iva 2010 il luogo delle prestazioni di servizi n.
Download
Skip this Video
Download Presentation
Iva 2010: il luogo delle prestazioni di servizi

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 7

Iva 2010: il luogo delle prestazioni di servizi - PowerPoint PPT Presentation


  • 134 Views
  • Uploaded on

Iva 2010: il luogo delle prestazioni di servizi. Criteri speciali (sia nei rapporti “b to b” che in quelli “b to c” ): Servizi relativi a immobili Trasporto passeggeri Ristorazione e catering Locazione “breve” di mezzi di trasporto

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Iva 2010: il luogo delle prestazioni di servizi' - Gabriel


Download Now An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
iva 2010 il luogo delle prestazioni di servizi

Iva 2010: il luogo delle prestazioni di servizi

  • Criteri speciali
  • (sia nei rapporti “b to b” che in quelli “b to c”):
  • Servizi relativi a immobili
  • Trasporto passeggeri
  • Ristorazione e catering
  • Locazione “breve” di mezzi di trasporto
  • Attività culturali, artistiche, ricreative, scientifiche, educative, sportive
  • Regola generale
  • nei rapporti con privati(b to c) :
  • PAESE DEL
  • PRESTATORE
  • Si considerano pertanto territoriali le prestazioni rese da soggetti passivi stabiliti in Italia
  • Deroghe per alcuni servizi (slide n. 3)
  • Detassazione di alcuni servizi resi a committenti extraUe(slide n. 4)

Regola generale

nei rapporti tra soggetti passivi(b to b):

PAESE DEL

COMMITTENTE

Si considerano pertanto territoriali le prestazioni

rese a soggetti passivi stabiliti in Italia

LUOGO “FISICO” DELLA PRESTAZIONE

slide2

Iva 2010: il luogo delle prestazioni di servizi

  • Ai fini della determinazione del luogo delle prestazioni di servizi, si considerano “soggetti passivi” per le prestazioni ricevute:
  • Esercenti imprese, arti e professioni (le persone fisiche limitatamente alle prestazioni ricevute nell’esercizio di tali attività)
  • Enti non commerciali che svolgono attività d’impresa, anche per le prestazioni ricevute per le attività istituzionali
  • Enti non commerciali che non svolgono attività d’impresa, se titolari di partita Iva (in quanto effettuano acquisti intracomunitari tassati in Italia)
iva 2010 il luogo delle prestazioni di servizi1
Iva 2010: il luogo delle prestazioni di servizi
  • Deroghe per alcuni servizi a privati:
  • Intermediazioni in nome e per conto: luogo dell’operazione principale
  • Trasporti non intracomunitari di beni: luogo di esecuzione, in proporzione alla distanza
  • Trasporti intracomunitari di beni: luogo di inizio
  • Lavorazioni e perizie su beni mobili materiali: luogo di esecuzione
  • Operazioni accessorie ai trasporti (carico, scarico, ecc.): luogo di esecuzione
  • Locazione “non breve” di mezzi di trasporto: luogo di utilizzazione
  • Servizi di e-commerce resi da imprese extraUe: paese del committente
  • Servizi di telecomunicazione e di teleradiodiffusione: luogo di utilizzazione
  • Esemplificazioni:
  • la prestazione di intermediazione resa a privato si considera effettuata nel territorio dello Stato se l’operazione principale è ivi effettuata
  • la lavorazione di un bene mobile resa a privato si considera effettuata nel territorio dello Stato se è ivi eseguita
  • indipendentemente dal luogo in cui sono stabiliti il prestatore e il committente
iva 2010 il luogo delle prestazioni di servizi2
Iva 2010: il luogo delle prestazioni di servizi

Detassazione di alcuni servizi a privati

Le seguenti prestazioni, ancorché rese da soggetti passivi nazionali, non si considerano territoriali se il committente è stabilito fuori dell’Ue:

- diritti immateriali (cessioni, concessioni e simili di diritti d’autore, marchi, brevetti, ecc.)

- prestazioni pubblicitarie

- consulenza e assistenza tecnica o legale, nonché elaborazione e fornitura dati e simili

- operazioni bancarie, finanziarie e assicurative, comprese riassicurazioni, escluse le locazioni di casseforti

- messa a disposizione di personale

- locazione, anche finanziaria, noleggio e simili di beni mobili materiali diversi dai mezzi di trasporto

- concessione dell’accesso ai sistemi di gas naturale o di energia elettrica, servizio di trasporto o di trasmissione mediante tali sistemi e fornitura di altri servizi direttamente collegati

- servizi di telecomunicazione e di teleradiodiffusione (esclusi quelli utilizzati nel territorio dello Stato anche se resi da soggetti esteri)

- servizi prestati per via elettronica

- prestazioni inerenti all’obbligo di non esercitare in tutto o in parte un’attività o un diritto di cui ai punti precedenti.

iva 2010 il debitore dell imposta sulle operazioni territoriali
Iva 2010: il debitore dell’imposta sulle operazioni territoriali

Cedente/prestatore IT:

Cedente/prestatore ESTERO:

Cessionario/committente soggetto passivo IT:

Cessionario/committente privato, o soggetto passivo estero:

Obblighi d’imposta sul cedente/prestatore

Obblighi d’imposta sul cessionario/committente (inversione contabile)

  • Obblighi d’imposta sul cedente/prestatore, mediante:
  • rappresentante fiscale
  • identificazione diretta
  • stabile organizzazione
iva 2010 adempimenti particolari per i servizi generici scambiati fra soggetti passivi ue
Iva 2010: adempimenti particolari per i servizi “generici” scambiati fra soggetti passivi Ue

Fornitore IT

Cliente altro SM

  • Emissione fattura non soggetta ad Iva (no volume d’affari)
  • Presentazione modello Intrastat cessioni (salvo che non sia dovuta l’imposta)

Cliente IT

Fornitore altro SM

  • Integrazione e registrazione della fatturadel fornitore (imponibile, non imponibile, esente) (*)
  • Presentazione modello Intrastat acquisti (salvo che non sia dovuta l’imposta)

(*) Se il fornitore è extraUe va emessa autofattura.

iva 2010 momento impositivo per i servizi generici scambiati con soggetti esteri
Iva 2010: momento impositivo per i servizi “generici” scambiati con soggetti esteri

Art. 6, sesto comma, DPR 633/72

In deroga al terzo e al quarto comma:

- Le prestazioni di servizi “generiche” scambiate (rese o ricevute) con soggetti passivi esteri si considerano effettuate al momento della ultimazione o, se antecedente, a quello di pagamento.

- Se si tratta di prestazioni continuative di durata ultrannuale, fatto salvo il pagamento, le prestazioni si considerano effettuate al termine di ciascun anno solare.