mestre emergenza allagamenti n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
MESTRE – EMERGENZA ALLAGAMENTI PowerPoint Presentation
Download Presentation
MESTRE – EMERGENZA ALLAGAMENTI

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 26

MESTRE – EMERGENZA ALLAGAMENTI - PowerPoint PPT Presentation


  • 143 Views
  • Uploaded on

MESTRE – EMERGENZA ALLAGAMENTI. PROBLEMI E PROPOSTE DI RISOLUZIONE. MESTRE – EMERGENZA ALLAGAMENTI. PREMESSA IMPORTANTE.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'MESTRE – EMERGENZA ALLAGAMENTI' - alissa


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
mestre emergenza allagamenti
MESTRE – EMERGENZA ALLAGAMENTI
  • PROBLEMI E PROPOSTE DI RISOLUZIONE
premessa importante
PREMESSA IMPORTANTE
  • DA SEGNALARE COME IL TERRITORIO DI MESTRE, DIFFICILISSIMO IN MATERIA DI SGRONDO ACQUE, PRESENTI IL NOTEVOLE VANTAGGIO DI ESSERE DOTATO DI UNA EFFICIENTE RETE DI CANALI DI VARIO GENERE (BONIFICA, FIUMI, RII, SCOLI, CANALI DI ACQUA SALATA ECC.)
  • NOTARE NELLA SEGUENTE PLANIMETRIA IL GRANDE NUMERO DI CORSI D’ACQUA PRESENTI E DISSEMINATI IN LUNGO ED IN LARGO IN TUTTO IL TERRITORIO MESTRINO
planimetria generale
PLANIMETRIA GENERALE

IN COLORE BLU I CANALI DI BONIFICA ED I RII DI ACQUE PUBBLICHE

situazione reale
SITUAZIONE REALE

A LAVORI DI PROGETTO 2011 COMPLETATI, MESTRE POTRA’ CONTARE SU UN SISTEMA DI BONIFICA DI PRIM’ORDINE, ATTO A FRONTEGGIARE NEL MIGLIORE DEI MODI GLI EVENTI METEREOLOGICI INTENSI.

BISOGNA PERO’ TENER PRESENTE CHE NESSUNA ABITAZIONE, NESSUNA

STRADA O PIAZZALE DI MESTRE SCARICA LE SUE ACQUE DIRETTAMENTE NEI CANALI DI BONIFICA, TUTTE LE IMMETTONO INVECE NELLA RETE DI FOGNATURA LA QUALE, ESSENDO AFFETTA DA GRAVI ANOMALIE, COMPORTA IL PERSISTERE DI ALLAGAMENTI SEMPRE PIU’ FREQUENTI DOVUTI ALLA PROGRESSIVA CEMENTIFICAZIONE DEL TERRITORIO.

SI DIMOSTRA COME I PROBLEMI NON POSSANO ESSERE RISOLTI SENZA UNA VERA RIVOLUZIONE DEL SISTEMA FOGNANTE CHE VIENE INTRAVISTA NEL PASSAGGIO DALL’ATTUALE SISTEMA MISTO A QUELLO SEPARATIVO CHE CONTEMPLA UNA DOPPIA RETE PER ACQUE BIANCHE E NERE ESTESA A TUTTO IL TERRITORIO

situazione reale1

IMPORTANTE RILEVARE COME, SIA LE VIGENTI LEGGI SULLA ESECUZIONE DEI LAVORI PUBBLICI E SIA LE BUONE REGOLE COSTRUTTIVE, IMPONGANO CHE LA REALIZZAZIONE PER STRALCI SUCCESSIVI DI QUALUNQUE OPERA COMPLESSA NON ABBIA LUOGO SENZA LA SUA CONFORMITA’ CON IL PROGETTO GENERALE DELL’INTERA OPERA REGOLARMENTE A PPROVATO E MANTENUTO IN CONTINUO AGGIORNAMENTO.

QUESTA DISPOSIZIONE DI LEGGE NON E’ RISPETTATA ED IL COMPLESSO FOGNANTE DI MESTRE NON E’ CONFORME AD ALCUN PROGETTO GENERALE UFFICIALMENTE APPROVATO ANCHE PERCHE’ L’UNICO PROGETTO GENERALE DELLA FOGNATURA REGOLARMENTE APPROVATO RISALE AL 1991 - 1994, E’ OBSOLETO, E NON VIENE REGOLARMENTE AGGIORNATO.

SI PUO’ AFFERMARE SENZA TEMA DI SMENTITA CHE UNA DELLE PRINCIPALI CAUSE DEI DISSERVIZI FOGNARI SIANO DA IMPUTARSI AL MANCATO COORDINAMENTO DELLE STRUTTURE FOGNARIE CONSEGUENZA DIRETTA DELLA NON CONGRUENZA CITATA.

