ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CALENZANO
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 206

P.O.F. PIANO DELL ’ OFFERTA FORMATIVA A.S. 2013-2014 PowerPoint PPT Presentation


  • 103 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CALENZANO. Via P. Mascagni, 15 – Tel. 055-887551- Fax 055-8875539 - 50041 Calenzano (Firenze) [email protected] www.istitutocomprensivocalenzano.it. P.O.F. PIANO DELL ’ OFFERTA FORMATIVA A.S. 2013-2014.

Download Presentation

P.O.F. PIANO DELL ’ OFFERTA FORMATIVA A.S. 2013-2014

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CALENZANO

Via P. Mascagni, 15 – Tel. 055-887551- Fax 055-8875539 - 50041 Calenzano (Firenze)

[email protected] www.istitutocomprensivocalenzano.it

P.O.F.

PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA

A.S. 2013-2014


Indice

  • Attività ed eventi, uscite didattiche e viaggi di istruzione

    • Comuni a più ordini di scuola

    • Della scuola dell’infanzia

    • Della scuola primaria

    • Della scuola secondaria

  • La Valutazione

    • Scuola dell’infanzia

    • Scuola primaria e secondariadi primo grado

    • Valutazione del POF

    • Valutazione: Invalsi e Vales

    • Autovalutazione di Istituto

  • Piano economico-finanziario

  • Organizzazione funzionale dell’Istituto

  • Obiettivi di apprendimento del curricolo verticale

INDICE

  • Il POF

  • Analisi del territorio

  • Le scuole dell’Istituto

  • Principi e finalità del POF

  • Le competenze del POF

  • Il Progetto didattico

  • Curricolo verticale

  • I Progetti dell’Istituto comprensivo:

    • Comuni a più ordini di scuola

    • Della scuola dell’infanzia

    • Della scuola primaria

    • Della scuola secondaria


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

  • P. O. F

  • Il Piano dell’Offerta Formativa, secondo il regolamento dell'Autonomia scolastica, è il documento fondamentale della scuola:

  • ESPRIME LA PROGETTUALITA’ EDUCATIVA

  • COLLEGA I BISOGNI FORMATIVI DELLE FAMIGLIE AL CURRICULO

  • È LO STRUMENTO CHE RENDE NOTE LE ATTIVITA’ OFFERTE DALLA

  • SCUOLA

  • L’offerta formativa è costituita dagli obiettivi disciplinari e cognitivi che vengono conseguiti nello svolgimento delle attività previste dalle INDICAZIONI NAZIONALI.

  • L’istituto comprensivo arricchisce l’offerta, elaborando altri progetti che costituiscono un approfondimento ed un’integrazione delle programmazioni disciplinari. Le attività progettuali nascono da bisogni, interessi ed attitudini degli alunni, da necessità di approfondimenti disciplinari e interdisciplinari, da offerte di agenzie sul territorio.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Approvazione

Il piano dell'offerta formativa è elaborato in seno al Collegio dei Docenti, sotto la responsabilità della FS al POF, sulla base delle indicazioni relative agli indirizzi generali deliberati in Consiglio di Istituto, tenuto conto di proposte formulate da organismi presenti nel territorio e da associazioni, anche di fatto dei genitori. E’ approvato ogni anno dal Collegio dei docenti ed adottato dal Consiglio di Istituto.

Durata e Aggiornamento

Il P.O.F. ha durata annuale.

Il P.O.F. è flessibile e aperto. Costituisce un impegno per la comunità scolastica, in quanto rappresenta l'offerta di tipo educativo e didattico della scuola.

Verifica

Il piano dell'offerta formativa è oggetto di periodiche valutazioni da parte della Commissione che l'ha elaborato in sinergia con le funzioni strumentali.

Anche gli organi collegiali, attraverso un confronto aperto sul lavoro svolto e l’analisi degli esiti formativi dei percorsi progettuali potranno verificare l'effettivo andamento delle attività didattiche.

Consultazione

 Il P.O.F. è un documento pubblico, che si può ritirare su richiesta presso gli Uffici di Segretaria o scaricare dal sito dell’Istituto all’indirizzo:

www.istitutocomprensivocalenzano.it

Indice


Analisi del territorio

ANALISI DEL TERRITORIO

Calenzano, a partire dagli anni sessanta, per la posizione geografica sull’asse di sviluppo Firenze - Prato e per la facile accessibilità al sistema autostradale, è diventata una delle realtà produttive più importanti della Toscana e tutt’oggi costituisce il cuore dinamico del sistema economico fiorentino.

Accanto a questa vocazione produttiva e manifatturiera, esiste un’altra realtà in espansione legata all’insediamento di numerosi centri commerciali e al recente insediamento della facoltà di Design Industriale dell’Università degli Studi.

Il Comune si sviluppa su un territorio per i due terzi montuoso tra i monti della Calvana e Monte Morello.

Il centro cittadino si sviluppa fra la collina del Castello e quella di San Donato, lungo quella che anticamente era conosciuta come Via del Sale (oggi via Puccini). Le principali frazioni sono: Settimello, Travalle, Legri, Carraia e Le Croci di Calenzano.

Negli ultimi anni si è assistito ad una massiccia espansione edilizia sia nel centro che nelle frazioni, con conseguente e notevole aumento della popolazione. Lo sviluppo dell’area “Dietro Poggio”, in fase di espansione, e della zona centrale, fanno sì che si rilevi un costante aumento di iscrizioni nelle scuole del centro cittadino. Anche il numero dei residenti stranieri è in costante aumento, ma grazie all’ attenta politica d’integrazione, portata avanti dall’Ente locale, la convivenza tra cittadini stranieri e Calenzanesi risulta allo stato attuale positiva.

Per molti anni la rete viaria, su cui sono dislocati i vari nuclei abitativi, è rimasta la stessa. Recentemente ATAF e Trenitalia hanno implementato i servizi di trasporto e il Comune si è impegnato in numerosi interventi infrastrutturali sulla viabilità – come la tangenziale nord- est, il by-pass di Carraia, l’adeguamento della viabilità locale, la realizzazione di percorsi ciclopedonali sicuri. Tuttavia numerose frazioni, soprattutto Legri, Carraia e Le Croci, sono ancora scarsamente collegate con il centro dai mezzi pubblici. Date le premesse si rileva un’utenza molto diversificata a livello socio-culturale che rispecchia la media nazionale, con punte di disagio abbastanza diffuse.

Sul territorio operano numerose Associazioni culturali e sportive, con le quali la scuola collabora da tempo per migliorare l’offerta formativa ed offrire un supporto ai bisogni educativi degli alunni. Sono presenti inoltre: un Teatro, una Biblioteca e il Centro giovani, che possono fornire occasioni di iniziative comuni. Costruttiva è la collaborazione con l’Ente Locale, che finanzia alcune delle attività previste dal POF dell’Istituto Comprensivo.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

IDENTITÀ DELLA SCUOLA

L’Istituto Comprensivo di Calenzano ha sede in via Mascagni, 15 e comprende:

5 scuole dell’infanzia

3 scuole primarie

1 scuola secondaria di I grado

Il percorso scolastico pluriennale dell’alunno nell’Istituto Comprensivo favorisce tutti i docenti a costruire un’azione didattica coordinata, tale da garantire un iter educativo-formativo unitario negli obiettivi e nei contenuti, pur differenziato per fasce di età. Tutti i progetti proposti sono concepiti e realizzati nell’ottica della centralità degli alunni nel processo di insegnamento – apprendimento e ne favoriscono lo sviluppo di competenze trasversali.

