slide1 n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Biblioteche come conversazioni... …Web come (biblio) teca PowerPoint Presentation
Download Presentation
Biblioteche come conversazioni... …Web come (biblio) teca

play fullscreen
1 / 51
Download Presentation

Biblioteche come conversazioni... …Web come (biblio) teca - PowerPoint PPT Presentation

alodie
186 Views
Download Presentation

Biblioteche come conversazioni... …Web come (biblio) teca

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Biblioteche come conversazioni... …Web come (biblio) teca aderobbio@unisa.it Giugno 2008

  2. …di cosa stiamo parlando…

  3. WEB 1.0 Accettazione “ passiva “ di quello che la rete offriva. Certi aspetti della biblioteca “ tradizionale “

  4. WEB 2.0 Creazione di un “ rumore “ di fondo: Partecipazione attiva. Library 2.0

  5. WEB 3.0 Personalizzazione “accentuata” dei contenuti (già Web 2.0) ed interazione completa. LibraryWeb??????

  6. Sommario BIBLIOTECA COME CONVERSAZIONE WEB COME (BIBLIO) TECA RSS feed TicTocs FACEBOOK iGOOGLE Esci

  7. Biblioteca come conversazione “Nelle biblioteche tradizionali, le “biblioteche fisiche“, la conversazione si concretizza nei cicli di conferenze pubbliche, nei gruppi di lettura, nei processi di sviluppo delle collezioni “ (Lankes 2007) , nei rapporti utente-bibliotecario (reference, servizi). Esci

  8. Il catalogo è, nella migliore delle ipotesi, una conversazione monodirezionale. Una via verso un progresso nella conversazione : il web 2.0

  9. Wiki, blog, RSS, TOC, social networking…e sistemi interattivi possono estendere ai sistemi fondamentali della biblioteca l’ideale del modello partecipativo. E permettere di andare oltre, creando un ambiente nel quale si possa passare dalla biblioteca come conversazione…al web come (biblio) teca. Esci

  10. E’ possibile, cioè, crearsi un ambiente virtuale dove, con un numero davvero esiguo di click, si possa “conversare” (con l’utenza, con i gruppi, con gli amici, con chi ci piace) e conservare, in una TECA, in un proprio spazio, quello che si ritiene possa servire giorno per giorno….

  11. …ai fini della “creazione e disseminazione della conoscenza” e per i propri interessi. Per mezzo della biblioteca come conversazione, quindi, si è giunti già alla biblioteca come partecipazione. http://www.public.iastate.edu/~gerrymck/FacebookInTheCrowd.ppt (cosa è Facebook & similia…partendo dal film di Elia Kazan) http://www.aib.it/aib/cg/gbdigd07.htm3 (Le reti partecipative, la biblioteca come conversazione .R. David Lankes) Esci

  12. BIBLIOTECHE COME CONVERSAZIONE: http://www.facebook.com/home.php WEB COME CONSERVAZIONE (Biblio-teca) http://www.google.it/ig?hl=it Esci

  13. RSS feeds Esci

  14. Tra le tante definizioni di RSS, la migliore mi sembra: “ La seconda forma Rich Site Summary è quella che maggiormente aiuta a capire cosa sia RSS, ossia un sommario, un indice particolarmente ricco delle informazioni presenti su un dato sito web “. (De Robbio) Esci

  15. http://eprints.rclis.org/archive/00005872/02/stelline2006.pdfhttp://eprints.rclis.org/archive/00005872/02/stelline2006.pdf (Antonella De Robbio su RSS feed 2006) • Sintesi di un sito • Divisione per argomenti • Fruizione immediata Esci

  16. Cosa serve: • un RSS Reader (scaricabile freeware anche su http://www.uniciber.it/index.php?id=169 ) • le pagine RSS sui siti da noi visitati Esci

  17. Esempio NATURE BIOTECHNOLOGY http://www.nature.com/nbt/index.html ricerca del simbolo oppure copia ed incolla la url rss nel reader http://www.nature.com/nbt/current_issue/rss/index.html Esci

  18. Cliccando su aggiorna si avranno, in tempo reale, le news su tutto ciò possa interessarci. Ciò può esser fatto anche attraverso iGoogle, che offre Google Reader. Esci

  19. Esci

  20. TicTocs Per avere l’ultimo SOMMARIO delle riviste che ci interessano. http://www.tictocs.ac.uk/index.php Esci

  21. Ricerca • per TITOLO • per PUBLISHER • my TOCs • esportare come file OPML nel tuo lettore di feed preferito . Esci

  22. “ TicTOCS Project è un progetto pilota finanziato da JISC all’interno del programma JISC Users and Innovations Programme. Lo scopo di questo servizio è quello di fornire a tutti i ricercatori la possibilità di consultare gli indici delle riviste [Table of Contents (TOCs) ] accademico-scientifiche di proprio interesse in un ambiente personalizzato sul web, selezionando le testate di proprio interesse con una spunta (in inglese tick).

