slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
I mondi narrati di “Panta”: letteratura e comunicazione PowerPoint Presentation
Download Presentation
I mondi narrati di “Panta”: letteratura e comunicazione

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 23
colton-wise

I mondi narrati di “Panta”: letteratura e comunicazione - PowerPoint PPT Presentation

103 Views
Download Presentation
I mondi narrati di “Panta”: letteratura e comunicazione
An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author. While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Università degli Studi di Pavia Facoltà di Lettere e filosofia, Scienze politiche, Giurisprudenza, Ingegneria, Economia Corso di laurea interfacoltà in Comunicazione Interculturale e Multimediale I mondi narrati di “Panta”: letteratura e comunicazione Relatore Chiar.ma Prof.sa Anna Modena Tesi di laurea di Marta Tagliabue Anno accademico 2005/06

  2. “Panta” Progetto iniziale: una rivista quadrimestrale, in forma di libro, a tema monografico, dove dare la possibiltà a dodici scrittori di tutto il mondo di esprimersi con un racconto su commissione. E’ Moravia a suggerire il nome "Panta", dal greco "tutte le cose", giocato sull'assonanza con "Granta", rivista letteraria inglese.

  3. I FONDATORI Pier Vittorio Tondelli Alain Elkann Elisabetta Rasy Elisabetta Sgarbi Pier Vittorio Tondelli (Correggio 1955 – Reggio Emilia 1991) “Uno scrittore è una persona che tenta di vivere scrivendo e che cerca di fare in modo che la scrittura contribuisca a farlo vivere Uno scrittore è sempre conteso tra questo buttarsi fuori e tornare nel silenzio…”

  4. PIER VITTORIO TONDELLI Pier Vittorio Tondelli è stato uno scrittore che ha fatto del narrare il primo e più importante stimolo della propria opera. In Tondelli infatti la lezione della tradizione letteraria viene studiata e portata ad evolversi in "nuovi modelli" narrativi dove l'attenzione delle tecniche stilistiche, lo scegliere i linguaggi e il destrutturare il testo, sono passi fondamentali per ricondurre la letteratura alla possibilità di costruire storie. Le sue opere principali:

  5. Progetti Editoriali Under 25 Laboratorio di scrittura per giovani autori sottostanti i venticinque anni, a cui l’autore si è dedicato a partire dal 1985, in collaborazione con la piccola casa editrice Il Lavoro Editoriale di Ancona. Ha coinvolto moltissimi ragazzi e ha portato alla pubblicazione di tre raccolte antologiche: Giovani Blues (1986), Belli & perversi (1987) e Papergang (1990). Mouse To Mouse Progetto che vede Pier Vittorio Tondelli collaborare con la casa editrice Mondadori nel 1987 nel ruolo di “lettore autorevole” per «una “serie“ editoriale, non tanto di una “collana“ con caratteristiche ben precise [...]». Si concretizza nella pubblicazione, nella primavera del 1988, di due volumi, “Fotomodella” di Elisabetta Valentini e “Hotel Oasis” di Gianni De Martino, con la dicitura “testi scelti da Pier Vittorio Tondelli”.

  6. I FONDATORI Alain Elkann (New York 1950) Autore di numerosi romanzi per la casa editrice Bompiani, collabora attualmente con “La Stampa”, “Specchio”, “Nuovi Argomenti”, “Capital”, “Amica”, e con altre riviste, e conduce sull'emittente La7 il programma quotidiano Due minuti, un libro.

  7. I FONDATORI Elisabetta Rasy (Roma 1947) Autrice di romanzi di grande successo quali: L'altra amante (1990), Ritratti di signora (ed. Rizzoli finalista al Premio Strega 1995), Posillipo (Premio Selezione Campiello 1997) e scrive abitualmente su importanti testate giornalistiche tra cui “La Stampa”, “Panorama” e “Sette” del “Corriere della Sera”.

  8. I FONDATORI Elisabetta Sgarbi E’ Direttore Editoriale della casa editrice Bompiani, regista e direttore artistico del festival La Milanesiana – Letteratura Musica Cinema. Nel progetto “Panta” è la coordinatrice editoriale, fondamentale punto di contatto tra editoria e direttivo.

  9. Alessandro Tamburini Valeria Viganò I COLLABORATORI PRIMARI Vincenzo Pardini Claudio Piersanti Enrico Palandri Sandro Veronesi Daniele Benati Marco Lodoli Andrea Canobbio Edoardo Albinati

  10. Il primo numero • Il primo numero di "Panta" esce nella primavera del 1990, e il primo tema su cui si innesta il volume monografico è la paura. • Alla prefazione, scritta da Pier Vittorio Tondelli, è affidata l’enunciazione delle idee principali sottostanti al progetto. • Fra queste i concetti chiave sono: • il concetto di “generazione” • la dichiarazione: “Panta” è una rivista di letteratura – non una rivista letteraria.

