lezione 11 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
General MIDI PowerPoint Presentation
Download Presentation
General MIDI

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 30

General MIDI - PowerPoint PPT Presentation


  • 139 Views
  • Uploaded on

Lezione 11. General MIDI. Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico). Prospettiva storica. Nei primi anni ‘ 80 nasce lo standard MIDI 1.0 Carenze: Non esiste set di patch standard Non vi sono specifiche per gli strumenti multitimbrici

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'General MIDI' - betha


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
lezione 11
Lezione 11

General MIDI

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)

prospettiva storica
Prospettiva storica
  • Nei primi anni ‘80 nasce lo standard MIDI 1.0
  • Carenze:
    • Non esiste set di patch standard
    • Non vi sono specifiche per gli strumenti multitimbrici
  • Nel 1991 MMA (Midi Manufacturers Association) e JMSC (Japan MIDI Standard Committee) emanano le specifiche chiamate General MIDI System Level 1, o GM
  • GM è stato integrato nelle specifiche MIDI 2.0

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

esempio
Esempio

MIDI Out

MIDI In

Yamaha DX-7

EMU Proteus XR

  • Collegamento di 2 sintetizzatori:
    • tastiera Yamaha DX-7
    • modulo sonoro EMU Proteus XR
  • Invio di un messaggio di ProgramChange, di valore 32
  • Sul DX-7 corrisponde a timbro di basso, ma sul Proteus?
  • In assenza di uno standard, due moduli sonori MIDI non hanno lo stesso elenco di timbri, come numero, tipologia e ordine.

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

general midi
General MIDI
  • Un dispositivo GM compatibile deve aderire ai requisiti General MIDI System Level 1
  • General MIDI è una prassi consigliata per i costruttori, ma non vincolante
  • Contesti d’uso:
    • Hobby, applicazioni semi-professionali
    • Distribuzione e scambio di brani
    • NON produzione di suoni, perché non potrebbero essere salvati al di fuori dei 128 program predefiniti GM

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

le patch general midi
Le patch General MIDI

GM definisce un elenco di timbri (detti program o patch)

GM non definisce con precisione le forme d’onda, che restano a discrezione del costruttore. Piuttosto, si cerca di creare un bank di suoni di buona qualità e aderenti allo standard GM

Conseguenza: due diversi moduli sonori, entrambi GM, possono avere nette discrepanze nelle prestazioni e nella qualità della performance di uno stesso brano

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

organizzazione dei timbri gm
Organizzazione dei timbri GM

Standard comune a tutti i dispositivi GM compatibili

128 preset timbrici, numerati da 0 a 127

16 famiglie, ciascuna fatta di 8 preset

Lo standard prevede timbri acustici, elettronici, percussivi ed effetti sonori

Sono inclusi i timbri e gli effetti più comuni, ma l’elenco non è esaustivo

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

tabella delle famiglie dei timbri gm
Tabella delle famiglie dei timbri GM

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

tabella dei timbri gm pianoforti e percussioni
Tabella dei timbri GM (pianoforti e percussioni)

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

tabella dei timbri gm organi e chitarre
Tabella dei timbri GM (organi e chitarre)

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

tabella dei timbri gm bassi e archi
Tabella dei timbri GM (bassi e archi)

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

tabella dei timbri gm ensemble e ottoni
Tabella dei timbri GM (ensemble e ottoni)

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

tabella dei timbri gm strumenti ad ancia e fiati
Tabella dei timbri GM (strumenti ad ancia e fiati)

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

tabella dei timbri gm synth principali e d accompagnamento
Tabella dei timbri GM (synth principali e d’accompagnamento)

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

tabella dei timbri gm effetti sintetizzati e suoni etnici
Tabella dei timbri GM (effetti sintetizzati e suoni etnici)

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

tabella dei timbri gm percussioni ed effetti sonori
Tabella dei timbri GM (percussioni ed effetti sonori)

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

propriet multitimbriche
Proprietà multitimbriche
  • Standard minimi per moduli sonori multitimbrici
  • Dispositivi GM consentono di suonare e registrare contemporaneamente fino a 16 canali MIDI
  • Ciascun canale supporta un numero variabile di voci (polifonia) e strumenti differenti (timbri)
    • Numero variabile di voci polifoniche a seconda del modello, ma esiste un numero minimo (vedi slide successiva)
  • Canale MIDI 10 riservato alle parti ritmiche e percussive

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

polifonia gm
Polifonia GM
  • Per assicurarsi che tutte le note registrate siano eseguite, standard minimi sul numero di voci di polifonia
  • Polifonia minima a 16 voci, assegnabili tutte a un solo canale così come una a ciascuno dei 16 canali
    • Rispettare la polifonia massima a 16 voci garantisce compatibilità con tutte le applicazioni e i dispositivi GM compatibili
  • Non esiste valore massimo, dipende dal modello
    • Esempi: Roland JV-1080 e Yamaha MU80 sono GM compatibili, ma supportano 64 voci di polifonia

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

numeri di nota e set di suoni percussivi batteria gm
Numeri di nota e set di suoni percussivi (batteria GM)

Convenzione sui numeri di nota: 60 corrisponde al Do centrale (261,6 Hz), 69 al La centrale (440 Hz)

Per i suoni percussivi, GM riserva il canale MIDI 10 e assegna 48 numeri di nota MIDI ad altrettanti timbri

I suoni di batteria GM non fanno parte dei 128 program definiti nel bank GM, ma sono un set aggiuntivo presente su tutti i moduli sonori GM compatibili

