slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Comunicazione (<lat. cum munus) PowerPoint Presentation
Download Presentation
Comunicazione (<lat. cum munus)

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 24

Comunicazione (<lat. cum munus) - PowerPoint PPT Presentation


  • 149 Views
  • Uploaded on

Comunicazione (<lat. cum munus). - insieme complesso di attività lavorative che spaziano dal giornalismo, all’editoria, alla pubblicità ecc. -processo di trasmissione di informazioni ma solo verbalizzate????

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Comunicazione (<lat. cum munus)' - caraf


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
comunicazione lat cum munus
Comunicazione (<lat. cum munus)

-insieme complesso di attività lavorative che spaziano dal giornalismo, all’editoria, alla pubblicità ecc.

-processo di trasmissione di informazioni

ma solo verbalizzate????

-Albert Mehrabian (UCLA, 1967) identified three major parts that convey meaning in human face to face communication:

  • 55% of impact is determined by body language—postures, gestures, and eye contact
  • 38% by the voice
  • 7% by the content or the words spoken
slide3

Fonte del

messaggio

La comunicazione e i codici: modello Shannon e Weaver (1949)

emittente

S

E

G

N

A

L

E

rumore

canale

ricevente

Destinazio-

ne del

messaggio

slide4

COMUNICAZIONE

schema di Berlo

slide5

COMUNICAZIONE

Modello di Slama Cazacu

slide6

COMUNICAZIONE

Modello di Dance

slide7

A/B/O/L/I/A/M/O L/A S/V/E/G/L/I/A

A/B/O/L/I/A/M/O L/A S/V/E/GLI/A

ABOL/IAMO LA SVEGLI/A

(NOI) ABOLIAMO LA SVEGLIA

slide8

Il termine <fr.linguistique (primi 800)

In Italia : Panlessico 1839; Ugolini 1848; Ascoli G.I.1854

10/G1: GLOTTOLOGIA E LINGUISTICA

Il settore si interessa all’attività scientifica e didattico - formativa nel campo degli studi teorici e tipologici sul linguaggio, la storia del pensiero linguistico e gli studi di linguistica storica, con riferimento alle teorie, alle modalità e ai problemi del mutamento e alle metodologie della comparazione e della ricostruzione. Comprende inoltre lo studio delle relazioni tra lingue e società: oltre alle tematiche sociolinguistiche ed etnolinguistiche, variazione linguistica, plurilinguismo e contatto linguistico, status delle lingue e politica linguistica. Include, nell'ambito delle metodologie applicative del linguaggio, lo studio degli aspetti fonoacustici, morfosintattici, pragmatici, semantici e lessicografici, anche con applicazioni descrittive a lingue e dialetti, nonché la ricerca sugli aspetti acquisizionali, cognitivi, psicolinguistici e delle patologie linguistiche. Comprende gli studi inerenti alle interazioni tra linguistica e informatica, ivi comprese le metodologie della formazione a distanza e le problematiche dell'educazione linguistica. Comprende altresì: lo studio delle lingue di ambito baltico… e ….albanese... Comprende gli studi relativi all’insegnamento linguistico tanto della lingua madre quanto di altre lingue parlate, con specifica attenzione agli aspetti teorici, anche relativamente al problema della traduzione, ed alle lingue speciali e con particolare riferimento alla didattica delle lingue straniere moderne e alle tecniche didattiche di trasmissione delle conoscenze linguistiche. Comprende inoltre gli studi finalizzati alla pratica e alla riflessione sull’attività traduttiva, scritta e orale, nelle sue molteplici articolazioni non letteraria, generica e specialistica e nelle applicazioni multimediali.

Cos’è la linguistica

slide9

Linguistica e comunicazione

Linguistica >>> La parola in altre parole

In quanti sensi si può dire che la linguistica sia “La parola in altre parole”?

Perché usa la parola per spiegare la parola ( è metalinguaggio)

Perché attraverso il cfr. con la parola di “altri, che si comprende la propria

Perché “dentro” la parola ci sono spesso più parole (v. parole composte)

Perché “dentro” la frase ci sono più parole

Perché ogni parola funziona solo se ce ne sono altre

Perché è attaverso le parole che si traducono le parole

Perché la parola è inzio e fine della nostra libertà di pensiero

Perché “dentro” ogni parola c’è una storia

Ma cos’è la linguistica?

Quando nasce

Dove

Quali sono i linguisti più importanti?

Perché si studia la linguistica?

slide10

Tabella di marcia e calendario

LINGUISTICA E COMUNICAZIONE

Ottobre 2012

slide11

Tabella di marcia e calendario

LINGUISTICA E COMUNICAZIONE

Novembre 2012

slide12

Tabella di marcia e calendario

LINGUISTICA E COMUNICAZIONE

Dicembre 2012

libri di testo
Libri di testo
  • Simone, Raffaele, Fondamenti di Linguistica,

Milano, McGraw-Hill, 2012.

