slide1 n.
Download
Skip this Video
Download Presentation
Sistemi innovativi in zootecnia Supporti avanzati per la gestione dell’allevamento (corso SUPAG)

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 35

Sistemi innovativi in zootecnia Supporti avanzati per la gestione dell’allevamento (corso SUPAG) - PowerPoint PPT Presentation


  • 148 Views
  • Uploaded on

CORSO LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE DELLA PRODUZIONE ANIMALE. Sistemi innovativi in zootecnia Supporti avanzati per la gestione dell’allevamento (corso SUPAG). Massimo Lazzari Dipartimento di Scienze e tecnologie Veterinarie per la Sicurezza Alimentare Università degli Studi di Milano.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Sistemi innovativi in zootecnia Supporti avanzati per la gestione dell’allevamento (corso SUPAG)' - amil


Download Now An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

CORSO LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE DELLA PRODUZIONE ANIMALE

Sistemi innovativi in zootecnia

Supporti avanzati per la gestione dell’allevamento

(corso SUPAG)

Massimo Lazzari

Dipartimento di Scienze e tecnologie Veterinarie per la Sicurezza Alimentare

Università degli Studi di Milano

slide2

CORSO LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE DELLA PRODUZIONE ANIMALE

Lezione introduttiva su GPS

Massimo Lazzari

Dipartimento di Scienze e tecnologie Veterinarie per la Sicurezza Alimentare

Università degli Studi di Milano

slide4

IL SEGMENTO SPAZIALE

24 Satelliti (29)

  • 6 piani orbitali
  • elevazione 20200 km
  • 1 rivoluzione in ~12 ore
  • 5 ore al di sopra dell’orizzonte
  • Orbite alte per:

Sicurezza

Copied from “GPS Navstar User’s Overview” prepared by GPS Joint Program Office, 1984

Copertura

Precisione

slide5

Riceve informazioni

IL SEGMENTO DI CONTROLLO

Trasmette informazioni

slide7

PERCHE’ USIAMO I SATELLITI?

  • Linea di vista
  • Condizioni di luce
  • Nessuna interferenza
  • meteorologica

Satellite Ranging

slide8

I SEGNALI GPS

In realtà oltre a questi esistono anche i codici Y (criptato dai militari) e D (navigazione), altre 2 frequenze a 1783,74 MHz e 2227,5 MHz e una detta L3 a 1381,05 MHz (per il rilievo delle esplosioni nucleari)

slide11

COME FUNZIONA?

1 satellite

2 satelliti

Triangolazione

possibile:

conoscenza della

posizione

Minimo

3 satelliti

I ricevitori gps hanno

più di 3 canali

slide12

COME FUNZIONA?

I ricevitori gps hanno

più di 3 canali

misura di fase
Misura di fase

d = v * ∆t

ricevitori che eseguono misure con impiego integrato di pseudoranges e fase portante

Ulteriori tecnologie

Ricevitori che eseguono misure con impiego integrato di pseudoranges e fase portante

Utilizzo filtri Kalman

HANNO RAPPORTO PRESTAZIONI/PREZZO MOLTO INTERESSANTE

slide17

ERRORE

ASSOLUTO

GLI ERRORI DEL GPS

PUNTO STIMATO DAL GPS

PUNTO REALE

errori
Errori
  • Imprecisione efemeridi fino a 2 m
  • Ritardo ionosferico fino a 4 m
  • Ritardo troposferico fino a 0.7 m
  • Precisione orologi fino a 2 m
  • Riflessione (edifici, montagne, ecc.) fino a 1.4 m
  • Tipo ricevitore fino a 0.5 m
slide19

Ionosfera

Troposfera

RITARDO IONOSFERICO E TROPOSFERICO

slide20

LE OSTRUZIONI

Multipath

slide21

IL MULTIPATH

Review Questions

slide22

DR1

DR2

DM1

DM2

T1

DM1

DR1

=

T2

DM2

DR2

=

LA CORREZIONE DIFFERENZIALE

Coordinate note = errori noti

  • RIFERIMENTO NOTO
  • CALCOLO DELL’ERRORE
  • UNIONE DATI DEI DUE RICEVITORI
slide23

T2

LA CORREZIONE IN REAL-TIME

T1

Coordinate note = errori noti

  • MAGGIOR COMPLESSITA’ DEL SISTEMA
  • NECESSITA’ DI TRASMETTERE IN TEMPO REALE LA TRASMISSIONE
  • PROTOCOLLO DI TRASMISSIONE: RTCM 104
  • NORMALMENTE RISULTATI MENO PRECISI RISPETTO AL POST-PROCESSING
slide25

VIA RADIO DA STAZIONE DI TERRA

  • RADIO-MODEM
  • RICEVITORE PREDISPOSTO
  • CANONE ANNUO
slide26

VIA GSM DA STAZIONE DI TERRA

  • GSM-MODEM
  • RICEVITORE PREDISPOSTO
  • TARIFFA TELEFONICA
slide27

VIA SATELLITE PRIVATO

(OMNISTAR)

SATELLITE PRIVATO

  • RICEVITORE PREDISPOSTO
  • CANONE ANNUO
slide28

SISTEMA WASS-EGNOS

VIA SATELLITE

PUBBLICO

SATELLITE PUBBLICO

  • RICEVITORE PREDISPOSTO
  • COMPLETAMENTE GRATUITO
slide31

Prova statica ricevitore

  • Accuratezza = 0,51 m
  • Errore medio = 0,24 m
  • CEP = 0,19 m
  • 95% = 0,50
gps criteri di scelta

ACCURATEZZA

Alta

Bassa

Media

Media

Alta

Bassa

PRECISIONE

GPS : CRITERI DI SCELTA

Identificazione luoghi lavoro o posizione animali

Rilievo tracciati

lavori

Applicazioni logistiche

Mappature

Automazione distribuzione sito-specifica fattori

Navigazione flotta

Sistemazione

terreni

Guida

assistita

Trapianto

Guida

automatica