  23. E’ un servizio gratuito. Attualmente il servizio dispone degli indici di 7,733 riviste scientifiche pubblicate da 72 editori. Tra questi editori vi sono Elsevier, Blackwell, Springer, Biomedcentral,ecc. Se scorrete la lista “browse by publisher”, potrete vedere gli editori inclusi. (P. Gargiulo 2008) https://cab.unime.it/cibernewsletter/ http://www.ringgold.com/UKSG/si_pd.cfm?AC=1590&Pid=10&Zid=3778&issueno=170

  24. Per saperne di più: http://www.sspnet.org/documents/255_Shaw.ppt http://www.rss4lib.com/ http://www.jisc.ac.uk/whatwedo/programmes/programme_users_and_innovation/tictocs.aspx Esci

  25. Social Networking – Reti Partecipative - Facebook “ La frase “ reti partecipative “ rappresenta sistemi di scambio ed integrazione ed è stata a lungo usata nelle discussioni politiche, di arte e di governo per descrivere le comunità on line che si scambiano ed integrano informazioni. ( Lankes 2007) La biblioteca come conversazione partecipativa Esci

  26. Conversazione partecipativa e conservazione: I futuri depositi istituzionali (ove riporre mappe, trascrizioni, file ed altro) sono, per adesso, riproducibili tramite il social networking. Questo modo di “conservare” io lo chiamo TECA. In Facebook (e in iGoogle, per esempio) posso riporre il mio lavoro & il mio svago…il tutto con un paio di click! http://www.aib.it/aib/cg/gbdigd07.htm3 Esci

  27. Facebook • http://it.facebook.com/ • creazione account & profilo • opzioni varie – personalizzazione • “ ricerca “ di amici (Paola sicuramente!!!) • icone alla sinistra dello schermo • search (gruppi, interessi, library) Esci

  28. JSTOR search • Mini Library • RSS feed reader • …………. • …………. • Beatles Esci

  29. Le mie pagine (CIBER ) Amici in altre reti ( ITALY ) Reti di cui fai parte ………….. ………….. ………….. Foto, slide & facezie…. (Gouaches ) Esci

  30. La funzione di conversazione & conservazione dei materiali…ma anche delle idee & degli interessi di ognuno, sia in biblioteca che fuori, la svolgono I GRUPPI I miei gruppi Esci

  31. Per avvicinarsi ai gruppi: • il search • gli amici • il passaparola • il “gioco” • gli interessi • il menù a sinistra dello schermo Esci

  32. Gli Eventi …. http://www.facebook.com/event.php?eid=10572692238 Esci

  33. CATALOGO & CATALOGHI Per poter avere il proprio catalogo, o, per meglio dire, una finestrina del proprio catalogo su Facebook, bisogna sviluppare un programmino chiamato widget (crasi di window and gadget). (Paola, mail 28.5.08) Esci

  34. Per quanto attiene gli altri cataloghi, buon esito può dare il search box. Molte volte, scaricando un’applicazione ( ) si accede al catalogo. Search box: library catalog Esci

  35. STATISTICHE http://www.facebook.com/press/info.php?statistics Dai numeri sembra che il successo delle Reti Partecipative sia notevole. General GrowthMore than 70 million active users Facebook is the 6th most-trafficked website in the world. Facebook is the 2nd most-trafficked social media site in the world

  36. Esci

  37. iGoogle iGoogle permette la personalizzazione non solo della forma ma, in special modo, dei contenuti. “ Contiene “ ed aggrega ogni momento del nostro lavoro ( & del nostro svago) . Con i gadget è possibile conservare file esistenti & crearne di nuovi (Google Docs). Esci

  38. http://www.google.it/ • a destra in alto iGoogle • crea la tua home page • aggiungi elementi (gadget) Esci

  39. Mettendo nel search box – GOOGLE : • Google Docs Permette di importare i propri file, editarli, crearne di nuovi, senza più passare per le proprie cartelle. Esci

  40. Carica • Sfoglia • Edita (se è il caso) • Ritorna a doc • Aggiornando la pagina iGoogle avrò il mio documento pronto. CONSERVATO. Esci

  41. Google Reader Lettore di RSS feed, direttamente “dentro” iGoogle. Permette di ricevere le news dei periodici, dei quotidiani e di qualsiasi cosa ci interessi. Esci

  42. Copia la url del feed che interessa • Incolla in “ Aggiungi iscrizione “ • Aggiorna • Gestisci iscrizioni Naturalmente si può usare il lettore RSS che più ci piace. Il vantaggio qui è legato al fatto che al tutto si accede con un solo click. Esci

  43. E’ possibile importare gli RSS anche direttamente sulla pagina da noi creata in iGoogle. Basta cercare il gadget e chiedere che ci venga aggiunto sull’ home page, invece che nel lettore RSS. ( Es. ANSA, Libri ecc.) Esci

  44. Ed inoltre: • Google Scholar • Wikipedia • Babylon • Quotidiani • Televideo RAI • Google link Esci

  45. Google directory search Gmail Live Television ……………. ……………. …………… ed anche Facebook!!!! Esci

  46. Esci

  47. …qualche scenario… Esci

  48. Verso una Biblioteconomia 2.0? http://www.aib.it/aib/boll/2007/0704433.htm (Solimine 2007) http://www.educ.di.unito.it/~callasia/Vivarelli.pdf http://www.burioni.it/seminario_stelline07/presentazioni_seminario/Biancu_web20_library20.ppt Esci

  49. Bibliografia & web • http://bonariabiancu.wordpress.com/2007/05/20/finalmente-library-20/ • http://www.aib.it/aib/boll/2007/0704433.htm • http://biblioteca20.ning.com/ • http://onlinesocialnetworks.blogspot.com/ • http://iis.syr.edu/ • http://www.facebook.com/group.php?gid=6164555988