slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Cap. 5 La meccanica dei fluidi PowerPoint Presentation
Download Presentation
Cap. 5 La meccanica dei fluidi

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 32

Cap. 5 La meccanica dei fluidi - PowerPoint PPT Presentation


  • 217 Views
  • Uploaded on

Cap. 5 La meccanica dei fluidi. Lo stato liquido ha le seguenti caratteristiche: Ha un volume proprio e quindi è pressoché incomprimibile Non ha una forma propria ma acquista la forma del recipiente che lo contiene. Lo stato liquido.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Cap. 5 La meccanica dei fluidi' - dalila


Download Now An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
lo stato liquido
Lo stato liquido ha le seguenti caratteristiche:

Ha un volume proprio e quindi è pressoché incomprimibile

Non ha una forma propria ma acquista la forma del recipiente che lo contiene

Lo stato liquido
stato liquido
Nello stato liquido le forze di coesione sono moderate e l’agitazione termica è in grado di contrastare queste forze anche se non sono in grado si separare le molecole una dall’altra

Questo fa si che le molecole si possono spostare facilmente e rotolare una sull’altra

Stato liquido
slide4

La pressione idrostatica

  • I liquidi esercitano una pressione perché hanno un peso che agisce sulla superficie che li contiene
  • La pressione idrostatica è la pressione esercitata da un liquido in tutte le direzioni sulle pareti del recipiente che lo contiene.

La pressione idrostatica agisce in tutte le direzioni perpendicolarmente alle pareti del recipiente

slide5

Principio di Pascal

  • Consideriamo un recipiente pieno di liquido e un pistone che ci consente di applicare una pressione
  • Questa pressione si trasmette inalterata in tutte le pareti del recipiente

una pressione esercitata in un punto di una massa fluida si trasmette in ogni altro punto e in tutte le direzioni con la stessa intensità

slide6

Fattori da cui dipende la spinta idrostatica

  • La pressione varia con il variare dell'altezza della colonna di liquido: nel punto più basso del recipiente la pressione è maggiore perché è più alta la colonna di liquido, in un punto più alto la pressione sarà minore.
  • Tutto ciò si può dimostrare con un semplice esperimento come mostrato in figura
  • Ma cosa succede se prendo due liquidi diversi?
  • Questa volta dalla figura vediamo che la bhottiglia d’acqua dà gli schizzi più consistenti della bottiglia d’olio … cosa significa?
  • L’acqua ha una densità maggiore dell’olio perciò la spinta idrostatica dipende anche dalla densità del liquido
slide7

Legge di Stevin

La pressione esercitata da un liquido sul fondo di un recipiente è direttamente proporzionale al prodotto del peso specifico del liquido per l’altezza del liquido

p = ps x h

slide8

Liquidi in quiete

  • La disposizione dell’acqua alla superficie del bicchiere prende il nome di superficie libera
  • Essa è orizzontale succede se inclino il tavolo?
  • La superficie libera di un liquido è sempre orizzontale per qualsiasi tipo di liquido
  • Cosa succede se prendo più recipienti che sono in comunicazione fra loro e verso l’acqua in uno di essi?
  • Il liquido raggiunge lo stesso livello in ciascuno di essi indipendentemente dalla forma e dal volume
  • ….. Ma è sempre cosi ….. Guardiamo la seguente figura …..
  • Cosa può essere successo
  • Notate qualcosa nel diametro dei tubi ….

Superficie libera

orizzontale

slide9

La capillarità

  • La risalita capillare è un fenomeno che si manifesta per l’azione concomitante di due forze: le forze di coesione del liquido, le forze di adesione fra liquido e recipiente e la tensione superficiale
  • La capillarità dell’acqua si manifesta sulla superficie del liquido in contatto col solido e si presenta sollevata poiché le forze di adesione tra l'acqua ed il recipiente che la contiene sono maggiori delle forze di coesione tra le molecole d'acqua
  •  Il fenomeno è più evidente nei tubi capillari poiché in questi è maggiore la parte di liquido a contatto con le pareti del recipiente rispetto al volume totale e quindi la parte di liquido che genererà le forze di coesione sarà maggiore e perciò lo spostamento del livello del liquido all' interno del capillare sarà maggiore.
slide10

Forze di coesione

  • Possiamo facilmente osservare le forze di coesione dell’acqua osservando una goccia di rugiada o un insetto che cammina sull’acqua
  • Questo si verifica perché a causa delle forze di coesione che tengono unite le molecole di acqua
  • Tuttavia le molecole di acqua presenti in superficie non sono tutte circondate da molecole di acqua ma le hanno solo sotto e questo genera una forza centripeta detta tensione superficiale
  • Questa tensione fa si che le gocce d’acqua tendano ad assumere una forma sferica
slide11

Forze di adesione

  • Cos’è che non fa cadere queste gocce d’acqua?
  • Sono le forze di adesione fra acqua e solido
  • Si definiscono forze di coesione le forze che si generano nella superficie di contatto fra solido e liquido
  • Come abbiamo visto queste forze stanno alla base del fenomeno della capillarità
  • La curvatura dell’acqua a contatto col vetro prende il nome di menisco e si verifica sempre nei liquidi che si legano al recipiente
  • Il menisco è concavo nei liquidi in cui le forze di adesione superano le forze di coesione, convesso nei casi opposti (in questo caso le molecole non riescono a salire e vengono trascinate verso il basso
slide12

Travasare liquidi

  • Il travaso dei liquidi sfrutta il principio dei vasi comunicanti
  • Ricordiamo che nei vasi comunicanti l’acqua tende a raggiungere lo stesso livello in tutti i tubi
  • Ma cosa succede se collego con un tubo un recipiente posto in alto con uno posto in basso? (si può fare aspirando l’aria dal tubo)
  • Nel tentativo di raggiungere lo stesso livello tutta l’acqua del recipiente A si verserà in B
slide13

