TRASPORTO PUBBLICO (TP) MODERNO ED EFFICIENTE Mohamed Mezghani Lisbona, 18 Ottobre 2006 - PowerPoint PPT Presentation

trasporto pubblico tp moderno ed efficiente mohamed mezghani lisbona 18 ottobre 2006 n.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
TRASPORTO PUBBLICO (TP) MODERNO ED EFFICIENTE Mohamed Mezghani Lisbona, 18 Ottobre 2006 PowerPoint Presentation
Download Presentation
TRASPORTO PUBBLICO (TP) MODERNO ED EFFICIENTE Mohamed Mezghani Lisbona, 18 Ottobre 2006

play fullscreen
1 / 46
TRASPORTO PUBBLICO (TP) MODERNO ED EFFICIENTE Mohamed Mezghani Lisbona, 18 Ottobre 2006
97 Views
Download Presentation
abdalla
Download Presentation

TRASPORTO PUBBLICO (TP) MODERNO ED EFFICIENTE Mohamed Mezghani Lisbona, 18 Ottobre 2006

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. TRASPORTO PUBBLICO (TP) MODERNO ED EFFICIENTEMohamed MezghaniLisbona, 18 Ottobre 2006

  2. MOBILITA’ URBANA - CONTESTO • Espansione urbana • Aumento di autoveicoli • Congestione di traffico aumentata • Migliori tecnologie energetiche ed ambientali ma performance energetiche ed ambientali più scarse • Aumento del prezzo dell’energia

  3. EVOLUZIONE DELLE ASPETTATIVE DELLE PERSONE • Cambiamenti demografici • Evoluzione del ritmo cittadino • Cambiamento degli usi e costumi • Aumentata attenzione per le questioni ambientali • Senso di insicurezza

  4. IL CIRCOLO VIZIOSO DEL DECLINO URBANO - Maggior numero di autovetture- Maggiore congestione urbana- TP rallentato • Espansione urbana- Maggior dipendenza dall’autovettura-Aumento di strade - Minor qualità nelTP- Minor utenza del TP- Minori entrate delTP - Tagli alTP- Centri urbani più impopolari- Trasferimento delle attività nelle periferie

  5. ROMPERE IL CIRCOLO VIZIOSO -Tassa per traffico automobilistico- Parcheggi a pagamento MIGLIOR QUALITA’ DEL VIVERE IN CITTA’ TRASPORTO PUBBLICO PIU’ ACCESSIBILE - Riduzione del traffico automobilistico-Congestione ridotta- Maggiori finanziamenti per il TP - Gestione dell’ espansione urbana- Città più attraenti e centri urbani rivalutati -Uso di infrastrutture stradali più efficiente- Costi per il trasporto individuale più elevati • Aumento della velocità del TP- Attività del TP più vantaggiose • Maggior qualità per gli utenti - Minor necessità di sussidi- TP maggiormente orientato verso il mercato - Più utenti del TP- Più entrate nel TP

  6. IL TRASPORTO PUBBLICO ... • ... costa meno alla collettività • ... necessita di minor spazio urbano • ... spreca minor energia • ... inquina meno • ... è il mezzo più sicuro • ... migliora l’accesso al lavoro • ... offre la mobilità a tutti

  7. IMPATTO DELLA SCELTA MODALE SUI COSTI DELLA MOBILITA’

  8. IMPATTO DELLA SCELTA MODALE SUI COSTI DELLA MOBILITA’ E LA DOMANDA ENERGETICA

  9. IMPATTO DELLA SCELTA MODALE SULL’ACCESSO AL LAVORO

  10. Scelta modale del TP (%spostamenti motorizzati e meccanizzati) Costi per il trasporto di persone (% PIL) 1995 2001 1995 2001 Ginevra 18,8 21,7 10,2 9,4 Londra 23,9 26,8 8,5 7,5 Madrid 23,4 29,1 12,2 10,4 Parigi 27,1 27,5 6,8 6,7 Vienna 43,2 46,6 6,9 6,6 IMPATTO DELLA SCELTA MODALE SUI COSTI PER LA MOBILITA’ • La spesa per il trasporto delle persone nelle città in cui domina l’uso del mezzo pubblico è pari alla metà della spesa delle città in cui domina l’uso del mezzo privato. Ciò comporta un risparmio annuo di 2000,00 EUR a persona. • Spesso le città che registrano la più bassa spesa per il trasporto delle persone, concentrano la spesa nel trasporto pubblico che risulta molto elevata.

