Roma 13 dicembre 2011 giulia bassetti
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 15

ROMA – 13 dicembre 2011  Giulia Bassetti PowerPoint PPT Presentation


  • 78 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Programma per il sostegno e lo sviluppo dei percorsi integrati di inserimento socio-lavorativo dei soggetti con disturbo psichico - Pro.P. PROGETTO ESECUTIVO DELLA REGIONE DEL VENETO. ROMA – 13 dicembre 2011  Giulia Bassetti. LO SCENARIO - utenti.

Download Presentation

ROMA – 13 dicembre 2011  Giulia Bassetti

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Roma 13 dicembre 2011 giulia bassetti

Programma per il sostegno e lo sviluppo dei percorsi integrati di inserimento socio-lavorativo dei soggetti con disturbo psichico - Pro.P.PROGETTO ESECUTIVO DELLA REGIONE DEL VENETO

ROMA – 13 dicembre 2011 

Giulia Bassetti


Lo scenario utenti

LO SCENARIO - utenti

  • 69.810 utenti psichiatrici assistiti negli ospedali o nei servizi territoriali

  • Età media 51,9 anni

  • 58% femmine – 42% maschi

  • 83 % dell’utenza psichiatrica viene trattata solo nei servizi territoriali


Lo scenario strutture

LO SCENARIO - strutture

  • 354 strutture territoriali psichiatriche, di cui: 53% residenziali, 30% semi-residenziali, 17% ambulatoriali

  • 71% a gestione diretta Az. Ulss

  • Strutture ambulatoriali quasi totalità ente pubblico

  • Privato convenzionato 37% strutture residenziali e 31% semi-residenziali

  • 800 posti letto – assistenza ospedaliera


Lo scenario personale

LO SCENARIO – personale

  • 21 Dipartimenti Salute Mentale

  • 3275 operatori complessivi (2941 equivalenti)

  • 42% infermiere

  • 28% OTA/OSS

  • 12% medici

  • 7% educatori

  • 4% psicologi

  • 3% assistenti sociali


La normativa

LA NORMATIVA

  • L.R. n. 5 del 3 febbraio 2005 Piano Socio – Sanitario regionale 1996 – 1998

  • DGR 1138 del 6 maggio 2008 – Linee Guida funzionamento SIL – Az. Ulss

  • DGR 1616 del 17 giugno 2008 – Autorizzazione e Accreditamento – Unità Offerta Salute Mentale

  • DGR 651 del 9 marzo 2010 – Progetto Obiettivo Regionale per la Tutela della Salute Mentale – 2010 – 2012

  • DGR n. 2082 del 3 agosto 2010 – Documento di indirizzo regionale recante indicazioni per la presentazione Piani di Zona 2011 – 2015


Dgr 2786 del 23 novembre 2010 soggetti coinvolti

DGR 2786 del 23 novembre 2010SOGGETTI COINVOLTI

  • ISFOL – Osservatorio sull’Inclusione Sociale

  • Assessorato alla Sanità

  • Assessorato ai Servizi Sociali

  • Assessorato all’Istruzione, Formazione e Lavoro

  • Relative Direzioni Regionali


Dgr 2786 del 23 novembre 2010 fasi del progetto

DGR 2786 del 23 novembre 2010 FASI DEL PROGETTO

  • Realizzazione di un tavolo di progettazione partecipata con interlocutori privilegiati territoriali

  • Elaborazione di linee guida regionali

  • Definizione schema tipo di convenzione fra pubblico e privato sociale ai fini dell’inserimento lavorativo

  • Formazione di un gruppo di lavoro interistituzionale permanente

  • Elaborazione e sperimentazione di un modello formativo


Linee guida regionali per l inserimento lavorativo delle persone con disturbi psichici

LINEE GUIDA REGIONALI PER L’INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE CON DISTURBI PSICHICI

  • Premessa

  • Politiche dell’inserimento lavorativo

  • La rete

  • Il processo di inserimento

  • Monitoraggio e valutazione


Premessa principi e strategie

PREMESSA – principi e strategie

  • Persona al centro

  • Conoscenza dei percorsi e delle opportunità di ingresso nel mondo del lavoro

  • Approccio di rete fra soggetti istituzionali, privato sociale e privato economico

  • Percorsi di inserimento attraverso Legge 68/1999

  • Favorire altre modalità di inserimento

  • Approccio orientato alla comunità (reti informali e territorio)

  • Azioni di contrasto allo stigma


Politiche

POLITICHE

  • orientare i servizi alla persona e ai suoi percorsi, attraverso interventi personalizzati, che pongano al centro la persona, i suoi bisogni e le sue aspettative, la valorizzazione delle sue potenzialità e i suoi diritti, in una visione che trovi declinazione gestionale nei servizi attraverso l’attivazione di opportunità diversificate e permeabili;

  • mantenere aperto il dialogo con gli utenti e i loro familiari, con gli interlocutori istituzionali per condividere le prospettive e le opportunità, trovando gli spazi possibili per sostenere percorsi flessibili;

  • sostenere la riabilitazione come presupposto condiviso finalizzato a favorire l’autonomia degli utenti e portando a ri-definire il rapporto con i servizi al fine di superare pure logiche assistenzialistiche;

  • favorire l’integrazione fra i portatori di interesse (stakeholder) che sul territorio regionale si occupano a vario titolo di inserimento lavorativo, promuovendo azioni condivise tra Istituzioni, erogatori di servizi, associazioni di famiglie, utenti e mondo del lavoro.


La rete

LA RETE

  • LIVELLI DI INTEGRAZIONE

    • Regionale

    • Locale

    • Professionale

    • INDIRIZZI COMUNI

    • SOGGETTI DELLA RETE

      • Regione

      • Az. Ulss - Dipartimento Salute Mentale (DSM)

      • Az. Ulss – Servizio di Integrazione Lavorativa (SIL)

      • Provincia – Servizi pubblici per l’impiego

      • Comuni

      • Cooperazione Sociale

      • Associazioni Imprenditoriali

      • Organizzazioni sindacali confederali

      • Associazioni famigliari


Il processo di inserimento

IL PROCESSO DI INSERIMENTO

  • GLI ELEMENTI DEL PERCORSO

    • Riabilitazione

    • Attività occupazionale

    • Lavoro

    • Mantenimento

  • I PERCORSI DI INSERIMENTO

    • PERCORSI DI ORIENTAMENTO, FORMAZIONE E INSERIMENTO LAVORATIVO

    • RIABILITAZIONE E INSERIMENTO LAVORATIVO

    • SUPPORTED EMPLOYMENT


Percorsi gestiti dalla rete territoriale

Percorsi gestiti dalla rete territoriale


Individual placement support

Individual placement support


Monitoraggio e valutazione

MONITORAGGIO E VALUTAZIONE

  • rilevanza e coerenza dei criteri nella valutazione dei percorsi di inserimento lavorativo delle persone con disturbi psichici in carico ai servizi di salute mentale rispetto alle esigenze dell’utenza, alle politiche della Regione del Veneto ed alle presenti Linee Guida;

  • efficacia dei processi e delle strategie di sistema adottate, in termini di raggiungimento degli obiettivi operativi di inserimento lavorativo delle persone con disturbi psichici;

  • efficienza in termini di congruenza tra risorse umane e finanziarie impegnate e risultati conseguiti;

  • impatto (esiti), inteso come contributo effettivo all’aumento dell’occupazione delle persone con disturbi psichici ed alla loro crescita umana e professionale;

  • sostenibilità, intesa come capacità del sistema a mantenere nel tempo tali impatti.


  • Login