slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
2012 PowerPoint Presentation
Download Presentation
2012

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 58

2012 - PowerPoint PPT Presentation


  • 170 Views
  • Uploaded on

2012. L’impatto del cloud computing sui processi aziendali e i benefici per una PMI. Parma 17-04-2012. Progetto finanziato da. Sommario. Cos ’ è il cloud computing L ’ introduzione del cloud computing nelle aziende Il caso Italia. A cosa serve l ’ ICT in azienda?. Scrivere?

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about '2012' - cher


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

2012

L’impatto del cloud computing sui processi aziendali

e i benefici per una PMI

Parma

17-04-2012

Progetto finanziato da

sommario
Sommario
  • Cos’è il cloud computing
  • L’introduzione del cloud computing nelle aziende
  • Il caso Italia
a cosa serve l ict in azienda
A cosa serve l’ICT in azienda?
  • Scrivere?
  • Emettere fatture?
  • Inviare mail?
  • Fare conferenze telefoniche?
  • Pubblicare un commento su Facebook?
  • Tenere la contabilità aziendale?
il cloud
Il cloud è…
  • È l’attuale stadio dell'evoluzione di Internet nel quale le risorse aziendali come:
  • applicazioni
  • processi di business
  • strumenti di collaborazione
  • spazio di archiviazione e hw
  • possono essere fruite come un servizio!
la virtualizzazione
La virtualizzazione

Un elemento abilitante per il Cloud è la virtualizzazioneche permette di “affettare” un potente server in tanti server virtuali meno potenti, ma tutti logicamente autonomi e separati dal punto di vista della sicurezza.

Col termine “virtualizzazione” si indica la possibilità di potere astrarre alcuni servizi IT dalle rispettive dipendenze (reti, sistemi di storage e hardware), abilitando l’esecuzione di più sistemi operativi virtuali su una singola macchina fisica.

i modelli di servizio di base
I modelli di servizio (di base)
  • SaaS (Software as a Service)
  • PaaS (Platform as a Service)
  • IaaS (Infrastructureas a Service)

3 modelli di servizio per un bouquet configurabile secondo le proprie esigenze

software as a service saas
Software as a Service (SaaS)

Permette di utilizzare applicazioni su una infrastruttura accessibile da vari dispositivi client attraverso un’interfaccia comune come un browser Webo un client dedicato

(ad esempio una web-based e-mail o un elaboratore di testi)

Il cliente non controlla l’infrastruttura Cloud con eventuali limitate eccezioni (parametrizzazione e impostazioni di configurazione dell’applicazione)

platform as a service paas
Platform as a Service (PaaS)

Permette di sviluppare e distribuire applicazioni create utilizzando linguaggi di programmazione supportati dal fornitore (ad esempio Java, Python, Net)

Il cliente non ha il controllo dell’infrastruttura (rete, server, sistemi operativi, storage), ma ha il controllo sulle applicazioni sviluppate e distribuite ed eventualmente sulle configurazioni.

infrastructure as a service iaas
Infrastructure as a Service (IaaS)

Permette di noleggiare capacità di CPU, storage, network e altre risorse come i sistemi operativi e le applicazioni

Il cliente ha il controllo su: sistemi operativi, storage, distribuzione delle applicazioni e può selezionare componenti di rete (ad esempio, firewall, loadbalancer)

nuovi servizi cloud in quali contesti operativi
Nuovi Servizi Cloud: in quali contesti operativi?