Permette inoltre alla scuola di essere punto di riferimento per i genitori lungo il percorso di crescita dei loro figli.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

LE SCUOLE DELL’ISTITUTO

  • Le Scuole dell’Infanzia

  • RODARIVia Risorgimento, 13 Tel. 055/8874002

  • COLLODIVia Firenze, 28 Tel. 055/8879140

  • VILLA MARTINEZVia del Molino, 22 Tel. 055/8877819

  • MUNARIVia Arrighetto da Settimello, 90 Tel. 055/8879509

  • MALAGUZZIVia Grandi, 4 loc. Carraia Tel. 055/8819845

  • Le Scuole Primarie

  • DON MILANIVia del Molino,2 Tel. 0558875549

  • ANNA FRANKVia Giovanni XXIII, 78 Tel. 0558879261

  • MARCHESIVia della Chiesa, Loc. Carraia Tel. 0558819985

    • La Scuola Secondaria di Primo Grado

  • ARRIGO DA SETTIMELLOVia Mascagni,15 Tel. 055- 887551

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

SCUOLA DELL’INFANZIA

La scuola dell’infanzia accoglie le bambine e i bambini dai tre ai sei anni di età, come risposta al loro diritto di cura educativa intesa in un legame stretto con l’apprendimento. Essa si pone la finalità di promuovere nei bambini lo sviluppo dell’identità, dell’autonomia, delle competenze e di avviarli alla cittadinanza. Tali finalità sono perseguite attraverso l’organizzazione di  un ambiente di vita, di relazione e di apprendimento di specifica qualità, con particolare attenzione agli spazi, ai tempi, al clima, al calore accogliente e protettivo, agli stimoli e all’esplorazione.

La scuola dell’infanzia propone esperienze di apprendimento aperte e integrate che convergono in quattro specifici campi di esperienza che, pur evocando le discipline della futura scuola, mettono al centro l’operare del bambino, la sua corporeità, le sue azioni, le sue percezioni mentre forniscono specifici strumenti simbolici e culturali per la riflessione e la rielaborazione.

Tutte le scuole dell’infanzia si pongono i medesimi traguardi di sviluppo intesi come percorsi da compiere attraverso esperienze documentabili.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Carlo Collodi

Via Firenze, 28 tel. 055-8879140

  • 97 alunni

  • 4 sezioni

  • 11 insegnanti

  • 2 collaboratori sc.

  • palestra

  • biblioteca

  • spazio teatro

  • spazio pittura

  • spazio polivalente

  • 3 aule mensa

  • Tempo scuola: 8,00/16,00

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Gianni Rodari

Via Risorgimento, 13 tel. 055-8874002

  • 105 alunni

  • 4 sezioni

  • 10 docenti

  • 2 collaboratori sc.

  • palestra

  • biblioteca

  • spazio teatro

  • spazio pittura

  • spazio polivalente

  • spazio mensa

  • Tempo scuola:

  • 8,00/16,00

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Villa Martinez

Via del molino, 22 tel. 055-8877819

  • 69 alunni

  • 3 sezioni

  • 8 docenti

  • 2 collaboratori sc.

  • palestra

  • biblioteca

  • spazio teatro

  • spazio pittura

  • spazio polivalente

  • spazio mensa

  • Tempo scuola:

  • 8,00/16,00

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Bruno Munari

Via Arrighetto da Settimello, 90 tel. 055-8879509

  • 79 alunni

  • 3 sezioni

  • 8 docenti

  • 2 collaboratori scolastici

  • Palestra

  • Biblioteca

  • Laboratorio di musica

  • Laboratorio di pittura

  • Laboratorio multimediale

  • laboratorio scientifico

  • spazio mensaTempo scuola:

  • 8,00/16,00

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Loris Malaguzzi

Via A. Grandi, 4 Loc. Carraia tel. 055-8879140

  • 73 alunni

  • 3 sezioni

  • 9 docenti

  • 2 collaboratori sc.

  • palestra

  • biblioteca

  • spazio teatro

  • spazio pittura

  • spazio polivalente

  • spazio mensa

  • Tempo scuola:

  • 8,30/16,30

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

SCUOLA PRIMARIA

La Scuola Primaria fa parte del primo ciclo d’istruzione ed interessa un’età dei bambini in cui, partendo dalle esperienze formative della scuola dell’Infanzia, vengono poste le basi per il successivo sviluppo delle competenze per continuare ad apprendere lungo il futuro percorso scolastico.

La Scuola Primaria promuove la prima alfabetizzazione culturale in un contesto educativo e formativo aperto a tutte le “agenzie educative”, interagendo con la famiglia e la più vasta comunità sociale, sviluppando al meglio le potenzialità di ciascun alunno, valorizzando le diversità individuali, comprese quelle derivanti da disabilità, al fine di acquisire e sviluppare progressivamente le proprie capacità di autonomia operativa e di pensiero.

La Scuola Primaria, nell’intento di offrire a tutti gli alunni le stesse opportunità formative, nel rispetto delle scelte delle famiglie, in ordine alle disposizioni legislative attuali, propone i seguenti modelli orari:

40 ore dal lunedì al venerdì 8,30-16,30

33 ore 2 giorni 8,30-13,00 e 3 giorni 8,30-16,30 con servizio mensa

29,30 ore 3 giorni 8,30-13,00 e 2 giorni 8,30-16,30 con servizio mensa

La Scuola Primaria attua il percorso formativo attraverso una didattica organizzata per ambiti disciplinari, i docenti operano nel team in piena responsabilità educativa e sono corresponsabili della programmazione didattica e della valutazione, garantendo l’unitarietà dell’insegnamento. Operano anche collegialmente nelle programmazioni a classi parallele d’istituto. Gli insegnanti di sostegno sono contitolari nelle rispettive classi, dove prestano servizio. L’insegnamento della Lingua Inglese è svolto da docenti specialisti e da docenti specializzati.

Nell’organico d’Istituto sono in servizio 3 docenti di Religione Cattolica; agli alunni che non si avvalgono dell’insegnamento di Religione Cattolica, viene garantito un percorso alternativo che sviluppa tematiche di pari dignità valoriale (Educazione alla cittadinanza con riferimenti all’ed. ambientale e interculturale).

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Don Milani

Via del molino, 2 tel. 055-8875549

  • 365 alunni

  • 35 docenti

  • 16 classi

  • 5 collaboratori sc.

  • laboratorio di informatica

  • aula polivalente

  • biblioteca

  • palestra

  • locali mensa

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Anna Frank

Via Giovanni XXIII , 78 tel. 055-8879261

  • 274 alunni

  • 13 classi

  • 26 insegnanti

  • 2 collaboratori sc.

  • palestra

  • biblioteca

  • spazio teatro

  • spazio pittura

  • spazio polivalente

  • 3 aule mensa

  • Tempo scuola: 8,00/16,30

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Concetto Marchesi

Loc. Carraia tel. 055-8819985

  • 134 alunni

  • 17 docenti

  • 7 classi

  • 2 collaboratori sc.

  • Laboratorio di informatica

  • Biblioteca

  • Angolo morbido

  • Aula polivalente

  • Aula pittura

  • Palestra

  • Locali mensaTempo scuola:

  • 8,00/16,30

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

La Scuola Secondaria di Primo Grado si impegna a sviluppare la personalità dell’alunno, contribuendo a far acquisire competenze comunicative, relazionali e specifiche proprie delle varie discipline. Persegue, inoltre, le finalità dell’integrazione, della formazione e dell’orientamento come aiuto a riconoscere i propri interessi e le proprie possibilità per operare scelte di studio conseguenti.

Le classi possono avvalersi, nello svolgimento delle varie attività, di aule speciali, laboratori ed un efficiente patrimonio di attrezzature. Sono presenti le lavagne interattive multimediali (LIM) in ogni classe. L’alunno può così acquisire più direttamente esperienze e capacità critiche, arricchirsi e scoprire interessi nuovi, orientarsi meglio nella definizione e nell’individuazione di percorsi scolastici futuri.

Per gli alunni che non si avvalgono dell’insegnamento di Religione Cattolica viene garantito un percorso alternativo che sviluppa tematiche di pari dignità valoriale (Educazione alla cittadinanza con riferimenti all’ed. ambientale e interculturale).

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Arrigo da Settimello

Via Mascagni, 15 tel. 055-887551

  • 17 classi

  • 410 alunni

  • 35 docenti

  • 4 collaboratori sc.

  • laboratorio di arte

  • laboratorio di tecnologia

  • laboratorio di informatica

  • biblioteca

  • palestra

  • laboratorio polivalente

  • laboratorio di musica

  • Tempo scuola:

  • 8,00/14,00

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

PRINCIPI e FINALITĂ del P.O.F.

