Download
slide1 n.
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
Mappatura europea degli aiuti allo sviluppo e dell’assistenza alle popolazioni PowerPoint Presentation
Download Presentation
Mappatura europea degli aiuti allo sviluppo e dell’assistenza alle popolazioni

Mappatura europea degli aiuti allo sviluppo e dell’assistenza alle popolazioni

291 Views Download Presentation
Download Presentation

Mappatura europea degli aiuti allo sviluppo e dell’assistenza alle popolazioni

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

  1. Mappatura europea degli aiuti allo sviluppo e dell’assistenza alle popolazioni

  2. Content 1) APS - Impegni ed esborsi 2) Finanziamenti alle Attività per le Popolazioni 3) Contributi alle organizzazioni per i diritti alla salute sessuale e riproduttiva (SSDDR) 4) Casi pratici

  3. Assistenza Ufficiale allo Sviluppo Impegni ed esborsi

  4. Assistenza Ufficiale allo Sviluppo Impegni APS dal 1990 al 2008 % del PIL Consenso diMonterrey 0.42% 0.30% Fonte: OCSE DAC Comunicazione della CE: “Mantenere le promesse dell'Europa sui finanziamenti allo sviluppo ”, aprile 2007 Comunicazione della CE: “Aiutare i paesi in via di sviluppo nel far fronte alla crisi ”, aprile 2009

  5. Assistenza Ufficiale allo Sviluppo Volumi APS dal 1990 al 2008 Esborsi netti in miliardi USD Adottati gli obiettivi del Millennio 134 119 70 Fonte: OCSE DAC

  6. Assistenza Ufficiale allo Sviluppo APS come % del PIL (2008) ODA/PIL >0,7% ODA/PIL tra 0,4 e 0,7% ODA/PIL tra 0,3 e 0,4% ODA/PIL tra 0,1 e 0,3% ODA/PIL <0,1% Dati non disponibili Non donatori Variazione positiva rispetto al 2007 Nessuna variazione rispetto al 2007 Variazione negativa rispetto al 2007 Fonte: OCSE DAC e Ministeri degli Affari Esteri

  7. Assistenza Ufficiale allo Sviluppo Quota UE – APS mondiale Esborsi netti in miliardi USD (2008) * Include Norvegia, Svizzera e Islanda. Fonte: OCSE DAC e Ministeri degli Affari Esteri. Cifre preliminari.

  8. Assistenza Ufficiale allo Sviluppo Principali donatori APS APS mondiale - esborsi netti in miliardi USD 70,1 26 13,4 9,3 4,7 Fonte: OCSE DAC

  9. Trend degli esborsi Assistenza Ufficiale allo Sviluppo Previsioni APS per l’UE Esborsi netti in miliardi EUR 2010 0.56% Rapporto attuale APS/PIL: 0.40% Fonte: OCSE e Ministeri degli Affari Esteri Comunicazione della CE: “Mantenere le promesse dell'Europa sui finanziamenti allo sviluppo ”, aprile 2007 Comunicazione della CE: “Aiutare i paesi in via di sviluppo nel far fronte alla crisi ”, aprile 2009

  10. Assistenza Ufficiale allo Sviluppo Aiuti reali e gonfiati (2008) Esborsi netti in miliardi EUR * L’aiuto gonfiato include: cancellazione del debito, costi dei rifugiati in Europa e fondi per gli studenti stranieri. Fonte: CONCORD, “Lighten the load,” maggio 2009.

  11. Assistenza Ufficiale allo Sviluppo 10 principali donatori europei nel 2008 Esborsi netti in miliardi USD 13,9 13,4 11,4 10,9 6,9 6,7 4,7 4,4 3,9 2,8 Fonte: OCSE DAC e Ministeri degli Affari Esteri

  12. Assistenza Ufficiale allo Sviluppo Donatori europei di media grandezza Esborsi netti in miliardi USD 2,4 2 1,7 1,3 1,1 0,79 0,69 0,61 0,41 0,39 0,21 Fonte: OCSE DAC e Ministeri degli Affari Esteri

  13. Assistenza Ufficiale allo Sviluppo Piccoli donatori europei nel 2008 Esborsi netti inmiliardi USD 0,12 0,11 0,09 0,07 0,05 0,04 0,035 0,02 0,02 0,19 0,008 * Mancano dati per il 2006 Fonte: OCSE DAC e Ministeri degli Affari Esteri Comunicazione CE: “Aiutare i paesi in via di sviluppo nel far fronte alla crisi ”, aprile 2009