Applicazioni

Calcolo

Source: Yankee Group, 2010

Dati

la forma delle nuvole
La forma delle nuvole…

Company A

Provider X

Company B

Company A

Company B

User Z

Company A

Company A

Company A

Cloud pubblico

Cloud ibrido

Cloud privato

Packaged

Private Cloud

PublicCloud

CustomPrivate Cloud

Packaged

Private Cloud

Exclusive

Cloud

CommunityCloud

Privato

Pubblico

  • Utenti piccolissimi

Grandi utenti

adozione del cloud computing
Adozione del Cloud-Computing

Closed Private

Open Public

Company A

Provider X

Company B

Company A

Company B

User Z

Company A

Company A

Company A

Packaged

Private Cloud

CustomPrivate Cloud

Packaged

Private Cloud

PublicCloud

Exclusive

Cloud

CommunityCloud

  • Posizioned’attesa
  • IT internorassicurato
  • Oggi – spesaprincipale
  • Futuro
    • Pochigrandiutenti
    • Fornitori Cloud service
  • Interesseemergente
  • Pocheoption reali
  • IT internosfidato
  • Oggi – spesalimitata
  • Futuro - Business "sweet spot”
    • Selezione per fornitoriSaaS
  • La promessa
  • Modello in crescita
  • IT interno spaventato
  • Oggi – spesa sporadica
  • Futuro
    • Utenti piccolissimi
    • Selezione per workloads
slide13

Cloud Storage: contesto competitivo

Da 1,4K€/a

i valori indicati sono

stime/previsioni MKTG

Pricing

Pricing

Canone per 1 TB di Storage annuo

Da 0,1K€/anno

a 4,8K€/a

TOP

Da 0€/anno

a 0,8K€/a

0,18

Enterprise

0,20

Business

0,12

Costo medio

GB/mese

0,21

Consumer

0,15

Completezza offerta

slide14

La via del Cloud

SaaS

Le esigenze deil’ IT aziendale

La via verso il Cloud, la risposta del mercato

PaaS

App1

App2

App3

IaaS

PaaS

Graduare gli investimenti

App1

App2

App3

IaaS

VM1

VM2

VM3

Pagare le risorse a consumo

silo1

silo2

silo3

Ridurre il Time to market

Basata sul Servizio

Alta Scalabilità

Infrastruttura Condivisa

Virtualizzata

Alta Flessibilità

Basata a Silos

Alta Affidabilità

quanto costa il mio server in azienda
Quanto costa il mio server in azienda?

Un po’ di CAPEX…

Esempio di un server di fascia media dimensionato per una PMI: preventivo on line

1 x Processore Xeon serie 5000

4 GB ram

2x300 GB HD in raid

Win 2008 server

Scheda di rete

  • Manca:
  • Alimentatore ridondante
  • Gruppo di continuità
quanto costa il mio server in azienda1
Quanto costa il mio server in azienda?

… e una piccola parte di OPEX:

Alimentatore 400W x 24 ore al giorno= 9,6 kWh/giorno

Costo sola quota energia in bolletta: circa 0,15 € / kWh

Costo energia server/mese = € 42,2

Ma…

Quanto costa la manutenzione ordinaria e straordinaria?

In caso di perdita di dati quanto costa il loro recupero?

Quanto vale il mio tempo perso e quello dei collaboratori?

Aggiornamenti? License? Trasferimento dati?

facciamo qualche esempio live
Facciamo qualche esempio “live” ...

www.cloud.it

www.impresasemplice.it

la caratteristiche delle nuvole
La caratteristichedellenuvole

Il concetto di servizio reso attraverso interfacce standard (self-service UI or API) connette il cliente al fornitore di capacità IT.

1

Service-Based

I servizi fruiti dal cliente scalano on-demand nell’aggiungere o rimuovere risorse secondo necessità

2

Scalable and Elastic

I servizi resi a clienti diversi condividono risorse comuni per effettuare economie di scala.

3

Shared

Ci sono metriche di utilizzo dei servizi che consentono vari modelli di pagamento a consumo.

4

Metered by Use

Internet Technologies

I servizi sono forniti attraverso identificazione, formati e protocolli internet.

5

benefici e sfide con i cloud services
Benefici e sfide con i Cloud Services?

Agilità — Riduceil Time to Market

On-Demand e self-service

Consentecarichi di lavorotemporanei

Sviluppo e installazionerapidissimi

Costi — Capitale e Operazioni

Evitagliimmobilizzi di capitale e liberarisorse cash

Spostaicostidagliinvestimentialleoperazioni

Diminuisceicosti di sviluppoinstallazioneedoperazione.

