Corso icf-simfer - PowerPoint PPT Presentation

corso icf simfer n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Corso icf-simfer PowerPoint Presentation
Download Presentation
Corso icf-simfer

play fullscreen
1 / 80
Download Presentation
Corso icf-simfer
550 Views
cerelia
Download Presentation

Corso icf-simfer

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Corso icf-simfer APPLICAZIONE PRATICA DELL’ICF: LA CHECK LIST Dr.Giancarlo Martinelli.

  2. STRUTTURA DELLA CHECKLIST ICF

  3. ICF ordinatore concettuale

  4. LA FAMIGLIA OMS DELLE CLASSIFICAZIONI INTERNAZIONALI (WHO-FIC) Classificazioni Principali ICD-10 CLASSIFICAZIONE STATISTICA INTERNAZIONALE DELLE MALATTIE E DEI PROBLEMI CORRELATI ALLA SALUTE DIAGNOSI DELLE CONDIZIONI DI SALUTE MODELLOEZIOLOGICO ICF CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE DEL FUNZIONAMENTO, DELLA DISABILITÀ E DELLA SALUTE CLASSIFICAZIONE DELLE CONDIZIONI FUNZIONALI ASSOCIATE ALLE CONDIZIONI DI SALUTE MODELLO FUNZIONALE

  5. PARTECIPAZIONE DIMENSIONI DI FUNZIONAMENTO E DISABILITÀ ASPETTI POSITIVI FUNZIONAMENTO ATTIVITÀ FUNZIONI E STRUTTURE CORPOREE LIMITAZIONE DELL’ATTIVITÀ RESTRIZIONE DELLA PARTECIPAZIONE MENOMAZIONI DISABILITÀ ASPETTI NEGATIVI

  6. STRUTTURA DELL’ICF CLASSIFICAZIONE ICF PARTE 1: FUNZIONAMENTO E DISABILITÀ PARTE 2: FATTORI CONTESTUALI PARTI FUNZIONI CORPOREE STRUTTURE CORPOREE ATTIVITÀ E PARTECIPAZIONE FATTORI AMBIENTALI FATTORI PERSONALI COMPONENTI COSTRUTTI/ QUALIFICATORI MODIFICAZIONI NELLE FUNZIONI CORPOREE MODIFICAZIONI NELLE STRUTTURE CORPOREE CAPACITÀ FACILITATORI/ BARRIERE PERFORMANCE ITEM livelli: 1° 2° 3° 4° ITEM livelli: 1° 2° 3° ITEM livelli: 1° 2° 3° ITEM livelli: 1° 2° 3° 4° DOMINI E CATEGORIE A DIVERSI LIVELLI

  7. ICF TOOL KIT MusculoskeletalInternal medicine Rheumatoid Arthritis Coronary heart disease Osteoarthritis COPD/Asthma Osteoporosis Diabetes Back Pain Breast cancer Neurology and mental problems Stroke Depression Chronic pain Obesity CORE SETS

  8. ICF Checklist In una pagina un’unica componente Categorie salienti di: - Funzioni corporee - Strutture corporee - Attività e Partecipazione - Fattori Ambientali Altre informazioni contestuali

  9. CHECKLIST ICF: strumento che permette un utilizzo della classificazione ICF veloce,affidabile e coerente in tutto il mondo. • Scheda per codificare il profilo di funzionamento di una persona e di identificare l’ambiente come barriera o facilitatore • Serve per aprire dei codici in risposta alla domanda ”esiste un problema?” • Consente di cogliere la complessità del profilo con soli 128 codici rispetto ai 1424 del terzo e quarto livello • Struttura gerarchica per cui dal secondo livello in poi qualunque codice più dettagliato può essere ricondotto a quello più generale di primo livello (rolling up). • Compilazione sia con il paziente che con un caregiver.

