Neurocognizione e Linguaggio:
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 38

Neurocognizione e Linguaggio: Introduzione allo Studio delle Patologie Linguistiche AFASIA PowerPoint PPT Presentation


  • 71 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Neurocognizione e Linguaggio: Introduzione allo Studio delle Patologie Linguistiche AFASIA. (Utrecht e Verona). Linguaggio e mente. Facoltà di Linguaggio = Facoltà cognitiva Scopo della linguistica Fornire una descrizione soddisfacente delle strutture linguistiche Chomsky 1965

Download Presentation

Neurocognizione e Linguaggio: Introduzione allo Studio delle Patologie Linguistiche AFASIA

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Neurocognizione e linguaggio introduzione allo studio delle patologie linguistiche afasia

Neurocognizione e Linguaggio: Introduzione allo Studio delle Patologie LinguisticheAFASIA

(Utrecht e Verona)


Linguaggio e mente

Linguaggio e mente

Facoltà di Linguaggio = Facoltà cognitiva

Scopo della linguistica

Fornire una descrizione soddisfacente delle strutture linguistiche

Chomsky 1965

Fornire un modello

della realtà psicologica

alla base del linguaggio

Componente specifica dell’architettura della mente


Il paradosso dell acquisizione

Il paradosso dell’acquisizione

Jackendoff (2002):

  • L’intera comunità dei linguisti non è riuscita nell’arco di parecchie decadi a dare una descrizione adeguata della competenza che un parlante ha della propria lingua nativa.

    -Un bambino impara con successo la propria lingua madre nell’arco di pochi anni (senza partecipare a conferenze o leggere voluminosi manuali di linguistica).

    -Perché un bambino riesce a fare in pochi anni quello che l’intera comunità dei linguisti non è riuscita a fare in decenni?


L istinto del linguaggio

L’istinto del linguaggio

Pinker (1994)

l’abilità del bambino di imparare

a parlare, dato un certo contesto,

è parte del suo essere un essere

umano.

Facoltà di Linguaggio

=

Componente della mente

(Capacità cognitiva)


Mente e cervello

Mente e Cervello

Mente << ? >> Cervello

Come sono rappresentati i processi linguistici a livello neurologico?

Neurolinguistica

  • Ricerca dei processi neurologici corrispondenti all’attività linguistica (A. Moro)

    2.Studio dei disturbi del linguaggio


Disturbi del linguaggio

Disturbi del linguaggio

  • Afasia di Broca (agrammatismo)

  • Dislessia

    A- = disturbi del linguaggio causati da un trauma

    DIS- = disturbi del linguaggio causati da problemi di sviluppo neurologico


Perch

Perché?

  • Linguistica (scienza cognitiva):

    il linguaggio è una facoltà cognitiva,

    un componente della mente

  • C’è corrispondenza tra componenti della mente e tessuti cerebrali?

  • L’esistenza di disturbi causati da problemi a livello neurologico che colpiscono selettivamente la facoltà di linguaggio conferma l’esistenza di un rapporto tra facoltà di linguaggio e tessuti cerebrali


Paul broca 1824 1880

Paul Broca (1824-1880)

1861: descrive un paziente di 57 anni incapace di parlare ma in grado di comprendere


Neurocognizione e linguaggio introduzione allo studio delle patologie linguistiche afasia

Tan

Leborgne:

-paralisi della gamba destra

-lesione cerebrale causata da una ciste nella terza convoluzione frontale dell’emisfero sinistro


Il cervello di tan

Il cervello di Tan


Area di broca

Area di Broca


Afasia

Afasia

Disturbo del linguaggio che consegue da un danno focale al tessuto cerebrale.

Cause:

  • evento traumatico

  • trauma cerebrovascolare (ictus)

  • tumore/rimozione di un tumore

    In Italia: 150.000 afasici ca.

    (Associazione Italiana Afasici)


Agrammatismo afasia di broca

Agrammatismo/Afasia di Broca

Causa:

  • lesione della terza convoluzione del lobo frontale sinistro (area di Broca)

    Sintomi:

  • Grave difficoltà di produzione caratterizzata da:

    a.estrema difficoltà nel produrre suoni linguistici

    b.numerose esitazioni

    c. produzione di frasi brevi, spesso di singole parole


Produzione telegrafica

Produzione “telegrafica”

B.L.: Wife is dry dishes. Water down! Oh boy! Okay. Awright. Okay…Cookie is down…fall, and girl, okay, girl…boy…um…

Examiner:What is the boy doing?

B.L.: Cookie is…um…catch

Examiner: Who is getting the cookies?

B.L.: Girl, girl!

Examiner: Who is about to fall down?

B.L.: Boy…fall down!

(Avrutin 2001)


Produzione caratteri generali

Produzione: caratteri generali

I parlanti affetti da agrammatismo:

  • impiegano molto tempo per esprimere i loro pensieri

  • hanno difficoltà ad accedere al lessico mentre parlano

  • producono poche frasi subordinate

  • spesso non completano le frasi che iniziano

  • usano soprattutto parole-contenuto e spesso omettono le categorie grammaticali e i morfemi grammaticali (articoli, ausiliari, flessione verbale, flessione nominale)


Produzione tipica

Produzione tipica

  • Omissione di categorie funzionali

  • Uso di verbi non flessi

  • Uso di frasi semplici


Comprensione

Comprensione

“I parlanti afasici hanno difficoltà di produzione ma non hanno difficoltà di comprensione”

Caramazza & Zurif (1976)


Relative oggetto

Relative oggetto

Caramazza & Zurif (1976)

  • La casa che l’uomo sta pitturando è blu

  • Il gatto che il cane sta inseguendo è nero


Relative oggetto1

Relative oggetto

Caramazza & Zurif (1976)

  • La casa che l’uomo sta pitturando è blu

    CHI COLORA COSA?