Riduce la Complessitàoperativa

Modello di costo e di serviziosemplici

Incoraggia la standardizz. delle procedure.

Toglieprocessi non essenziali

… ma anche seri problemi

Grandi benefici potenziali

  • Security & Compliance
    • Locazzazione e isolamentodeidati
    • Problemilegali e forensici
  • Transparenza & Controllo
    • Implementazione non trasparente
    • Livelli di servizio non flessibili
    • Problemi di certificazione & audit
  • Service Assurance
    • Qualità & predicibilità
    • Impossibilecontrollareoltreilservizio
    • Gestionedeiguasti
benefici e sfide con i cloud services1
Benefici e sfide con i Cloud Services?

Sfruttal’innovazione del fornitore

Leading-edge targeted architectures

Continuous innovation

Nuovesoluzioni per il Business

New solutions not feasible before

Superior reliability, scalability or security for smaller companies

… ma anche seri problemi

Grandi benefici potenziali

  • Integrazione e Portabilitàtra cloud diverse
    • In mancanza di standard sièvincolati al primo fornitore
    • Larghezza di banda, latenza e costodella rete
  • Licenze Software
  • VerificareilminoreCosto verso On-Premises
cosa deve guardare un azienda per scegliere
Cosa deve guardare un’azienda per scegliere
  • Strategia: come èilproprio IT e come puòtrarrevantaggio cloud computing?
    • Occorreavereunastrategia di fronte a questigrandicambiamenti.
    • Occorrecoinvolgere le personepiùcompetenti, capiregliaspettifinanziari e fare valutazioni e simulazionisulpropriobusiness
  • Governance: Quando, dove, perchè e come utilizzareil cloud publico, di community o privato?
    • Non pensare di spostaretuttol’ITsul cloud
    • Combinarerisorse IT condivise con installazionidinamicheed isolate.
    • Posizionare la propria IT come un broker di serviziointerno per governareilconsumo di SaaS
cloud services l offerta di mercato
Cloud Services: l'offerta di mercato

Business Services

Information Services

Software as a Service

Mgmt. and Security

Platform as a Service

Cloud

Enablers

Infrastructure as a Service

cloud services la domanda
Cloud Services: la domanda

Cosa stanno facendo i responsabili IT Italiani con i Cloud Services?

Fonte: Gartner Group, 2012

i principali motivi di adozione
I principalimotivi di adozione

Fonte: Gartner Group, 2012

i principali ostacoli all adozione
I principaliostacoliall’adozione

Fonte: Gartner Group, 2012

breve parentesi sulla privacy
Breve parentesi sulla privacy
  • Cosa accade quando i dati sono conservati in un server estero?
  • Quali dati sono “sensibili”?
  • Quali controlli e procedure devo seguire per essere in regola?
i riferimenti
I riferimenti ...
  • norme Ue (direttiva 95/46/CE)
  • norme italiane di cui al c.d. Codice della Privacy (d.lgs. n. 196/2003)

L’azienda (o libero professionista) può usare il servizio di cloud storagesia per i propri file personali (foto, musica ecc.), sia per quelli lavorativi.

chi pu usare il remote storage
Chi può usare il remote storage?

Soluzioni come “Dropbox” possono ad esempio essere utilizzate da liberi professionisti: i dottori commercialisti le possono utilizzare con file di contabilità dei clienti (fatture, ecc.) o per le dichiarazioni dei redditi (quindi con file concernenti spese sanitarie ecc., ovvero dati sicuramente sensibili), magari condividendoli con i clienti stessi, vista la semplicità e l’efficienza dello strumento…

Ma cosa devono fare per essere in regola?

vietato tutto ci che non espressamente consentito
È vietato tutto ciò che non è espressamente consentito!

