probiotici da rimedio popolare agli onori della scienza n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
PROBIOTICI DA RIMEDIO POPOLARE AGLI ONORI DELLA SCIENZA PowerPoint Presentation
Download Presentation
PROBIOTICI DA RIMEDIO POPOLARE AGLI ONORI DELLA SCIENZA

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 42

PROBIOTICI DA RIMEDIO POPOLARE AGLI ONORI DELLA SCIENZA - PowerPoint PPT Presentation


  • 235 Views
  • Uploaded on

PROBIOTICI DA RIMEDIO POPOLARE AGLI ONORI DELLA SCIENZA. Stefano Guandalini University of Chicago . Ippocrate, 460 AC. Tutte le malattie originano dall'intestino. I Batteri: una famiglia antichissima e numerosissima con oltre 50 (?) Phyla. Quasi tutti i microrganismi

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'PROBIOTICI DA RIMEDIO POPOLARE AGLI ONORI DELLA SCIENZA' - benito


Download Now An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
probiotici da rimedio popolare agli onori della scienza

PROBIOTICI DA RIMEDIO POPOLARE AGLI ONORI DELLA SCIENZA

Stefano Guandalini

University of Chicago

slide2

Ippocrate, 460 AC

Tutte le malattie originano dall'intestino

slide3

I Batteri: una famiglia antichissima e numerosissima

con oltre 50 (?) Phyla

Quasi tutti i microrganismi

abitanti nell’intestino umano

appartengono a questi

soli 2 Phyla

i buoni e i cattivi
I buoni e i cattivi

Microflora Intestinale Simbiotica

1014 microrganismi, >500 specie diverse, >1.000.000 di geni

J Nutr, 1998; 125: 1423

slide5

Lactobacillus acidophilus

Bifidobacterium longum

slide6

Un po’ di storia

  • I pastori bulgari ne fanno largo uso e vivono piú a lungo dei parigini “Lactobacillus Bulgaricus”  Premio Nobel 1908
la storia
Rettger e Chapolin, 1921 – Usano Lactobacillus acidophilus per trattare la stipsi

Vergin 1954 – Introduce il termine “Probiotics”

Fuller 1989 – Ridefinisce i probiotici “Live microbial feed supplement which beneficially affects the host animal by improving its microbial balance”

WHO 2001 – Definizione corrente: “"Live microorganisms which when administered in adequate amounts confer a health benefit on the host".”

La storia
lavori pubblicati su probiotics
Lavori pubblicati su “probiotics”

Medline (PubMed.org) Maggio 2012

slide9

Vanderpool C, Yan F and Polk DB Inflamm Bowel Dis 2008

Principali meccanismi d’azione dei probiotici

slide10

Principali microorganismi utilizzati come probiotici

Batteri .

Bifidobatteri

Bifidobacterium animalis

Bifidobacterium bifidum

Bifidobacterium breve

Bifidobacterium infantis

Bifidobacterium lactis

Bifidobacterium longum

Altri batteri

Bacillus cereus

Escherichia coli Nissle 1917

Streptococcus thermophilus

Batteri Lattici

Lactobacillus acidophilus

Lactobacillus bulgaricus

Lactobacillus brevis

Lactobacillus casei

Lactobacillus casei Shirota

Lactobacillus johnsonii

Lactobacillus plantarum

Lactobacillus rhamnosus GG

Lactobacillus reuteri

Lactobacillus salivarius

Lieviti .

