Verso la piena sostenibilit rifiuti zero
Download
1 / 45

…verso la piena Sostenibilità… Rifiuti Zero - PowerPoint PPT Presentation


  • 99 Views
  • Uploaded on

…verso la piena Sostenibilità… Rifiuti Zero. Venerdi 18 febbraio 2011 San Benedetto del Tronto. L’associazione nazionale dei Comuni Virtuosi

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' …verso la piena Sostenibilità… Rifiuti Zero' - zachery-cruz


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
Verso la piena sostenibilit rifiuti zero

…verso la piena Sostenibilità…Rifiuti Zero

Venerdi 18 febbraio 2011

San Benedetto del Tronto


L’associazione nazionale dei Comuni Virtuosi

è una rete di Enti Locali,cheoperaa favore di una armoniosa e sostenibile gestione dei propri territori, diffondendo verso i cittadini nuove consapevolezze all’insegna della Sostenibilità, sperimentando buone pratiche attraverso l’attuazione di

progetti concreti ed economicamente vantaggiosi, legati alla gestione del territorio, all’efficienzae al

risparmioenergetico, a nuovi stili di vita e alla

partecipazione attiva dei cittadini.


Intervenire a difesa dell’Ambiente e migliorare laqualità della vita, tutelando i Beni Comuni, intesi come beni naturali indisponibili, che appartengono all’umanità, è possibile.Tale possibilità deve essere vissuta non più come unoslogan, bensì in manieraconcreta, consapevoli che la sfida di oggi è rappresentata dal passaggio dalla enunciazione di principi allaprassi quotidiana.


“Il Comune Virtuoso ama il proprio territorio,

ha a cuorela salute, il futuro e la felicità dei propri cittadini. Il Comune Virtuoso adotta tutte quelle

misure che diffondononuove consapevolezze

e vuole soddisfarebisogni ed esigenze concrete

nel campo della

sostenibilità ambientale, urbanistica e sociale”.

(Dal Manifesto dell’Associazione)


Le 5 linee guida dell’Associazione:

Gestione del territorio -(Opzione cementificazione zero, recupero e riqualificazione aree dismesse, progettazione e programmazione del territorio partecipata, bioedilizia, etc.);

Impronta ecologica della macchina comunale -(efficienza energetica, acquisti verdi, mense biologiche, etc.);

Rifiuti-(raccolta differenziata “porta a porta” spinta, progetti per la riduzione dei rifiuti e riuso, etc);

Mobilità sostenibile -(car-sharing, car-pooling, traporto pubblico

integrato, piedibus, scelta di carburanti alternativi al petrolio e meno inquinanti, etc.);

Nuovi stili di vita -(progetti per stimolare nella cittadinanza scelte quotidiane sobrie e sostenibili, quali: autoproduzione, filiera corta, cibo biologico e di stagione, sostegno alla costituzione di gruppi di acquisto, turismo ed ospitalità sostenibili, promozione della cultura della pace, cooperazione e solidarietà, disimballo dei territori, diffusione commercio equo e solidale, autoproduzione, finanza etica, etc.).


Premio nazionale comuni a 5 stelle
Premio nazionale“Comuni a 5 stelle”

5° edizione - Ponte nelle Alpi BL - 16/18 set 2011


Scuola altramministrazione milano
Scuola “AltrAmministrazione”Milano



Campagna nazionale porta la sporta
Campagna nazionale “Porta la Sporta”



Il problema
Il “problema”…

L’emergenza:“creata”e stabilizzata, per vivere in uno stato continuo di precarietà, ad uso e consumo di una“certa politica”, di enormi interessi economici e della criminalità organizzata…



Da 3r a 7 r
da 3R a… 7 R !

  • 1 Riduci

  • 2 Riusa

  • 3 Ricicla

  • 4 Riparare

  • 5 Riprogettare

  • Riqualificare

  • Responsabilizzare!...