il trasferimento anche temporaneo fuori del territorio dello Stato, con qualsiasi forma o mezzo, di dati personali oggetto di trattamento, diretto verso un Paese non appartenente all’Unione europea, è vietato quando l’ordinamento del Paese di destinazione o di transito dei dati non assicura un livello di tutela delle persone adeguato”

(cfr. art. 45 Codice della Privacy).

cosa non necessario fare
Cosa non è necessario fare

non è necessaria alcuna notifica preventiva al Garante per il trattamento dei dati non sensibili

Sono dati sensibili:

  • dati genetici, biometrici o dati che indicano la posizione geografica di persone od oggetti mediante una rete di comunicazione elettronica;
  • dati idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale, trattati a fini di procreazione assistita, prestazione di servizi sanitari per via telematica relativi a banche di dati o alla fornitura di beni, indagini epidemiologiche, rilevazione di malattie mentali, infettive e diffusive, sieropositività, trapianto di organi e tessuti e monitoraggio della spesa sanitaria;
  • dati idonei a rivelare la vita sessuale o la sfera psichica trattati da associazioni, enti od organismi senza scopo di lucro, anche non riconosciuti, a carattere politico, filosofico, religioso o sindacale;
segue lista dei dati sensibili
…segue lista dei dati sensibili…
  • dati trattati con l’ausilio di strumenti elettronici volti a definire il profilo o la personalità dell’interessato, o ad analizzare abitudini o scelte di consumo, ovvero a monitorare l’utilizzo di servizi di comunicazione elettronica con esclusione dei trattamenti tecnicamente indispensabili per fornire i servizi medesimi agli utenti;
  • dati sensibili registrati in banche di dati a fini di selezione del personale per conto terzi, nonché dati sensibili utilizzati per sondaggi di opinione, ricerche di mercato e altre ricerche campionarie;
  • dati registrati in apposite banche di dati gestite con strumenti elettronici e relative al rischio sulla solvibilità economica, alla situazione patrimoniale, al corretto adempimento di obbligazioni, a comportamenti illeciti o fraudolenti”
alcune considerazioni
Alcune considerazioni…

non emergono particolari problemi quando il trasferimento, anche temporaneo, fuori del territorio dello Stato, con qualsiasi forma o mezzo, di dati personali oggetto di trattamento e diretto verso un Paese non appartenente all’UE concerne dati riguardanti persone giuridiche, enti o associazioni in quanto espressamente consentito dalla deroga di cui all’art. 43, comma 1°, lettera h) del Codice della Privacy.

e per le persone fisiche
… e per le persone fisiche?

Il discorso si fa, invece, enormemente più delicato quando i dati trasferiti in paesi extra UE riguardano le persone fisiche in quanto le norme applicabili dettano una disciplina piuttosto articolata.

L’art. 43 del Codice della Privacy consente il trasferimento di dati di persone fisiche (non solo quelli sensibili, ma tutti i tipi di dati, quindi anche, ad es., la semplice rubrica dei contatti) in paesi extra UE in una serie di ipotesi (comma 1° lettere b) – g)) tutte, però, caratterizzate dal principio della necessità del trattamento:

però l’utilizzo del servizio di cloud storage è una mera facoltà, una possibilità…

n orme dispositive a favore
norme dispositive a favore…

La medesima norma prevede una prima soluzione, seppure parziale in quanto autorizza espressamente il trasferimento di dati verso paesi non UE quando:

“l’interessato ha manifestato il proprio consenso espresso o, se si tratta di dati sensibili, in forma scritta”

n orme dispositive contro
norme dispositive “contro”

l’Autorizzazione del Garante n. 4/2009 al trattamento dei dati sensibili da parte dei liberi professionisti (G.U. n. 13 del 18.01.2010 – suppl. ord. n. 12) prevede che “il trattamento deve essere effettuato unicamente con logiche e mediante forme di organizzazione dei dati strettamente indispensabili in rapporto all’incarico conferito dal cliente”

l’impiego di servizi cloud non può certamente configurarsi come strettamente indispensabile con l’incarico conferito.