IL PROCESSO EDUCATIVO

necessita di

raccordo continuo tra

Lo schema indica che tutte le attività progettuali delle scuole del nostro Istituto Comprensivo si fondano sul principio di una necessaria collaborazione fra la scuola, la famiglia ed il territorio, dalla quale riteniamo che non si possa prescindere per attivare un corretto processo educativo-formativo.

La scuola, intesa come istituzione partecipata nella quale agiscono insegnanti, famiglie e istituzioni del territorio, fornisce strumenti culturali e competenze che aiutano bambine/i e ragazze/i nella costruzione del proprio progetto di vita.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

  • Profilo educativo del nostro istituto

  • Il Piano dell’Offerta Formativa esprime le scelte didattico-formative dell’istituto ovvero definisce il PROFILO EDUCATIVOche persegue.

  • I valori che orientano tali scelte sono:

  • IDENTITÀ come sviluppo naturale e sociale dell’essere umano, partendo dal riconoscimento di sé e dell’altro diverso da sé, rafforzando le aree dell’espressione, della comunicazione e della socializzazione.

  • AUTONOMIAcome sviluppo del pensiero logico, divergente e critico; come capacità di

  • esprimere un personale modo di essere e di proporlo agli altri; come capacità di compiere

  • scelte autonome.

  • COMPETENZAcome sviluppo delle abilità senso-percettive, motorie, linguistiche ed

  • intellettuali; come capacità di interagire con l’ambiente naturale e sociale e di influenzarlo

  • positivamente, di risoluzione dei problemi che si presentano; come comprensione della

  • complessità dei sistemi simbolici e culturali.

  • PARTECIPAZIONEcome assunzione di responsabilità per una convivenza democratica (rispetto di sé e degli altri, dell’ambiente, delle regole della comunità).

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

  • Mete formative

Al fine di realizzare tali valori, l’Istituto considera prioritaria alcune mete formative.

Tali mete sono:

Favorire la socializzazione “lo stare bene con i coetanei” nelle diverse fasce d’età per condividere esperienze fisiche, emotive e culturali in un contesto protetto e adeguato.

Aiutare bambini/e e ragazzi/e a conoscere se stessi, ad esprimere e comunicare le proprie attitudini ed aspirazioni per potersi orientare nelle diverse situazioni.

Favorire l’integrazione sociale, attraverso il riconoscimento del valore della diversità come ricchezza e come superamento di pregiudizi.

Contribuire alla formazione di persone consapevoli, educando alla convivenza civile e all’Europeismo.

Sviluppare la conoscenza di linguaggi verbali e non verbali, delle nuove tecnologie e dei mezzi di comunicazione sia per consentire una lettura attenta e corretta dei sistemi simbolico- culturali sia per un inserimento pieno e allo stesso tempo critico, nella vita sociale e lavorativa.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

  • Riferimenti istituzionali

I riferimenti istituzionali a cui si ispira il PIANO dell’OFFERTA FORMATIVA del nostro Istituto sono le “Competenze chiave di cittadinanza” (http://archivio.pubblica.istruzione.it/normativa/2007/allegati/all2_dm139new.pdf)

Le 8 “competenze chiave di cittadinanza” sono contenute nella “Raccomandazione relativa a competenze chiave per l’apprendimento permanente”, approvata il 18 dicembre 2006 dal Parlamento europeo e dal Consiglio dell’Unione Europea e rappresentano il riferimento per l’agire quotidiano all’interno del nostro sistema scolastico.

Il termine “competenza” si riferisce ad una “combinazione di conoscenze, abilità e attitudini appropriate al contesto”.

E' competente chi dà sempre il meglio di se stesso nell’affrontare un compito, attingendo alla sua sfera cognitiva ed intellettuale, ma anche alla sua parte emotiva, sociale, estetica, morale. Tali competenze contribuiscono per ognuno a:

la realizzazione e la crescita personale (capitale culturale)la cittadinanza attiva e l’integrazione (capitale sociale)la capacità di inserimento professionale (capitale umano)

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

  • Competenze chiave di cittadinanza

  • IMPARARE AD IMPARARE

  • Ogni studente deve acquisire un proprio metodo di studio e di lavoro.

  • 2. PROGETTARE

  • Ogni studente deve essere capace di utilizzare le conoscenze apprese per darsi obiettivi significativi e realistici. Questo richiede la capacità di individuare priorità, valutare le possibilità esistenti, definire strategie di azione, fare progetti e verificarne i risultati.

  • 3. COMUNICARE

  • Ogni studente deve poter comprendere messaggi di genere e complessità

  • diversi nella varie forme comunicative e deve poter comunicare in modo efficace utilizzando i diversi linguaggi.

  • 4. COLLABORARE E PARTECIPARE

  • Ogni studente deve saper interagire con gli altri comprendendone i diversi punti di vista.

  • 5. AGIRE IN MODO AUTONOMO E RESPONSABILE

  • Ogni studente deve saper riconoscere il valore delle regole e della responsabilità personale.

  • 6. RISOLVERE PROBLEMI

  • Ogni studente deve saper affrontare situazioni problematiche e saper contribuire a risolverle.

  • 7. INDIVIDUARE COLLEGAMENTI E RELAZIONI

  • Ogni studente deve possedere strumenti che gli permettano di affrontare la complessità del vivere nella società del nostro tempo.

  • 8. ACQUISIRE ED INTERPRETARE L’INFORMAZIONE

  • Ogni studente deve poter acquisire ed interpretare criticamente l'informazione ricevuta valutandone l’attendibilità e l’utilità, distinguendo fatti e opinioni.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

È compito specifico della scuola promuovere quegli interventi educativi capaci di far sì che le capacità personali di ogni studente si traducano nelle otto competenze chiave di cittadinanza previste a conclusione dell’obbligo di istruzione.

Il Piano dell’Offerta Formativa del nostro Istituto mira a:

SVILUPPARE LE COMPETENZE

ATTRAVERSO…

Attività didattiche curriculari

Attività di approfondimentoe formazione docenti

Le relazionicon il territorio

Star bene a scuola

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

LE COMPETENZE DEL POF

  • In base al regolamento dell’AUTONOMIA SCOLASTICA, (decreto del presidente della repubblica 27571999 ) il nostro Istituto ha individuato alcune competenze che necessitano di approfondimento per il raggiungimento di un’offerta formativa che risulti:

  • ATTUALE e RISPONDENTE AI BISOGNI FORMATIVI

  • OMOGENEA VERSO TUTTE LE AREE DI COMPETENZA

  • GARANTITA PER OGNI STUDENTE

  • INTERDISCIPLINARE e TRASVERSALE

  • SPERIMENTALE e INNOVATIVA

  • VERIFICABILE e VALUTABILE

  • L’intenzionalità educativa volta in tale direzione vuole prefiggersi il pieno potenziamento di tutte le aree di competenza individuate ed offrire uguali opportunità formative a tutti i ragazzi/e del nostro Istituto , per tutti gli anni del loro percorso scolastico.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

  • Le competenze deliberate dal COLLEGIO DOCENTI sono:

  • COMPETENZE SOCIO-RELAZIONALI

  • COMPETENZE LINGUISTICHE

  • COMPETENZE STORICHE E GEOGRAFICHE

  • COMPETENZE DIGITALI

  • COMPETENZE LOGICHE SCIENTIFICHE

  • COMPETENZE ARTISTICHE ESPRESSIVE

  • COMPETENZE MOTORIE

  • Si è ritenuto inoltre di fondamentale importanza definire anche:

  • ATTIVITĂ DI FORMAZIONE e DI AGGIORNAMENTO

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

POTENZIAMENTO delle COMPETENZE

  • IMPOSTAZIONE METODOLOGICA

  • Per lo sviluppo ed il potenziamento delle aree di competenza, il nostro Istituto elabora percorsi progettuali specifici, mirati, esplicitati nelle varie fasi di attività e monitorati.