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

mappa della batteria gm 1 3
Mappa della batteria GM 1/3

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

mappa della batteria gm 2 3
Mappa della batteria GM 2/3

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

mappa della batteria gm 3 3
Mappa della batteria GM 3/3

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

messaggi midi supportati
Messaggi MIDI supportati
  • Per garantire la riproduzione corretta di un brano MIDI, ogni dispositivo GM deve essere in grado di rispondere ai seguenti messaggi MIDI
    • Control Change 1 (Modulation Wheel)
    • Control Change 7 (Channel Volume)
    • Control Change 10 (Pan)
    • Control Change 11 (Expression)
    • Control Change 64 (Sustain)
    • Control Change 121 (Reset All Controllers)
    • Control Change 123 (All Notes Off)

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

laboratorio 2
Dimostrazione dei timbri GM con Program Change su Canale 1

Modulazione tramite pitch dei timbri a suono non determinato

Esempio: telefono (125), applauso (127)

Significato dei pitch sul Canale 10

Potenzialità XG dello Yamaha MU-80

Laboratorio 2

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)7. Laboratorio 1

altre caratteristiche standardizzate
Altre caratteristiche standardizzate
  • Tutti i moduli GM devono rispondere alla velocity
  • L’intervallo della rotella di pitch bend di default è compreso nell’intervallo [-2..+2] semitoni
  • I moduli devono rispondere alla pressione del canale
  • Almeno un connettore MIDI In, un MIDI Out, un MIDI Thru
  • Accesso al controllo di volume master, 2 uscite audio (canale sx e dx) e un connettore per cuffie
  • All’accensione, tutti i livelli di volume del canale impostati a 99, controller ed effetti off, intonazione sul La a 440 Hz

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

ampliamento dello standard gm
Ampliamento dello standard GM
  • Osservazioni sul GM da parte di alcuni produttori: bank di timbri troppo limitato
  • Versioni custom del GM
    • Roland > GS Standard
    • Yamaha > XG Standard
  • Sono superinsiemi dello standard GM, quindi:
    • Compatibilità totale
    • Maggior numero di timbri
    • Maggior numero di controlli sui parametri dei suoni
  • Come vengono veicolati i messaggi non supportati dallo standard MIDI? Tramite messaggi SysEx

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

roland gs
Roland GS
  • Aggiunge suoni e controller supplementari
    • Ad esempio, rapporto di inviluppo di attacco e di rilascio per i sintetizzatori
  • Bank di suoni aggiuntivi, tra cui variazioni del GM e simulazione del modulo sonoro Roland MT-32
  • In ciascun bank, i suoni sono mappati come in GM: 128 timbri, però suddivisi in 8 famiglie
  • Se in un modulo GS giunge una richiesta per un bank di suoni o per un program che non esiste, il modulo lo riassegna automaticamente allo strumento principale della famiglia

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

esempi di aggiunte in roland gs
Esempi di aggiunte in Roland GS
  • 9 Drum kit aggiuntivi, accessibili da ogni canale tramite messaggi di Bank Select MSB [0] e LSB [32][1] Standard Kit, [9] Room Kit, [17] Power Kit, [25] Electronic Kit, [26] TR-808 Kit, [33] Jazz Kit, [41] Brush Kit, [49] Orchestra Kit, [57] Sound FX Kit, [128] CM-64/CM-32L
  • 14 note percussive aggiuntive[27] High Q, [28] Slap, [29] Scratch Push, [30] Scratch Pull, [31] Sticks, [32] Square Click, [33] Metronome Click, [34] Metronome Bell [35..81] valori predefiniti nel set di batteria GM[82] Shaker, [83] Jingle Bell, [84] Belltree, [85] Castanets, [86] Mute Surdo, [87] Open Surdo

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

yamaha xg
Yamaha XG
  • Aggiunge suoni e controller supplementari
    • Minimo 480 timbri a fronte dei 128 del GM
  • Bank di suoni aggiuntivi accessibili tramite messaggi di Bank Select MSB [0] e LSB [32]
  • Set di suoni predefinito in XG è diviso in 4 bank
    • Melody Voices
    • SFX Voices (set di effetti sonori)
    • SFX Kits (due set di effetti sonori aggiuntivi)
    • Rhythm Kits (selezione di 9 kit di batteria e percussioni)
  • Reinterpretazione dei numeri di control change già assegnati per ottenere maggior controllo sui timbri e maggior realismo
    • Esempio: parametro brightness (control change 74) e risposta alla velocity tramite uso di filtri

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

yamaha xg1
Yamaha XG
  • Effetti applicabili ai suoni MIDI, sulla voce, sul canale o sul mixaggio generale:
    • Riverbero con differenti tipi di ambiente
    • Chorus
    • Effetti di spazializzazione
    • Tremolo
  • Presenza di ingressi audio, che permettono di utilizzare il dispositivo anche come processore di effetti sonori esterni.
  • I dispositivi XG hanno mixer digitale integrato.

Programmazione MIDI (Prof. Luca A. Ludovico)11. General MIDI

esercizi sul general midi
Esercizi sul General MIDI
  • Domanda 1:Creare un messaggio di Program Change sul canale 2 per selezionare il timbro di xylofono (program 14 in GM)Soluzione: 1100nnnn 0ppppppp > 11000001 00001101
  • Domanda 2:A cosa corrisponde il seguente comando MIDI in ambito GM?10011001 00111100 01000000Soluzione: in ambito non GM si tratterebbe di un Note On sul canale 10, con Pitch 60 (Do centrale) e Velocity 64; ma in GM il canale 10 è riservato ai suoni percussivi, quindi si tratta di un suono di Bongo alto con altezza non determinata e Velocity 64.

Piè di pagina: spazio libero per eventuale nome struttura o altro