PROGRAMMA
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 23

PROGRAMMA PER L’APPRENDIMENTO PERMANENTE 2007 - 2013 PowerPoint PPT Presentation


  • 58 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

PROGRAMMA PER L’APPRENDIMENTO PERMANENTE 2007 - 2013. IL BACKGROUND DEL NUOVO PROGRAMMA (1). Dichiarazione di Bologna (1999): Costruzione di uno spazio europeo dell’istruzione superiore Consiglio di Lisbona (2000): obiettivo di massima competività dell’economia europea entro il 2010

Download Presentation

PROGRAMMA PER L’APPRENDIMENTO PERMANENTE 2007 - 2013

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Programma per l apprendimento permanente 2007 2013

PROGRAMMA

PER L’APPRENDIMENTO PERMANENTE

2007 - 2013


Il background del nuovo programma 1

IL BACKGROUND DEL NUOVO PROGRAMMA (1)

  • Dichiarazione di Bologna (1999): Costruzione di uno spazio europeo dell’istruzione superiore

  • Consiglio di Lisbona (2000): obiettivo di massima competività dell’economia europea entro il 2010

  • Consiglio di Barcellona (2002): Unione Europea riferimento qualitativo a livello mondiale

  • Processo di Copenhagen (2002): Rafforzamento della cooperazione europea in materia di IFP

  • Agenda di Salonicco (2003): apertura dell’Unione ai paesi dell’area balcanica

  • Nuova Europa a 25 (2004)


Il background del nuovo programma 2

IL BACKGROUND DEL NUOVO PROGRAMMA (2)

  • Valutazione intermedia dei Programmi: semplificazione e chiarezza nelle regole, sviluppo delle sinergie, maggiore valorizzazione degli esiti, rafforzamento delle connessioni tra politiche e programmi

  • Consultazione pubblica (nov. 2002-feb 2003): interesse ed entusiasmo, ma necessità di snellimento delle procedure e di ulteriore decentramento


Iter di adozione del nuovo programma llp

ITER DI ADOZIONE DEL NUOVO PROGRAMMA LLP


Principi generali

PRINCIPI GENERALI

  • Un programma integrato (razionalizzazione degli attuali dispositivi)

  • Un programma più sostanziale (incremento di volume ed efficacia, obiettivi quantificati)

  • Un programma più semplice (principio della proporzionalità)

  • Un programma più decentrato (trasferimento di competenze e responsabilità alle strutture nazionali)


Programma integrato lifelong learning

PROGRAMMA INTEGRATO: LIFELONG LEARNING


Un programma piu sostanziale

UN PROGRAMMA PIU’ SOSTANZIALE

  • Obiettivi quantificati:

  • 3 milioni di studenti Comenius nel periodo 2007-2013

  • 3 milioni di studenti Erasmus entro il 2012

  • 80.000 unità Leonardo da Vinci per anno entro il 2013

  • 7.000 unità Grundtvig per anno entro il 2013

  • Incremento della dotazione finanziaria


Un programma semplificato

UN PROGRAMMA SEMPLIFICATO

  • Legislazione più flessibile

  • Proporzionalità nelle regole finanziarie

  • Regolamenti amministrativi interni più semplici

  • Accordi finanziari semplificati tra le Agenzie nazionali e i beneficiari

  • Documentazione semplificata per l’accesso al Programma

  • Coerenza attraverso i programmi settoriali


Un programma piu decentrato

UN PROGRAMMA PIU’ DECENTRATO

  • Maggior numero di azioni gestite a livello nazionale

  • Identificazione di un metodo oggettivo di distribuzione delle risorse tra Stati membri


Obiettivo generale dal programma

OBIETTIVO GENERALE DAL PROGRAMMA

Contribuire attraverso l’apprendimento permanente, allo sviluppo della Comunità quale società avanzata basata sulla conoscenza con uno sviluppo economico sostenibile, nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale

Promuovere all’interno della Comunità scambi, cooperazione e mobilità tra i sistemi di istruzione e formazione in modo che essi diventino punti di riferimento di qualità a livello mondiale