  • L’attività didattica tiene conto dei seguenti criteri metodologici:

  • COLLEGIALITÁ: gli interventi didattici coinvolgeranno tutto il team docente o consiglio di classe per concordare finalità, obiettivi,metodi e strategie.

  • PERSONALIZZAZIONE: gli interventi formativi terranno conto dei bisogni, interessi e ritmi di apprendimento della classe, si attueranno per attività di livello, per una scuola inclusiva.

  • INTERDISCIPLINARIETÁ: contenuti e obiettivi verranno fissati in un’ottica disciplinare più ampia per conseguire un sapere sempre più organico.

  • OPERATIVITÁ: si promuoverà un apprendimento più attivo, attraverso la “didattica laboratoriale” dove accanto alla lezione teorica gli studenti trovino spazio per la ricerca personale,per l’esperimento, per la manualità, per la gestualità, per la progettazione

  • PROGETTUALITÁ: le varie discipline saranno utilizzate in percorsi progettuali che serviranno non solo ad attivare aspetti cognitivi ma stimoleranno la crescita personale di ogni studente e ne promuoveranno la capacità di riconoscersi come persona “capace di fare” e di produrre nuova cultura.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

IL PROGETTO DIDATTICO

Il Progetto è un piano di intervento complesso che comporta compiti eseguiti anche da organizzazioni o enti esterni, con obiettivi, schedulazioni e budget ben definiti.

Quando si parla di un progetto ci si riferisce all’insieme di tutte le attività richieste per perseguire alcuni obiettivi di apprendimento con il fine di potenziare un certo numero di competenze.

Tali obiettivi dovranno essere controllati durante tutto il periodo di realizzazione.

La vita del progetto ha un inizio e una fine ben definiti: ogni fase mira alla conquista di apprendimenti ben determinati che concorrono, a loro volta, all’input per la fase successiva.

Il progetto termina quando l’effettivo raggiungimento degli obiettivi viene sottoposto ad un processo di valutazione finale.

L’importanza oggettiva dei progetti è cresciuta notevolmente negli ultimi anni e oggi in molte scuole di ogni ordine e grado, sia private che pubbliche, è ormai acquisito che il ricorrere a metodologie specificatamente sviluppate e tecniche di controllo mirate, rende maggiormente efficace il processo di insegnamento/apprendimento.

L’efficacia del progetto a più ampio raggio non è legata tanto al tempo in cui si esaurisce l’intervento per quel numero limitato di ore, quanto al fatto che il lavoro svolto nelle modalità previste dal progetto è per gli studenti fonte di stimoli, esperienze, e nuove conoscenze, mentre per l’insegnante uno strumento in più da poter utilizzare nella quotidiana opera di insegnamento finalizzato al raggiungimento delle competenze.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Titolo progetto

Scopo del progetto

Descrizione del progetto

metodologia

Verifica finale

ELABORAZIONE del PROGETTO

  • CRITERI IMPRESCINDIBILI

  • Il progetto può essere trasversale, coprendo

  • più competenze chiave allo stesso tempo.

  • Il progetto deve andare ad integrare

  • percorsi formativi già attivi o a colmare lacune

  • evidenziatesi negli stessi.

  • Il progetto deve essere molto chiaro sui metodi

  • didattici che si vogliono utilizzare al fine di ottenere

  • i risultati voluti e di assicurare il coinvolgimento anche

  • dei soggetti più deboli.

  • Il progetto deve prevedere una relazione finale

  • trasparente da cui si possa dedurre il successo

  • o meno del progetto stesso.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

UN PUZZLE DI COMPETENZE

I progetti proposti potenziano più competenze contemporaneamente. Le attività mirate su una competenza specifica, spesso vanno ad interessare competenze diverse, viste le numerose interconnessioni tra i vari ambiti del sapere come le tessere in un puzzle. Al centro appare l’ambito socio-relazionale, in quanto “star bene a scuola” è precondizione fondamentale per la buona riuscita di ogni percorso di apprendimento.

  • AMBITI DI COMPETENZA:

    • SOCIALE E RELAZIONALE (S)

    • LINGUISTICO (L)

    • STORICO E GEOGRAFICO (SG)

    • LOGICO E SCIENTIFICO (LS)

    • TECNOLOGICO E DIGITALE (DT)

    • ARTISTICO ED ESPRESSIVO (A)

    • MOTORIO (M)

    • ATTIVITA’ DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO (FA)

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

CURRICOLO VERTICALE

INDICATORI

Le competenze vengono raggiunte per mezzo del curricolo che è sviluppato in modo verticale attraverso i tre ordini di scuola.

Al fine di esplicitare il curricolo è utile suddividere ogni ambito di competenza in alcune sotto-aree di competenza che abbiamo denominato “indicatori”.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

Il curricolo verticale esplicita all’interno di ciascun ordine di scuola quali obiettivi specifici concorrono al raggiungimento delle competenze. Nelle pagine successive, cliccando sull’icona “bersaglio” si può accedere al curricolo verticale per ogni disciplina.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

COMPETENZE SOCIO-RELAZIONALI

  • Tali competenze, che rientrano nell’ambito dello “star bene a scuola”, comprendono gli interventi specifici mirati principalmente all’acquisizione di quelle mete formative a carattere valoriale e sociale. Elenchiamo quattro ambiti di intervento che l’Istituto si impegna a valorizzare:

  • Educazione alla cittadinanza

  • Prevenzione del disagio

  • Integrazione (Bisogni Educativi Speciali)

  • Continuità ed Orientamento

  • INDICATORI

  • Consolidare l’identità personale

  • Maturare la consapevolezza di sé e del rapporto con gli altri.

  • Essere protagonista del proprio percorso scolastico

  • Sviluppare capacità critiche

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

COMPETENZE LINGUISTICHE

Italiano

Lo sviluppo di competenze linguistiche è una condizione indispensabile per la crescita della persona e per l’esercizio pieno della cittadinanza per l’accesso critico a tutti gli ambiti culturali e sociali e per il raggiungimento del successo scolastico in ogni settore di studio.

Queste finalità, estese e trasversali, pongono la lingua italiana, come lo strumento di espressione del pensiero, in stretta connessione con lo sviluppo cognitivo e quindi oggetto di attenzioni da parte di tutti i docenti. Gli obiettivi di apprendimento sono perseguiti al fine di favorire l’uso consapevole, critico della lingua. La riflessione sulla lingua concorre infatti a sviluppare le capacità di categorizzare, di connettere, di analizzare, di indurre e dedurre, utilizzando di fatto un metodo scientifico.

  • INDICATORI

  • Ascolto e parlato

  • Lettura

  • Scrittura

  • Acquisizione ed espansione del lessico ricettivo e produttivo

  • Elementi di grammatica esplicita e riflessione sugli usi della lingua

Obiettivi di apprendimento

ITALIANO

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

COMPETENZE LINGUISTICHE

Inglese e seconda lingua comunitaria

Le competenze espressive nelle lingue straniere rispondono all’esigenza comunicativa in una società multietnica e globalizzata; permettono di esprimersi e comunicare in contesti significativi di vita quotidiana e offrono l’opportunità di riutilizzare sempre più consapevolmente le strategie di apprendimento delle lingue. I processi di apprendimento sono tanto più facilmente acquisiti quanto più il loro approccio è precoce.

INDICATORI

  • Lingue straniere

  • Ascolto (comprensione orale)

  • Parlato (produzione e interazione orale)

  • Lettura (comprensione scritta)

  • Scrittura (Produzione scritta)

  • Riflessione sulla lingua e sull’apprendimento

Obiettivi di apprendimento

INGLESEE SECONDA LINGUA COMUNITARIA

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

COMPETENZE STORICHE E GEOGRAFICHE

Lo studio storico-geografico, comprendente la memoria delle generazioni viventi assieme alla percezione del presente , contribuisce a formare la coscienza dei cittadini e li motiva al senso di responsabilità nei confronti del patrimonio e dei beni comuni.

Gli obiettivi di apprendimento sono finalizzati a formare la consapevolezza sui profondi legami fra il passato e il presente, sull’influenza degli avvenimenti storici su altri ambiti del sapere.

