anatomia di un usignolo meccanico n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
ANATOMIA DI UN USIGNOLO MECCANICO PowerPoint Presentation
Download Presentation
ANATOMIA DI UN USIGNOLO MECCANICO

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 17

ANATOMIA DI UN USIGNOLO MECCANICO - PowerPoint PPT Presentation


  • 130 Views
  • Uploaded on

ANATOMIA DI UN USIGNOLO MECCANICO. Di Pendolum. Un po’ di storia degli automi. Un automa è "una macchina che mediante dispositivi meccanici, pneumatici, idraulici, elettrici o elettronici, è in grado di imitare i movimenti dei corpi animati."

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'ANATOMIA DI UN USIGNOLO MECCANICO' - crescent


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
anatomia di un usignolo meccanico

ANATOMIA DI UN USIGNOLO MECCANICO

Di Pendolum

1° RADUNO NAZIONALE DI OROLOGIKO

un po di storia degli automi
Un po’ di storia degli automi
  • Un automa è "una macchina che mediante dispositivi meccanici, pneumatici, idraulici, elettrici o elettronici, è in grado di imitare i movimenti dei corpi animati."
  • I primi veri automi vennero creati nel periodo dell’Illuminismo. Generalmente pezzi unici.
  • Con la rivoluzione industriale, tra il 1850 e il 1914 si sviluppò la produzione in serie di automi più semplici rispetto a quelli settecenteschi, ma suggestivi.
  • La prima guerra mondiale infliggerà un colpo fatale a quest’industria.

1° RADUNO NAZIONALE DI OROLOGIKO

cos un usignolo meccanico
Cos’è un usignolo meccanico?
  • Uno dei più celebri e diffusi automi è rappresentato da un uccellino che canta nella sua gabbia.
  • Caricando una chiave posta sotto la sua base l’uccellino apre e chiude il becco, muovendo la coda e la testa, gorgheggiando in modo apparentemente casuale.

1° RADUNO NAZIONALE DI OROLOGIKO

dettaglio del funzionamento
Dettaglio del funzionamento
  • L’uccellino muove il becco e la coda e, negli automi più complessi, la testa e le ali
  • In sincrono con i movimenti del becco l’automa genera una emissione sonora modulata e intermittente simile al gorgheggio di un usignolo.
  • Esiste di solito un meccanismo di “temporizzazione”, azionabile mettendo la leva di avviamento nella posizione intermedia, che interrompe momentaneamente il canto e lo riprende dopo qualche secondo.

1° RADUNO NAZIONALE DI OROLOGIKO

struttura e funzionamento 1
Struttura e funzionamento 1
  • Il movimento è alloggiato nella base della gabbia con la chiave di carica posta sotto il fondo

1° RADUNO NAZIONALE DI OROLOGIKO

struttura e funzionamento 2
Struttura e funzionamento 2
  • L’uccellino posto nella gabbia riceve il moto da aste che scorrono all’interno del trespolo e muovono le parti meccaniche dell’automa.

1° RADUNO NAZIONALE DI OROLOGIKO

architettura del movimento 1
Architettura del movimento 1
  • Il movimento è composto fondamentalmente da:
    • Un bariletto con molla di carica
    • Un regolatore di velocità a farfalla

1° RADUNO NAZIONALE DI OROLOGIKO

architettura del movimento 2
Architettura del movimento 2
  • Una manovella di pompaggio del mantice

1° RADUNO NAZIONALE DI OROLOGIKO

architettura del movimento 3
Architettura del movimento 3
  • Due corone dentate solidali al bariletto per l’attivazione rispettivamente di:
    • Apertura becco , apertura fischietto e movimento coda
    • Modulazione suono del fischietto tramite movimento di un pistone
  • Una camma in testa al bariletto per la rotazione alternata della testa dell’uccellino

1° RADUNO NAZIONALE DI OROLOGIKO

architettura del movimento 4
Architettura del movimento 4
  • Un mantice
  • Un fischietto modulabile a pistone con valvola di chiusura
  • Un leverismo di arresto/avvio automatico

1° RADUNO NAZIONALE DI OROLOGIKO

struttura dell automa 1
Struttura dell’automa 1
  • L’automa, tipicamente, ha il meccanismo di apertura becco e movimento coda comandati da una unica asta. Questa asta è azionata da un leverismo comandato da una delle corone dentate solidali al bariletto; la stessa che comanda la valvola di apertura del fischietto.

1° RADUNO NAZIONALE DI OROLOGIKO

struttura dell automa 2
Struttura dell’automa 2
  • Il movimento di rotazione del capo è comandato da una seconda asta a movimento indipendente dalla prima. Questa asta è comandata da un leverismo che è sospinto da una camma posta sul bariletto

1° RADUNO NAZIONALE DI OROLOGIKO

struttura del mantice 1
Struttura del mantice 1
  • A differenza dei comuni mantici dei cucù, che non sono in grado di emettere flussi di aria continui, il mantice di questi automi è molto più complesso
  • E’ sostanzialmente composto da un doppio mantice alternato e da una camera di accumulo
  • Il doppio mantice è composto da una struttura a “V” e da un setto intermedio che viene spostato alternativamente da un lato all’altro della “V” dalla manovella regolata dalla farfalla
  • Per un sistema di valvole il setto intermedio pompa aria nella camera di accumulo sia quando si sposta verso un lato della V che verso l’altro.

1° RADUNO NAZIONALE DI OROLOGIKO

struttura del mantice 2
Struttura del mantice 2
  • In questo modo la camera di accumulo, che alla sua uscita è chiusa dalla valvola di apertura e chiusura del fischietto, viene gonfiata dal mantice. La camera, gonfiandosi, mette in flessione una molla che assicura la giusta pressione dell’aria verso il fischietto. La camera è inoltre dotata di una valvola di sfiato a molla che evita il sovragonfiaggio della camera stessa.
  • In questo modo viene creato un flusso d’aria continuo alla giusta pressione che viene liberato nel fischietto dall’apertura intermittente della valvola
  • La camera di accumulo è inoltre dotata di un ulteriore meccanismo di avvio/arresto “pneumatico” del movimento dell’automa attivabile da una leva

1° RADUNO NAZIONALE DI OROLOGIKO

il fischietto
Il fischietto
  • Il fischietto di ottone (i più recenti in plastica) dispone di un pistoncino comandato da una delle corone dentate del bariletto.
  • Il leverismo fa arretrare ed avanzare il pistone nella canna del fischietto modificandone la lunghezza utile e, quindi, la frequenza del suono prodotto.
  • Il rapido movimento del pistone produce quindi i gorgheggi che simulano il cinguettio dell’usignolo
  • Una valvola sincronizzata con l’apertura del becco (comandata dalla seconda corona dentata del bariletto) produce l’avvio e l’arresto realistico dell’emissione del suono da parte dell’automa.

1° RADUNO NAZIONALE DI OROLOGIKO

funzionamento generale
Funzionamento generale
  • Dopo aver caricato la molla del bariletto si può spostare la leva di avviamento su due posizioni:
    • funzionamento continuo
    • funzionamento “pneumaticamente” intermittente
  • Appena avviato, la manovella comincia a pompare aria tramite il mantice nella camera di accumulo
  • Contemporaneamente il bariletto comincia a ruotare comandando con le sue dentature l’apertura del fischietto e lo spostamento del pistone producendo il suono
  • In modo sincronizzato le due astine che comandano l’automa ne muovono rispettivamente becco e coda e la testa

1° RADUNO NAZIONALE DI OROLOGIKO

foto aggiuntive
Foto aggiuntive

1° RADUNO NAZIONALE DI OROLOGIKO