SITUAZIONE REALE
la situazione attuale
LA SITUAZIONE ATTUALE
  • NELLA PROSSIMA TAVOLA SONO INDICATE CON LINEA ROSSA LE CONDOTTE DELLA FOGNATURA COMUNALE DI TIPO MISTO CHE ATTRAVERSANO IN MILLE PUNTI LA RETE DI CANALI.
  • OPPORTUNI SCARICATORI DI PIENA PROVVEDONO A DEVIARE NEI CANALI DI BONIFICA O NEI FIUMI LE ACQUE REFLUE DILUITE NEL MENTRE LE ACQUE REFLUE CONCENTRATE E QUELLE A SCARSA DILUIZIONE VENGONO ADDOTTE AI DUE IMPIANTI DI DEPURAZIONE FINALE DI CAMPALTO E FUSINA DOVE AVVIENE LA DEPURAZIONE
  • VEDREMO COME QUESTO POSSA COSTITUIRE UN SERIO PROBLEMA PER L’INQUINAMENTO DELLA LAGUNA E, AL TEMPO STESSO, PER IL PERICOLO DI ALLAGAMENTI
planimetria generale1
PLANIMETRIA GENERALE

IN COLORE ROSSO LE CONDOTTE PRINCIPALI DELLA FOGNATURA MISTA ESISTENTE

i problemi della fognatura esistente
I PROBLEMI DELLA FOGNATURA ESISTENTE
  • LE ACQUE REFLUE CON POCA DILUIZIONE DEVONO PERCORRERE, PREVIO SOLLEVAMENTO MECCANICO, LUNGHISSIMI TRATTI
  • IN FOGNATURA SONO IMMESSE NOTEVOLI VOLUMI DI ACQUE NON PERTINENTI CHE PROVENGONO DALLA CAMPAGNA
  • LA FOGNATURA E’ OBSOLETA E DRENA LA FALDA FREATICA: RISULTA INDISPENSABILE IL SUO TOTALE RIFACIMENTO O L’IMPERMEABILIZZAZIONE INTERNA
  • LO SCHEMA IDRICO DELLA RETE DI FOGNATURA E’ TORTUOSO E, TRATTANDOSI DI ACQUE SOGGETTE PER LA TOTALITA’ A SOLLEVAMENTO MECCANICO, ECONOMICAMENTE MOLTO ONEROSO
planimetria generale2
PLANIMETRIA GENERALE

IN GIALLO I DUE FLUSSI PRINCIPALI DELLE ACQUE REFLUE POCO DILUITE

i problemi della situazione attuale di mestre
I PROBLEMI DELLA SITUAZIONE ATTUALE DI MESTRE
  • LA RETE FOGNARIA DESCRITTA NON E’ IN GRADO DI PORTARE A COMPIMENTO LO SGRONDO DELLE ACQUE DI PIOGGIA ECCEZIONALMENTE INTENSA ED E’CAUSADI TROPPO FREQUENTI ALLAGAMENTI
  • LA SITUAZIONE SARA’ ULTERIORMENTE AGGRAVATA DALLE DISPOSIZIONI DEL PIC (PIANO INTEGRATO CAMPALTO) CHE PREVEDONO LA DISMISSIONE DELL’IMPIANTO DI DEPURAZIONE DI CAMPALTO ED IL TRASFERIMENTO FINO A FUSINA DELLE ACQUE CHE ORA VI PERVENGONO
  • NE DERIVERANNO NOTEVOLI MAGGIORI DIFFICOLTA’ DI SGRONDO
planimetria
PLANIMETRIA

LA DISMISSIONE DELL’IMPIANTO DI DEPURAZIONE DI CAMPALTO COMPORTERA’ ULTERIORI NOTEVOLI DIFFICOLTA’ NELLO SGRONDO ACQUE PIOVANE.

IN GIALLO IL FLUSSO DI TRASFERIMENTO ACQUE DA CAMPALTO A FUSINA

impianto di depurazione di campalto
IMPIANTO DI DEPURAZIONE DI CAMPALTO

SONO EVIDENZIATE LE OPERE CHE SARANNO DISMESSE

impianto di depurazione di campalto1
IMPIANTO DI DEPURAZIONE DI CAMPALTO

VISTA AEREA E DA TERRA DELLE STRUTTURE DA DISMETTERE

il problema degli scaricatori di piena

RECENTEMENTE LO SCARICO DELL’IMPIANTO DI DEPURAZIONE DI CAMPALTO E’ STATO DICHIARATO NON ADATTO ALLA IMMISSIONE IN LAGUNA .

E’ DA PRESUMERE CHE LA STESSA DECISIONE VERRA’ ADOTTATA PER GLI SCARICATORI DI PIENA DELLA FOGNATURA MESTRINA CHE IMMETTONO IN LAGUNA ACQUE MOLTO PIU’ INQUINANTE DI QUELLE DEPURATE A CAMPALTO.

ALLE GIA’ ECCESSIVE DIFFICOLTA’ DI FUNZIONAMENTO DELLA RETE FOGNARIA DOVRANNO ALLORA AGGIUNGERSI NUOVI E ARDUI PROBLEMI CON NOTEVOLI ULTERIORI PROBABILITA’ DI ALLAGAMENTO DELLE AREE ABITATE DI MESTRE

IL PROBLEMA DEGLI SCARICATORI DI PIENA
la soluzione

E’ INDUBITABILE COME LA SITUZIONE REALE DEL SISTEMA FOGNANTE MESTRINO RICHIEDA UNA PAUSA DI RIFLESSIONE ED UN ESAME DETTAGLIATO DELLE SOLUZIONI DA TROVARE.

SOPRATTUTTO NON SI PUO’ PIU’ PROSEGUIRE CON CONTINUI INTERVENTI DI RIPIEGO E RIPETUTE RETTIFICHE DI UN SISTEMA ASSOLUTAMENTE OBSOLETO

LA SOLUZIONE
la soluzione1

LA SOLUZIONE CHE SI PUO’ INTRAVEDERE E’ SOLTANTO QUELLA BASATA SULLA SEPARAZIONE DELLE ACQUE NERE DALLE BIANCHE CON COSTITUZIONE DI UNA DOPPIA RETE DI FOGNATURA, DEL RESTO RESA OBBLIGATORIA DAL PTA = PIANO TERRITORIALE ACQUE DELIBERAZIONE CONSIGLIO REG.VENETO N. 107 DEL 5.11.2009

LA SOLUZIONE
la nuova rete per acque nere

IN DETTAGLIO SI TRATTA DI COSTRUIRE IN PROFONDITA’ UNA NUOVA RETE PER ACQUE NERE CON RACCOLTA ED ADDUZIONE ALL’UNICO IMPIANTO DI DEPURAZIONE DI FUSINA IL QUALE PUO’ SCARICARE IN MARE APERTO, OPPURE RENDERE DISPONIBILI AD USO DELLA VICINA ZONA INDUSTRIALE DI MARGHERA E DOPO AVERLE CONVENIENTEMENTE DEPURATE, LE ACQUE REFLUE DELLE AREE ABITATE E QUELLE DI PRIMA PIOGGIA DEI PIAZZALI E DELLE STRADE. SE NECESSARIO LA NUOVA RETE NERA POTRA’ RICEVERE ANCHE ACQUE DI SECONDA PIOGGIA

MESTRE POTRA’ FINALMENTE CONTARE SU UNA RETE NUOVA, RAZIONALMENTE CONCEPITA, DI LUNGA DURATA E DI CARATTERISTICHE ED IMMISSIONI BEN NOTE.

PER QUANTO CONCERNE LE DIFFICOLTA’ DI COSTRUZIONE SI TENGANO PRESENTI LE NOTEVOLI POSSIBILITA’ OFFERTE DALLA MODERNA TECNICA DI PERFORAZIONE CHE PERMETTE DI SOTTOPASSARE AGEVOLMENTE LE INFRASTRUTTURE ESISTENTI

LA CONCLUSIONE DEGLI INTERVENTI RICHIEDERA’ TEMPI LUNGHI DURANTE I QUALI, IN VIRTU’ DEL SOVRADIMENSIONAMENTO DELLA NUOVA RETE NERA (RETE PSEUDOSEPARATIVA: IN FRANCIA =EGOUT PSEUDO SEPARATIF, IN INGHILTERRA= PARTIALLY SEPARATE SEWER), POTRA’ TEMPORANEAMENTE SOPRAVVIVERE L’ATTUALE SISTEMA MISTO IN TUTTE LE AREE DOVE RISULTA PIU’ COMPLESSA LA SEPARAZIONE

IL SOVRADIMENSIONAMENTO DELLA NUOVA RETE NERA COSTITUIRA’ UNA BUONA REGOLA PRUDENZIALE PER UNA CITTA’ IN CONTINUA CRESCITA COME MESTRE

LA NUOVA RETE PER ACQUE NERE
planimetria1
PLANIMETRIA

IN GIALLO IL FLUSSO DI TRASFERIMENTO ACQUE NERE DA TUTTO IL TERRITORIO DI MESTRE ALL’IMPIANTO GENERALE DI DEPURAZIONE DI FUSINA

la rete per acque bianche ricavata dalla esistente rete mista

LA ESISTENTE RETE MISTA SARA’ TRASFORMATA IN RETE PER SOLE ACQUE BIANCHE E, SPEZZETTATA IN TANTE PICCOLE PARTI E OPPORTUNAMENTE INTEGRATA , SCARICHERA’ QUANTO PRIMA POSSIBILE LE ACQUE DI PIOGGIA NEI CANALI DELLA BONIFICA.

SARA’ MUNITA DI VASCHE DI PRIMA PIOGGIA CHE PROVVEDERANNO A RACCOGLIERE E SCARICARE NELLA RETE NERA LE ACQUE INQUINATE DEI PIAZZALI E DELLE STRADE.

IN QUESTO MODO POTRANNO ESSERE TOLLERATE LE ATTUALI IMMISSIONI DI ACQUE NON PERTINENTI CHE SARANNO SUBITO DEVIATE NEI CANALI DI BONIFICA, LORO EFFETTIVA DESTINAZIONE FINALE

LA RETE PER ACQUE BIANCHERICAVATA DALLA ESISTENTE RETE MISTA
il problema del passaggio da mista a separativa

LA TRASFORMAZIONE DELLA ATTUALE RETE MISTA IN QUELLA SEPARATIVA DEVE AVER LUOGO NECESSARIAMENTE PER GRADI IMPIEGANDO QUALCHE DECENNIO PER IL SUO COMPLETAMENTO.

RISULTA URGENTE LA REDAZIONE DI UN PROGETTO CHE, FATTE LE DEBITE VERIFICHE, STABILISCA LE MODALITA ‘ DI REALIZZAZIONE DEL NUOVO SISTEMA FOGNANTE DI MESTRE

UNA POSSIBILE SOLUZIONE E’ BASATA SULLA RETE

“PSEUDO SEPARATIVA” DI CUI ESISTONO NUMEROSE VERSIONE TUTTE BASATE SULLA COSTRUZIONE DI UNA RETE NERA SOVRADIMENSIONATA ONDE CONSENTIRE LA SOPRAVVIVENZA PROVVISORIA DI RETI MISTE PREESISTENTI.

IL PROBLEMA DEL PASSAGGIO DA MISTA A SEPARATIVA
conclusioni riepilogative

- CIO’ CHE NON FUNZIONA E’ L’ESISTENTE SISTEMA FOGNANTE DI TIPO MISTO CHE COSTRINGE LE ACQUE MISTE A PERCORSI LUNGHI E TORTUOSI.

  • - MESTRE DEVE INVECE USUFRUIRE DELL’OTTIMO SISTEMA DI BONIFICA PER SCARICARVI, IMMEDIATAMENTE DOPO CADUTE, LE ACQUE DI PIOGGIA.
  • - E’ NECESSARIO COSTRUIRE, PER GRADI, UNA NUOVA FOGNATURA NERA PER IL COLLETTAMENTO DI TUTTE LE ACQUE REFLUE A FUSINA DOVE SI TROVA L’IMPIANTO DI DEPURAZIONE ATTO A SCARICARE LE ACQUE DEPURATE IN MARE APERTO OPPURE A CONSENTIRNE IL RIUTILIZZO PER LA VICINA ZONA INDUSTRIALE DI MARGHERA
  • LA NUOVA RETE NERA ( RETE PSEUDOSEPARATIVA ) SARA’ SOVRADIMENSIONATA ONDE CONSENTIRE DI PROSEGUIRE CON IL SISTEMA FOGNARIO MISTO PER TUTTO IL PERIODO, MOLTO LUNGO, CHE SARA’ NECESSARIO PER LA COMPLETA SEPARAZIONE BIANCHE/NERE IN TUTTO IL TERRITORIO
CONCLUSIONI RIEPILOGATIVE
slide25

I COMITATI ALLAGATI SI RENDONO CONTO CHE SI STA’ PARLANDO DI UN PROBLEMA DIFFICILE E CHE ESULA SICURAMENTE DALLE PROPRIE CONOSCENZE E CAPACITA’.

  • GLI ALLAGAMENTI TROPPO FREQUENTI CHE HANNO COLPITO LE NOSTRE CASE CI HANNO PERO’ INDOTTO A PRESENTARSI CON QUESTE NOTE PREGANDO DI TENERLE NELLA DEBITA CONSIDERAZIONE E SCUSANDO EVENTUALI ERRORI OD OMISSIONI
  • TERMINANO RICORDANDO UN FATTO A NOSTRO AVVISO INAMMISSIBILE
  • A MESTRE, CHE PUR PRESENTA TUTTE LE CARATTERISTICHE FAVOREVOLI PER ADOTTARE UNA FOGNATURA DI TIPO SEPARATIVO, NON E’ MAI STATO REDATTO, NEMMENO PER PROVA, IL PROGETTO DI SEPARAZIONE DELLE ACQUE BIANCHE DALLE NERE!