gli animali di edicaran n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Gli animali di Edicaran PowerPoint Presentation
Download Presentation
Gli animali di Edicaran

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 7

Gli animali di Edicaran - PowerPoint PPT Presentation


  • 154 Views
  • Uploaded on

Gli animali di Edicaran. I fossili animali più antichi. Fauna di Ediacaran.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Gli animali di Edicaran' - brent-lara


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
gli animali di edicaran

Gli animali di Edicaran

I fossili animali più antichi

fauna di ediacaran
Fauna di Ediacaran

Con il nome fauna di “Ediacaran “ si intende il primo complesso di vita pluricellulare risalenti al paleozoico superiore (tra i 620 milioni e i 550 milioni di anni fa),i cui resti sono stai ritrovati in varie parti del mondo.Il nome deriva da EdiacaraMember dell’Australia sudoccidentale, la zona in cui sono stati ritrovati più fossili

scoperta dei fossili
Scoperta dei fossili

Gli organismi sono noti dalla fine dell’800’ grazie a fossili provenienti dall’inghilterra. A quel tempo però la loro importanza non venne compresa. Negli anni immediatamente precedenti alla Prima guerra mondiali, alcuni ricercatori tedeschi scoprirono e riconobbero fossili del Precambriano in Nanibia(Africa sudoccidentale),ma fu solo con il ritrovamento di alcuni fossili medusoidi nelle colline desertiche di Ediacara, in Australia, che il mondo scientifico iniziò a comprendere il valore di questi fossili.

diffusione della scoperta
Diffusione della scoperta

La documentazione fossile di questa fauna è per la maggior parte costituita da macrofossili di organismi pluricellulari, conservati come impronta e contro-impronta nei sedimenti. Nonostante sia stata ritenuta per lungo tempo esclusiva dell’Australia, questa fauna è successivamente rinvenuta in tutti i continenti, ad eccezione dell’Antartide. La fauna di Ediacara dà il nome a un preciso intervallo stratigrafico, l’Ediacariano, iniziato subito dopo la glaciazione varangeriana e terminato con l’inizio del Cambriano. Con l’inizio di quest’ultimo periodo, la fauna di Ediacarasostanzialemente scomparve.

composizione della fauna
Composizione della fauna

Organismi simili a meduse

Organismi simili a fronde

I fossili ediacariani ricadono sotto alcuni principali piani morfologici. Molto diffusi sono i resti di organismi simili a meduse, dalla simmetria radiale e concentrica. Altri “medusoidi” erano invece caratterizzati da canali, tentacoli o strane cavità

Gran parte dei resti ediacariani appartengono a creature simili a fronde, forse coloniali; alcuni di questi fossili sono chiaramente privi di stelo ma sono dotati di una struttura simile a bulbo(forse per ancorarsi al fondo marino)

composizione della fauna1
Composizione della fauna

Organismi ad impronte ovoidali o allungati

Organismi ad impronte dallo spessore millimetrico

Un atro possibile gruppo di creature ediacariane comprende impronte fossili ovoidali o allungate, dotate di una sorta di testa a “ferro di cavallo” e di un corpo formato da un numero di segmenti varabile da 5 a 40

L’ultimo “gruppo” morfologico della fauna di Ediacara è rappresentato da impronte fossili dallo spessore di pochi millimetri, ma cui la lunghezza può anche sfiorare il metro. Questi esseri erano dotati di una simmetria bipolare(per via di un solco dal quale si irradiano numerosi segmenti

estinzione
Estinzione

La fauna Ediacara sembrerebbe essere scomparsa poco prima del proterozoico(anche se alcuni organismi del Cambriano potrebbero essere sopravvissuti). Le cause di questa estinzione non sono chiare, ma potrebbero includere un improvviso evento anossico diffuso a scala mondiale, che rese la maggior parte dei fondali marini e oceanici inadatti alla vita. Inoltre, le nuove strategie alimentari degli organismi eterotrofi portarono in breve tempo a un notevole sviluppo dei predatori, a cui i vendozoi non erano probabilmente separati. Questi predatori sono già noti in depositi coevi attraverso piccole parti dure mineralizzate(da qui il nome di piccola fauna dura)