  10. STRUTTURA DELLA CHECKLIST SEZIONE INTRODUTTIVA:informazioni anagrafiche,codice ICD-10,fonti di informazioni PARTE PRIMA: elenco dei codici delle Funzioni Corporee (b)Strutture Corporee (s) PARTE SECONDA: elenco dei codici selezionati per Attività e Partecipazione(d) con i qualificatori PARTE TERZA : lista dei codici relativi ai Fattori Ambientali(e) e relativi qualificatori PARTE QUARTA:informazioni sul contesto APPENDICE 1: informazioni sintetiche sullo stato di salute APPENDICE 2: domande generali sulla partecipazione e le attività APPENDICE 3:linee guida per l’uso della ICF Checklist.

  11. PARTE 1a: MENOMAZIONI DELLE FUNZIONI CORPOREE • Le Funzioni Corporee sono le funzioni fisiologiche dei sistemi corporei (incluse le funzioni psicologiche) • Le Menomazioni sono problemi nella funzione del corpo, intesi come una deviazione o una perdita significative

  12. Breve Lista delle Funzioni Corporee Qualificatore b1. FUNZIONI MENTALI b110 Coscienza b114 Orientamento (tempo, spazio, persona) b117 Intelletto ( compresi Ritardo, Demenza ) b130 Funzioni dell’energia e delle pulsioni b134 Sonno b140 Attenzione b144 Memoria b152 Funzioni emozionali b156 Funzioni percettive b164 Funzioni cognitive di livello superiore b167Linguaggio

  13. b.1 FUNZIONI MENTALI.Funzioni del cervello e comprende sia le funzioni mentali globali (coscienza,energia e pulsioni) che funzioni mentali specifiche come la memoria,il linguaggio e il calcolo b110 COSCIENZA: stato di consapevolezza e di vigilanza incluse la chiarezza e la continuità dello stato di veglia. (Funzioni di stato, continuità e qualità della coscienza;perdita di coscienza,coma,stati vegetativi,fughe,stati di trance,di possessione,alterazione dello stato di coscienza indotto da sostanze,delirio e stupore.) Esclusione :funzioni dell’ orientamento ;energia e pulsioni,funzioni del sonno b114 ORIENTAMENTO: funzioni mentali generali relative all’accertarsi e cono conoscere la propria relazione con se stessi,con gli altri,con il tempo con il proprio ambiente.(Funzioni di orientamento rispetto al tempo,allo spazio e alla persona;orientamento rispetto a sè e agli altri ;disorientamento rispetto al tempo ,allo spazio e alla persona) Esclusione;funzioni della coscienza;funzioni dell’attenzione;funzioni della memoria.

  14. b.1 FUNZIONI MENTALI. Funzioni del cervello e comprende le funzioni mentali globali(coscienza,energia e pulsioni) e mentali specifiche(memoria,linguaggio,e calcolo) b117 INTELLETTO: funzioni mentali generali richieste per capire e integrare in modo costruttivo le varie funzioni mentali,incluse tutte le funzioni cognitive e il loro sviluppo nell’arco della vita. Inclusioni;Funzioni della crescita intellettiva;ritardo intellettivo,ritardo mentale,demenza. Esclusione;funzioni della memoria,funzioni del pensiero;funzioni cognitive di livello superiore. b130 FUNZIONI DELL’ENERGIA E DELLE PULSIONI:funzioni dei meccanismi fisiologici che spingono l’individuo a muoversi verso il soddisfacimento dei bisogni specifici ed il conseguimento di obiettivi generali. Inclusioni;Funzioni del livello di energia,motivazione,appetito, craving,e controllo degli impulsi Esclusione;funzioni della cosienza,funzioni del temperamento e della personalità, funzioni del sonno,funzioni psicomotorie,funzioni emozionali