  • INDICATORI

  • STORIA

  • Uso delle fonti

  • Organizzazione

    delle informazioni

  • Strumenti concettuali

  • Produzione scritta e orale

  • INDICATORI

  • GEOGRAFIA

  • Orientamento

  • linguaggio

    della geo-graficità

  • Paesaggio

  • Regione e sistema territoriale

Obiettivi di apprendimento

STORIA

GEOGRAFIA

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

COMPETENZE LOGICHE E SCIENTIFICHE

La costruzione del pensiero logico-matematico e scientifico, espressione del rapporto stretto tra pensare e fare, è un percorso lungo e progressivo nel quale concetti, abilità e competenze vengono consolidati e sviluppati a più riprese .

Gli obiettivi di apprendimento sono perseguiti al fine di stimolare processi di interiorizzazione e riflessione critica necessari per analizzare la realtà, porsi problemi e ricercare soluzioni.

In ambito scientifico gli obiettivi di apprendimento sono finalizzati a stimolare curiosità ed interesse verso i diversi campi di studio della natura. La realtà viene osservata ed indagata per mezzo di semplici schematizzazioni e modelli basati su esperienze concrete e misure appropriate. Affrontando le materie di studio l’alunno, nel tempo, ha una visione della complessità del proprio organismo, del sistema dei viventi, del ruolo della comunità umana sulla Terra, del carattere finito delle risorse, della storia evolutiva dell’uomo e dell’ambiente.

Tutto ciò anche col fine di adottare modi di vita ecologicamente responsabili.

INDICATORI

  • Numeri

  • Spazio e figure

  • Dati, relazioni,

    previsioni e funzioni

  • Fisica e Chimica

  • Astronomia e Scienze della Terra

  • Biologia

Obiettivi di apprendimento

MATEMATICA

SCIENZE

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

COMPETENZE TECNOLOGICHE

E DIGITALI

La cultura tecnica promuove negli allievi un atteggiamento responsabile verso ogni azione trasformativa dell’ambiente ed una sensibilità al rapporto, sempre esistente e spesso conflittuale, tra interesse individuale e bene collettivo, decisiva per il formarsi di un autentico senso civico.

Le tecnologie dell’informazione digitale, oltre alla padronanza degli strumenti, spesso acquisita fuori dall’ambiente scolastico, necessitano di una riflessione critica volta ad una maggiore consapevolezza rispetto agli effetti sociali e culturali della loro diffusione.

  • INDICATORI

  • Vedere, osservare, sperimentare

  • Prevedere, immaginare, progettare

  • Intervenire, trasformare e produrre

Obiettivi di apprendimento

TECNOLOGIA

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

COMPETENZE ARTISTICHE ED ESPRESSIVE

Le competenze artistico-espressive si sviluppano attraverso un percorso formativo che vede nell’aspetto percettivo e sensoriale un potente canale di comunicazione, di espressione emotiva e di creatività, in rapporto diretto con gli altri canali: linguistico-comunicativo, storico-culturale, espressivo. L’obiettivo è quello di promuovere la capacità di fruire il linguaggio visivo e l’arte in modo sempre più consapevole e strutturato, sviluppando nel tempo un personale ‘gusto estetico’.

Le competenze musicali si sviluppano attraverso una dimensione simbolica e relazionale che valorizza la creatività e la partecipazione, attraverso la possibilità di fare musica insieme e l’acquisizione di un linguaggio specifico, inteso sia come produzione che come fruizione consapevole.

  • INDICATORI

  • ARTE E IMMAGINE

  • Esprimersi e comunicare

  • Osservare e leggere le immagini

  • Comprendere ed apprezzare

    le opere d’arte

  • INDICATORI

  • MUSICA

  • Esplorare, comporre ed eseguire

  • Elaborare fatti, eventi, opere

Obiettivi di apprendimento

ARTE

MUSICA

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

COMPETENZE MOTORIE

La conquista delle abilità motorie, attraverso gli obiettivi di apprendimento, fornisce agli alunni l’occasione per riflettere sul cambiamento del proprio corpo, sulle proprie potenzialità, e promuove stili di vita corretti e salutari. L’esperienza motoria deve connotarsi come «vissuto positivo» mettendo in risalto la capacità di fare dell’alunno, rendendolo costantemente protagonista e progressivamente consapevole delle competenze motorie via via acquisite.

INDICATORI

  • Il corpo e la sua relazione con lo spazio e il tempo

  • Il linguaggio del corpo come modalità comunicativo-espressiva

  • Il gioco, lo sport, le regole e il fair play

  • Salute e benessere, prevenzione e sicurezza

Obiettivi di apprendimento

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

ATTIVITA’ DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO

Il gruppo docente dell’Istituto intende continuare ad impegnarsi in percorsi di formazione o autoformazione che si traducano in percorsi didattici sperimentali ed innovativi.

In attesa che gli obiettivi di Lisbona (primavera 2000)* riguardo il “life long learning” trovino reale applicazione in Italia, i docenti di questo Istituto ritengono che la risposta alla mancanza di incentivi e riconoscimenti per le attività di formazione non debba essere l’appiattimento dell’offerta formativa.

Tali esperienze formative possono essere promosse da Enti esterni o da docenti come risultato di un lavoro di ricerca-azione.

INDICATORI

  • Promuovere ed incentivare la partecipazione a corsi di aggiornamento.

  • Consolidare/acquisire competenze disciplinari e didattico/educative.

  • Incentivare la sperimentazione di percorsi didattici innovativi.

  • Approfondire e perfezionare la stesura del curricolo verticale.

  • Favorire sempre più spesso momenti di autoaggiornamento nello scambio di esperienze didattiche.

*http://archivio.pubblica.istruzione.it/fondistrutturali/lineestrategiche/obiettivilisbona.shtml

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

I PROGETTI DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

LEGENDA DELLE COMPETENZE

S - STAR BENE

A SCUOLA

FA - ATTIVITA’ NON FRONTALI E AGGIORNAMENTO

LS - LOGICHE E

SCIENTIFICHE

DT - TECNOLOGICHE

E DIGITALI

A - ARTISTICHE E

ESPRESSIVE

L – LINGUISTICHE

SG – STORICHE E

GEOGRAFICHE

M - MOTORIE

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

I PROGETTI DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO

  • I PROGETTI COMUNI A PIU’ ORDINI DI SCUOLA

  • Musica e Movimento infanzia e primaria

  • L’orto a scuola infanzia e primaria

  • Il Giardino di Ivana primaria e secondaria

  • Nonni su internetinfanzia, primaria e secondaria

  • Continuità nido, infanzia, primaria, secondaria

    • nido-infanzia

    • infanzia – primaria (“vado, clicco e torno” ; “chi semina raccoglie”)

    • primaria – secondaria ( “geometri” ; “giardinieri” ; “reporter”)

    • Open day (infanzia, primaria, secondaria)

  • Pari opportunitàinfanzia, primaria e secondaria

  • Recupero degli apprendimentiinfanzia, primaria e secondaria

  • Yoga in classeinfanzia e primaria

  • Bes-Tprimaria e secondaria

  • Mi impegno per il mio futuro infanzia, primaria e secondaria

  • Per crescere insiemeinfanzia, primaria e secondaria

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

MUSICA E MOVIMENTO

n. prot. 3782/C26

In collaborazione con: Scuola di musica di Calenzano

Finalità generali:

Sviluppo delle abilità di base, immaginazione e intelligenza creativa.

Rafforzamento della capacità di ascolto e concentrazione.

Avvio all'acquisizione della prima alfabetizzazione musicale. Favorire l’acquisizione di autodisciplina e capacità di integrazione in un gruppo, per eseguire semplici brani vocali o strumentali. Migliorare la capacità d'ascolto.

Sviluppa le competenze:

Tempi di realizzazione: 9 ore

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: Lezione aperta ai genitori che assistono alle perfomances degli alunni e ad eventuali spettacoli finali.