  • Catricalà, Maria (a cura di-), Sinestesie e monoestesie, Milano, Franco Angeli, 2012.
  • Dispense
1 lingue 5 definizioni manuale di lyons
1. Lingue: 5 definizioni (manuale di Lyons)
  • Sapir (1921): metodo umano, non istintivo che si serve di simboli per comunicare idee, desideri, ecc.
  • Bloch (1942): sistema di simboli vocali arbitrari attraverso il quale un gruppo sociale coopera.
  • Hall (1968): istituzione attraverso la quale gli esseri umani interagiscono
  • Chomsky (1957): insieme (finito e infinito) di frasi, ciascuna di lunghezza finita e costruita a partire da un insieme finito di elementi
  • Robins (1979): definizioni banali e disinformative, contano di più le caratteristiche , come adattabilità, flessibilità, arbitrarietà, estensibilità.
slide15

2.Lo studio scientifico delle lingue e del linguaggio

Che cos’è?

Era scientifico il discorso

del Cratilo di Platone

delle Institutio Oratoria di Quintiliano

del De vulgari eloquentia o il Convivio di Dante

della Grammaire di Port Royal

della Relazione di Manzoni

slide16

Lo studio scientifico delle lingue e del linguaggio

Come si procede?

Per Graziadio Isaia Ascoli ragionamenti etimologici

Per Benedetto Croce indagine sui segni fonici con cui si esprime lo spirito

Per Saussure delimitare se stessa come: 1.descrizione e storia delle lingue (sistemi di segni)

e delle famiglie linguistiche

2.studiare le forze in gioco generali e particolari

Dalle criptolalie alla lingua letteraria (filologia), dalle regolarità dei neogrammatici alle varietà dei sociolinguisti, ecc.

DE MAURO : ripercorrere in modo analitico e documentato la massa infinita di usi ling. a manifestazioni concrete di un numero limitato di lingue {e di fenomeni e di dinamiche}

slide17

Sist. sociale

Sistema

Linguistico 1

sociolingustica

neurolinguistica

glottologia

Sistema

Linguistico 2

slide18
NENCIONI 1983: “Che cos’è la linguistica? Direi piuttosto che cosa sono le linguistiche, tante sono le specializzazione che vanta questa disciplina. Aggiungerei, poi, che una disciplina non è, ma si fa, si fa incessantemente e incessantemente si plasma... E così la lingua alla luce del sensismo del Condillac, dell’idealismo di Humboldt e del genealogismo positivistico di Schleicher e dei neogrammatici. La lingua non è èrgon ma enèrgeia, non è prodotto, ma creazione continua.”
slide19

Lo studio scientifico delle lingue e del linguaggio

  • Quando e dove nasce:
  • franc. Linguistique (1833), ted. Linguistik(1778 anche Sprachwissenschaft); ingl. Linguistics; Italiano: 1848: LINGUISTICA: Ugolini Vocabolario di parole e modierrati
  • 1906
  • LINGUISTIQUE GENERALE: Cours affidato a Saussure
  • “ “” ” ”” ” : Benedetto Croce Estetica come scienza dell’espressione e linguistica generale
  • 1912 SCIENZA DEL LINGUAGGIO: corso di Alfredo Trombetta - Bologna
  • Dove: tra Germania Francia Svizzera Italia India
  • Che cos’è?
  • Perché e quali gli scopi?
lingue linguistica e linguistiche
Lingue, linguistica e linguistiche

SIMONE

3 concetti chiave

1.Lingue = sistemi semiotici di alta complessità

2.Linguistica= studio scientifico del linguaggio e delle lingue

3.Studio del Linguaggio> salvare i fenomeni (sózein tà phainómena)

slide21

Lo studio scientifico delle lingue e del linguaggio

Caratteristiche

Vantaggi: esclusione forme bizzarre di studio

Svantaggi: scienza sì, ma debole o molle

Eteroclisia del linguaggio e della linguistica: eteròclito<gr. Èteros+Klitòs declinato in vario modo(retorica, pscioanalisi, ecc.> disciplina fredda)

Non prescrittività: serve a descrivere e spiegare

Antichità: dai Veda (XX sec. A.C.) in avanti

slide22

OBIETTIVI

  • SIMONE:La linguistica non ha un compito unico, facilmente formulabile in una sola proposizione... Alla natura della disciplina ci si avvicina meglio definendone gli obiettivi riconosciuti e accettati da tutti:
  • Specificare la natura del linguaggio
  • Identificarne i meccanismi e le regole
  • Descriverne e spiegarne i cambiamenti.
  • La linguistica ha una sua autonomia in quanto persegue la ricerca del rapporto tra natura e storia , nel quale la varietà dei fenomeni si lascia organizzare da una relativamente ristretta serie di invarianti.
natura intuitiva del linguaggio contenuto espressione
Natura Intuitiva del linguaggio Contenuto/Espressione

C

E

  • Linguaggio = Facoltà di associare due diversi ordini di entità =
  • 2 Entità:
    • Ordine del Contenuto
    • Ordine della Espressione
  • Ess: di associazione: <4,5>; danza api; “figlio maschio del fratello del padre”= it. cugino; fr. cousin; silbo gomero:lingua fischiata
prerequisiti studio linguaggio
Prerequisiti studio linguaggio:

Come si fa a studiare le lingue:

  • Si studia l’inosservabile
  • Si deve rinunciare alla naturalezza
  • Anche la descrizione è infinita
  • Il proprio oggetto di studio va costituito
  • Le lingue si studiano con le lingue
  • Si parte da nozione intuitiva biplanarità: Saussure; espressione e contenuto (Louis Trolle Hjelmslev - Copenaghen 1899-1965 livello intralinguistico, non extraling.)