slide1
Download
Skip this Video
Download Presentation
Strumenti e livelli di pianificazione urbanistica e territoriale in Europa

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 23

Strumenti e livelli di pianificazione urbanistica e territoriale in Europa - PowerPoint PPT Presentation


  • 160 Views
  • Uploaded on

Strumenti e livelli di pianificazione urbanistica e territoriale in Europa. Composizione del quadro pianificatorio in Italia: . Piani settoriali di area vasta: PARCHI, PAESISTICO, DI BACINO , CAVE, D’AREA. Piani territoriali di coordinamento: PTR, PTCP. Piani settoriali di valenza locale:

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' Strumenti e livelli di pianificazione urbanistica e territoriale in Europa' - whitby


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide4

Composizione del quadro pianificatorio in Italia:

Piani settoriali di area vasta:

PARCHI, PAESISTICO,

DI BACINO, CAVE,

D’AREA

Piani territoriali di coordinamento:

PTR, PTCP

Piani settoriali di valenza locale:

PUT, ACUSTICO, ENERGETICO

Piano urbanistico alla scala “locale”:

PRG

Piani attuativi alla scala “locale”:

PP, PdL,

Piani attuativi settoriali di valenza locale:

PIP, PEEP, PdR

slide6

SRADT: livello regionale

Validità: 5 anni

slide7

Scot: schéma de coherence territoriale. Scala di area vasta; scala 1:10.000, 1:25.000; orizzonte temporale: 20 anni

slide8

Plu: plan local d’urbanisme. Comunale o intercomunale. 1:2000; 1:10.000. Anche una visione del futuro, non solo ordinamento suolo; orizzonte temporale: 10 anni

slide10

Il piano regionale ha valenza cogente per tutti gli organismi che agiscono sul territorio, in particolare è preordinato a tutti i piani di settore, in particolare quelli di gestione delle acque. E’ vincolato al piano di sviluppo statale (cogente per tutte le regioni della Federazione)

slide11

Sulla base di una legge del 2004. 2 fasi per il piano locale:

  • preparatorio; scala 1:5000, 1:10000;
  • dettagliato, vincolante nelle sue prescrizioni, ma non obbligatorio su tutto il territorio municipale
slide12

Il piano preparatorio deve fra l’altro verificare:

  • aree di salvaguardia fisico-naturale;
  • aree di potenziale uso estrattivo;
  • aree di possibile sviluppo edificatorio contaminate
slide13

Regime dei suoli completamente liberistico con alcune limitazioni.

Il piano non crea diritti edificatori; l’edificazione è possibile solo laddove l’area è già urbanizzata e dove non vi sono forti opposizioni sociali;

Norme edificatorie molto precise e puntuali

Non è il comune a rilasciare le concessioni edilizie, ma il Lander

slide15

Spagna: confronto fra processo teorico e reale: la prevalenza delle forze autonomiste

slide16

Schema strategico di sviluppo dell’area metropolitana di Barcellona. In Spagna non esiste un ordinamento verticale dei piani.

slide18

Piano generale di ordinamento urbano stablisce:

  • suolo urbano: urbanizzato consolidato;
  • suolo rurale non urbanizzabile;
  • suolo urbanizzabile: in cui è possibile lo sviluppo futuro
  • In termini teorici è il piano che assegna al suolo la sua urbanizzabilità. Il diritto edificatorio non è connaturato a quello di proprietà del suolo
slide19

Un sistema estremamente semplice e coerente: due livelli connessi da un controllo di agenzie nazionali (Ambiente).

Ultima legge di ordinamento territoriale: 2004 (legge sull’acquisizione dei suoli)

slide23

Piano locale : indica i criteri di sviluppo rispetto ai quali valutare:

Permessi di piano: richiesti per ogni tipo di sviluppo urbano specifico;

Valutazione ambientale: richiesta in alcuni ambiti particolarmente sensibili;

Call-in: il Segretario di Stato avoca a sé alcune decisioni di piano particolarmente delicate

Ricorsi: in genere contro il diniego di un permesso di piano

Controllo dell’implementazione: valutazione da parte delle autorità locali del livello di applicazione del piano locale

ad