Saccharomyces boulardii

principali campi di applicazione dei probiotici in pediatria
Principali campi di applicazione dei probiotici in pediatria

Infezioni comuni in bambini in “day care”

Infezioni nosocomiali

Allergie

Rinite Allergica e asma

Eczema

Malattie Gastrointestinali

Diarree

Enterocolite Necrotizzante (NEC)

Malattie Infiammatorie Croniche dell’Intestino (IBD)

Disturbi GI Funzionali (dolori addominali, stipsi, IBS)

effetto di l gg sugli episodi di infezioni comuni in 281 bambini in day care
Effetto di L-GG sugli episodi di infezioni comuni in 281 bambini in day care

Hojsak I et al., Clin Nutr 2010

slide14
Conclusioni dell’American Academy of Pediatrics(Clinical Report on Prebiotics and Probiotics in Pediatrics – Pediatrics 2010)

“Results of published randomized controlled trials (RCTs) have indicated that there is modest benefit of giving probiotics in preventing acute upper respiratory and gastrointestinal tract infections in healthy infants and children”

  • Probiotici utilizzati: Lactobacillus GG
    • Bifidobacterium lactis
    • L. Reuteri
    • L. Casei
    • B. Bifidum + S. Thermophilus
    • L.rhamnosus, L.rhamnosus “T cell-1”
infezioni nosocomiali lactobacillus gg in 742 bambini ospedalizzati uno studio multicentrico
Infezioni nosocomiali: Lactobacillus GG in 742 bambini ospedalizzati – uno studio multicentrico

Hosjk I et al, Pediatrics 2010

principali campi di applicazione dei probiotici
Principali campi di applicazione dei probiotici

Infezioni comuni in bambini in “day care”

Infezioni nosocomiali

Allergie

Rinite Allergica e asma

Eczema

Malattie Gastrointestinali

Diarree

Enterocolite Necrotizzante (NEC)

Malattie Infiammatorie Croniche dell’Intestino (IBD)

Disturbi GI Funzionali (dolori addominali, stipsi, IBS)

  • Riduzione di:
    • Gravita’ dei sintomi
    • Ricorrenza degli episodi
    • Ricorso a farmaci
    • per la rinite ma non per l’ asma.

Variabilitá di efficacia tra diversi ceppi; dati molto incoraggianti per il L. GG,

meno per altri ceppi. Dati ancora insufficienti per raccomandazioni

slide19

La piú recente meta-analisi della Cochrane Library

Pazienti:

3.432 partecipanti di etá fino a 18 anni in 16 studi

Uso di Antibiotici:

In tutti i trials dati per 5 a 15 giorni per via orale

Probiotici utilizzati:

Lactobacilli spp. (2-10; per L-GG 20-40 miliardi CFU/d);

Bifidobacterium spp. (825 milioni-3 miliardi CFU/d);

Streptococcus spp (825 milioni CFU/d.); o

Saccharomyces boulardii (4.5-10 miliardi CFU/d).

Risultati:

AAD nel gruppo probiotici: 9% AAD nel gruppo controllo: 18% (RR 0.52; 95% CI 0.38 - 0.72)

Johnston BC et al., The Cochrane Library 2011

slide20

Conclusioni dell’American Academy of Pediatrics(Clinical Report on Prebiotics and Probiotics in Pediatrics – Pediatrics 2010)

“Thus, probiotics can be used to reduce the incidence

of antibiotic-associated diarrhea.”

slide21

Trattamento della diarrea acuta

Pubblicati oltre 100 RCT

effetto dei probiotici sulla durata della diarrea
Effetto dei Probiotici sulla durata della diarrea

Allen SJ, The Cochrane Library 2010

slide23

Probiotici per la Diarrea Acuta Notevole costanza dei risultati nel tempo

Guandalini et al, JPGN 2000

(n=287) -> Riduzione di 22 ore

Grandy et al. BMC Infectious

Diseases 2010 (n=76)

-> Riduzione di 24 ore

conclusioni aap clinical report on prebiotics and probiotics in pediatrics pediatrics 2010
Conclusioni AAP (Clinical Report on Prebiotics and Probiotics in Pediatrics – Pediatrics 2010)

“ Thus, there is evidence to support the use of probiotics,

specifically LGG, early in the course of acute infectious

diarrhea to reduce the duration by 1 day”

principali campi di applicazione dei probiotici1
Principali campi di applicazione dei probiotici