Capannori lu
Capannori (LU)

  • Si estende nella piana lucchese per 165,5 kmq, il territorio comunale più esteso d’Italia

  • Territorio complesso formato da pianure, altopiani, colline, paludi

  • Primo Comune in Italia ad aderire alla strategia

    “Rifiuti Zero”entro il 2020 attraverso una politica ambientale formata da:

  • SOSTENIBILITÁ

  • PARTECIPAZIONE


Capannori lu1
Capannori (LU)

  • 60% nel 2008 – 75%nel 2011

  • Due isole ecologiche

  • 50 nuove assunzionicon i risparmi ottenuti dal non dover smaltire il secco residuo

  • Riduzione della tariffa per i cittadini


Capannori lu2
Capannori (LU)

Il solo 2009 ha consentito:

  • Risparmio nell’abbattimento di 100mila alberi

  • Risparmio nel consumo di 2,5 milioni di litri di acqua (risparmio idrico di 30.000 cittadini)

  • Risparmio di emissioni di oltre 7.000 t di CO2


Berlingo bs
Berlingo (BS)

  • Dal 30% del 2009 al 70% del 2010

  • Diminuzionedel 12% nella produzione complessiva di rifiuti


Ponte nelle alpi bl

Nel 2006 raccolta differenziata al 23,7%

Costo del servizio ai cittadini di €950mila

Produzione pro capite 389kg/abitante annuale di residuo secco (media nazionale 545kg…)

Nel 2009 differenziataal89%

Costo del servizio ai cittadini di€800mila

I rifiuti in discarica da2938 ta334 t

Produzione pro capite40kg/anno per abitante

Ponte nelle Alpi (BL)


Monte san pietro bo
Monte San Pietro (BO)

  • In pochi mesi dal 25% al 80% di raccolta differenziata

  • Collaborazione e partecipazione di tutti i cittadini

  • Il solo 20% di rifiuti finisce in discarica

  • Con questi risultati la discarica ormai inutilizzata è stata chiusa!...


Novara
Novara

  • 100.000 abitanti…

  • …centro storico, zona industriale, periferia…

  • …% raccolta differenziata al

    70%in soli 18 mesi


Spagna usurbil paesi baschi
SPAGNA Usurbil - Paesi Baschi

  • Dal 28% al 82% in soli 7 mesi…

  • 36% di riduzione della produzione dei rifiuti

  • Le Autorità regionali hanno cercato di eliminare il “porta a porta”con l’utilizzo degli inceneritori…

  • Una volta visti i risultati hanno esteso tali prassi anche a Hernani e Oiartzun


Oltre…

…il “porta a porta” spinto…



Rifiuti zero
…“Rifiuti Zero”!...

Un traguardo, composto disostenibilità…


La strategia “Rifiuti Zero”non rappresenta una utopia, ma una

forte e concreta assunzione di responsabilità,

verso la

riduzione della produzione

del rifiuto e contro gli inceneritori.


Unpreciso impegno, progettuale e naturalmente politico, che deve coinvolgere le P.A. e le Comunità. nella certezza che anche attraverso una corretta gestione della “risorsa-rifiuto” passa e si accresce laconsapevolezza di un attuale modello di sviluppo non più sostenibile,

per i nostri Territori e per le generazioni future.


Si pu fare
Si può fare!...

Osservatorio Comunale sui Rifiuti

Centri del Riuso

Latte alla spina, acqua del rubinetto nelle scuole, detersivi alla spina, fontane pubbliche, eco-sagre…

E ancora: “lavanoci”, pannolini lavabili…

Ma, su tutto:


  • Partecipazione!...

  • Per arricchire e produrre la

  • “cultura del Consumo Critico e Consapevole

  • e del Riuso”:

  • con i cittadini, con tutti gli “attori” della Comunitàe del Territorio…






E io pago

…e io pago!!...

Le “paroline magiche”:cip6 - assimilabili

Noi cittadini italiani siamo gli unici a

finanziare direttamente gli inceneritori

tramite il 7% nella bolletta Enel associandoli alla produzione da energie “assimilabili”


Wonderful world?...L’inceneritore di Brescia è costato€ 300.000.000Per creare: 80 posti di lavoro. E un aumento in-credibile di tumori, leucemie, malformazioni fetali…



http://www.comunivirtuosi.org/

http://www.portalasporta.it/

http://ambientefuturo.org/

http://www.zwia.org/

http://www.isde.it/



volontà politica…

capacità del “Sogno”…

Ricerca del Bene Comune



e… Grazie

Gianluca Fioretti

Sindaco di Monsano AN

Presidente Associazione nazionale dei Comuni Virtuosi

[email protected]


ad