  14. Assistenza Ufficiale allo Sviluppo APS pro capite (2008) >500 USD pro capite 250-500 USD pro capite 100-250 USD pro capite 20-100 USD pro capite <20 USD pro capite Dati non disponibili Non donatori Fonte: OCSE DAC, Eurostat e Ministeri degli Affari Esteri

  15. Assistenza Ufficiale allo Sviluppo Esborsi APS nel 2008 pro capite Dati 2008 e variazioni rispetto al 2007* in USD * I decimali sono stati arrotondati al numero intero più vicino. Fonte: OCSE DAC, Eurostat e Ministeri degli Affari Esteri

  16. Assistenza Ufficiale allo Sviluppo Salute globale – i primi 10 donatori europei (2007) Esborsi netti in miliardi USD 0,595 0,465 0,251 0,193 0,180 0,174 0,147 0,124 0,121 0,100 Fonte: OCSE DAC e Ministeri degli Affari Esteri

  17. Assistenza Ufficiale allo Sviluppo APS per la salute globale 2000 - 2007 Esborsi netti in miliardi USD 4,338 2,495 Fonte: OCSE DAC e Ministeri degli Affari Esteri

  18. Assistenza Ufficiale allo Sviluppo Quota UE della spesa sanitaria mondiale per la salute globale (2007) Esborsi netti in milioni USD (2007) * Include Norvegia, Svizzera e Repubblica Ceca. Mancano dati per gli altri paesi europei. Fonte: OCSE DAC e Ministeri degli Affari Esteri

  19. Assistenza Ufficiale allo Sviluppo In sintesi: le buone notizie • L’APS mondiale è cresciuta di oltre il 10% nel 2008 • L’UE (cioè la CE e i 27 Stati Membri) sono responsabili del 63% dell’APS mondiale nel 2008; • I ‘migliori’ paesi in termini di sforzi APS sono europei, con Danimarca, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia e Svezia tutti con contributi sopra il target dello 0,7% APS/PIL fissato dalle Nazioni Unite per il 2008; • I paesi nordici e il Lussemburgo restano i maggiori donatori pro capite. La Norvegia offre più di tutti – una somma sostanziale di $837 a persona – al contrario, i contribuenti di molti nuovi stati membri offrono meno di 10$ pro capite. • Il Regno Unito ha la maggiore spesa sanitaria in termini assoluti, con una crescita più che raddoppiata rispetto a due anni prima.

  20. Assistenza Ufficiale allo Sviluppo In sintesi: le cattive notizie • Anche se la maggior parte degli stati membri ha aumentato i propri sforzi, non ha raggiunto né è probabile che raggiunga l’obiettivo temporaneo dello 0,17% APS/PIL: Polonia, Lituania e Malta hanno già diminuito la loro APS nel 2008. • L’Austria è stato l’unico paese degli ex UE-15 in cui è diminuita l’APS nel 2008: di $130 milioni. La sua quota di aiuto gonfiato soprattutto come cancellazione del debito supera il 43% dell’APS totale austriaca. Anche il governo italiano ha preannunciato forti tagli agli aiuti. • Una percentuale significativa dell’APS europea rimane “gonfiata” con cancellazione del debito, costi degli studenti e dei rifugiati. Senza gli aiuti gonfiati, l’Europa spenderebbe lo 0,34% anziché lo 0,4% del PIL. • La spesa APS in sanità è diminuita di $124 milioni nell’anno passato, soprattutto per la minore APS europea sanitaria.

  21. Attività per le popolazioni Trend dei finanziamenti 2005-2006

  22. Attività per le popolazioni Assistenza alle popolazioni: donatori principali 2005 e 2006, in milioni USD 2.677 2.535 371 301 300 290 95 Fonte: UNFPA & NIDI “Resource Flows for Population Activities”

  23. Attività per le popolazioni Assistenza alle popolazioni – Finanziamenti totali 1991-2006 in milioni USD (attuali vs. costanti 1993) Adottati gli Obiettividel Millennio Stabilito il pacchetto nella ICPD del 1993 7.380 5.290 1.310 Include tutte le istituzioni donatrici, incluso i governi dei paesi sviluppati, le fondazioni e le banche per lo sviluppo Fonte: UNFPA & NIDI “Resource Flows for Population Activities”