  11. IMPATTO DELLA SCELTA MODALE SUL CONSUMO ENERGETICO

  12. Scelta modale a piedi, in bici, col TP (%) Media del consumo energetico nei trasporti per persona (MJ) 1995 2001 1995 2001 Atene 34,1 40,9 12.900 12.600 Ginevra 44,8 48,8 23.600 19.200 Roma 43,2 43,8 18.200 17.100 Vienna 62 64 10.700 9.050 IMPATTO DELLA SCELTA MODALE SUL CONSUMO ENERGETICO • Il risparmio energetico tra città con elevato uso di mezzi pubblici e città in cui si ricorre prevalentemente all’autovettura privata è pari a circa 500 - 600 litri di benzina a persona. • Le città in cui sempre più si scegle di spostarsi a piedi, in bici o col TP, hanno registrato una riduzione del consumo energetico per persona.

  13. LE AUTOMOBILI OCCUPANO SPAZIO URBANO PREZIOSO.

  14. MOBILITA’ URBANA INTEGRATA I TRE PILASTRI DEL SISTEMA INTEGRATO DI MOBILITA’

  15. IL TP INFLUENZA IL PIANO URBANO DEL TRAFFICOLa densità urbana vale più dell’espansione urbana • Limitare l’espansione urbana (Città compatte) • Promuovere l’affluenza al TP con nuove stazioni, fermate e corse • Incentivare l’integrazione delle attività • Limitare l’edificazione in aree non edificate • Gestire i parcheggi di immobili a uso abitativo, uso ufficio e uso negozio • Promuovere aree residenziali senza auto • Garantire coerenza nelle politiche per l’edilizia

  16. IMPATTO DELLA DENSITA’ URBANA SUI COSTI DELLA MOBILITA’

  17. IMPATTO DELLA DENSITA’ URBANA SUL CONSUMO ENERGETICO

  18. TP Automobili Automobili CURITIBA, BRASILE • Corridoi strutturali in una città lineare • Diametralmente opposta al concetto di città radiale monocentrica

  19. COPENHAGEN, DANIMARCA • Piano urbano a “dita”: sviluppo dell’area metropolitana intorno alle vie ferroviarie • Densità intorno alle stazioni ferroviarie • Creazione di un ente pubblico che sviluppi l’area e finanzi il sistema ferroviario

  20. GESTIONE DEL TRAFFICO AUTOMOBILISTICOI costi di congestione rappresentano il 2% del PIL europeo, pari a 4 volte la spesa per il trasporto pubblico • Implementare gli schemi della circolazione limitando l’uso delle automobili nei centri urbani • Fissare un prezzo per l’uso dell’auto pari al fastidio procurato (per es. Costi di congestione) • Gestire i parcheggi (posto di lavoro, abitazione, park & ride) • Sviluppare aree pedonali

  21. STRASBURGO, FRANCIA • Divieto di transito alle auto (schema di circonvallazione) • 3 linee di metropolitana leggera • Rete di autobus complementare • Gestione dei parcheggi • Sistema di parcheggio periferico (Park & Ride) • Corsie ciclabili • -30% traffico automobilistico • +101% uso del TP (1992-2004)

  22. LONDRA, UK • -30% di ritardi dovuti al traffico • -30% di auto • 50 - 60% degli spostamenti in auto passati al TP • £100 milioni di entrate

  23. Automobilie Trasporto Pubblico Altri mezzi Totale Besançon Parcheggio a pagamento Parcheggio non a pag. 90% 46% 6% 29% 4% 25% 100% 100% Grenoble Parcheggio a pagamento Parcheggio non a pag. 94% 53% 3% 29% 3% 18% 100% 100% Tolosa Parcheggio a pagamento Parcheggio non a pag. 99% 41% 1% 24% 0% 35% 100% 100% Berna Parcheggio a pagamento Parcheggio non a pag. 95% 13% 3% 55% 2% 32% 100% 100% Ginevra Parcheggio a pagamento Parcheggio non a pag. 93% 36% 3% 25% 4% 39% 100% 100% IMPATTO DEL SISTEMA PARCHEGGI

