Le due rivoluzioni inglesi
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 16

Le due Rivoluzioni Inglesi PowerPoint PPT Presentation


  • 146 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Le due Rivoluzioni Inglesi. Storia moderna. La situazione inglese nel 1600. La Monarchia inglese non era assoluta come in Francia Fin dal 1215 aveva una costituzione, la Magna Charta che aveva introdotto un Parlamento bicamerale: Camera dei Lords e dei Comuni

Download Presentation

Le due Rivoluzioni Inglesi

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Le due rivoluzioni inglesi

Le due Rivoluzioni Inglesi

Storia moderna


La situazione inglese nel 1600

La situazione inglese nel 1600

  • La Monarchia inglese non era assoluta come in Francia

  • Fin dal 1215 aveva una costituzione, la Magna Charta che aveva introdotto un Parlamento bicamerale: Camera dei Lords e dei Comuni

  • La I composta da nobili di nomina regia, la II elettiva composta da borghesi

  • Loro compito: controllo sul re che non poteva imporre tasse senza il consenso del Parlamento


La dinastia degli stuart

La dinastia degli Stuart

  • Con la morte di Elisabetta I si estinse la dinastia dei Tudor (1603)

  • La corona inglese passò a Giacomo I Stuart, già re di Scozia

  • Scozia, Inghilterra e Irlanda si trovarono insieme sotto lo stesso sovrano


Le due rivoluzioni inglesi

La situazione era però molto complessa:

  • Strutture economiche diverse

  • Religioni diverse

    ◊ Inghilterra anglicana/puritana

    ◊ Scozia calvinista

    ◊ Irlanda cattolica

    Giacomo I perseguì una politica autoritaria, antiparlamentare


Carlo i stuart

Carlo I Stuart

  • Nato nel 1600 fu re dal 1625 fino alla morte nel 1649

  • La sua politica autoritaria lo pose in contrasto con il Parlamento

  • Petition of Rigts, 1628 ( il parlamento riesce a limitare l’arbitrio regio)


La i rivoluzione inglese

La I Rivoluzione Inglese

  • 1629: Carlo I sciolse il parlamento per governare come sovrano assoluto

  • Il Parlamento ebbe una reazione violenta e ne seguì la guerra civile

  • I sostenitori del P. erano guidati da un parlamentare democratico: O.Cromwell

  • Fu abile generale e sconfisse più volte i comandanti realisti

  • Nel 1648 Carlo I venne deposto e catturato


La pausa repubblicana

La pausa repubblicana

  • In Inghilterra si instaurò una Repubblica (Commonwealth) a capo della quale fu Cromwell che, però, divenne un vero dittatore

  • Nel 1649 il re venne impiccato

  • C. fu spietato anche con i realisti


L economia sotto cromwell

L’economia sotto Cromwell

  • Rilanciò la politica imperialista

  • Navigation Act 1651 (il + saggio regolamento commerciale inglese. A.Smith) sancì il monopolio inglese sui commerci con le colonie. Contro l’Olanda.

  • Reazione olandese, che venne sconfitta e perse il monopolio sul mercato di schiavi, tabacco e zucchero

  • Le entrate doganali inglesi aumentarono di 3 volte, grazie anche agli accordi con il Portogallo per poter commerciare nelle sue colonie


La restaurazione monarchica

La restaurazione monarchica

  • Alla morte di Cromwell venne richiamato uno Stuart al regno: Carlo II

  • Anglicano, assolutista come Carlo I, si scontrò con il Parlamento

  • 1679: Habeas Corpus (vietava l’arresto arbitrario e illegale dei sudditi e l’arresto preventivo) = libertà individuale


Le due rivoluzioni inglesi

  • Gli succedette il fratello Giacomo II (cattolico) il cui breve regno fu travagliato da violente lotte religiose

  • 1688: Il Parlamento offrì la corona al principe protestante Guglielmo d’Orange (Olanda), marito di Maria Stuart, protestante e figlia di Giacomo II


I due sovrani

I due sovrani


La ii rivoluzione inglese

La II Rivoluzione inglese

  • Senza l’autorizzazione del P. il re non può:

  • imporre tributi a favore della Corona

  • mantenere nel regno un esercito stabile

  • Imporre la propria volontà ai parlamentari

  • Togliere la libertà a un cittadino

  • I due sovrani firmano una Dichiarazione dei diritti.

  • Bill of Right

  • Il regime diveniva una Monarchia Costituzionale, controllata dal P.

  • La “Gloriosa Rivoluzione” ha creato una Monarchia Parlamentare Costituzionale senza spargere una goccia di sangue


Le due rivoluzioni inglesi

Camera dei Lord, membri ereditari

Parlamento

Non può sciogliere arbitrariamente

Camera dei Comuni, deputati eletti a suffragio censitario

Il re

Bill of rights

Nessun provvedimento può essere preso dal re senza il consenso del parlamento. Tutte le leggi vi sono discusse e approvate

nomina

Habeas corpus act

il governo, che risponde al re, ma necessita della fiducia del parlamento

Tutela i sudditi dagli arresti arbitrari

La monarchia parlamentare inglese

sottostà a


Le due rivoluzioni inglesi

Tasse, controlli, centralizzaz.

Contrasto monarchia parlamento

Esperimento del governo di Cromwell

sistema di integrazione delle élites, nuova legittimazione della monarchia

Restaurazione

Gloriosa rivoluzione

Lo stato moderno si sviluppa secondo 2 modelli

Monarchia assoluta francese

Monarchia parlamentare inglese


Cosa cambia in inghilterra

Cosa cambia in Inghilterra?

  • Molti regimi di oggi si rifanno alla carta costituzionale inglese

  • Ma non era ancora una vera democrazia in quanto il popolo non aveva diritto di voto 0 suffragio censitario

  • Ruolo fondamentale della borghesia che porta ad uno sviluppo dei commerci

  • L’Inghilterra si trasforma in grande potenza marittima e coloniale in tutto il mondo

  • Politica economica libero-scambista che si contrappone al mercantilismo francese


La magna charta libertatum

La Magna Charta Libertatum

  • Giovanni, per grazia di Dio, re d'Inghilterra, signore d'Irlanda, duca di Normandia e di Aquitania (…) (1)In primo luogo abbiamo concesso a Dio ed abbiamo confermato con questa nostra carta, per noi ed i nostri eredi in perpetuo, che la Chiesa inglese sia libera, ed abbia i suoi diritti integri e le sue libertà intatte [...] Abbiamo anche concesso a tutti gli uomini liberi del nostro regno, per noi ed i nostri eredi di sempre, tutte le libertà sottoscritte, che essi ed i loro eredi ricevano e conservino, da noi e dai nostri eredi.


  • Login