slide1 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
PISL, AVVIATA LA SECONDA FASE PowerPoint Presentation
Download Presentation
PISL, AVVIATA LA SECONDA FASE

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 22

PISL, AVVIATA LA SECONDA FASE - PowerPoint PPT Presentation


  • 161 Views
  • Uploaded on

PISL, AVVIATA LA SECONDA FASE. L’ASSESSORE MANCINI PRESENTA GLI AIUTI ALLE IMPRESE DEI PISL “SISTEMI TURISTICI LOCALI”. (Linee di intervento 5.3.2.2 e 5.3.2.3 POR FESR 2007-2013) . Pisl “Antica Temesa ” . Comuni Aiello Calabro; Amantea (Capofila) ; Belmonte Calabro; Lago;

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'PISL, AVVIATA LA SECONDA FASE' - artan


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
pisl avviata la seconda fase

PISL, AVVIATA LA SECONDA FASE

L’ASSESSORE MANCINI

PRESENTA GLI AIUTI ALLE IMPRESE DEI PISL

“SISTEMI TURISTICI LOCALI”

(Linee di intervento 5.3.2.2 e 5.3.2.3 POR FESR 2007-2013)

pisl antica temesa
Pisl“Antica Temesa”

Comuni

Aiello Calabro;

Amantea(Capofila);

Belmonte Calabro;

Lago;

Serra d'Aiello.

gli importi
GLI IMPORTI

Gli stanziamenti previsti per i primi due bandi,

relativi ai Pisl“Sistemi turistici locali/Destinazioni turistiche locali”,

ammontano a 51.569.848,02 euro

provenienti dall’Asse V del Por Calabria FESR 2007-2013

di cui:

  • 41 milioni 61 mila euro

Linea di intervento 5.3.2.3

  • 10 milioni 508 mila euro

Linea di intervento 5.3.2.2

le risorse disponibili pisl antica temesa
LE RISORSE DISPONIBILIPisl “Antica Temesa”

Per l’area del Pisl“Antica Temesa” le risorse disponibili

per entrambi i bandi ammontano complessivamente

  • A 2.600.000 euro di cui:
  • - 2.000.000 euro per la linea 5.3.2.3 - “Azioni per la qualificazione, il potenziamento e l’innovazione dei sistemi di ospitalità delle Destinazioni Turistiche Regionali”;

-600.000 euro per la linea 5.3.2.2 - “Azioni per il potenziamento delle Reti di Servizi per la promozione e l’erogazione dei Prodotti/Servizi delle Destinazioni Turistiche Regionali”.

lo strumento di incentivazione l i 5 3 2 2 e l i 5 3 2 3
LO STRUMENTO DI INCENTIVAZIONEL.I. 5.3.2.2 e L.I. 5.3.2.3

Pacchetti Integrati di Agevolazione (PIA)

che consentono la richiesta di contributi attraverso la presentazione delle seguenti tipologie di Piani di sviluppo aziendale:

  • Piani di investimenti produttivi
  • Piani di servizi reali
  • Piani di formazione
slide7

AVVISO PUBBLICO L.I. 5.3.2.3“Azioni per la qualificazione, il potenziamento e l’innovazione dei sistemi di ospitalità delle Destinazioni Turistiche Regionali”

avviso pubblico l i 5 3 2 3 beneficiari
AVVISO PUBBLICO L.I. 5.3.2.3BENEFICIARI

PICCOLE E MEDIE IMPRESE

  • costituite in forma individuale, societaria, cooperativa o in forma consortile
  • che svolgono “Attività ricettiva alberghiera” limitatamente ai codici ISTAT ATECO 2007 “Alberghi” 55.10.00 e “Villaggi Turistici” e 55.20.10.
avviso pubblico l i 5 3 2 3 beneficiari1
AVVISO PUBBLICO L.I. 5.3.2.3BENEFICIARI

PICCOLE E MEDIE IMPRESE (PMI)

con sede operativa in tutti i comuni ricadenti nelle aree dei PiSL STL

finanziati con la delibera 466 del 19 ottobre 2012

(approvazione delle graduatorie dei Progetti integrati di sviluppo locale)

avviso pubblico l i 5 3 2 3 forma e intensit dell aiuto
AVVISO PUBBLICO L.I. 5.3.2.3FORMA E INTENSITÀ DELL’AIUTO

E’ possibile richiedere agevolazioni ai sensi di:

  • Regolamento (CE) n. 800/2008
  • Regolamento (CE) n. 1407/2013 del 18 dicembre 2013 “de minimis”
avviso pubblico l i 5 3 2 3 forma e intensit dell aiuto piano investimenti produttivi
AVVISO PUBBLICO L.I. 5.3.2.3FORMA E INTENSITÀ DELL’AIUTO PIANO INVESTIMENTI PRODUTTIVI

Per i PIANI DEGLI INVESTIMENTI PRODUTTIVI le agevolazioni concedibili sono:

Regolamento (CE) n. 800/2008

  • Piccole Imprese: contributo in conto capitale max 50%
  • Medie Imprese: contributo in conto capitale max 40%

Regolamento (CE) n. 1407/2013 del 18 dicembre 2013

(de minimis)

  • Importo massimo di 200.000,00 euro e, comunque, nella misura massima del 60% dell’investimento agevolabile.
avviso pubblico l i 5 3 2 3 forma e intensit dell aiuto piano dei servizi reali
AVVISO PUBBLICO L.I. 5.3.2.3FORMA E INTENSITÀ DELL’AIUTO PIANO DEI SERVIZI REALI

Per tale piano le agevolazioni concedibili sono contributo in conto capitale max del 50% per Piccole e Medie Imprese, per entrambi i Regolamenti previsti.