  24. AREE PEDONALI

  25. SISTEMA DI TRASPORTO PUBBLICO DI QUALITA’ L’integrazione,a tutti i livelli,è un prerequisito essenziale per un sistema di trasporto pubblico efficiente e all’avanguardia

  26. REQUISITI PER L’INTEGRAZIONE Passeggeri ricorrono a ... • diversi scambi e tragitti • diverse modalità del TP • TP entro i confini dell’area territoriale • TP fornito da diverse compagnie  La maggiore sfida è far sì che tutti questi aspetti si incontrino per offrire ai passeggeri un sistema di TP porta a porta, alla mano.

  27. STRATEGICOCosa si vuole ottenere? TATTICOCosa può servire al raggiungimento dello scopo? Politica OPERATIVOCome assicurare il servizio? ORGANIZZAZIONE DEL TRASPORTO PUBBLICO Management

  28. CREAZIONE DI UNA PARTNERSHIP SOLIDA E LEALE • Una struttura istituzionale forte: l’istituzione organizzatrice ricopre un’importanza fondamentale nell’integrazione del trasporto pubblico. • Accordi forti: i contratti sono uno strumento efficace per l’integrazione. • Investimenti ed esecuzione: l’integrazione costa ma diventa redditizia a lungo andare. • Un ente che si occupi dell’integrazione, che ne gestisca procedure e finanziamento e che coordini l’attività di autorità, infrastrutture, addetti ai lavori, ecc.

  29. COLLEGAMENTO MODALE DELLA RETE Gli utenti del TP esigono la continuità del sistema nei confini dell’area territoriale seppur con diverse modalità e diverse compagnie • Adottare una strategia di rete • Ridurre il numero di spostamenti inutili • Integrare gli orari • Riempire ogni collegamento scoperto dell’infrastruttura • Fornire il servizio di TP dove necessario • Prendere in considerazione i servizi di trasporto pubblico e privato • Pianificazione integrata

  30. RAFFORZANDO I PUNTI DI RACCORDO Il tempo trascorso nei punti di raccordo sembra essere il doppio rispetto allo stesso tempo trascorso sul mezzo • Ubicazione: Coincidenze tra due percorrenze di TP; Collegamenti nei punti di partenza o di arrivo. • Funzionalità: I collegamenti dovrebbero essere quanto più agevoli: informazioni affidabili; distanze; marciapiedi; preferibilmente senza scale; attenzione alle esigenze di bambini, anziani, diversamente abili, turisti, ecc. • Qualità: aree di sosta concepite per essere piacevoli; confortevoli ed attraenti; sicurezza; negozi e pubbliche utilità.

  31. BIGLIETTERIA PRONTA ALL’USO Acquistare più biglietti fa sembrare caro e complicato viaggiare con i mezzi pubblici • Una biglietteria armonizzata ed integrata facilita il ricorso al trasporto pubblico. • L’integrazione di tariffe rappresenta un incentivo a viaggiare poiché il TP è più facile da usare e accessibile ai più. • Le nuove tecnologie sono di grande aiuto nell’integrazione tariffaria.

  32. Pianificatore di viaggio(www) Annuncio delle fermate Inform.tempo reale Informazioni sulle coincidenze Informazioni sulla città FORNIRE INFORMAZIONI INTEGRATE

  33. IL TEMPO DEL VIAGGIO DIVENTA RISORSA • I viaggiatori dovrebbero sentirsi a proprio agio sui mezzi pubblici: riscaldamento, aria condizionata, ambiente tranquillo, informazione, musica, .. • I trasporti dovrebbero rispondere alle esigenze specifiche dell’utenza: qualità, scelta del mezzo pubblico-autobus o treno; TP rispondente alle esigenze specifiche. • E’ necessario promuovere i vantaggi del TP che non si hanno con il mezzo privato. Il tempo trascorso sui mezzi pubblici è considerato perdita di tempo rispetto allo stesso tempo trascorso sul mezzo privato

  34. FORNIRE SOLUZIONI SULLA MOBILITA’ • Il TP dovrebbe fornire soluzioni flessibili per offrire un servizio di mobilità completo. • Lo schema di Park & Ride integrato incentiva l’uso del mezzo pubblico • Il car-sharing all’occorrenza • La condivisione di taxi o mezzi a noleggio sono soluzioni valide per le aree poco popolate. Il TP convenzionale non è sempre in grado di fornire risposte porta a porta

