la libera circolazione delle persone nell unione europea l.
Download
Skip this Video
Loading SlideShow in 5 Seconds..
LA LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE PERSONE NELL’UNIONE EUROPEA PowerPoint Presentation
Download Presentation
LA LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE PERSONE NELL’UNIONE EUROPEA

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 39

LA LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE PERSONE NELL’UNIONE EUROPEA - PowerPoint PPT Presentation


  • 282 Views
  • Uploaded on

LA LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE PERSONE NELL’UNIONE EUROPEA. Michele Colucci info@colucci.eu - www.colucci.eu Università degli Studi di Salerno 13–14 gennaio 2010. L’UNIONE EUROPEA. 27 Stati Membri 450 milioni di abitanti 23 lingue ufficiali 16 Stati “euro”

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

LA LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE PERSONE NELL’UNIONE EUROPEA


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
la libera circolazione delle persone nell unione europea

LA LIBERA CIRCOLAZIONE DELLE PERSONE NELL’UNIONE EUROPEA

Michele Colucci

info@colucci.eu - www.colucci.eu

Università degli Studi di Salerno 13–14 gennaio 2010

l unione europea
L’UNIONE EUROPEA
  • 27 Stati Membri
  • 450 milioni di abitanti
  • 23 lingue ufficiali
  • 16 Stati “euro”
  • Paesi con accordi di Associazione, Co-operazione, ecc.
le fonti primarie
Le fonti primarie
  • Ogni cittadino dell’Unione ha il diritto di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri(art. 18 CE)
  • E’ cittadino dell’Unione chiunque abbia la cittadinanza di uno Stato membro (art. 17 CE).
le fonti di diritto primario
Le fonti di diritto primario
  • Artt.39 - 42 CE. I lavoratori subordinati hanno il diritto di:
    • rispondere a offerte di lavoro effettive;
    • spostarsi liberamente a tal fine nel territorio degli Stati membri;
    • prendere dimora in uno degli Stati membri al fine di svolgervi un’ attività di lavoro;
    • rimanere sul territorio di uno Stato membro, dopo aver occupato un impiego.
le fonti di diritto primario5
Le fonti di diritto primario
  • Lavoratori autonomi:
    • Diritto di stabilimento (artt. 43-48 CE): facoltà di esercitare la propria attività non salariata in un altro Stato membro attraverso l’insediamento di una propria sede.
    • Libera prestazione di servizi (artt. 49 -55 CE): possibilità di prestare la propria opera in uno Stato membro diverso da quello dove è stabilito, senza una sede stabile nello Stato della prestazione.
le fonti di diritto secondario
Le Fonti di diritto secondario
  • Regolamento CEE 1612/68 relativo alla libera circolazione dei lavoratori;
  • Direttiva CE 2004/38 (entrata in vigore: 1 maggio 2006) relativa al diritto dei cittadini dell’Unione e dei loro familiari di circolare e di soggiornare nel territorio degli Stati membri.
la giurisprudenza evolutiva della corte di giustizia
La giurisprudenza « evolutiva » della Corte di Giustizia
  • Definizione di « Lavoratore subordinato»:
    • Colui che fornisce una prestazione di indiscusso valore economico ad un’ altra persona e sotto la direzione della stessa, ricevendo come contropartita una retribuzione (Lawrie-Blum, C-66/85).
  • Concetto di « valenza comunitaria »(Unger, C-75/63).
  • Principio fondamentale: interpretazione estensiva (Levin, C-53/81).
  • Eccezioni e deroghe: interpretazione restrittiva (Kempf,C-139/85).
familiari a carico dei lavoratori
Familiari a carico dei lavoratori
  • Direttiva 2004/38. Definizione «unica»:
    • Il coniuge;
    • Il/la convivente;
    • Discendenti (minori e non, a carico e non);
    • Ascendenti (a carico e non).
ambito di applicazione ratione materiae
Ambito di applicazione ratione materiae
  • Diritto d’ingresso e di soggiorno

Art. 6, Dir. 2004/38:

Carta d’identità o passaporto validi per >3mesi, indipendentemente dal documento di soggiorno rilasciato.

NO VISTI d’ingresso o di uscita!

  • Art. 6 , par. 2:

Stesso diritto riconosciuto ai familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro.