  15. b.1 FUNZIONI MENTALI. Funzioni del cervello e comprende le funzioni mentali globali(coscienza,energia e pulsioni) e mentali specifiche(memoria,linguaggio,e calcolo) b134 SONNO: disimpegno fisico e mentale periodico e selettivo dal proprio ambiente circostante,con caratteristici cambiamenti fisiologici. Inclusioni:Funzioni della quantità del sonno e dell’inizio ,del mantenimento e della qualità del sonno;funzioni che coinvolgono il ciclo del sonno,come nell’insonnia,nell’ipersonnia e nella narcolessia Esclusioni;funzioni della coscienza,funzioni dell’energia,funzioni dell’attenzione,funzioni psicomotorie. b140 ATTENZIONE:funzioni mentali specifiche della focalizzazione su uno stimolo esterno o su una esperienza interiore per il periodo di tempo necessario. Inclusioni;Funzioni del mantenimento dell’attenzione,dello spostamento distribuzione e condivisione dell’attenzione;concentrazione e distraibilità) Esclusioni; funzioni della coscienza,funzioni dell’energia,funzioni dell’attenzione,funzioni psicomotorie,funzioni della memoria,funzioni percettive. b144 MEMORIA:funzioni mentali specifiche del registrare,immagazzinare e rievocare informazioni quando necessario. Inclusioni;Funzioni della memoria a breve e a lungo termine,della memoria immediata,recente e remote;span di memoria;recupero della memoria;il ricordare;funzioni utilizzate nel ricordare e nell’imparare,come nell’amnesia nominale,selettiva e dissociativa) Esclusioni;.funzioni della coscienza,funzioni dell’energia,funzioni dell’attenzione,funzioni psicomotorie,funzioni della memoria,funzioni percettive,funzioni del pensiero,funzioni cognitive di livello superiore,funzioni mentali del linguaggio,funzioni di calcolo..

  16. b.1 FUNZIONI MENTALI. Funzioni del cervello e comprende le funzioni mentali globali(coscienza,energia e pulsioni) e mentali specifiche(memoria,linguaggio,e calcolo) b152 FUNZIONI EMOZIONALI:funzioni mentali specifiche correlate alle componenti emozionali e affettive dei processi della mente Inclusioni:Funzioni dell’appropriatezza dell’emozione,regolazione dell’emozione;affetto;tristezza;felicità,amore,paura,rabbia,odio,tensione ansietà,gioia,dolore;labilità dell’emozione;appiattimento dell’affetto. Esclusione: funzioni del temperamento e della personalità,funzioni dell’ energia e delle pulsioni. b156FUNZIONI PERCETTIVE:funzioni mentali specifiche del riconoscere e interpretare stimoli sensoriali. Inclusioni:Funzioni di percezione uditiva,visiva,olfattiva,gustativa,tattile e visuo-spaziale come l’allucinazione o l’illusione. Esclusione:funzioni della coscienza,dell’orientamento,dell’attenzione,della memoria,mentali del linguaggio,funzioni visive e correlate,funzioni uditive e vestibolari.

  17. b.1 FUNZIONI MENTALI. Funzioni del cervello e comprende le funzioni mentali globali(coscienza,energia e pulsioni) e mentali specifiche(memoria,linguaggio,e calcolo) b164 FUNZIONI COGNITIVE DI LIVELLO SUPERIORE:funzioni mentali specifiche dei lobi frontali del cervello che includono comportamenti complessi come la capacità di prendere una decisione,il pensiero astratto,la pianificazione e la realizzazione di progetti,la flessibilità mentale e capacità di decidere i comportamenti appropriati spesso indicate come funzioni esecutive nel loro complesso. Inclusioni:Funzioni dell’astrazione e dell’organizzazione delle idee,gestione del tempo,insight e giudizio;formazione di concetti,categorizzazione e flessibilità cognitiva. Esclusioni:funzioni della memoria ,del pensiero,funzioni mentali del linguaggio:funzioni di calcolo.