  35. MODERNIZZARE I MEZZI PUBBLICI • Metropolitane senza conducente e automazione delle linee metropolitane già esistenti • Combustibile alternativo per gli autobus • Tram alimentati senza catenaria • Tecnologie informative per procedimenti avanzati e sicurezza • Autobus a pianale ribassato • Design innovativo

  36. MANAGEMENT SNELLO E MODERNO Nel mercato della concorrenza, il TP, da industria volta alla produzione, sempre più ora punta al miglioramento del servizio per l’utenza. • Le compagnie di TP dovrebbero adottare una strategia più commerciale pur senza sacrificare l’aspetto sociale del trasporto pubblico. • Il personale dipendente del servizio di trasporto pubblico dovrebbe essere motivato e rivolgere l’attenzione all’utente. • La nuova tecnologia informativa offre un ampio ventaglio di possibilità per la gestione e la manutenzione di parchi mezzi più efficienti e moderni.

  37. MADRID, SPAGNA • Creazione di un’autorità organizzatrice • Ampliamento della rete metropolitana (+10 km/anno) • Riorganizzazione della rete di autolinee e realizzazione di corsie preferenziali per gli autobus • Migliorie nelle stazioni di collegamento • Integrazione tariffaria • +60% nell’uso del mezzo pubblico (1986-2003)

  38. BOGOTA, COLOMBIA • Creazione del sistema Trasporto Rapido con Autobus (41 km in 2002, 388 km in 2015) • Riorganizzazione della rete di autolinee (linee principali, diramazioni) • Limitazione del traffico automobilistico • -32% del tempo di percorrenza • -40% degli agenti inquinanti dell’aria • -93% degli incidenti

  39. DUBLINO, IRLANDA • 100 km di corsie preferenziali per gli autobus • Realizzazione di parcheggi Park & Ride con tariffe integrate al TP • Velocità degli autobus del 30 - 50% superiore alla velocità delle auto • +29,7% dell’uso degli autobus (+38% nelle ore di punta) • 65% di nuovi utenti che preferiscono l’autobus all’auto

  40. BRUXELLES, BELGIO • Aumento dei mezzi pubblici • Miglior qualità (autobus nuovi, frequenza delle corse, servizio notturno) • Nuova politica tariffaria • +50% uso dei mezzi pubblici tra 1999 e 2004

  41. SEUL, REPUBBLICA SUDCOREANA • Creazione del sistema Trasporto Rapido con Autobus (84 km in 2005) • Riorganizzazione della rete di autolinee (linee principali, diramazioni, linee locali) • Sistema di smartcard integrate (distanza-tariffa base) • Informazioni sul viaggio e sull’ubicazione dell’autobus in tempo reale • +11% dell’utenza del TP in un anno • Aumento della soddisfazione dell’utenza

  42. HONG KONG • Uso del TP agevole e maggior forza di attrazione • Accesso ai binari più rapido (100 ms/pax) • Migliore informazione agli utenti • Risparmio sui costi operativi e sui costi di manutenzione con i biglietti magnetici • Lotta alla frode • 7,5 milioni di Octopus card distribuite • 6 milioni di transazioni quotidiane  Il 90% degli spostamenti sono pagati con l’Octopus card

  43. IMMETTERE SUL MERCATO E DARE UN MARCHIOTrattenere e attrarre l’utente

  44. PARIGI, Francia 750 000 PERSONE CON BIGLIETTO +10% NUOVI UTENTI (+ 51 000 nuovi utenti del TP) + 13% della quota di mercato in soli 3 anni + 5% di utenti abituali FINANZE / margine netto: 9 - 23 €/anno /abbonamenti =

  45. “I trasporti : una questione non tecnica bensì politica. Da un punto di vista tecnico e politico, è alquanto semplice realizzare un sistema di viabilità di alta qualità per gli autobus, a condizione di riservare corsie di arterie principali al transito di soli autobus”Enrique PeñalosaEx sindaco di Bogotà

  46. Ringraziamo per l’attenzione e la collaborazione!mohamed.mezghani@gmail.com