  11. Il concetto di “generazione” il paradossale rifiuto di una “letteratura di generazione” e di un unico panorama ideologico, e l’intento di valorizzare le differenze e le esperienze di ogni collaboratore. la nascita della rivista come espressione di un gruppo di autori, i cosiddetti “nuovi narratori” • La dichiarazione «“Panta” è una rivista di letteratura, non una rivista letteraria» «"Panta" tradisce una propria ideologia forte: quella, in cui tutti ci sentiamo impegnati, per cui la letteratura, il narrare, possa esprimere il presente più appropriatamente di un saggio critico o di un reportage giornalistico; quella per cui le ragioni della letteratura sono, in questi anni, più forti di quelle dell'ideologia». Volontà di indipendenza dalla critica Il primato della letteratura nel descrivere il mondo, la contemporaneità e la storia

  12. 1991 “Panta” n.4 Sesso “Panta” n.5 Frontiere “Panta” n.6 Miracoli 1990 “Panta” n.2 Il denaro “Panta” n.3 Mesi 1992 “Panta” n.7 Crimini “Panta” n.8 Follia

  13. Il nono numero Alla fine del 1992, ad un anno circa dalla scomparsa del fondatore (avvenuta il 16 dicembre del 1991), esce, a cura di Fulvio Panzeri, Pier Vittorio Tondelli, un numero di “Panta” interamente dedicato alla figura e alle opere del grande autore “…si organizza intorno a un progetto, se vogliamo anche "filologico-critico", attraverso vari percorsi di lettura che intendono affrontare i libri, la loro elaborazione, le modalità di lavoro dello scrittore, i suoi rapporti con l'editoria, con il cinema, con il teatro, con la musica.” E' proprio questa decisione di affrontare la figura di Tondelli con questo percorso "filologico-critico" a determinare una "svolta" nell'organizzazione della rivista.

  14. 1993 2004 “Panta” n.10 Politica “Panta” n.11 La notte “Panta” n.12 Americani

  15. Il tredicesimo numero Nel 1994 esce “Panta” Cinema. Nel volume, il curatore, Enrico Ghezzi, ci propone un'ampia raccolta (circa 600 pagine) di memorie, interviste, conversazioni, saggi, appunti e riflessioni di alcuni tra i personaggi più famosi e importanti del mondo del cinema. Questo numero rappresenta una svolta nell’orizzonte programmatico della rivista, con un’apertura a nuovi temi e nuovi mezzi espressivi. “…"Panta" è diventata una sorta di specola, da cui guardare, studiare e sezionare quella realtà che, "tra architetture e destini, tra regie e messe in scena", ci sfugge a ogni istante…” La narrazione rimane sempre l’elemento cardine della rivista ma oltre ad approfondire nuovi “mondi” si ha anche il coinvolgimento di altri narratori, non-scrittori.

  16. Fritz Lang Carmelo Bene Francis Ford Coppola Francois Truffaut Ingrid Bergman Pier Paolo Pasolini Protagonisti (alcuni…) Enrico Ghezzi Il curatore dei due numeri “Panta” n.14 Musica Patty Smith Mick Jagger Leonard Bernstein Franco Battiato John Lennon Leonard Cohen

  17. 1997 “Panta” n.15 Conversazioni 1998“Panta” n.16 Calcio 1999“Panta” n.18 Amore in versi 2001“Panta” n.19 Editoria Un numero on-line “I quaderni di Panta” n.17 Scrittura creativa

  18. 2003 2004 “Panta” n.20 Tondelli Tour “Panta” n.21 Filosofia “Panta” n.22 Italia fantastica

  19. GLI ITALIANI Chi ha scritto su “Panta”.. Baricco Busi Mari Del Giudice Pivano Tamaro Eco Camilleri Benni De Luca Siciliano Arbasino Maraini Pontiggia Corti

  20. Chi ha scritto su “Panta”.. GLI STRANIERI René de Ceccatty Peter Bichsel Ian McEwan Jay McInerney Alla morte di Tondelli, si affianca ad Elkann e alla Rasy nel direttivo della rivista. David Grossman Javier Marias Amos Oz Hanif Kureishi Roddy Doyle Ingeborg Bachmann Martin Amis

  21. L’ultimo numero L’ultimo numero pubblicato della rivista è Blob Guglielmi, uscito nel 2004. Come introdotto dal titolo il volume è dedicato ad Angelo Guglielmi, che riveste qui il doppio ruolo di protagonista e curatore, al fianco di Elisabetta Sgarbi. Il volume è significativamente diviso in tre parti: Letteratura Televisione Cinema Questo numero ben rappresenta l’apertura della rivista alla multimedialità, intesa come unione creativa di più linguaggi e codici espressivi. Istituto Luce Gruppo 63 RaiTre

  22. “Panta” nasce come una rivista-laboratorio di scrittura per gli scrittori della generazione tondelliana… Conclusioni • L’evoluzione della rivista, mantenendo come cardine lo stile narrativo, lo apre a nuovi utilizzi: • analisi critica, come ad esempio nel nono numero • racconto/descrizione di altri “mondi”, primi fra tutti quelli più prossimi alla letteratura: le arti espressive, come il cinema, la musica.. La narrazione quindi non è più trasmessa solo con racconti brevi ma anche con altri mezzi espressivi… … Nel tempo, la rivista, pensata come importante spazio di incontro tra scrittori, diviene mezzo per un confronto creativo tra letteratura e altre forme di comunicazione. in questa “seconda stagione” di “Panta”, vengono coinvolti anche i protagonisti degli ambiti descritti: musicisti, cineasti, filosofi ecc..

  23. Prospettive future Si sta lavorando ad un nuovo numero di prossima pubblicazione dedicato all’Emilia Romagna. Centrale sarà il tema del rapporto tra la terra, le radici, e l’animo dello scrittore, rapporto trasposto spesso nella scrittura… Un ritorno alle origini? Sicuramente un ritorno a Tondelli, per il quale il rapporto con Correggio e l’Emilia è sempre stato fondamentale.