piano strategico di sassari sassari sostenibile laboratorio di idee scenario workshop n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Piano Strategico di Sassari Sassari sostenibile Laboratorio di idee Scenario workshop PowerPoint Presentation
Download Presentation
Piano Strategico di Sassari Sassari sostenibile Laboratorio di idee Scenario workshop

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 22

Piano Strategico di Sassari Sassari sostenibile Laboratorio di idee Scenario workshop - PowerPoint PPT Presentation


  • 119 Views
  • Uploaded on

Piano Strategico di Sassari Sassari sostenibile Laboratorio di idee Scenario workshop. PROGRAMMA 12.30 Presentazione EASW 1^parte - Plenaria 12.45-13.45 Lavoro di gruppo – Visioni negative e positive 15.00-15.30 Presentazione Lavoro di gruppo in plenaria 15.30-15.45

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Piano Strategico di Sassari Sassari sostenibile Laboratorio di idee Scenario workshop' - carr


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide2

PROGRAMMA

12.30

Presentazione EASW 1^parte - Plenaria

12.45-13.45

Lavoro di gruppo – Visioni negative e positive

15.00-15.30

Presentazione Lavoro di gruppo in plenaria

15.30-15.45

Presentazione Visione comune in plenaria; presentazione EASW 2^parte

15.45-17.00

Lavoro di gruppo – Idee per la Visione comune

17.00-17.30

Presentazione Lavoro di gruppo in plenaria

18.00

Chiusura lavori

slide3

Discuterete quattro temi

1. Sistema ambientale (parchi urbani, verde, paesaggio…)

2. Nuovi scenari energetici e gestione dei rifiuti

3. Mobilità urbana ed extraurbana

4. Patrimonio abitativo pubblico e privato

slide4

Cosa si fa in questo Laboratorio

SI ELABORANO SCENARI

Immaginando la città fra 15-20 anni: come si presenta? Chi vi opera? Che attività vi si svolgono? Etc…

SI PROPONGONO IDEE

Per la realizzazione – a partire da domani – dello scenario condiviso di sviluppo dell’economia urbana

slide5

Le regole base del lavoro di gruppo

1. Partecipare all’intero workshop

2. Seguire le indicazioni dei facilitatori

3. Attenersi ai temi in discussione

4. Non sovrapporsi negli interventi

5. Per una migliore concentrazione…

spegnere i cellulari

sviluppo di scenari

Sviluppo di scenari

Prima sessione

slide7

Lavorerete in gruppi di interesse

Imprese

(Dott. Serra)

Funzionari ed Amministratori

(Dott.ssa Melis)

Cittadini, Associazioni

(Dott.ssa Ponti)

Esperti

(Dott. Spano)

slide8

Sviluppo di scenari

  • Elaborazione scenari negativi e positivi
  • Elaborazione visione comune del gruppo
  • Preparazione di una presentazione

La visione di ciascun gruppo viene presentata e discussa nella successiva sessione plenaria.

il lavoro dei gruppi d interesse
Il lavoro dei gruppi d’interesse

Immaginate di essere nel 2020. Com’è cambiata la qualità dell’ambiente di Sassari?

1.Commentate la situazione. Fatelo in uno scenario negativo ed in uno positivo.

2. Individuate i fattori di successo dello scenario positivo

3. Preparate una presentazione eventualmente accompagnata da uno slogan che la sintetizzi

slide11

Sassari sostenibile: (cittadini)

Sassari, 28 settembre 2020

Citta è vivibile per le persone che vi risiedono. E’ una città che purifica le sue acque e ha recuperato i suoi orti per il fabbisogno locale. Le auto sono alimentate a idrogeno; dai rifiuti si riesce a recuperare l’energia che serve per la vita di ogni giorno. Il centro storico è chiuso al traffico, la città è percorribile dai diversamente abili perché ci si è impegnati a ridurre le tante barriere. Vi è una metropolitana sotterranea e numerose piste ciclabili. Ci sono polmoni verdi frequentati dai bambini. I quartieri periferici sono ben collegati con il centro dai mezzi pubblici. Gli edifici vengono costruiti con bioedilizia.

slide12

Sassari sostenibile: (esperti)