  24. Attività per le popolazioni Settori dell’assistenza per le popolazioni 1999-2006 in milioni USD Adottati gli obiettividel Millennio 5.102 1.478 394 342 Include tutte le istituzioni donatrici, incluso i governi dei paesi sviluppati, le fondazioni/ONG e le banche per lo sviluppo Fonte: UNFPA & NIDI “Resource Flows for Population Activities”

  25. Attività per le popolazioni Suddivisione dell’Assistenza per le popolazioni 1999-2006 in milioni USD Include tutte le istituzioni donatrici, incluso i governi dei paesi sviluppati, le fondazioni/ONG e le banche per lo sviluppo Fonte: UNFPA & NIDI “Resource Flows for Population Activities”

  26. Attività per le popolazioni Spesa in assistenza per le popolazioni 2005-2006, in milioni USD 864 547 370 300 290 251 152 144 104 Fonte: UNFPA & NIDI “Resource Flows for Population Activities”

  27. Attività per le popolazioni Spesain assistenza per le popolazioni 2005-2006, in milioni USD 76 68 51 37 21 14 8 7 4 Fonte: UNFPA & NIDI “Resource Flows for Population Activities”

  28. Attività per le popolazioni Spesain assistenza per le popolazioni 2005-2006, come % dell’APS 14,1 10,2 10 9,3 10% 7,1 6,9 6,1 4,7 3,8 3,2 Source: UNFPA & NIDI “Resource Flows for Population Activities”

  29. Attività per le popolazioni Spesa in assistenza per le popolazioni 2005-2006, come % dell’APS 2,8 2,4 2,2 1,8 1,7 1,4 0,5 0,1 Fonte: UNFPA & NIDI “Resource Flows for Population Activities”

  30. Attività per le popolazioni Assistenza per le popolazioni pro capite (2006) >30 USD pro capite 10-30 USD pro capite 1-10 USD pro capite <1 USD pro capite Non campionato Fonte: UNFPA & NIDI “Resource Flows for Population Activities”

  31. # Paese Assistenza per le popolazioni pro capite 8 Finlandia 10 (+6) 9 Belgio 7 (+2) 10 Svizzera 5 (0) 11 Francia 4 (+1) 12 Germania 1,8 (-0,2) 13 Spagna 1,5 (-0,2) Attività per le popolazioni Spesa in assistenza per le popolazioni 2006 USD pro capite (e variazione rispetto al 2005)* # Paese Assistenza per le popolazioni pro capite # Paese Assistenza per le popolazioni pro capite 1 Norvegia 64 (+23) 14 Grecia 1,2 (+0,3) 2 Lussemburgo 45 (+16) 15 Austria 1,0 (+0,4) 3 Svezia 41 (+17) 16 Portogallo 0,7 (+0,1) 4 Paesi Bassi 33 (+4) 17 Italia 0,7 (+0,3) 5 Irlanda 34 (+18) 6 Danimarca 19 (+2) 7 Regno Unito 14 (+2) *Decimali arrotondati al numero intero più vicino, eccetto per cifre inferiori a $2. Fonte: UNFPA & NIDI “Resource Flows for Population Activities”

  32. Attività per le popolazioni In sintesi: assistenza per le popolazioni • L’ex UE-15 e gli USA contano per il 70% dei contributi mondiali all’assistenza per le popolazioni nel 2006 • Per la prima volta, l’ex UE-15 ha superato gli USA diventando il maggiore donatore. • Il Regno Unito resta il principale donatore in Europa per l’assistenza alle popolazioni • Il Regno Unito e i Paesi Bssi insieme contano per il 42% dei contributi dell’UE. • Nel 2008, l’Irlanda ha aumentato sostanzialmente i suoi sforzi per l’assistenza alle popolazioni fino al 14,1% della sua APS. • Austria, Portogallo e Italia contribuiscono ancora con meno di $10 milioni per anno all’assistenza per le popolazioni, sebbene il Portogallo mostri un chiaro trend verso l’alto. Fonte: UNFPA & NIDI “Resource Flows for Population Activities”

  33. Contributi alle organizzazioni per l’SSRRD UNFPA, IPPF, GFATM, UNAIDS, UNIFEM & IPM

  34. Contributi alle organizzazioni per l’SSRRD Suddivisione per donatoredegli esborsi totali alle organizzazioni per l’SSRRD (2007) Fonte: bilanci di UNFPA, IPPF, GFATM, UNAIDS, e IPM e impegni dei donatori

