenze descritte nel documento tecnico • autonomia progettuale delle ist. scol. di un percorso biennale di • sperimentazione • promozione di progetti ed esperienze di continuità e raccordo • curriculare tra le scuole secondarie di 2° grado e di 1° grado Gina Sciarrotta

  6. 2 - Il contesto di riferimento 1/2 Apprendimento permanente: metodo per continuare ad apprendere per tutto il resto dell’esistenza. Competenze chiave: combinazione di conoscenze, abilità ed atteggiamenti appropriati al contesto • realizzazione personale • esercizio consapevole della cittadinanza • coesione sociale • occupabilità • istruzione e formazione nella dimensione dell’educazione • mobilità in ambito europeo. Gina Sciarrotta

  7. 2 - Il contesto di riferimento 2/2 • Obbligo di istruzione • non modifica gli attuali ordinamenti scolastici dei diversi ordini. • e’ finalizzato esclusivamente a definire i risultati di • apprendimento attesi a conclusione dei primi due anni. • Occorre garantire • il raggiungimento dei livelli essenziali di apprendimento, sia sul • piano dei saperi disciplinari, sia in relazione alle competenze • caratterizzanti gli assi culturali dei primi due anni del secondo • ciclo. Gina Sciarrotta

  8. 3 - Aspetti generali 1/2 Al Collegio Docenti spetta riflessione comune sulle modalità operative dell’azione didattica circa: • strategie per l’integrazione disciplinare e per il superamento • della frammentazione dei saperi nei curriculi • 2. approfondimento degli aspetti fondanti i quattro assi: dei • linguaggi, matematico, scientifico-tecnologico, storico sociale Gina Sciarrotta

  9. 3 - Aspetti generali 2/2 (segue punto 2) Competenze chiave per la cittadinanza attiva: Imparare ad imparare, progettare, comunicare, collaborare e partecipare, agire in modo autonomo e responsabile, risolvere problemi, individuare collegamenti e relazioni, acquisire ed interpretare l’informazione. 3. organizzazione dei processi didattici in termini di apprendimento per competenze in coerenza con il POF. 4. utilizzazione degli spazi di flessibilità curriculare e organizzativa (ripartizioni funzionali del collegio docenti). Gina Sciarrotta

  10. 4 Orientamento e recupero 1/3 Centralità del ragazzo che apprende obiettivo: MATURAZIONE autonomia responsabilità acquisizione competenze chiave per l’esercizio della cittadinanza attiva Gina Sciarrotta

  11. 4 Orientamento e recupero 2/3 Promozione del successo scolastico e formativo e lotta alla dispersione Collaborazione tra scuola del primo e del secondo ciclo, accordi di collaborazione con Enti locali, Associazioni professionali e Disciplinari, Enti ed Associazioni varie. tutto ciò richiede: • valorizzazione della dimensione orientativa degli assi culturali • coinvolgimento delle famiglie e degli stessi studenti con • attenzione ai giovani che a causa di svantaggi educativi • determinati da circostanze personali, sociali, culturali o • economiche, hanno bisogno di un sostegno per realizzare le loro • potenzialità Gina Sciarrotta

  12. 4 Orientamento e recupero 3/3 tutto ciò richiede (continua): • programmazione educativa e didattica centrate sui processi di • apprendimento, misurate sui livelli di ingresso e su diversi ritmi • e stili cognitivi. • attività dedicate al recupero di ogni tipo di svantaggio. • promozioni delle eccellenze. • recupero intensivo -> acquisizione di metodologie di • autoapprendimento e orientamento. • osservazione, analisi dei risultati raggiunti. • sostegno e recupero dei saperi disciplinari non acquisiti. Gina Sciarrotta

  13. 5 - Formazione 1/2 Interventi pluriennali di formazione dei docenti • difficoltà a tradurre gli obiettivi previsti dai • curriculi dei diversi ordini, tipi ed indirizzi di • studio nelle competenze riferite agli assi • culturali che caratterizzano il nuovo obbligo di • istruzione Gina Sciarrotta

  14. 5 - Formazione 2/2 • Piani di formazione per: • Condividere il senso della nuova prospettiva educativa fondata • sul concetto di competenza. • Collegare i saperi disciplinari e gli assi culturali per l’acquisizione • di competenze chiave. • Valorizzare gli intrecci tra gli assi culturali (competenza • digitale). • Adeguare criteri e modalità di valutazione all’interazione di • conoscenze, abilità, capacità e competenze. Gina Sciarrotta

  15. 6 - Valutazione e certificazione 1/2 Coniugare l’accertamento dei livello di conoscenza disciplinare con la verifica dei livelli di competenza acquisiti degli studenti: valutazione valorizzazione dei saperi e delle competenze possedute motivazione/rimotivazione Gina Sciarrotta

  16. 6 - Valutazione e certificazione 2/2 metodologie didattiche e modelli di valutazione coerenti con un impianto culturale e pedagogico centrato sugli assi e sulle competenze strumento che consenta la lettura trasparente delle competenze acquisite modelli di valutazione e certificazione riferimento ai documenti europei Gina Sciarrotta

  17. 7 - Sostegno ed osservazione del processo • Servizio di consulenza online -> area “dialogo con la scuola”. • Gruppi di lavoro regionali, provinciali, locali. • Gruppo di lavoro nazionale -> 30/09/08 rapporto intermedio • Previa delibera del collegio docenti • nucleo operativo dedicato all’attuazione del nuovo • obbligo, a sostegno del lavoro collegiale Gina Sciarrotta

  18. 8 Finanziamenti • risorse dal fondo di cui alla legge 440/1997 – • Direttiva n° 81 del 5 ottobre 2007 Gina Sciarrotta