diritto di soggiorno permanente
Diritto di soggiorno « permanente »
  • Qualsiasi cittadino dell’Unione acquisisce il diritto di soggiorno permanente nello Stato membro ospitante dopo avervi risieduto legalmente per 5 anni:
    • Familiari:stesso diritto
    • Carta di soggiorno:
      • Accesso all’assistenza sociale,
      • Divieto di espulsione nello Stato di residenza.
parita di trattamento
PARITA’ DI TRATTAMENTO
  • Art. 12 CE: no discriminazione sulla base della nazionalità…
  • Art. 39 CE:…
    • Accesso all’impiego,
    • Retribuzione,
    • Condizioni di lavoro.
  • Accordi di Associazione, Co-operazione, ecc.
la sentenza bosman causa 415 93
LA SENTENZA BOSMANcausa 415/93
  • DAVIDE contro GOLIA!
  • Sport= attività economica= disciplina comunitaria
  • Fine dell’indennità di trasferimento
  • Quid formazione (vivai)?
  • Il nuovo regolamento FIFA
forma giuridica dell atto discriminatorio
Forma giuridica dell’atto discriminatorio
  • Categoria ampia:
    • Legge statale,
    • Contratti collettivi,
    • Regolamenti di Associazioni private,(Bosman, C-415/93): FIFA, UEFA, ….
discriminazioni dirette ed indirette
DISCRIMINAZIONI DIRETTE ED INDIRETTE
  • Art. 3 Reg. 1612/68:
  • Inapplicabilità di disposizioni e di pratiche amministrative che abbiano carattere « direttamente o indirettamente discriminatorio ».
  • Esigenze oggettive, principio della proporzionalità!
  • Esempi: conoscenze linguistiche
nuovi casi
NUOVI CASI
  • Delibere CONI «salva-vivai»:

50 % dei calciatori provenienti dai vivai nazionali

  • UEFA HOMEGROWN PLAYER
  • Homegrown: giocatore formato dal club per tre anni quando l’atleta ha fra i 15 e 21 anni
    • 2006/2007 4 su 25
    • 2007/2008 6 su 25
    • 2008/2009 8 su 25

Nessuna discriminazione sulla base della nazionalità.

accesso all impiego
Accesso all’impiego
  • Art. 4.1. Reg. 1612/68:
    • “Inapplicabilità delle disposizioni che “limitano, per impresa, per ramo di attività, per regioni o su scala nazionale, il numero o la percentuale degli stranieri occupati”.

Giurisprudenza Corte di Giustizia:

      • Bosman
condizioni di lavoro
CONDIZIONI DI LAVORO
  • Giurisprudenza della Corte:
    • Retribuzione,
    • Elementi accessori della retribuzione: indennità,
    • Computo anzianità aziendale,
    • Licenziamenti,
    • Reintegra,
    • Ricollocamento professionale, e ...
diritti collettivi
Diritti collettivi
  • Art.8, Reg.1612/68:
    • Parità di trattamento per quanto riguarda l’iscrizione alle organizzazioni sindacali e l’esercizio dei diritti sindacali;
    • Elettorato attivo e passivo:
      • Reg. 312/1976 Consiglio: accesso ai posti amministrativi o direttivi di Org. Sind.
      • Corte di Giustizia, ASTI C-213/90.
discriminazioni a rovescio
Discriminazioni a « rovescio »
  • Disparità fra norme “interne” e “comunitarie”:
    • diverso contenuto materiale;
    • differenti finalità.
  • NO applicazione del Diritto CE a situazioni puramente “interne”.
limiti al diritto di libera circolazione
LIMITI AL DIRITTO DI LIBERA CIRCOLAZIONE
  • IMPIEGO NELLA P.A.:
    • INTERPRETAZIONE UNIFORME:
    • “CONTENUTO DELLA FUNZIONE” E NON QUALIFICAZIONE GIURIDICA:
    • Partecipazione diretta o indiretta all’esercizio di poteri conferiti in base al diritto pubblico;
    • Funzioni dirette alla salvaguardia degli interessi dello Stato;
    • Rapporto di “fedeltà”,
    • Reciprocità di diritti e dovere
  • ORDINE PUBBLICO E SICUREZZA PUBBLICA
    • Non per motivi economici (art. 26 Dir. 2004/38).
  • SANITA’ PUBBLICA:
    • Malattie infettive, con potenziale epidemico o parassitarie contagiose.
protezione contro l allontanamento e garanzie procedurali
Protezione contro l’allontanamento e garanzie procedurali
  • Provvedimenti conformi al principio di proporzionalità
  • Comportamento personale: minaccia effettiva e sufficientemente grave, pregiudizievole di un interesse fondamentale della società
  • Notifica per iscritto e motivata
  • No provvedimento permanente
  • Possibilità di ricorso ai mezzi di impugnazione giurisdizionali e amministrativi.
una grande conquista
UNA GRANDE CONQUISTA
  • DA COLUI CHE ESERCITA UN’ATTIVITA’ ECONOMICA ...
  • ... AL CITTADINO DELL’UNIONE EUROPEA
libert di stabilimento artt 43 48 ce
Libertà di stabilimentoartt. 43 -48 CE
  • Libertà mirante ad assicurare “l’accesso alle attività non salariate ed al loro esercizio nonché la costituzione e la gestione di imprese ed in particolare di società…
  • …alle condizioni definite dalla legislazione del Paese di stabilimento nei confronti dei propri cittadini…” (norma del trattamento nazionale.
divieti per gli stati membri
Divieti per gli Stati Membri
  • Introdurre o mantenere in vigore:
    • “restrizioni alla libertà di stabilimento”;
    • “restrizioni relative all’apertura di agenzie, succursali o filiali”.
effetto diretto dell art 43 ce
Effetto diretto dell’art. 43 CE
  • Principio fondamentale del diritto comunitario (sentenza Reyners, 1974).
  • “Effetto diretto”: per i cittadini e per i giudici
  • Diritti “incondizionati” e nessuna condizione di reciprocità!
trattato e direttive comunitarie
Trattato e direttive comunitarie
  • Procedura di co-decisione, direttive per (art. 44 CE):
    • “reciproco riconoscimento” di diplomi, certificati e altri titoli”;
    • co-ordinamento delle disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative relative all’accesso e all’esercizio della professione”.
libera circolazione dei lavoratori e libert di stabilimento
Libera circolazione dei lavoratori e libertà di stabilimento
  • Base giuridica: due capi diversi del Trattato
  • Atti di diritto derivato in parte diversi, ma…
  • STESSI PRINCIPI
  • STESSA PROTEZIONE GIURIDICA
  • Accordi di associazione: lavoratori autonomi, (sentenza Jany del 2001: prostitute ceche e polacche)
libert di stabilimento e libera prestazione dei servizi
Libertà di stabilimento e libera prestazione dei servizi
  • Principi generali e norme di diritto derivato parzialmente diverse
  • “Paese di origine” e “Paese di accoglienza o di destinazione”
  • Giurisprudenza della Corte di Giustizia
ambito di applicazione ratione materiae29
Ambito di applicazione ratione materiae
  • “Attività non salariate”:
  • Attività economiche:
    • prestazioni “reali ed effettive” (non marginali ed accessorie),
    • Contropartita (danaro o altro in natura)
      • Sportivi professionisti o dilettanti
      • Praticanti avvocati (sentenza Morgenbesser)
ambito di applicazione ratione materiae30
Ambito di applicazione ratione materiae
  • Attività “stabile e continuativa”
  • “Frequenza, periodicità e continuità” della prestazione (sentenza Gebhard, 1995).
  • Valutazione “caso per caso”, e “professione per professione”
  • “centro di attività principale o secondario” ma non “semplice domicilio professionale”
ambito di applicazione ratione personae
Ambito di applicazione ratione personae
  • Beneficiari: cittadini dell’Unione
  • Persone fisiche ma anche giuridiche
    • Sede all’interno della Comunità (art. 48 CE)
  • Esclusi:
    • Cittadini di Paesi terzi
    • Società costituite al di fuori della Comunità
    • Società senza fini di lucro
    • Coloro che partecipano all’esercizio di pubblici poteri
forme di attuazione
Forme di attuazione