Sassari, 28 settembre 2020

La città si inserisce in maniera armoniosa nel territorio. Gli insediamenti urbani ed extraurbani sono ben progettati. Risalta il decoro architettonico e il razionale utilizzo energetico. Si è diffusa la cultura del decoro abitativo (status di beni comuni) ed è prevalente l’uso del mezzo collettivo. Il centro storico è rivitalizzato e la città ha diminuito i propri rifiuti con i quali si produce l’energia necessaria. Le acque reflue vengono utilizzate per i giardini pubblici e privati. Gli amministratori sono coraggiosi e i cittadini hanno finalmente una cultura civica.

slide13

Sassari sostenibile: (imprese)

Sassari, 28 settembre 2020

La città è bella Vi sono piccole centrali di produzione energetica e la città è impegnata a risparmiare. La bioedilizia è diffusa, le vallate sono recuperate e vengono fruite dalle famiglie. Il traffico pubblico e privato viene programmato per facilitare la mobilità e ridurre l’uso del mezzo privato. Vi è un percorso pedonale ampio. Le caserme “La Marmora” e “Gonzaga” sono state inserite nel patrimonio civico e vengono utilizzate per servizi pubblici. Nella città vecchia ci sono artigiani ed è stata resa vivibile ed attrattiva.

slide14

Sassari sostenibile: (comune)

Sassari, 28 settembre 2020

Le valli sono state recuperate e sono integrate con il sistema di verde pubblico. Tutti i quartieri hanno spazi naturalistici e fruibili dai cittadini. La città ha alcuni canili che hanno risolto i problemi di randagismo. Dai rubinetti scorre acqua buona. La produzione dei rifiuti si è ridotta, i cittadini sono impegnati a differenziare: ciò ha ridotto l’inquinamento ambientale e permesso di produrre energia dalla mondezza. La quota di rifiuti indifferenziata viene conferita al termovalorizzatore di Ottana, che svolge funzioni sovraterritoriali. Si è diffusa una cultura del risparmio energetico ed è frequente l’utilizzo della bioedilizia.

Le auto si sono ridotte, mentre sono cresciute le zone pedonali e le piste ciclabili.

La città è ben collegata con Alghero, Porto Torres e con i comuni dell’interland attraverso mezzi pubblici adeguati. I parcheggi hanno una funzione sostitutiva di interscambi con i mezzi pubblici. Il patrimonio edilizio pubblico è diffuso nella città e non concentrato in alcuni quartieri. La bioedilizia e il risparmio energetico sono divenuti la normalità.

proposta di idee

Proposta di idee

Seconda sessione

slide16

Lavorerete in gruppi tematici

Sistema ambientale (parchi urbani, aree protette, verde, paesaggio…)

(Dott.ssa Melis)

Nuovi scenari energetici

Gestione dei rifiuti

(Dott. Spano)

Mobilità urbana ed extraurbana

(Dott. Serra)

Patrimonio edilizio

(Dott.ssa Ponti)

slide17

La proposta di idee

Proponete e selezionate idee che possano contribuire a realizzare la visione comune.

Ciascun gruppo deve lavorare sul tema assegnatogli e proporre idee-progetto. Ogni partecipante può proporre due idee.

Le idee saranno presentate in plenaria

slide18

Gruppi Tematici: idee

Una idea per Post-it (max 2 idee per partecipante)

Presentazione individuale delle idee

Discussione delle idee nel gruppo

Valutazione della fattibilità delle idee selezionate

Preparazione di una presentazione

slide19

Fattibilità: nel proporre idee dovete dire:

Che cosa può fare già oggi ognuno per la realizzazione della visione comune?

Quali azioni sono necessarie (come)?

Chi può realizzare questi interventi e chi può assumersi la responsabilità di gestire e promuovere la loro realizzazione?

slide20

Plenaria: idee

Presentazione delle idee di ciascun gruppo

Prima valutazione delle idee proposte

Eventuale Votazione

il patrimonio del workshop
Il patrimonio del Workshop
  • Le relazioni, il confronto e la discussione
  • La visione condivisa
  • Le idee-azioni prioritarie
  • Le idee proposte dai diversi gruppi
il report
Il Report

Al termine del Laboratorio viene realizzato un report che rappresenta la base progettuale condivisa e che sarà disponibile sul sito del Comune