Infezioni comuni in bambini in “day care”

Allergie

Rinite Allergica e asma

Eczema

Malattie Gastrointestinali

Diarree

Enterocolite Necrotizzante (NEC)

Malattie Infiammatorie Croniche dell’Intestino (IBD)

Disturbi GI Funzionali (dolori addominali, stipsi, IBS)

slide26

La piú recente meta-analisi

  • 16 trials clinici con un totale di 2842 neonati
  • Probiotici per via enterale hanno ridotto significativamente l’ incidenza di:
    • NEC di grado grave (stadio II o piú) (RR 0.35, 95% CI 0.24-0.52)
    • Mortalitá (RR 0.40, 95% CI 0.27-0.60).
principali campi di applicazione dei probiotici2
Principali campi di applicazione dei probiotici

Infezioni comuni in bambini in “day care”

Allergie

Rinite Allergica e asma

Eczema

Malattie Gastrointestinali

Diarree

Enterocolite Necrotizzante (NEC)

Malattie Infiammatorie Croniche dell’Intestino (IBD)

Disturbi GI Funzionali (dolori addominali, stipsi, IBS)

servono i probiotici nelle ibd del bambino
Servono i probiotici nelle IBD del bambino?

Morbo di Crohn

Nessuna evidenza di efficacia per alcun probiotico

Colite Ulcerativa

VSL#3 per os efficace nell’indurre e nel mantenere remissione (*)

Lactobacillus reuteri ATCC 55730 (clismi) efficace nella localizzazione rettale (**)

(*) Miele E et al., Am J Gastroenterol 2009; (**) Oliva S et al., Aliment Pharmacol Ther 2012

principali campi di applicazione dei probiotici3
Principali campi di applicazione dei probiotici

Infezioni comuni in bambini in “day care”

Allergie

Rinite Allergica e asma

Eczema

Malattie Gastrointestinali

Diarree

Enterocolite Necrotizzante (NEC)

Malattie Infiammatorie Croniche dell’Intestino (IBD)

Disturbi GI Funzionali (dolori addominali, IBS)

slide31

Lactobacillus GG nei dolori addominali ricorrenti funzionali: meta-analisi dei 2 lavori

Horvath et al., Aliment Pharmacol Ther 2011

slide32

Frequenza dei dolori

Horvath A. et al., Aliment Pharmacol Ther 2011

slide33

Intensitá dei dolori

Horvath A. et al., Aliment Pharmacol Ther 2011

valutazione globale soggettiva di miglioramento
Valutazione globale soggettiva di miglioramento

P<0.05

P<0.001

P<0.05

Baseline

Guandalini et al., 2010

dolore addominale
Dolore addominale

P=NS

P<0.001

P<0.05

Guandalini et al., 2010

distensione addominale
Distensione addominale

P<0.05

P<0.001

P<0.05

Guandalini et al., 2010

valutazione globale della famiglia
Valutazione globale della famiglia

P=NS

P<0.001

P<0.01

Guandalini et al., 2010

slide40

Indicazioni basate sull’evidenza per l’uso di probiotici nella pratica clinica in gastroenterologia

World Gastroenterology Organization Global Guidelines for Probiotics and Prebiotics - Ottobre 2011

http://www.worldgastroenterology.org/probiotics-prebiotics.html

e Guandalini J Clin Gastroenterol 2011

conclusioni
Conclusioni
  • Specifiche e ben selezionate preparazioni di probiotici possono essere utili in una serie di circostanze
  • L’effetto tuttavia è in genere di modesta entitá
  • Per il futuro occorre meglio definire:
    • Selezione di ceppi adeguati
    • Dosaggi ottimali
    • Meccanismi d’ azione
    • Sicurezza
    • Efficacia e tollerabilitá a lungo termine
slide42

Grazie e…

Arrivederci

a Chicago!