  18. b.1 FUNZIONI MENTALI. Funzioni del cervello e comprende le funzioni mentali globali(coscienza,energia e pulsioni) e mentali specifiche(memoria,linguaggio,e calcolo) b167 FUNZIONI MENTALI DEL LINGUAGGIO:funzioni mentali specifiche del riconoscimento e dell’utilizzo dei segni,simboli,e altre componenti del linguaggio. Inclusioni:Funzioni relative al recepire e decodificare il linguaggio verbale,scritto o in altre forme come il linguaggio dei segni;funzioni integrative di linguaggio ,orali e scritte come quelle coinvolte nell’afasia recettiva,espressiva,di Broca,di Wernicke e di conduzione Esclusione:funzioni dell’attenzione,della memoria,funzioni percettive,funzioni del pensiero,funzioni cognitive di livello superiore,funzioni di calcolo,funzioni mentali di sequenza dei movimenti complessi,

  19. b2. FUNZIONI SENSORIALI E DOLORE b210 Vista b230 Udito b235 Funzioni vestibolari (compreso l’equilibrio) b280 Dolore

  20. b3. FUNZIONI DELLA VOCE E DELL’ELOQUIO b310 Voce

  21. b4. FUNZIONI DEI SISTEMI CARDIOVASCOLARE, EMATOLOGICO, IMMUNOLOGICO E DELL’APPARATO RESPIRATORIO b410 Cuore b420 Pressione sanguigna b430 Sistema ematologico (sangue) b435 Sistema immunologico (allergie, ipersensibilità) b440 Respirazione (respiro)

  22. b.4 FUNZIONI DEI SISTEMI CARDIOVASCOLARE,EMATOLOGICO,IMMUNOLOGICOE DELL’APPARATO RESPIRATORIO. b 410 CUORE :funzione di pompaggio del sangue in tutto il corpo in quantità e pressione adeguate. Inclusioni: Funzioni della frequenza cardiaca,ritmo e gittata cardiaca;forza di contrazione dei muscoli ventricolari;funzioni delle valvole cardiache;pompaggio del sangue nel circolo polmonare;dinamica della circolazione al cuore;menomazioni come tachicardia,bradicardia,e battito cardiaco irregolare,come nell’insufficienza cardiaca,miocardiopatia,miocardite ed insufficienza coronarica. Esclusioni: funzione dei vasi sanguigni,funzione della pressione sanguigna;funzioni di tolleranza dell’esercizio fisico.

  23. b5. FUNZIONI DELL’APPARATO DIGERENTE E DEI SISTEMI METABOLICO ED ENDOCRINO b515 Digestione b525 Defecazione b530 Mantenimento del peso b555 Ghiandole endocrine (alterazioni ormonali)

  24. b6. FUNZIONI GENITOURINARIE E RIPRODUTTIVE b620 Funzioni urinarie

  25. b6. FUNZIONI GENITOURINARIE E RIPRODUTTIVE b640 Funzioni sessuali.

  26. b7. FUNZIONI NEURO-MUSCOLOSCHELETRICHE E CORRELATE AL MOVIMENTO b710 Mobilità dell’articolazione b730 Forza muscolare b735 Tono muscolare b765 Movimenti involontari b8. FUNZIONI DELLA CUTE E DELLE STRUTTURE CORRELATE OGNI ALTRA FUNZIONE CORPOREA

  27. b.7 FUNZIONI NEURO-MUSCOLOSCHELETRICHE E CORRELATE AL MOVIMENTO. b710 MOBILITA’ DELL’ARTICOLAZIONE :funzioni della gamma e della facilità di movimento di una articolazione Inclusioni: funzioni della mobilità di una o più articolazioni,di vertebre, spalla,polso,gomito, anca, ginocchio, caviglia, piccole articolazioni della mano e del piede, mobilità delle articolazioni, giunture congelate, tenosinovite scapolo-omerale cronica, artrite. Esclusione:funzioni della stabilità dell’articolazione,funzioni di controllo del movimento volontario.