Acquedotto

  • Anche gli acquedotti sfruttano il principio dei vasi comunicanti
  • Gli acquedotti sono un sistema per portare acqua alle abitazioni col minor dispendio di energia possibile
  • Il serbatoio di un acquedotto è posto su una torre piuttosto alta
  • Questo perché col principio dei vasi comunicanti tutta l’acqua presente nell’impianto cittadino tenderà a raggiungere lo stesso livello dell’acqua presente nel serbatoio
  • In questo modo si può rifornire di acqua tutta le abitazioni cittadine
slide14

Liquidi in movimento

  • Normalmente noi vediamo dei liquidi in movimento come nei fiumi
  • Il moto ordinato dell’acqua in un condotto prende il nome di corrente
  • La superficie che taglia trasversalmente il corso d’acqua viene detta sezione
  • La quantità di acqua (volume) che passa attraverso la sezione nell’unità di tempo è detta portata
slide15

Portata

Si definisce portata e si indica con Q il volume di liquido che passa in un secondo attraverso la sezione di un condotto

V

____

Le dimensioni sono il metro cubo al secondo m3/s

Q =

  • t
slide16

Consideriamo un tubo a sezione costante

Sappiamo che la portata è:

Se noi consideriamo la sezione S vediamo che in un tempo t essa ha percorso un tratto h

Cioè ha percorso un volume di cilindro pari a:

1

V = S x h

2

Se sostituisco la 2 nella 1 ottengo:

Ma noi sappiamo che s/t non è altro che la velocità v del liquido

3

S x h

Se sostituisco la 4 nella 3 ottengo:

V

h

Q = S x v

____

______

____

5

v =

Q =

Q =

4

  • t
  • t
  • t

Notare l’importanza delle maiuscole e delle minuscole, la V indica il volume mentre la v indica la velocità; la S indica la sezione mentre s indica lo spazio percorso

slide17

La portata di un condotto è uguale al prodotto della sezione del condotto per la velocità media delle particelle di liquido Q = S x v

  • A velocità costante la portata è tanto più ampia quanto più è ampia la sezione S del condotto
  • A sezione costante la portata è tanto maggiore quanto maggiore è la velocità v delle particelle del liquido
  • A portata costante la velocità v del liquido è tanto maggiore quanto è minore S la sezione del liquido
slide18

Flusso stazionario

  • Si parla di flusso stazionario quando la portata è costante in tutti i punti del condotto
  • In questo caso la velocità è inversamente proporzionale alla sezione del condotto
  • Per questo se noi ostruiamo parzialmente l’uscita di un tubo di irrigazione la velocità del flusso aumenta
slide19

Le slide seguenti non sono opera mia e non riesco a rintracciare la fonte

L’acqua risorsa preziosa e non rinnovabile: come risparmiarla?

Acqua preziosa

slide20

L’acqua è risorsa da non sprecare.

In alternativa: il deserto!

Ricordati che più di un miliardo e duecento milioni di persone non hanno accesso all’acqua potabile!

slide23

1Acqua e aria alleate per il risparmioApplicare un frangigetto ai rubinetti di casa consente di risparmiare diverse migliaia di litri di acqua ogni anno.

slide24

2Una manutenzione che non fa acquaUn rubinetto che gocciola o uno scarico che perde acqua possono sprecare 100 litri d'acqua al giorno.Una corretta manutenzione o, se necessario, una piccola riparazione, faranno risparmiare tanta acqua potabile.

slide25

3Uno scarico che non scarica la responsabilitàIl 30% dei consumi domestici ha luogo con lo scarico W.C.Ogni volta che viene azionato se ne vanno almeno 10 litri di acqua e, spesso, solo per un pezzettino di carta.

slide26

4Lavarsi soprattutto…sotto la docciaIl consumo di acqua quando si fa il bagno è di 150 litri - il triplo rispetto ad una doccia.

slide27

5Aprite gli occhi… e chiudete il rubinetto!Occhio al rubinetto quando ci laviamo i denti o ci facciamo la barba: teniamolo aperto solo per il tempo necessario

slide28

Acqua corrente solo quando servePer lavare i piatti non è indispensabile usare l'acqua corrente; basta raccoglierne la giusta quantità nel lavello per risparmiare alcune migliaia di litri all'anno.

slide29

7Elettrodomestici al completoUtilizzare lavatrici e lavastoviglie solo quando sono a pieno carico. In questo modo, oltre all'acqua, risparmierete anche energia elettrica.

slide30

8Le buone intenzioni finiscono in giardinoIl momento buono per innaffiare le piante non è al pomeriggio, quando la terra è ancora calda di sole e fa evaporare l'acqua, bensì alla sera, quando il sole è calato. Meglio ancora se si possono utilizzare sistemi di irrigazione a micropioggia e programmabili per funzionare durante la notte, quando i consumi sono più bassi e meno acqua è prelevata rispetto ai consumi diurni.

slide31

9Un'auto sulla strada del risparmioPer lavare l' automobile utilizzare sempre un secchio pieno d'acqua piuttosto che la canna del giardino. Calcolando che per il lavaggio dell'auto viene utilizzata acqua per circa 30 minuti, si potranno risparmiare circa 130 litri di acqua potabile ad ogni lavaggio.

slide32

10Il risparmio ha scoperto l'acqua caldaQuante volte, aperto il rubinetto dell'acqua calda la lasciamo scorrere via finché non arriva la temperatura voluta? Eppure basta isolare le condutture dell'acqua calda, per diminuire il