Trasferimento del centro principale da uno Stato Membro all’altro

  • Sede legale? Amministrazione centrale?(sentenza Daily Mail)

Diritto di avere più “centri di attività” oltre a quello principale (sentenza Klopp)

restrizioni alla libert di stabilimento
Restrizioni alla libertà di stabilimento
  • Tutte le misure che vietano, ostacolano o scoraggiano l’esercizio della libertà di stabilimento
  • Restrizioni all’ “accesso”:
    • Autorizzazione, iscrizione ad un albo, abilitazione, ecc.
  • Restrizioni all’ “esercizio”:condizioni e discriminazioni
  • Ostacoli “all’uscita”:
    • discriminazioni fiscali, imposizione di indennità, iscrizione ad un doppio regime previdenziale
discriminazioni
Discriminazioni
  • Discriminazioni dirette:
    • Nazionalità
  • Discriminazioni indirette:
    • Residenza, domicilio professionale
      • (Corte di Giustizia, sentenze Commissione c. Italia (2001 – 2002:dentisti, architetti, avvocati)
  • “Misure indistintamente applicabili” e loro carattere restrittivo su potenziali vantaggi economici (sentenza Semeraro)
cause di giustificazione
Cause di giustificazione
  • Ordine pubblico, pubblica sicurezza e sanità pubblica
    • Esistenza di una minaccia effettiva e abbastanza grave
    • Tutela di uno degli interessi fondamentali della collettività
cause di giustificazione36
Cause di giustificazione
  • Motivi imperativi di interesse generale
    • (motivi di natura non economica)
  • Misure idonee a garantire il perseguimento dello scopo perseguito
  • Misure necessarie per il raggiungimento dello scopo perseguito
la libert di stabilimento e abusi
La libertà di stabilimento e abusi
  • La Giurisprudenza “Centros”
  • “sede effettiva” in Danimarca e “sede legale” in UK
  • Diritto di scelta non costituisce abuso
  • Necessità di armonizzazione
scontro fra diritti fondamentali
SCONTRO FRA DIRITTI FONDAMENTALI
  • DIRITTO DI SCIOPERO C. DIRITTO DI STABILIMENTO E LIBERA PRESTAZIONE DI SERVIZISENTENZE “LAVAL” E “VIKING” (dicembre 2007)
conclusioni
CONCLUSIONI

TUTTE LE STRADE PORTANO A ROMA...

MA PRIMA PASSANO PER BRUXELLES!