  28. b.7 FUNZIONINEURO-MUSCOLOSCHELETRICHE E CORRELATE AL MOVIMENTO. b730 FORZA MUSCOLARE:funzioni associate alla forza di specifici muscoli. Inclusioni: funzioni associate alla forza di specifici muscoli e gruppi di muscoli,muscoli di un arto,di un lato del corpo, della metà inferiore del corpo, di tutti gli arti,del tronco e di tutto l’insieme del corpo; menomazioni come debolezza dei piccoli muscoli dei piedi e delle mani, paresi muscolare, monoplegia, emiplegia, paraplegia, tetraplegia, mutismo acinetico. Esclusione:funzioni delle strutture adiacenti all’occhio, funzioni del tono muscolare, funzioni della resistenza muscolare.

  29. b.7 FUNZIONINEURO-MUSCOLOSCHELETRICHE E CORRELATE AL MOVIMENTO. b735 TONO MUSCOLARE: funzioni correlate alla tensione nei muscoli a riposo e alla resistenza al movimento passivo. Inclusioni:funzioni correlate alla tensione dei muscoli isolati e di gruppi di muscoli, dei muscoli di un arto, di un lato del corpo, e della metà inferiore del corpo, dei muscoli di tutti gli arti, dei muscoli del tronco e di tutto il corpo;menomazioni come ipotonia,ipertonia,spasticità muscolare. Esclusioni:funzioni della forza muscolare.funzioni della resistenza muscolare.

  30. b.7 FUNZIONINEURO-MUSCOLOSCHELETRICHE E CORRELATE AL MOVIMENTO. . b765 MOVIMENTI INVOLONTARI : funzioni delle contrazioni involontarie non intenzionali e di quelle semi-finalizzate o non finalizzate di un muscolo o di un gruppo di muscoli. Inclusioni:contrazioni involontarie dei muscoli:menomazionicome tremori, tic, manierismi, stereotipoie, perseverazioine motoria, corea ,atetosi, tic vocali, movimenti distonici e discinesia. Esclusione:funzioni di controllo del movimento volontario, funzioni del pattern dell’andatura.

  31. Parte 1b: MENOMAZIONI DELLE STRUTTURE CORPOREE Terzo qualificatore (suggerito): ·Le strutture corporee sono le parti anatomiche del corpo come gli organi, gli arti e le loro componenti. ·Le menomazioni sono problemi nella struttura del corpo, intesi come una deviazione o una perdita significative. Localizzazione Primo Qualificatore: Estensione delle Menomazioni Secondo Qualificatore: Natura del Cambiamento 0 Nessuna menomazione significa che la persona non presenta il problema. 1 Menomazione lieve significa che il problema è presente in meno del 25% del tempo, con un'intensità che la persona può tollerare e che si è presentato raramente negli ultimi 30 giorni. 2 Menomazione media significa che il problema è presente in meno del 50% del tempo, con un'intensità che interferisce nella vita quotidiana della persona e che si è presentato occasionalmente negli ultimi 30 giorni. 3 Menomazione grave significa che il problema è presente per più del 50% del tempo, con un'intensità che altera parzialmente la vita quotidiana della persona e che si è presentato frequentemente negli ultimi 30 giorni. 4 Menomazione completa significa che il problema è presente per più del 95% del tempo, con un'intensità che altera totalmente la vita quotidiana della persona e che si è presentato quotidianamente negli ultimi 30 giorni. 8 Non specificato significa che l'informazione è insufficiente per specificare la gravità della menomazione. 9 Non applicabile significa che è inappropriato applicare un particolare codice (es: b650 Funzioni della mestruazione per donne in età di pre-menarca o di post-menopausa). 0 Nessun cambiamento nella struttura 1 Assenza totale 2 Assenza parziale 3 Parte in eccesso 4 Dimensioni anormali 5 Discontinuità 6 Posizione deviante 7 Cambiamenti qualitativi nella struttura, incluso l’accumulo di fluidi 8 Non specificato 9 Non applicabile 0 Più di una regione 1 Destra 2 Sinistra 3 Entrambi i lati 4 Frontale 5 Dorsale 6 Prossimale 7 Distale