Finanziamento: Ente comunale

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

L’ORTO A SCUOLA

n.prot. 4332/C26

In collaborazione con: Comune di Calenzano-Ass. Anziani

Finalità generali: Il progetto si propone il rafforzamento del senso di appartenenza al luogo, l’assunzione di responsabilità e impegno, la possibilità di imparare in modo concreto e pratico i mutamenti e gli sviluppi dell’orto attraverso il lavoro, le stagioni e la nascita dei prodotti. Mostra finale dei prodotti

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

Produzione di elaborati (pittorici, plastici, grafici…)

Osservazione del grado di coinvolgimento degli alunni.

Tempi di realizzazione:

Finanziamento: Comune di Calenzano- Fondo D’Istituto

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

IL GIARDINO DI IVANA

n.prot. 4430/C26

In collaborazione con: Dott. Luigi Ricci, in qualità di finanziatore del progetto, per quanto concerne la parte relativa all'acquisto del materiale necessario alla realizzazione del progetto. Personale esterno qualificato, eventuali membri di associazioni , genitori o altro, disponibili a titolo gratuito, qualora, in itinere, si renda necessaria il loro contributo. In tal caso verrà comunicata la loro presenza e il loro operato nella relazione finale di progetto.

Finalità generali:

1- Fornire alla scuola un giardino di supporto all’attività didattica che sia concepito in modo flessibile, affinché possa adeguarsi alle diverse esigenze degli alunni e degli insegnanti e che cresca di anno in anno, nel ricordo della professoressa Ivana.

2- Sviluppare l'idea di spazio all'aperto come luogo piacevole e confortevole, raccogliendo il più possibile le idee dei ragazzi con una progettazione 'partecipata' degli spazi che dovranno frequentare.

3- Sviluppare l'idea di spazio all'aperto come luogo di conoscenza e di crescita culturale e civile attraverso un corretto uso dell'ambiente naturale. Nel raggiungimento degli obiettivi generali si svolge un'azione di tipo educativo che si concretizza nel potenziare un'attività di tipo operativo e si sviluppano competenze che, al pari di quelle disciplinari, possono arricchire gli alunni e alleviare alcune forme di disagio che sempre più spesso si manifestano nelle nostre classi.

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

…il Giardino di Ivana

Sviluppa le competenze:

Tempi di realizzazione: tutto l’anno, con scansione in via di definizione.

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

In itinere attraverso la verifica valutazione dei lavoro svolto dai singoli e in gruppo.

Finanziamento:

Privato, relativamente all'acquisto del materiale per la realizzazione del progetto. F.I.S. per le ore funzionali e frontali necessarie alla realizzazione del progetto.

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

NONNI SU INTERNET

n.prot. 4757/C26

In collaborazione con: Fondazione Mondo Digitale – Roma.

Finalità generali: L’interazione diretta di ogni nonno con un ragazzo che fa da assistente personale in affiancamento all’insegnante, fa comprendere ai tutor l’importanza e la difficoltà del ruolo di insegnante.

Insegnare ai nonni ad usare il computer, mettendoli in grado di condividere linguaggi, risorse e a gestire servizi online, nelle funzioni più semplici.

Aprire la scuola al territorio.

Creare e rafforzare reti di relazioni importanti;

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: Compilazione questionario finale.

Finanziamento: FIS

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

CONTINUITA’ NIDO-INFANZIA

n.prot. 7098/C26

Area POF: CONTINUITA’

In collaborazione con: ASILI NIDO DEL COMUNE DI CALENZANO

Finalità generali:

Favorire il passaggio da un ordine all'altro di scuola attraverso la conoscenza dei nuovi ambienti scolastici. Ascoltare e comprendere una storia. Partecipare a laboratori espressivi attivando anche modalità collaborative.

Sviluppa le competenze :

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

Osservazione dell'interesse degli alunni e del livello di cooperazione. Osservazione della reazione dei singoli bambini (futuri iscritti) a settembre al ritrovamento del prodotto frutto del laboratorio.

Finanziamento: FIS

Partecipano i gruppi di tre anni di tutti i plessi della scuola di infanzia

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

CONTINUITA’ INFANZIA – PRIMARIA

“CHI SEMINA RACCOGLIE”

n.prot. 7100/C26

Area POF: Continuità - Progetto incontri classi 'anni ponte' infanzia-primaria

Finalità generali: Favorire il passaggio da un ordine all'altro di scuola attraverso la conoscenza dei nuovi ambienti scolastici. Sviluppo dell'etica della cura e della autoresponsabilizzazione. Lavorare in gruppo in modo collaborativo (apprendere dai pari);

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: Osservazione dell'interesse degli alunni e del livello di cooperazione. La verifica finale sarà fatta dalle maestre delle future prime, tramite l'osservazione delle reazioni dei singoli alunni al ritrovamento della piantina cresciuta.

Finanziamento: FIS

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

CONTINUITA’ INFANZIA – PRIMARIA

“VADO, CLICCO, E TORNO”

n.prot. 7100/C26

Area POF: Continuità - Progetto incontri classi 'anni ponte' infanzia-primaria

Finalità generali: Favorire il passaggio da un ordine all'altro di scuola attraverso la conoscenza dei nuovi ambienti scolastici. Cogliere gli aspetti peculiari della realtà osservata. Produrre e raccogliere informazioni e immagini. Rielaborarli attraverso disegni e commenti per presentarli ad altri.

Lavorare in gruppo in modo collaborativo (apprendere dai pari).

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: Osservazione dell'interesse degli alunni e del livello di cooperazione. Elaborazione del cartellone riassuntivo dell'attività.

Finanziamento: F.I.S. (vedi progetto)

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

GEOMETRI

n.prot. 7102/C26

Area POF: Continuità - Progetto incontri classi 'anni ponte'

Finalità generali: Utlizzare concetti e abilità matematiche in contesti reali. Lavorare in gruppo in modo collaborativo (apprendere dai pari);

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: Si prevede alla conclusione del progetto una verifica sulla validità e l'apprezzamento delle attività da effettuarsi tramite questionari anonimi da somministrare su moduli di Google Drive ad un campione rappresentativo degli studenti frequentanti.

Finanziamento: F.Is. (vedi progetto)

Partecipano le classi quinte della primaria e le classi prime della secondaria (adesioni in via di definizione)

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

GIARDINIERI

n.prot. 7102/C26

Area POF: Continuità - Progetto incontri classi 'anni ponte'

Finalità generali: Sviluppo dell'etica della cura, e della autoresponsabilizzazione; lavorare in gruppo in modo collaborativo (apprendere dai pari); educazione alla ricerca di una giusta misura del vivere.

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: Si prevede alla conclusione del progetto una verifica sulla validità e l'apprezzamento delle attività da effettuarsi tramite questionari anonimi da somministrare su moduli di Google Drive ad un campione rappresentativo degli studenti frequentanti.

Finanziamento: F.Is. (vedi progetto)

Partecipano le classi quinte della primaria e le classi prime della secondaria (adesioni in via di definizione)

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

REPORTER

n.prot. 7102/C26

Area POF: Continuità - Progetto incontri classi 'anni ponte'

Finalità generali: Cogliere gli aspetti peculiari della realtà osservata, raccogliere informazioni e immagini e saperli rielaborare per presentarli ad altri sotto forma di reportage giornalistico. lavorare in gruppo in modo collaborativo (apprendere dai pari);

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: Si prevede alla conclusione del progetto una verifica sulla validità e l'apprezzamento delle attività da effettuarsi tramite questionari anonimi da somministrare su moduli di Google Drive ad un campione rappresentativo degli studenti frequentanti.

Finanziamento: F.Is. (vedi progetto)

Partecipano le classi quinte della primaria e le classi prime della secondaria (adesioni in via di definizione

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

OPEN DAY SCUOLA DELL’INFANZIA

  • n.prot. 7099/C26

  • Area POF: CONTINUITA’

  • Finalità generali:

  • Far conoscere la realtà delle scuole dell’infanzia dell’Istituto ai genitori ed ai futuri iscritti.

  • Familiarizzare con il futuro ambiente scolastico

  • Mettere in condizione le famiglie di realizzare una scelta consapevole

  • Rendere visibili gli spazi della scuola, i docenti, le attività, mediante l’attivazione di laboratori espressivi.

