G. A. Nicoletti, V. M. Marino, G. Scalia, S. Lo Grasso - PowerPoint PPT Presentation

Trattamento di fotocoagulazione con laser a diodi per cnv recidivanti dopo la terapia fotodinamica
Download
1 / 18

  • 72 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

TRATTAMENTO DI FOTOCOAGULAZIONE CON LASER A DIODI PER CNV RECIDIVANTI DOPO LA TERAPIA FOTODINAMICA. G. A. Nicoletti, V. M. Marino, G. Scalia, S. Lo Grasso P.O. “S. Marta e S. Venera” - Acireale (CT) A.U.S.L. 3 - Catania S.O.Si 2006.

I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.

Download Presentation

G. A. Nicoletti, V. M. Marino, G. Scalia, S. Lo Grasso

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Trattamento di fotocoagulazione con laser a diodi per cnv recidivanti dopo la terapia fotodinamica

TRATTAMENTO DI FOTOCOAGULAZIONE CON LASER A DIODI PER CNV RECIDIVANTI DOPO LA TERAPIA FOTODINAMICA

G. A. Nicoletti, V. M. Marino,

G. Scalia, S. Lo Grasso

P.O. “S. Marta e S. Venera” - Acireale (CT)

A.U.S.L. 3 - Catania

S.O.Si 2006


G a nicoletti v m marino g scalia s lo grasso

In alcuni occhi già trattati si sviluppano recidive della CNV in aree extra-foveali adiacenti alla cicatrice centrale “asciutta” della PDT ( = LESIONE SATELLITE) con essudazione attiva e disturbi soggettivi del paziente

= APPANNAMENTO DEL VISUS ++++


Possibili terapie

POSSIBILI TERAPIE

  • NUOVA PDT : no indicazione specifica, costo +++

  • FC laser tradizionale: (argon e/o diodo), costo accettabile

    N.B. il laser a diodo passa attraverso sangue ed essudati fino alla coroide!!!


G a nicoletti v m marino g scalia s lo grasso

FLUORANGIOGRAFIA: iperfluorescenza extrafoveale al bordo della cicatrice della PDT (temporo-maculare +++)ESAME OCT: edema e/o DEN, aumento spessore retinico foveale > 300 micronDISTURBI SOGGETTIVI : blurred vision, metamorfopsie

FOTOCOAGULAZIONE LASER A DIODI (810 nm.) DELLE LESIONI IPERFLUORESCENTI


Materiali e metodi

MATERIALI E METODI

  • 18 occhi di 18 pazienti (13 donne, 5 uomini) con CNV subfoveali, età 58 –79 aa. (media 66 aa.), 1 monocolo

  • 2-3-sedute di PDT (cicatrice foveale asciutta)

  • Visita completa, FAG, ICG, OCT

  • Sensazione di appannamento e visione distorta +++

  • Visus tra 1/10 e 2/30 scarsi (2 occhi = posiz. viziata del capo)


Materiali e metodi1

MATERIALI E METODI

  • Ricerca del punto di fissazione (aiming beam del laser)

  • Fotocoagulazione laser mirata delle aree di essudazione con laser a diodi Iris Medical Oculight SLX (810 nm.) in 1 o 2 sedute con spots di 100 micron, 0.1 W, 0.2 sec.

  • Visita completa, ICGA, FAG e OCT dopo 1 e 3 mesi dal trattamento

  • Follow-up: 12 mesi


Risultati

RISULTATI

  • ESAME OCT: riduzione significativa dell’essudazione e dell’edema retinico

  • FAG: riduzione dell’iperfluorescenza, ma persistenza di staining tardivo

  • ACUITA’ VISIVA:

  • miglioramento (max 2 /10 scarsi) in 2 occhi

  • nessun miglioramento in 10 occhi

  • peggioramento (da 2/30 a 1/30) in 1 occhio

  • miglioramento metamorfopsie in 8 occhi

  • Riduzione parziale posiz. viziata capo in 2 occhi


Complicanze

COMPLICANZE

  • 1 occhio: emorragia sottoretinica transitoria (terapia medica)

  • 1 occhio : marcata ipofluorescenza dell’area trattatae di metà del polo posteriore (probabile chiusura transitoria di alcuni lobuli coroideali), con successiva riperfusione dopo circa 2 settimane

  • 1 occhio : calo visus (da 1/10 a 2/30), probabilmente da peggioramento dell’atrofia cicatriziale (utile microperimetria!!)


Conclusioni

CONCLUSIONI

  • Il laser a diodo in casi selezionati può essere utilizzato come valida arma terapeutica per recidive extrafoveali post-PDT di CNV con carattere sintomatico, per fenomeni essudativi significativi disturbanti il visus, laddove la PDT non trova indicazione, anche per il costo elevato di tale terapia

  • Il laser a diodo non è esente da complicanze, a causa della difficoltà di dosaggio dell’intensità e del tempo di esposizione (emorragie, ischemia coroideale, atrofia)


G a nicoletti v m marino g scalia s lo grasso

  • GRAZIE PER L’ATTENZIONE


  • Login