  32. Breve Lista delle Strutture Corporee Primo Qualificatore: Estensione della menomazione Secondo Qualificatore: Natura del cambiamento Terzo Qualificatore (suggerito): localizzazione s1. STRUTTURE DEL SISTEMA NERVOSO s110 Cervello s120 Midollo spinale e nervi periferici s2. OCCHIO, ORECCHIO E STRUTTURE CORRELATE s3. STRUTTURE COINVOLTE NELLA VOCE E NELL’ELOQUIO s4. s410 Sistema cardiovascolare s430 Sistema respiratorio s5. STRUTTURE CORRELATE ALL’APPARATO DIGERENTE E AI SISTEMI METABOLICO ED ENDOCRINO

  33. s4. STRUTTURE DEI SISTEMI CARDIOVASCOLARE, IMMUNOLOGICO E DELL’APPARATO RESPIRATORIO s410 Sistema cardiovascolare s430 Sistema respiratorio s5. STRUTTURE CORRELATE ALL’APPARATO DIGERENTE E AI SISTEMI METABOLICO ED ENDOCRINO

  34. s6. STRUTTURE CORRELATE AL SISTEMA GENITOURINARIO E RIPRODUTTIVO s610 Sistema urinario s630 Sistema riproduttivo s7. STRUTTURE CORRELATE AL MOVIMENTO s710 Regione del capo e del collo s720 Regione della spalla s730 Estremità superiori (braccio, mano) s740 Regione pelvica s750 Estremità inferiori (gamba, piede, coscia) s760 Tronco

  35. s8 CUTE E STRUTTURE CORRELATE . OGNI A LTRA STRUTTURA CORPOREA

  36. PARTE 2: LIMITAZIONI DELL’ATTIVITA’ E RESTRIZIONI DELLA PARTECIPAZIONE • L’Attività è l’esecuzione di un compito o di un’azione da parte di un individuo. • La Partecipazione è il coinvolgimento in una situazione di vita. • Le Limitazioni dell’Attività sono le difficoltà che un individuo può incontrare nello svolgere delle attività. • Le Restrizioni alla Partecipazione sono i problemi che un individuo può sperimentare nel coinvolgimento nelle situazioni della vita. • Il qualificatore Performance indica il grado della restrizione nella partecipazione descrivendo l'attuale performance delle persone in un compito o in un'azione nel loro ambiente reale. Poiché l’ambiente reale introduce al contesto sociale, performance può essere intesa come “coinvolgimento in una situazione di vita” o ”esperienza vissuta” delle persone nel contesto reale in cui vivono. • Questo contesto include i fattori ambientali - tutti gli aspetti del mondo fisico, sociale e degli atteggiamenti - che possono essere codificati usando la componente Fattori Ambientali. Il qualificatorePerformance misura la difficoltà che la persona incontra nel fare le cose, ammesso che le voglia fare. • Il qualificatore Capacitàindica il grado di limitazione nell'attività descrivendo l’abilità della persona ad eseguire un compito o una azione.Il qualificatore Capacità focalizza l'attenzione sulle limitazioni che sono caratteristiche inerenti o intrinseche delle persone stesse. Queste limitazioni dovrebbero essere manifestazioni dirette dello stato di salute della persona, senza assistenza. Per assistenza intendiamo l'aiuto di un'altra persona, o l'assistenza fornita da un veicolo o da uno strumento adattato o appositamente progettato o qualsiasi modificazione ambientale di una stanza, della casa, del posto di lavoro, ecc. Il livello dovrebbe essere valutato relativamente alle capacità normalmente attese per quella persona o alle capacità della persona prima delle attuali condizioni di salute. • Note: Usare Appendice 2 sul come raccogliere informazioni sulle Attività e la Partecipazione della persona.