Obiettivi specifici

OBIETTIVI SPECIFICI

  • Qualità, innovazione, dimensione comunitaria, spazio europeo dell’apprendimento permanente

  • Qualità, attrattività ed accessibilità delle opportunità di apprendimento

  • Coesione sociale, cittadinanza attiva, dialogo interculturale, parità, realizzazione personale

  • Creatività, competitività, occupabilità, imprenditorialità

  • Partecipazione, cittadinanza europea, tolleranza e rispetto

  • Conoscenze linguistiche e diversità

  • Servizi, soluzioni pedagogiche e prassi formative innovative

  • Miglioramento della qualità, cooperazione e apprendimento reciproco

  • Miglior utilizzo dei risultati e dei prodotti


Le azioni previste dal nuovo programma

LE AZIONI PREVISTE DAL NUOVO PROGRAMMA

  • mobilità

  • partenariati bilaterali o multilaterali

  • progetti multilaterali

  • progetti unilaterali e nazionali

  • reti multilaterali

  • indagini e analisi sulle politiche e i sistemi

  • sovvenzioni di funzionamento

  • misure di accompagnamento


Le diverse procedure

LE DIVERSE PROCEDURE


Paesi partecipanti

PAESI PARTECIPANTI

  • 27 Stati membri dell’UE

  • Norvegia, Islanda e Liechtenstein (SEA)

  • Paesi candidati (Turchia)

  • Paesi dei Balcani occidentali

  • Confederazione svizzera


Dotazione finanziaria 2007 2013

DOTAZIONE FINANZIARIA 2007-2013

dotazione finanziaria indicativa

per l’intera durata del Programma

6.970.000.000 EURO

Meno finanziamenti rispetto alla proposta iniziale:

  • Proposta iniziale della Commissione di luglio 2004: 12 miliardi€

  • Posizione comune del Consiglio dicembre 2005: 5.4 miliardi €

  • Dopo negoziati: 6.9 miliardi €


Ripartizione del bilancio 1

RIPARTIZIONE DEL BILANCIO (1)

Quote di bilancio minime destinate ai programmi settoriali per il periodo 2007-2013

Comenius 13%

Erasmus 40%

Leonardo 25%

Grundtvig 4%


Ripartizione del bilancio 2

RIPARTIZIONE DEL BILANCIO (2)

Ripartizione dei finanziamenti per il periodo 2007-2013:

  • Erasmus 3,114 M€

  • Leonardo da Vinci 1,725 M€

  • Comenius 1,047 M€

  • Grundtvig 358 M€

  • Trasversale 369 M€

  • Jean Monnet 170 M€

  • Costi operativi10 M€


Quote di finaziamento destinate alla mobilita

QUOTE DI FINAZIAMENTO DESTINATE ALLA MOBILITA’

Quote minime di finanziamento di ogni singolo sotto-programma destinate alalle azioni di Mobilità:

  • Erasmus 80%

  • Leonardo da Vinci 60%

  • Comenius 80%

  • Grundtvig 55%


Programmi settoriali

PROGRAMMI SETTORIALI


Programma trasversale

PROGRAMMA TRASVERSALE


Programma jean monnet

PROGRAMMA JEAN-MONNET


Documentazione di riferimento

DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO

  • Decisione del Parlamento Europeo e del Consiglio

    del 15 novembre 2006 (n.1720/2006/CE)

  • Guida del Candidato (LLP 2007-2013)

  • Invito a presentare proposte (DG EAC/61/06)

    Programma per l’apprendimento permanente (2006/C 313/14)

  • Invito a presentare proposte generale 2007 (DG EAC/61/06)

    Parte I – Priorità dell’Invito

  • Invito a presentare proposte generale 2007 (DG EAC/61/06)

    Parte II – Informazioni amministrative e finanziarie

  • Formulario di candidatura (non ancora disponibile)


Dove reperire la documentazione

DOVE REPERIRE LA DOCUMENTAZIONE

Sito della Commissione Europea

http://ec.europa.eu//dgs/education_culture/newprog/index_en.html


  • Login