slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Le schede varietali: strumenti per verificare l’identità del germoplasma da tutelare Dr. Pierfederico La Notte, Dr. Pasq PowerPoint Presentation
Download Presentation
Le schede varietali: strumenti per verificare l’identità del germoplasma da tutelare Dr. Pierfederico La Notte, Dr. Pasq

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 25

Le schede varietali: strumenti per verificare l’identità del germoplasma da tutelare Dr. Pierfederico La Notte, Dr. Pasq - PowerPoint PPT Presentation


  • 139 Views
  • Uploaded on

Le schede varietali: strumenti per verificare l’identità del germoplasma da tutelare Dr. Pierfederico La Notte, Dr. Pasquale Venerito - CRSA “Basile Caramia” Prof. Giuseppe De Mastro - Università degli Studi di Bari.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Le schede varietali: strumenti per verificare l’identità del germoplasma da tutelare Dr. Pierfederico La Notte, Dr. Pasq' - bingham


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

Le schede varietali: strumenti per verificare l’identità del germoplasma da tutelare

Dr. Pierfederico La Notte, Dr. Pasquale Venerito - CRSA “Basile Caramia”

Prof. Giuseppe De Mastro - Università degli Studi di Bari

slide2
Azioni preliminari all’attuazione della misura 214, azione 3 del Programma di Sviluppo Rurale FEASR Puglia, 2007-2013 FEASR

Soggetti attuatori:

  • A – Istituto Nazionale di Economia Agraria, (I.N.E.A.), Sede Regionale per la Puglia: Valenzano (BA)
  • B – Centro di Ricerca e Sperimentazione in Agricoltura “Basile Caramia” Locorotondo (BA)

Collaborazioni scientifiche:

Università degli Studi di Bari – Dip. Scienze delle Produzioni Vegetali (Prof. G. De Mastro per le leguminose e Prof. P. Santamaria per le orticole)

slide3
Obiettivo generalePredisporre di idonei strumenti e linee guida per le attività di verifica e controllo dell’identità varietale

Oggetto:

146 varietà/biotipi suddivisi per specie o gruppi di specie riportati nell’allegato 8 del PSR (agosto 2007)

Fruttiferi (72 cvs) - Olivo (31) - Ortaggi (17) Leguminose da granella (5) - Vite (21)

Inizio Dic. ’09 – Maggio ’11 (18 mesi)

il progetto ha previsto 6 diverse fasi
Il progetto ha previsto 6 diverse fasi:
  • Individuazione degli ecotipi sul territorio e loro Georeferenziamento
  • Realizzazione e validazione dei descrittori
  • Redazione delle schede descrittive
  • Realizzazione di materiale illustrativo
  • Moltiplicazione del materiale e valutazione dello stato sanitario
  • Costituzione dei campi collezione, loro mantenimento e messa in rete
slide5

Individuazione delle piante, georeferenziamento e raccolta dei materiali per la moltiplicazione

Fase preliminare raccolta informazioni

(documentazioni storiche, fonti bibliografiche, altre fonti ufficiali, e ricerca di nuove informazioni sul territorio presso agricoltori ed appassionati, collezioni varietali di Enti e di privati, Organizzazioni di categoria, mercati generali, ecc.)

Sopralluoghi in periodi diversi per rilievi, documentazione fotografica, raccolta materiali per la moltiplicazione

slide6

Dagli agricoltori raccolte preziose informazioni sulle caratteristiche agronomiche/produttive, la denominazione nonché l’origine del germoplasma

Verifica schede pomologiche già esistenti

Verifica sinonimie ed omonimie (da 146 cvs ridotte a 139 nel bando)

Costituito un albo delle piante

madri georeferenziate su mappe digitalizzate specifiche per singola specie

Nel corso delle missioni sul territorio sono state individuate e recuperate numerose altre varietà locali non presenti nell’allegato 8

slide9

Scelta e verifica dei Descrittori

Valutati i descrittori ufficiali secondo gli standard disponibili: IBPGR- International Board for Plant Genetic Resources, CPVO-Community Plant Variety Office, UPOV-International Union for the Protection of New Varieties of Plants, OIV- Organisation Internationale de la Vigne et du Vin

Descrittori morfologici e fenologici con elevata capacità discriminante, semplici da rilevare ed in numero ridotto, escludendo quelli troppo complessi e/o richiedenti metodiche di laboratorio (ad es. analisi genetiche) o senza pertinenza con l’obiettivo delle schede.

Es. Scelti 25 su 151 descrittori per vite

Ove non disponibili descrittori ufficiali standardizzati come per alcune specie orticole di interesse regionale, sono stati definiti partendo dallo schema indicato dall’IBPGR per specie affini

slide20

Campi collezione / catalogo: finalità

  • riunire in un unico luogo tutte le varietà considerate dal PSR, permettendo di agevolare il confronto, la verifica delle sinonimie e delle corrispondenze varietali
  • validare i descrittori scelti, consentendo eventualmente di ridurre quelli indicati o assegnare un’importanza preminente ad alcuni di essi piuttosto che ad altri
  • verificare e validare le schede descrittive varietali realizzate
  • consentire ai tecnici incaricati dei controlli in campo di acquisire familiarità con i descrittori e le singole varietà nonché confrontare le schede identificative con una “collezione tipo” della specie che andranno ad osservare.
slide21

Mantenimento e integrazione/ampliamento con nuove accessioni dei campi collezione già esistenti: Agrumi e Olivo a Palagiano (TA), Vite a Locorotondo (BA)

Costituzione nuovi campi

Fruttiferi: Per drupacee, Pomacee e Fico nuovo campo di 8.000 mq su terreni del CRSA a Locorotondo.

Specie Orticole: Cavolo, Cavolfiore, Cavolo broccolo, Carota, Carciofo, Pomodoro, Batata, Cicoria e Melone presso l’Azienda sperimentale “La Noria” a Mola di Bari

Leguminose da granella: Lenticchia, Cicerchia, Fava, Fagiolo e Cece presso l’ azienda didattico-sperimentale “Martucci” dell’Università di Bari a Valenzano

slide22

Vite CRSA (9 campi per complessivi 6,5 ettari ospitanti oltre 2.379 selezioni di 541 varietà). Nella collezione sono già conservate complessivamente 228 accessioni appartenenti a tutti i 21 vitigni riportati nell’Allegato 8

slide23

In una fase successiva i campi catalogo potranno svolgere altre importanti funzioni:

  • Salvaguardare la biodiversità essendo essi stessi gene-bank
  • Fornire indicazioni agli agricoltori custodi riguardo le specifiche esigenze varietali (es. impollinazione, potatura, raccolta e conservazione dei frutti/semi)
  • Conservare/studiare/caratterizzare le varietà a confronto dal punto di vista agronomico, produttivo e qualitativo
  • Verificare sinonimie ed omonimie
  • Individuare biotipi/ecotipi di particolare interesse produttivo
slide24

Partecipiamo tutti al recupero, alla salvaguardia ed alla valorizzazione dell’agrobiodiversità pugliese

Raccogliendo informazioni dagli agricoltori anziani e segnalando la presenza di germoplasma autoctono minore