  35. Contributi alle organizzazioni per l’SSRRD Contributi europei (2004-2007) per organizzazione in milioni USD 1.397 515 198 89 59 33 Fonte: bilanci di UNFPA, IPPF, GFATM, UNAIDS, e IPM e impegni dei donatori

  36. Contributi alle organizzazioni per l’SSRRD Contributi all’UNFPA (2007) >40 milioni di USD Tra 20 e 40 milioni di USD Tra 10 e 20 milioni di USD Tra 1 e 10 milioni di USD <1 milioni di USD Non contribuiscono all’UNFPA Non campionati Fonte: impegni e pagamenti dei donatori dell’UNFPA

  37. Contributi alle organizzazioni per l’SSRRD Contributi all’IPPF (2007) >10 milioni di USD Tra 5 e 10 milioni di USD Tra 2,5 e 5 milioini di USD <2,5 milioni di USD Paesi che non contribuiscono all’IPPF Non campionati Fonte: bilanci dell’IPPF

  38. Contributi alle organizzazioni per l’SSRRD Contributi al Fondo Globale (2007) >75 milioni di USD Tra 10 e 75 milioni di USD Tra 2 e 10 milioni di USD <2 milioni di USD Non contribuiscono al GFATM Non campionati Fonte: impegni e contributi a favore del GFATM

  39. Contributi alle organizzazioni per l’SSRRD Contributi a UNAIDS (2007) >10 milioni di USD Tra 5 e 10 milioni di USD Tra 2,5 e 5 milioni di USD <2,5 milioni di USD Non contribuiscono all’UNAIDS Non campionati Fonte: tavole dei contributi dei donatori dell’UNAIDS

  40. Contributi alle organizzazioni per l’SSRRD Contributi a UNIFEM (2007) >5 milioni di USD Tra 1 e 5 milioni di USD <1 milioni di USD Non contribuiscono all’UNIFEM Non campionati Fonte: report annuali dell’UNIFEM

  41. Contributi alle organizzazioni per l’SSRRD Contributi all’IPM (2007) >5 milioni di USD Tra 2 e 5 milioni di USD <2 milioni di USD Paesi che non contribuiscono all’IPM Non campionati Fonte: tavole degli impegni dei donatori dell’IPM

  42. Contributi alle organizzazioni per l’SSRRD In sintesi: sostegno multilaterale • Il sostegno europeo alle organizzazioni per l’SSRRD nel 2007 è aumentato considerevolmente di $486 milioni, per un totale di $2,29 miliardi. • I fondi al GFATM sono aumentati di $112 milioni per un totale di $293 milioni. • L’UNAIDS ha ricevuto un imponente aumento del 73%. • I contributi alla più grande ONG al mondo nel settore della popolazione, l’IPPF, sono rimasti stabili rispetto all’anno precedente. • Per il secondo anno consecutivo, la Francia ha aumentato i suoi contribuiti alle organizzazioni multilaterali, e conta per il 20% del sostegno europeo, in crescita rispetto al 17%. • Anche la Spagna ha fatto un importante progresso raddoppiando quasi i suoi contributi alle organizzazioni per l’SSRRD. Fonte: UNFPA e NIDI “Resource Flows for Population Activities”

  43. Casi pratici Divisione del lavoro; Sostegno al budget; Aiuti UE in Nepal, Mozambico, Pakistan e Kenya

  44. Casi pratici Divisione del lavoro • Divisione del lavoro all’interno del paese • Concentrazione dei settori di aiuto: solo 5 donatori dell’UE hanno adottato il Codice di Condotta dell’UE e ridotto i settori in cui sono coinvolti • La maggior parte degli stati membri dichiara di aver già concentrato i propri aiuti in tre o meno settori • I donatori minori hanno una tendenza naturale a focalizzarsi su meno settori di quelli con volumi di aiuto elevati. • Divisione del lavoro tra paesi • Da uno studio OCSE-DAC sulla frammentazione degli aiuti è emerso che in 153 paesi in via di sviluppo, 63 (il 41% del totale) sono aiutati da oltre 20 donatori. Altri 49 (33%) sono aiutati da 11-20 donatori. • In media, ogni paese partner ha 17 donatori con un programma nazionale • A causa del suo mandato, la CE è presente nella maggior parte (144) dei paesi in via di sviluppo.