l autorizzazione del garante
L’autorizzazione del Garante

lltrasferimento di dati verso un Paese extra UE èammesso quando è autorizzato dal Garante sulla base di:

  • adeguate garanzie per i diritti dell’interessato che possano risultare anche da un contratto

oppure

  • sulla base di decisioni della Commissione europea che constata un livello di protezione adeguato
il safe harbour
Il SafeHarbour

La Commissione europea ha individuato un livello di protezione adeguato a quello vigente nell’ambito dell’Unione Europea in Paesi terzi ai fini della tutela della vita privata o dei diritti e delle libertà fondamentali della persona.

Ad oggi la Commissione ha reputato di poter esprimere un giudizio positivo di adeguatezza nei confronti di Australia, Canada, Argentina, Ungheria, Svizzera, Isola di Man, Guernsey e Stati Uniti limitatamente al programma SafeHarbour

(Decisione del 26 luglio 2000 n. 2000/520/CE)

considerazioni sulla privacy
Considerazioni sulla privacy
  • Le soluzioni di cloud pubblico spesso non danno garanzie sul luogo di residenza del dato.
  • Soluzioni più costose consentono di controllare “dove e chi”

La responsabilità è di chi detiene ed usa i dati!

green ict
Green ICT

Insieme di tecnologie, prodotti, servizi e modelli che hanno impatto positivo sulla trasformazione ecologica dei Paesi verso gli obiettivi di ecosostenibilità

consumi elettrici del settore ict
Consumi elettrici del settore ICT

Fonte: Piano d’Azione Efficienza Energetica (PAEE) 2011

il cloud come soluzione green
Il Cloud come soluzione Green

Riduzione complessiva dei consumi energetici…

  • calo dei consumi per il condizionamento dei locali

eliminazione delle macchine fisiche

miglioregestionedellerisorsedei data-centres

utilizzopiùefficientedellerisorsedirete

…e anche dei costi!

Circa il 50 % (5 TWh) di risparmio energetico potenziale in Italia al 2020

i cloud services dal punto di vista del cliente
I Cloud Services dal punto di vista del cliente

La prospettiva del Cliente

ApplicationClouds

Il servizio erogato in modalità Cloud è una applicazione

L’infrastruttura storage utilizzata è trasparente al cliente finale

Virtual Desktop

ComputeClouds

Viene offerto un server virtuale

Anche in questo caso l’infrastruttura storage è trasparente al cliente finale

Hosting

Network Storage Clouds

In questo caso viene offerto uno storage di rete. Lo storage viene visto come locale anche se erogato attraverso il Cloud

Storage

slide47

L’offerta Cloud Storage di Telecom Italia: Nuvola it Data Space

i dati idonei per l’offerta

  • File di grandi dimensioni
  • Backup/archiving
  • File della suite Office
  • Web Server Files
  • Dati non strutturati

le caratteristiche principali del servizio

  • Elastic Provisioning e Pay per use: spazio e banda
  • Accesso Internet/MPLS
  • Accesso tramite protocolli applicativi std: SOAP, REST14, NFS* e CIFS*
  • Funzionalità di Multimedia Archiving
la virtualizzazione del desktop dal punto di vista del cliente
La virtualizzazione del Desktop dal punto di vista del Cliente

… ma i benefici non bastano è necessario comprendere come il Cliente-User usa il Computer

i benefici per il Cliente-Azienda

  • Affidabilità e Business Continuity
  • Sicurezza e semplicità:
  • Velocità d’installazione
  • Amministrazione e Manutenzione
  • Green IT e Risparmio Energetico
  • riduzione TCO !!!
slide49

Virtual Desktop: profili di offerta

Desktop Personale Persistente (DPP)

immagine del virtual desktop dedicata e personalizzata per ogni singolo utente e contiene:

  • il sistema operativo e spazio dati
  • le applicazioni installate localmente o abilitate da un catalogo condiviso per la singola utenza.