  • Sviluppa le competenze:

  • Finanziamento:

  • FIS

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

OPEN DAY DELLA SCUOLA PRIMARIA

  • n.prot. 7101/C26

  • Area POF: Continuità

  • Finalità generali:

  • Far conoscere le scuole di Calenzano aprendo i singoli plessi della primaria ai futuri bambini che la frequenteranno e alle loro famiglie.

  • Iniziare a familiarizzare con l’ambiente scolastico e i futuri insegnanti.

  • Durata:

  • L’Open-Day si svolgerà nel mese di Gennaio in sostituzione delle due ore di programmazione settimanali , la data precisa sarà stabilita nel collegio di martedì 29 Ottobre 2013.

  • Sviluppa le competenze:

  • (rivolto ai bambini delle V in uscita) Prendersi cura di se stessi, degli altri e dell’ambiente scolastico attraverso atteggiamenti cooperativi e collaborativi

  • Incoraggiare l’apprendimento collaborativo anche attraverso l’uso della nuova tecnologia per presentare la scuola e i suoi progetti (Orto- Biblioteca – Laboratorio di manualità)

  • Argomentare ed interagire in una conversazione, in un dialogo su argomenti inerenti la scuola, dando risposte e fornendo spiegazioni ed esempi

  • Finanziamento: nessuno

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

OPEN DAY DELLA SCUOLA SECONDARIA

n.prot. 7103/C26

Area POF: Continuità

Finalità generali :

Far conoscere la scuola secondaria di Calenzano ai futuri frequentatori, sia dal punto di vista delle strutture, che da quello del personale docente, degli alunni frequentanti e del tipo di attività che viene svolto.

Iniziare una prima familiarizzazione con l'ambiente scolastico in cui gli alunni della primaria andranno l'anno successivo.

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: Per quanto riguarda gli alunni, sarà l'osservazione del loro lavoro durante l'open day a costituire una verifica. Per quanto riguarda i genitori, proporremo una breve scheda di valutazione al termine dell'open day.

Finanziamento: F.I.S.

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

PARI OPPORTUNITA’

  • n.prot. 7035/C26

  • Area POF: 3

  • Tempi di attuazione: ottobre-maggio

  • In collaborazione con:

  • Presidenza del Consiglio Comunale, Ass, Sale in Zucca, Provincia

  • Finalità generali:

  • Creare all'interno della scuola, attraverso un percorso formativo/riflessivo, ambiti di dialogo in grado di allargarsi fino alle famiglie

  • Sensibilizzare il tessuto sociale verso la diversità , il suo rispetto e la sua valorizzazione

  • Avviare la riflessione sulle buone pratiche della cultura della parità

  • Promuovere il rispetto della differenza di genere

  • Conoscere le leggi di tutela di pari opportunità per educare alla cultura sulla parità tra i sessi

  • Incentivare contesti di condivisione per sostenere l'acquisizione di un'affettività consapevole

  • Promuovere il superamento di stereotipi di genere: bullismo, emarginazione, intolleranza....

  • Sviluppa le competenze:

  • Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: eventi a cui le classi parteciperanno

  • Finanziamento: Comune, Provincia

  • Partecipano al Progetto i gruppi di 5 anni dei plessi Collodi, Munari, Villa Martinez; dei plessi della scuola primaria partecipano 10 classi (A. Frank) , 2 classi (Don Milani), 5 classi (Marchesi) ; della scuola secondaria partecipano 5 classi.

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

RECUPERO DEGLI APPRENDIMENTI

n.prot. 7232/C26

Area POF: Area 3 - Prevenzione del disagio

In collaborazione con: (indicare le Associazioni o i professionisti proponenti)

Docenti dell’Istituto comprensivo disponibili

Finalità generali:

l progetto si propone, attraverso il lavoro in piccoli gruppi (anche a classi parallele) e con modalità laboratoriale (in orario scolastico per l’infanzia e la primaria, ed extrascolastico per la secondaria), il raggiungimento degli obiettivi minimi previsti per disciplina (italiano, matematica, inglese) per quegli alunni che i team o i C.D.C. individuano come carenti sul piano degli apprendimenti, siano essi BES oppure no.

(N.B. Per il monitoraggio ed il recupero degli alunni con DSA è previsto un progetto dedicato)

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

Ogni singolo docente valuta la ricaduta positiva o meno dell’intervento attraverso le valutazione delle verifiche formative e sommative svolte in classe

Finanziamento: FIS (360 ore frontali)

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

YOGA IN CLASSE

n.prot. 3089/C26

In collaborazione con: Zanshin Karate

Finalità generali:

Agevolare la consapevolezza del corpo, attraverso l’attenzione globale del respiro: scoperta dei ritmi respiratori, dei contenuti espressivi del respiro, dell’interdipendenza del respiro-stato della mente. Insegnare pratiche di concentrazione per migliorare l’attenzione. Offrire esperienze di rilassamento per calmare l’agitazione. Favorire l’acquisizione di responsabilità individuale e sociale, instaurando un clima di rispetto e solidarietà. Aiutare ad aumentare la fiducia in se stessi e a rispettare spazi e tempi, sia propri che degl’altri.

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: Sono previste due verifiche, una iniziale e una finale. L’alunno esegue gli esercizi previsti dalla disciplina sportiva e vengono valutate le sue competenze e abilità. Inoltre vengono valutati gli aspetti comportamentali legati alla disciplina.

Finanziamento: Ente comunale

Classi:

I B , III A, IV B e V B Plesso Don Milani e la sezione A del plesso Munari

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

BES-T

BES-T. Le nuove tecnologie a sostegno degli studenti con disturbi specifici d’apprendimento (DSA) e con bisogni educativi speciali (BES)

n.prot. 7036/C26

Area POF: prevenzione del disagio (ma il progetto è trasversale in quanto prevede anche formazione per gli insegnanti, uso delle tecnologie, continuità didattica, educazione alla cittadinanza…)

In collaborazione con: Società Autostrade e Associazione Assieme

Finalità generali: Il progetto si propone di modificare l’ ambiente di apprendimento attraverso un utilizzo costante delle tecnologie a supporto della didattica quotidiana creando le condizioni per una più efficace integrazione degli alunni con disturbi specifici di apprendimento (DSA); per quanto riguarda gli altri BES, oltre all’uso delle nuove tecnologie, verranno attivate forme di didattica laboratoriale per intercettare i diversi stili cognitivi degli alunni al fine di garantirne il recupero.

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: Il progetto avrà durata biennale e sarà monitorato e valutato a medio termine e a conclusione del progetto sulla base di indicatori prefissati

Finanziamento: Società Autostrade (previa approvazione)

Parteciperanno classi della scuola primaria e secondaria

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

MI IMPEGNO PER IL MIO FUTURO

  • n.prot. 7105/C26

  • Tempo di attuazione:

  • al momento dell'inserimento dei nuovi alunni stranieri; su segnalazione dei docenti per gli altri.

  • Laboratori italiano L2: ottobre-gennaio

  • In collaborazione con:

  • Comune di Calenzano, Provincia di Firenze, Cooperativa CAT

  • Finalità generali:

  • favorire l'integrazione degli alunni stranieri e delle loro famiglie.

  • favorire il rapporto famiglia-scuola-società

  • migliorare la conoscenza della lingua italiana attraverso

  • l'attivazione di laboratori italiano L2 con operatrice esterna

  • Sviluppa le competenze:

  • Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: valutazione periodica del processo d'integrazione degli alunni stranieri e immediato feed-back con l'operatore.