  45. Casi pratici Sostegno al bilancio – un trend accurato negli esborsi APS? • la CE e gli stati membri stanno aumentando costantemente il sostegno al bilancio come percentuale del loro ODA totale • al momento nel 10° FES ci sono €13,5 miliardi nel sostegno al bilancio • la CE ha in programma di destinare il 50% dei suoi aiuti attraverso il sostegno al bilancio entro 2010 Fonte: Oxfam International, Briefing Paper, “Fast Forward,” 2008, pag. 12

  46. Casi pratici Aiuti dell’UE in Nepal • Il Nepal ha uno dei tassi più elevati di mortalità materna ma la CE non offre fondi a questo scopo. • La CE offre la propria assistenza allo sviluppo soprattutto attraverso un sostegno settorialeal bilancio. • Il DFID è un grande contribuente del settore sanitario, in particolare per il programma nazionale di riforma. • Il totale dei contributi al settore sanitario ammonta a $105,39 milioni, incluso il sostegno al programma per la Maternità Sicura (salute riproduttiva e pianificazione familiare incluse) • Un numero ristretto di donatori assicura uno scarso livello di frammentazione. • La società civile non gioca un ruolo significativo nelle decisioni di spesa.

  47. Casi pratici Aiuti dell’UE in Pakistan • Il Pakistan spende lo 0,7% del suo PIL in sanità. • 5 donatori sono attivi nel settore della sanità. La CE non è tra questi. • Il DFID è il secondo più grande donatore nel paese, e il più grande a favore del settore della sanità. • Il DFID è l’unico partner per lo sviluppo che offre un sostegno diretto al bilancio. • La salute riproduttiva è promossa attraverso il programma di Salute Materna e Neonatale, implementato dal governo ma finanziato primariamente dal sostegno al bilancio • In linea con i trend globali, i finanziamenti per i servizi di pianificazione familiare sono stati gradualmente riallocati a favore di quelli per l’HIV/AIDS

  48. Casi pratici Aiuti dell’UE in Kenya • Regno Unito, Germania e Danimarca sono i principali donatori nel settore della sanità e tutti e tre considerano la salute riproduttiva una questione basilare. • Sono presenti 6 donatori attivi nella sanità: in totale, sono stati donati € 116 milioni nel 2005. • I donatori nel settore della sanità in Kenya si incontrano mensilmente, la società civile tuttavia non è autorizzata a partecipare. • La CE è il terzo donatore più grande ma non offre finanziamenti per la salute. La maggior parte degli aiuti della CE vengono offerti attraverso il sostegno al bilancio.

  49. Casi pratici Aiuti dell’UE in Mozambico • Secondo il 10° FES l’80% dell’aiuto dell’UE è offerto attraverso il sostegno al bilancio • Offerto in tranche fisse e variabili di cui solo quest’ultime sono versate condizionatamente in relazione a indicatori di povertà basati sui risultati. • 19 donatori internazionali sono attivi nel paese, un numero superiore in modo drammatico agli standard dell’UE sulla divisione del lavoro. • Per la CE, la sanità è il più grande settore non centrale, o l’8% della loro copertura. È offerto principalmente attraverso il Sostegno al Bilancio. • Il Parlamento del Mozambico non è stato coinvolto nelle decisioni di sostegno al bilancio né c’è stato alcun coinvolgimento della società civile.

  50. Riconoscimenti Vorremmo ringraziare i seguenti ricercatori, scrittori ed editor per i loro contributi sostanziali: Andrew Pavao, Miguel Ongil, Anne Wittenberg, Saskia Pfeijffer, Marina Davidashvili, Nadine Krysostan, Silvia Theodoridis e Vincent Villeneuve. Un ringraziamento speciale va a Karen Hoehn e Neil Datta. Grazie anche a Johanna Stratmann, ed Erik Beekink e Annemarie Ernsten (NIDI) per i loro suggerimenti sulla bozza precedente. © 2009 DSW e EPF Questa pubblicazione è stata realizzata con il contributo dell’Unione Europea. I contenuti di questa pubblicazione sono responsabilità esclusiva della Fondazione Tedesca per la Popolazione Mondiale (DSW) e del Forum Parlamentare Europeo (EPF) e non possono in nessun modo essere considerati come un riflesso dell’opinione dell’Unione Europea. http://ec.europa.eu/europeaid/index_it.htm