Effort start up

Desktop personale non persistente (DPN)

immagine del virtual desktop assemblata al momento dell’uso con:

  • sistema operativo con immagine condivisa fra tutti gli utenti (stessi patching e setting)
  • applicazioni abilitate su base utente da un catalogo condiviso
  • spazio dati personale dell’utente

Riduzione TCO

Personalizzazione

Effort start up

Riduzione TCO

Personalizzazione

Desktop non personale non persistente (DNN)

è un caso particolare del DPN dove le applicazioni abilitate sono uguali per tutti gli utenti e non c’è spazio per dati personale (ogni desktop viene assemblato all’avvio ed eliminato a fine sessione)

Effort start up

Riduzione TCO

Personalizzazione

slide50

L’offerta di Hosting

Bundle con HelpDesk e Gestione Operativa con una console di gestione e Self Provisioning per Partner, Syst Integrator …

Bundle con HelpDesk e Gestione Operativaper facilitare lo sviluppo di contratti di outsourcing

Profilo

managed

Profilo

unmanaged

prototipi Web Server che non richiedono progettazione)

Dedicated Private Cloud, managed e unmanaged per i servizi Mission Critical dei Clienti

e@sy

Pack

possibilità di ampliare pool di risorse con Portale di Governance

Private

DataCenter

Soluzioni

On Demand

Virtual

Private DataCenter

Profili

a Consumo

Possibilità di pagare le risorse (Cpu, memoria) in modalità flat e a consumo

slide51

L’offerta Hosting di Telecom Italia

WebHosting, Virtual Hosting, Hosting Dedicato

Infrastructure Outsourcing

630

970

Virtual

Virtual

400

208 TB

Virtual CPU

Virtual CPU

60

Completezza e flessibilità dell’offering

170 TB

Dedicated

1555

Complessità Progettuale

slide52

Le offerte di Business Solution di Telecom Italia

  • Gestione Documentalepowered by Olivetti
  • SoluzioneEnergy Management (Nuvola It Energreen)
  • Smart Services per la PA
  • Gestionali HRpowered by Zucchetti
  • Soluzioni ERP/CRM
  • Offerta SaaS ERP per clientela Enterprise su piattaforma Microsoft Dynamics erogata da piattaforma TI
  • Offerta documentale Olivetti

SaaS

Last Mile Partnership

  • Video comunicazione HD (Nuvola It IntoucHD)
  • ATM “ Evoluto ” (Nuvola It ATM Evo)
  • Unified Communication & Collaboration

PaaS

IaaS

IaaS

Nuovo Core

TLC &

Network Services

  • Hosting Infrastrutturale
  • Servizi di Cloud Storage (Nuvola It Data Space)
  • Virtual Desktop (Nuvola It Hosted Virtual Desktop)
considerazioni finali 1 2
Considerazioni Finali 1/2
  • Cloud computing è un vero fenomeno di mercato in Italia Mercato Italia: 2011: €300 M, 2013: ca €500 M (fonte Sirmi, 2012)
  • Gli operatori telco saranno gli attori più rilevanti
  • I competitori saranno:
    • Cloud pure play (e.g., Amazon, Google)
    • IT vendors (e.g., Microsoft, IBM)
    • System Integrators (e.g., CAP Gemini, CSC, Unysis)
considerazioni finali 2 2
Considerazioni Finali 2/2
  • Catena del valore molto complessa (si parla di co-opetizione cioè cooperazione-competizione tra i fornitori)
  • Tutte le grandi aziende aderiranno cloud computing entro 12-18 mesi
  • I fattori di successo per l’adozione delle PMI italiane saranno:
    • Gestione completa del servizio (end2end (network, IaaS, PaaS, SaaS))
    • Consulenza e servizi professionali
    • Security, regole condivise and località della gestione
grazie per l attenzione
Grazie per l’attenzione

Per domande e approfondimenti potete scriverci a: