educazione formazione pedagogia
Download
Skip this Video
Download Presentation
Educazione Formazione Pedagogia

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 37

Educazione Formazione Pedagogia - PowerPoint PPT Presentation


  • 165 Views
  • Uploaded on

Educazione Formazione Pedagogia. Definizione e problematiche costitutive. EDUCAZIONE. (A) Agire diffuso in senso spaziale e temporale (B) Agire accompagnato da intenzionalità. educazione B.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Educazione Formazione Pedagogia' - adlai


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
educazione formazione pedagogia

EducazioneFormazionePedagogia

Definizione e problematiche costitutive

educazione
EDUCAZIONE
  • (A) Agire diffuso in senso spaziale e temporale
  • (B) Agire accompagnato da intenzionalità
educazione b
educazione B
  • ISTITUZIONI: insieme dei sistemi educativi messi in atto per raggiungere obbiettivi di socializzazione, istruzione e formazione
  • AZIONE: attori, contenuti, strumenti
  • CONTENUTO: ciò che viene trasmesso o insegnato
  • RISULTATO: effetti delle azioni messe in atto
formazione
FORMAZIONE
  • CAMBIAMENTO
  • Azione attraverso cui qualcosa si produce
  • Azione di organizzare, istituire
  • Modo in cui qualcosa si è costituita
  • Risultato dell’azione attraverso cui qualcosa si è formato
in senso pedagogico
In senso pedagogico.
  • Cursus, risultato, qualificazione
  • Sistema
  • Processo trasmettere conoscenze (istruzione / sapere)
  • modellare personalità (educazione/sviluppo)
  • integrare pratica e sapere (professionale)
cursus sistema e processo hanno in comune
Cursus, sistema e processo hanno in comune
  • 1. Logica del cambiamento:
  • Trasformazione delle persone in vari aspetti (cognitivi, affettivi…)
  • Introduzione di cambiamenti nel comportamento, nelle rappresentazioni, negli atteggiamenti…

Trasformazione e cambiamento possono essere pensati secondo diversi quadri di riferimento: psicanalistico, comportamentista…

slide7
2. Centrazione sull’individuo e la situazione; carattere contestuale che collega individuo, problema, situazione, conoscenza
  • 3. Articolazione del sapere ai problemi
  • 4. Attenzione contemporanea a cultura professionale (saper fare) e a un insieme di saperi formalizzati
problematiche
Problematiche
  • Materia Forma
  • (pietra)(statua)
  • azione
  • che
  • trasforma
  • Tecnica Natura
  • Principio di trasformazione
  • esterno interno
slide9
Attenzione al:
  • Dispositivo processo di
  • individualizzazione
  • (Pigmalione) (Socrate, Rousseau)
formazione ed esperienza
Formazione ed esperienza
  • Il pensiero sul cambiamento si arricchisce attraverso il pensiero sulla storia che si articola in due filoni:
  • Pragmatismo
  • Ermeneutica
pragmatismo
pragmatismo
  • Dewey:
  • dialettica fra attività (fare) e subire effetti (passività)
  • esperienza e pensiero
  • progetto (articolazione di desiderio, scopo, organizzazione)
  • successo = interesse tecnico
ermeneutica
ermeneutica
  • esperienza, senso, intellegibilità di ordine narrativo
  • pensare = capire
  • Successo = coerenza
  • Intellegibilità di ordine narrativo
  • Bildung roman narrazione
pedagogia
PEDAGOGIA
  • Elaborazione scientifica dell’educazione e della formazione
  • Messa a tema e in forma di pensiero sistematico dei fenomeni educativi e formativi sulla base di un assetto concettuale e di un apparato metodologico
un orientamento pedagogico una pratica educativa
Un orientamento pedagogico,una pratica educativa

EDUCAZIONE ATTIVA

Soggetto in formazione protagonista attivo del processo educativo

slide15
Educazione attiva
  • Costellazione di elaborazioni concettuali e pratiche che pensa al soggetto in formazione come protagonista attivo del processo educativo.
  • Il suo apparire , nella storia del pensiero sull’educazione, ha un andamento carsico
  • Ne fanno parte, fra altri Montaigne,Rousseau,Dewey, Baden Powell,M.Lodi
slide16
Invece di profittare delle facoltà ricettive del bambino per imprimere su questa cera molle conoscenze ed abitudini (…) essi vedono anche e soprattutto, nel bambino, un organismo eminentemente attivo le cui facoltà si sviluppano principalmente attraverso l’azione (P.BOVET)
due orientamenti
Due orientamenti

-Libertario

L´individuo e´capace di darsi motivazioni e dirigersi

  • Cooperativo

Come sopra con un se: perche´gli individui sviluppino motivazioni e organizzazione e´necessario un ambiente favorevole

punto forte
PUNTO FORTE
  • Movimento costante fra educabilita´e liberta´:

- previsione positiva da parte dell´educatore

e

- (spazio della) collaborazione da parte del suo interlocutore

educare spinta ed emancipazione
Educare: spinta ed emancipazione
  • L’uomo è il solo esere vivente che debba essere educato
  • Ma l’educazione non è la fabbricazione di un oggetto
  • L’educazione si realizza quando il soggetto diventa responsabile della sua esistenza
educabilit e libert principi fondamento della pedagogia
Educabilità e libertà, principi fondamento della pedagogia
  • Posso educare solo se suppongo l’altro educabile
  • Ma volendo educare a tutti i costi, si rischia di fare violenza
  • Di negare la libertà dell’altro, contraddicendo uno dei fondamenti dell’educazione
slide21
Il principio libertà, bilancia i rischi del principio educabilità:
  • Una parte dell’altro resta inaccessibile all’educatore
  • Il soggetto del’educazione è l’interlocutore dell’intervento educativo
  • L’educatore può accompagnare l’attività del soggetto, non essere attivo al suo posto
pedagogia come articolazione educabilit libert
Pedagogia come articolazioneeducabilità/libertà
  • Educazione, senza rispetto della libertà dell’altro, è addestramento (o violenza)
  • Il rispetto della libertà, senza iniziativa dell’educatore, è omissione
  • Un educatore responsabile articola le due preoccupazioni.
educatore o insegnante
EDUCATORE O INSEGNANTE
  • Línsegnante o l´educatore non si limita a constatare le capacita´: le crea. Conosce l´attivita´spontanea die soggetti con cui e´in relazione (osservazione), accetta, incoraggia, sostiene, guida. Crea un clima di sicurezza affettiva
  • Elimina metodi che lasciano il gruppo passivo
slide24
- garantisce equilibrio fra lavori di gruppo e individuali

- offre occasioni e modi per avere successo

- favorisce la cooperazione

implicazioni deontologiche
Implicazioni deontologiche
  • Un insegnante o un educatore deve conoscere la vita attorno a lui/lei e guardare al futuro per sapere a che futuro – e come – preparare i soggetti con cui lavora;
  • Conoscere quale futuro e´di fronte a noi, per come le scienze e l´attualita´ce lo fanno conoscere, e´necessario, ma non sufficente
  • Non solo accettare il futuro, ma contribuire a crearlo
slide26
Chi pratica l´educazione o l´insegnamento nella prospettiva attiva deve conoscerlo per trarne le indicazioni necessarie a praticare un´azione che metta i soggetti in grado di indirizzare il progresso, non solo di subirlo
metodi
METODI
  • I metodi attivi sono le pratiche e le tecniche in pedagogia che, in una prospettiva educativa, provocano, utilizzano, modificano e perfezionano l´attivita´del soggetto in formazione
cos e l attivita
Cos´e´ l´attivita´?
  • L´attivita´e´una condizione che va dall‘interno dell´individuo all´esterno: non va confusa con l´agitazione
  • Puo´esserci un gruppo (una classe) in cui tutti si agitano, ma nessuno fa nessuno sforzo e puo´esserci immobilita´e silenzio mentre tutti pensano e progettano
attenzione
ATTENZIONE !
  • a non fare delle tecniche e degli strumenti un metodo standardizzato
  • Freinet diceva:Non diremo mai „utilizzate le tecniche della tipografia a scuola“, ma „procuratevi una tipografia e orientate la vostra pratica verso le attivita´che essa permette…“
  • „ Fate che i ragazzi abbiano voglia di imparare e tutti i metodi andranno bene“
tecniche e strumenti interessano per i cambiamenti che introducono
Tecniche e strumenti interessano per i cambiamenti che introducono
  • Le tecniche e gli strumenti proposti in classe:

A. organizzano il lavoro scolastico quanto ad apprendimenti cognitivi

B. Regolano aspetti di personalita´di ogni bambino quanto ad immagine di se´, relazione con láutorita´, desiderio di agire nel mondo

slide31
C. Fanno fare esperienza di regolazione della vita di gruppo: mettono i partecipanti in:

a. Situazioni nuove che richiedono impegno personale, iniziativa, continuita´. Creano

b. ansia, limitazione di tempo e di potere

c. Conflitti

Da qui nasce la necessita´ di regolazione, di utilizzo di concetti e dispositivi per affrontare i conflitti

-

istituzione istituito istituente
ISTITUZIONEISTITUITO ISTITUENTE
  • Istituzione e´il luogo di accesso alla comunita´, al simbolico, alla legge:
  • Mantiene aperta la dialettica fra persona e societa´(no dittatura, no burocrazia, no seduzione). Tiene il potere in circolo
  • Svolge, nella societa´, la funzione del rene nell´organismo: filtra
slide33
Ogni gruppo , a scuola, e´parte di un´istituzione intesa nelláccezione di un insieme di norme che strutturano un gruppo e/o una attivita´sociale, ne regolano la vita e il funzionamento
  • e, a sua volta, ne costituisce e ne crea altre´intese nell´accezione dell´atto di creare
  • I metodi dell´Educazione attiva permettono , ai bambini in classe, di vivere l´esperienza istituzionale nelle due accezioni
mediazione
MEDIAZIONE
  • Aspetto concreto della vita di gruppo (attivita´, tecnica, oggetto, regole…) che mobilita l´interesse cognitivo e affettivo e facilita lo scambio
slide35
I suoi effetti:
  • Sul singolo: cambiamenti in ordine all´apprendimento ed esperienza di scambio
  • Sull´istituzione: contenimeto, negoziazione, articolazione agli scopi, filtro di conflitti
  • - Distribuzione della reattivita´: da frontale/lineare (maestro – allievo ) a costellazione (maestro – allievo – compagni – strumento…)
  • Distribuzione energia da reattiva ( voglio far piacere/far rabbia a… ) a costruttiva (scopo, identificazionea un compito,…)
pedagogia psicoterapia
Pedagogia - psicoterapia
  • Obbiettivo comune:

Principio di piacere- principio di realtà,

responsabilità, dinamica

Appoggi diversi

* rapporto educativo

insistere su alcuni aspetti di personalità

fare sperimentare efficacia

senza ‘spogliamenti’

(narcisismo

accettazione dell’immaginario

rimozione pulsioni

rimozione pulsioni

identificazione’)

Appoggi diversi

slide37
* rapporto terapeutico

Elaborazione delle pulsioni

transfert e controtransfert

Rielaborazione

Della struttura della personalità

nella relazione

ad