avviso pubblico l i 5 3 2 3 interventi finanziabi li
AVVISO PUBBLICO L.I. 5.3.2.3INTERVENTI FINANZIABILI

Sono finanziabili la qualificazione, il potenziamento e l’innovazione dei sistemi di ospitalità attraverso interventi per:

  • migliorare le funzionalità e la qualità dei servizi delle strutture ricettive esistenti (anche attraverso la realizzazione di impianti e servizi connessi)
  • realizzare nuova ricettività di alta qualità attraverso la valorizzazione del patrimonio storico e architettonico di eccellenza già esistente, sia pubblico che privato
avviso pubblico l i 5 3 2 3 interventi finanziabi li1
AVVISO PUBBLICO L.I. 5.3.2.3INTERVENTI FINANZIABILI
  • diffondereformediospitalitàchevalorizzanoilpatrimonioedilizioesistenteneicentristorici, borghirurali e costieri, per realizzare:
  • “alberghidiffusi”
  • rete di prima “ospitalità diffusa”
  • realizzare interventi per l’adeguamento, il potenziamento o la realizzazione delle infrastrutture e dei servizi complementari agli esercizi ricettivi (impianti sportivi, centri benessere, etc.)
slide15

AVVISO PUBBLICO L.I. 5.3.2.2

“Azioni per il potenziamento delle

Reti di Servizi per la promozione e l’erogazione dei Prodotti/Servizi delle Destinazioni Turistiche Regionali”

avviso pubblico l i 5 3 2 2 beneficiari
AVVISO PUBBLICO L.I. 5.3.2.2BENEFICIARI

PICCOLE E MEDIE IMPRESE

  • costituite in forma individuale, societaria, cooperativa o in forma consortile
  • operanti nei settori individuati all’art. 3 dell’Avviso Pubblico
avviso pubblico l i 5 3 2 2 interventi finanziabi li
AVVISO PUBBLICO L.I. 5.3.2.2INTERVENTI FINANZIABILI
  • Interventi realizzati da imprese che operano nel comparto del turismoper laprogettazione e la realizzazione di nuovi prodotti/servizi turistici basati prioritariamentesugli itinerari tematici (naturalistici, culturali, enogastronomici)
  • Interventi che prevedono la nascita e il potenziamento di imprese in grado di erogare le seguenti tipologie di servizi turistici per:

a) organizzazione di eventi e iniziative ambientali, musicali, teatrali e artistiche

b) fruizione del patrimonio ambientale, architettonico e culturale

c) promozione e gestione di specifici Prodotti/Pacchetti turistici

d) servizi alle imprese turistiche (innovazione tecnologica processi back office e front office, gestione comune acquisti, promozione e prenotazione, etc.)

avviso pubblico l i 5 3 2 2 forma e intensit dell aiuto
AVVISO PUBBLICO L.I. 5.3.2.2FORMA E INTENSITÀ DELL’AIUTO

E’ possibile richiedere agevolazioni ai sensi di:

  • Regolamento (CE) n. 800/2008
  • Regolamento (CE) n. 1407/2013 del 18 dicembre 2013 “de minimis”
avviso pubblico l i 5 3 2 2 forma e intensit dell aiuto piano investimenti produttivi
AVVISO PUBBLICO L.I. 5.3.2.2FORMA E INTENSITÀ DELL’AIUTO PIANO INVESTIMENTI PRODUTTIVI

Per i PIANI DEGLI INVESTIMENTI PRODUTTIVI le agevolazioni concedibili sono:

Regolamento (CE) n. 800/2008,

  • Piccole Imprese: contributo in conto capitale max 50%
  • Medie Imprese: contributo in conto capitale max 40%

Regolamento (CE) n. 1407/2013 del 18 dicembre 2013

(de minimis)

  • Importo massimo di 200.000,00 euro
avviso pubblico l i 5 3 2 2 forma e intensit dell aiuto piani dei servizi reali
AVVISO PUBBLICO L.I. 5.3.2.2FORMA E INTENSITÀ DELL’AIUTO PIANI DEI SERVIZI REALI

Per tale piano le agevolazioni concedibili sono contributo in conto capitale max del 50% per Piccole e Medie Imprese, per entrambi i Regolamenti previsti.

presentazione delle domande di agevolazione
PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI AGEVOLAZIONE
  • Il Modulo di Domanda, il Piano di Sviluppo Aziendale, con Piani di Sviluppo Specifici, e la Documentazione a corredo della Domanda di Agevolazione devono essere compilati in ogni loro parte ed accompagnati dalla documentazione e dagli allegati previsti, a pena di invalidità.
  • La Domanda di Agevolazione dovrà essere acquisita entro le ore 14,00 del 60°giorno successivo dalla data di pubblicazione sul BURC, cioè entro il 25 marzo 2014, presso l’Ufficio Protocollo della Regione Calabria – Dipartimento 12 – Turismo, Beni culturali, Sport e Spettacolo, Politiche giovanili, Via San Nicola, 88100 Catanzaro. La domanda potrà pervenire entro lo stesso termine a mezzo del servizio postale mediante raccomandata AR. Non farà fede il timbro postale di spedizione.
tempi per la valutazione
TEMPI PER LA VALUTAZIONE

L’Amministrazione regionale approva e pubblica nel Bollettino Ufficiale, entro 90 giorni dal termine di chiusura del bando, e comunque entro e non oltre il 30 giugno 2014, le graduatorie dei Piani di Sviluppo Aziendali ammessi alle agevolazioni e l’elenco delle domande non ammesse, con l’indicazione delle cause di esclusione.