  37. Primo Qualificatore: Performance Grado di restrizione della Partecipazione Secondo Qualificatore: Capacità (senza assistenza) Grado di limitazione dell’Attività 0 Nessuna difficoltà significa che la persona non presenta il problema. 1 Difficoltà lieve significa che il problema è presente in meno del 25% del tempo, con un'intensità che la persona può tollerare e che si è presentato raramente negli ultimi 30 giorni. 2 Difficoltà media significa che il problema è presente in meno del 50% del tempo, con un'intensità che interferisce nella vita quotidiana della persona e che si è presentato occasionalmente negli ultimi 30 giorni. 3 Difficoltà grave significa che il problema è presente per più del 50% del tempo, con un'intensità che altera parzialmente la vita quotidiana della persona e che si è presentato frequentemente negli ultimi 30 giorni. 4 Difficoltà completa significa che il problema è presente per più del 95% del tempo, con una intensità che altera totalmente la vita quotidiana della persona e che si è presentato quotidianamente negli ultimi 30 giorni. 8 Non specificato significa che l'informazione è insufficiente per specificare la gravità della difficoltà. 9 Non applicabile significa che è inappropriato applicare un particolare codice (es: b650 Funzioni della mestruazione per donne in età di pre-menarca o di post-menopausa).

  38. Breve lista di dimensioni A&P PERFORMANCE CAPACITA’ d1. APPRENDIMENTO E APPLICAZIONE DELLA CONOSCENZA d110 Guardare d115 Ascoltare d140 Imparare a leggere d145 Imparare a scrivere d150 Imparare a calcolare (aritmetica) d175 Risoluzione di problemi

  39. d2. COMPITI E RICHIESTE GENERALI d210 Intraprendere un compito singolo d220 Intraprendere compiti articolati

  40. d310 Comunicare con - ricevere - messaggi verbali d315 Comunicare con - ricevere – messaggi non-verbali d330 Parlare d335 Produrre messaggi non-verbali d350 Conversazione

  41. d3 COMUNICAZIONE :caratteristiche generali e specifiche della comunicazione attraverso il linguaggio,i segni e i simboli,inclusi la ricezione e la produzione di messaggi,usare strumenti e tecniche della comunicazione. d315 COMUNICARE CON-RICEVERE-MESSAGGI NON VERBALI: comprendere i significati letterali e impliciti di messaggi comunicati tramite gesti,simboli e disegni,come capire che un bambino è stanco quando si stropiccia gli occhi. Inclusioni:comunicare con-ricever-gesti del corpo,segni e simboli comuni,disegni e fotografie.

  42. d3 COMUNICAZIONE :caratteristiche generali e specifiche della comunicazione attraverso il linguaggio,i segni e i simboli,inclusi la ricezione e la produzione di messaggi,usare strumenti e tecniche della comunicazione. d310 COMUNICARE CON-RICEVERE-MESSAGGGI VERBALI : comprendere i significati letterali e impliciti dei messaggi nel linguaggio parlato,come comprendere i significati letterali e impliciti di messaggi comunicati tramite gesti,simboli e disegni,come capire che un bambino è stanco quando si stropiccia gli occhi. Inclusioni:comunicare con-ricevere-con, gesti del corpo,segni e simboli comuni,disegni e fotografie.

  43. d3 COMUNICAZIONE :caratteristiche generali e specifiche della comunicazione attraverso il linguaggio,i segni e i simboli,inclusi la ricezione e la produzione di messaggi,usare strumenti e tecniche della comunicazione. d330 PARLARE:produrre parole,frasi e brani più lunghi all’interno di messaggi verbali con significato letterale e implicito, come esporre un fatto raccontare una storia attraverso il linguaggio verbale.