Relative oggetto2

Relative oggetto

Caramazza & Zurif (1976)

(2)Il gatto che il cane sta inseguendo è nero

CHI INSEGUE CHI?


Relative oggetto3

Relative oggetto

Caramazza & Zurif (1976)

(2)Il gatto che il cane sta inseguendo è nero

Informazione lessicale

GATTO, CANE, INSEGUIRE

Struttura sintattica

Il gatto1 che il cane sta inseguendo t1 è nero


Relative oggetto4

Relative oggetto

Caramazza & Zurif (1976)

(1)La casa che l’uomo sta pitturando è blu

(2)Il gatto che il cane sta inseguendo è nero

  • Gruppo di controllo = 100%

    Afasici = 100%

    (2)Gruppo di controllo = 100%

    Afasici = 50%


Frasi passive

Frasi Passive

  • Pietro ha colpito Maria

  • Pietro è stato colpito da Maria

    Afasici:

    in più del 50% dei casi i soggetti afasici interpretano (2) come (1).


Frasi passive1

Frasi Passive

  • Pietro ha colpito Maria

    Lessico PIETRO, MARIA, COLPIRE

    Sintassi

    IP

    3

    Pietro VP

    3

    ha colpito Maria

Paziente

Agente


Frasi passive2

Frasi Passive

(2)Pietro è stato colpito da Maria

Lessico PIETRO, MARIA, COLPIRE

Sintassi

IP

q|p

Pietro1 VPPP

34

è stato colpito t1da Maria

Paziente


Frasi passive3

Frasi Passive

(2)Pietro è stato colpito da Maria

Lessico PIETRO, MARIA, COLPIRE

Sintassi

IP

q|p

Pietro1 VPPP

34

è stato colpito t1da Maria

Agente


Tdh trace deletion hypothesis

TDHTrace Deletion Hypothesis

Grodzinsky (1995):

“i problemi di comprensione dei soggetti afasici sono ristretti ai casi che implicano movimento sintattico”


Tdh trace deletion hypothesis1

TDHTrace Deletion Hypothesis

Grodzinsky (1995):

“gli afasici non sono in grado di

rappresentare le tracce”


Tdh trace deletion hypothesis2

TDHTrace Deletion Hypothesis

Grodzinsky (1995):

“gli afasici non sono in grado di

rappresentare le tracce”

IP

q|p

Pietro1 VPPP

34

è stato colpito t1da Maria

Paziente


Tdh trace deletion hypothesis3

TDHTrace Deletion Hypothesis

Grodzinsky (1995):

“gli afasici non sono in grado di

rappresentare le tracce”

IP

q|p

Pietro1 VPPP

34

è stato colpito t1da Maria

Agente


Interpretazione dei pronomi

Interpretazione dei pronomi

Love et al. (1998)

  • The boxer said that the skier in the hospital had blamed himself for the recent injury.

  • The boxer said that the skier in the hospital had blamed him for the recent injury.

    Esperimento

  • Priming

  • Target 1 - relazione semantica (es. snow)

  • Target 2 - nessuna relazione (es. bug)


Interpretazione dei pronomi1

Interpretazione dei pronomi

Love et al. (1998)

  • The boxer said that the skier in the hospital had blamed himself for the recent injury.

  • The boxer said that the skier in the hospital had blamed him for the recent injury.

    Risultati

    Controls: priming in (1) - no priming in (2)

    Afasici:no priming in (1) - priming in (2)


Trace deletion hypothesis

Trace Deletion Hypothesis?

TDH: “i problemi di comprensione dei soggetti afasici sono ristretti ai casi che implicano movimento sintattico”

INTERPETAZIONE DEI PRONOMI?

Non implica movimento sintattico!


Ssh slow syntax hypothesis

SSHSlow Syntax Hypothesis

Pinango (1999):

agrammatismo

=

ridotte capacità di processare le rappresentazioni sintattiche


Evidenza sperimentale

Evidenza sperimentale

  • Il prete ha gradito il vino1 che il cameriere stava servendo t1 agli ospiti

    Priming

  • parola semanticamente vicina (birra)

  • parola semanticamente diversa (gatto)


Evidenza sperimentale1

Evidenza sperimentale

  • Il prete ha gradito il vino1 che il cameriere stava servendo t1 agli ospiti

    Risultati

  • Controls: effetto di priming

  • Afasici: effetto di priming con ritardo di 500ms


Conclusione

Conclusione

La facoltà di linguaggio corrisponde ad un componente cognitivo.

DOMANDA:

Come sono rappresentati i processi linguistici a livello neurologico?

C’è relazione tra componente cognitivo e tessuto neurologico?


Conclusione1

Conclusione

RISPOSTA: Sì

  • Esperimenti di neuroimmagine (cf. Moro)

  • Esistono disturbi del linguaggio causati da traumi a specifiche aree cerebrali che colpiscono selettivamente la capacità di processare le strutture sintattiche


  • Login