  44. d3 COMUNICAZIONE :caratteristiche generali e specifiche della comunicazione attraverso il linguaggio,i segni e i simboli,inclusi la ricezione e la produzione di messaggi,usare strumenti e tecniche della comunicazione. d335 PRODURRE MESSAGGI NON VERBALI:usare segni,simboli e disegni per comunicare significati,come scuotere la testa per indicare disaccordo o disegnare un immagine o un grafico per comunicare un fatto o un’idea complessa. Inclusioni : produrre gesti con il corpo,segni,simboli,fotografie

  45. d3 COMUNICAZIONE :caratteristiche generali e specifiche della comunicazione attraverso il linguaggio,i segni e i simboli,inclusi la ricezione e la produzione di messaggi,usare strumenti e tecniche della comunicazione. d350 CONVERSAZIONE: avviare,mantenere e terminare uno scambio di pensieri e idee, attraverso un linguaggio verbale scritto o altre forme di linguaggio,con una o più persone conosciute o meno in contesti formali o informali. Inclusione:avviare,mantenere e terminare una conversazione,conversare con una o più persone.

  46. d4. MOBILITA’ d430 Sollevare e trasportare oggetti d440 Uso fine della mano (raccogliere, afferrare) d450 Camminare d465 Spostarsi usando apparecchiature/ausili (sedia a rotelle, pattini, ecc.) d470 Usare un mezzo di trasporto (auto, bus, treno, aereo, ecc.) d475 Guidare (andare in bici o motocicletta, guidare l’auto, ecc.)

  47. d4 MOBILITA’: muoversi cambiando posizione del corpo o spostandosi da un posto ad un altro, portando, muovendo o manipolando oggetti, camminando, correndo o arrampicandosi e usando vari mezzi di trasporto. d430 SOLLEVARE TRASPORTARE OGGETTI: sollevare un oggetto o portare un oggetto da un posto all’altro, come prendere in mano una tazza o portare un bambino da una stanza a un’altra. Inclusioni : sollevare, portare in mano o sulle braccia o sulle spalle,sul fianco,sulla schiena,o sulla testa;mettere giù.

  48. d4 MOBILITA’: muoversi cambiando posizione del corpo o spostandosi da un posto ad un altro, portando, muovendo o manipolando oggetti, camminando, correndo o arrampicandosi e usando vari mezzi di trasporto. d440 USO FINE DELLA MANO: compiere le azioni coordinate del maneggiare oggetti,raccoglierli, manipolarli e lasciarli andare usando una mano,dita e pollice come necessario per raccogliere delle moneto per comporre un numero al telefono o girare una maniglia. Inclusioni: raccogliere, afferrare,manipolare e lasciare. Esclusione:sollevare e trasportare oggetti.

  49. d4 MOBILITA’: muoversi cambiando posizione del corpo o spostandosi da un posto ad un altro, portando, muovendo o manipolando oggetti, camminando, correndo o arrampicandosi e usando vari mezzi di trasporto. d450 CAMMINARE: muoversi lungo una superficie a piedi, passo dopo passo in modo che almeno un piede sia sempre appoggiato al suolo, come nel passeggiare,gironzolare,camminare avanti,a ritroso o lateralmente. Inclusioni: camminare per brevi o lunghe distanze; camminare su superfici diverse;camminare attorno a ostacoli. Esclusioni: trasferirsi,spostarsi.

  50. d4 MOBILITA’: muoversi cambiando posizione del corpo o spostandosi da un posto ad un altro, portando, muovendo o manipolando oggetti, camminando, correndo o arrampicandosi e usando vari mezzi di trasporto. d465 SPOSTARSI USANDO APPARECCHIATURE/AUSILI: spostare tutto il corpo da un posto ad un altro, su qualsiasi superficie o spazio, utilizzando apparecchiature specifiche realizzate per facilitare lo spostamento o creare altri modi per spostarsi come con i pattini, con gli sci, con l’attrezzatura per le immersioni o muoversi per la strada usando una sedia a rotelle o un deambulatore. Esclusione:trasferirsi,camminare,spostarsi,usare un mezzo di trasporto,guidare.