  • Valutazione periodica dell'acquisizione della lingua

  • Finanziamento: Provincia

  • Partecipano 12 alunni della scuola secondaria ( 4 per ogni livello 0, 1, 2 ) secondo le segnalazioni dei docenti le classi dell’infanzia e della primaria per il coinvolgimento delle famiglie

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

PER CRESCERE INSIEME

n.prot. 7106/C26

In collaborazione con: Rete di scuole, USP

Finalità generali:

favorire gli alunni stranieri nell'apprendimento della lingua italiana mediante laboratori di prima alfabetizzazione, rinforzo e potenziamento linguistico

Sviluppa le competenze:

Tempo di attuazione: ottobre-gennaio e successiva ripartizione fondi gennaio-maggio

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

verifiche costanti nei gruppi; verifiche quadrimestrali

Finanziamento: USP

Classi coinvolte:

Anna FranK

Un gruppo livello 1 Nel secondo quadrimestre parteciperanno alunni della scuola secondari a

Don Milani

Un gruppo livello 0

Un gruppo livello 1

Marchesi

Un gruppo livello 1

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

I PROGETTI DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO

ALTRI PROGETTI DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA

  • Accoglienza

  • I teatri del gesto

  • Bimbi in movimento

  • Gioco – psicomotricità

  • I primi passi: lezioni di inglese

  • Invito alla lettura

  • Drama with the children

  • Capa pensante

  • Mielina e mielotta: le api insegnano

  • Impara l’arte e mettila da parte

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

ACCOGLIENZA nella scuola dell’infanzia

n. prot: 7104/C26

Finalità generali: promuovere lo star bene a scuola, favorendo il superamento di stati ansiosi legati al distacco dalle figure parentali, l’integrazione nel gruppo dei pari, l’instaurarsi di un rapporto di fiducia con gli adulti della scuola.

Modalità

  • Incontro preliminare insegnanti-genitori per fornire informazioni sull’organizzazione della scuola, sul metodo educativo-didattico, e sulle modalità d’inserimento;

  • Incontro individuale genitori-insegnanti per una reciproca conoscenza e una prima raccolta d’informazioni relative al bambino e alla sua famiglia.

  • Organizzazione di spazi scolastici accoglienti e stimolanti: ogni plesso il primo giorno di scuola organizza un’iniziativa tesa a sviluppare il senso di appartenenza alla sezione e al plesso.

  • Predisposizione di modalità e tempi adeguati all’inserimento dei bambini al loro primo ingresso.

    Sviluppa le competenze :

    Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: la valutazione è prevalentemente osservativa dei comportamenti agiti e dei vissuti manifestati dai bambini durante le varie attività. La buona integrazione nel gruppo e nel contesto, l’accettazione e l’espletamento sereno delle attività didattiche e di routines, il distacco sereno dalle figure parentali al mattino e il costituirsi di un rapporto positivo con gli adulti, costituiscono i principali indicatori di riferimento per la valutazione e verifica.

    Tempi di realizzazione: giugno l’incontro preparatorio all’inserimento dei bambini e settembre - ottobre per curare l’inserimento e la conoscenza dei bambini.

    Finanziamento: nessuno Coinvolge i bambini di tutti i plessi

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

I TEATRI DEL GESTO

n. prot. 4426/C26

In collaborazione con: Associazione culturale Scirocco

Finalità generali:

Stimola la creatività, promuove il benessere, lo star bene nel gruppo e previene il disagio. Migliora le capacità comunicative verbali e non verbali. Arricchisce il linguaggio e consente di superare situazioni di timidezza.

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: Osservazione dello sviluppo delle capacità espressive e relazionali degli alunni

Tempi di realizzazione: 10 incontri

Finanziamento: Ente comunale

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

BIMBI IN MOVIMENTO

n.prot. 4499/C26

In collaborazione con: Silvia Maci

Finalità generali: Agevolare l’attività motoria anche come potenziamento delle competenze sociali, come espressione e conoscenza del proprio corpo e delle proprie emozioni ,come

stimolo per l’attenzione e la concentrazione.

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: Gli insegnanti, in collaborazione con l’esperto, valutano ogni quadrimestre il lavoro svolto, attraverso l’osservazione sistematica delle risposte del bambino agli stimoli.

Tempi di realizzazione:

Finanziamento : genitori

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

GIOCO-PSICOMOTRICITA’

n.prot. 4500/C26

In collaborazione con: Atletica Calenzano

Finalità generali: Agevolare l’attività motoria anche come potenziamento delle competenze sociali, come espressione e conoscenza del proprio corpo e delle proprie emozioni ,come

stimolo per l’attenzione e la concentrazione.

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: Gli insegnanti, in collaborazione con l’esperto, valutano ogni quadrimestre il lavoro svolto, attraverso l’osservazione sistematica delle risposte del bambino agli stimoli.

Tempi di realizzazione:

Finanziamento: genitori

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

I PRIMI PASSI: lezioni d’inglese

n.prot. 4319/C26

In collaborazione con: Paccione Kristina Brenè

Finalità generali:

  • Stimolare la curiosità verso la lingua inglese attraverso l’uso di tutti i sensi.

  • Prendere coscienza di un altro codice linguistico

  • Acquisire capacità di comprensione

  • Acquisire capacità di produzione.

    Modalità: Le lezioni includono brevi racconti che presentano la lingua in maniera semplice e naturale intorno ad argomenti di vita quotidiana. Inoltre illustrazioni, gesti, azioni, giochi di ruolo, riconoscimento di oggetti, canzoni e filastrocche rafforzeranno, in modo divertente, l’approccio alla lingua.

    Sviluppa le competenze :

    Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: attraverso le routine quotidiane con la richiesta di utilizzare colori numeri

    Esercizi ed attività ludiche.

    Istruzioni impartite a voce.

    Esecuzione di canti.

    Tempi di realizzazione 10 incontri/lezione

    Finanziamento: privato (genitori alunni)

    Partecipano i bambini dei gruppi 5 anni dei plessi Rodari e Malaguzzi.

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

INVITO ALLA LETTURA

n.prot. 7041/C26

Finalità generali: Promuovere l’avvicinamento dei bambini alla lettura, attraverso l’uso frequente dei libri nei momenti di attività strutturata e libera, la costruzione di libri durante le attività didattiche, e anche la responsabilizzazione delle famiglie, coinvolte direttamente nella gestione del prestito librario.

Promuovere la riflessione e una maggiore consapevolezza circa i propri gusti letterari attraverso una catalogazione semplificata e facilmente riconoscibile da parte dei bambini.

Modalità

  • Allestimento della biblioteca di plesso, con prestito librario.

  • Esperienze di lettura animata nel plesso e\o presso enti esterni.

  • Visita alla Biblioteca Rodari di Campi B o in libreria: scuola Malaguzzi e Martinez, gruppo età 4 e 5 anni

  • Visita libreria e/o biblioteca: scuola Munari, sez. A, B, C.

  • Produttori di libri: i bambini sono coinvolti nella realizzazione di libri propri che raccolgono i prodotti delle attività svolte nell’arco dell’anno. Relativo allestimento di una Mostra sugli elaborati prodotti(scuola Collodi)

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

…..Invito alla lettura

Sviluppa le competenze :

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

1. osservativa dei comportamenti di scelta e rispetto dei libri, e del piacere del leggere e ascoltare letture da parte dell’adulto, della partecipazione attiva a visite alla biblioteca, nonché dell’impegno/piacere nel costruire libri propri.

2. strutturata, attraverso la valutazione della frequenza di accesso al prestito librario, dell’ampliamento del vocabolario, dell’uso pertinente del linguaggio specifico, della capacità di osservazione e comprensione delle immagini;

Tempi di realizzazione: ottobre – giugno

Finanziamento: FIS

Partecipano le classi:

Collodi:sez. A B C D

Malaguzzi: sez. A B C

Munari: sez. A B C

Rodari: sez. A B C D

V. Martinez: sez. A B C

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

DRAMA WITH CHILDREN

  • n.prot: 7038/C26

  • In collaborazione con: prof. CARMELA ALVARO

  • Finalità generali.

  • Favorire la curiosità verso un altro popolo e un’altra lingua, riconoscendo l’esistenza di codici comunicativi diversi.

  • Sviluppare e potenziare le abilità di comunicazione gestuale.

  • Potenziare le capacità di ascolto,di attenzione, di comprensione, memorizzazione, produzione.

  • Riconoscere e riprodurre suoni della Lingua Inglese.

  • Sviluppa le competenze :

  • Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

  • - Esercizi ed attività ludiche.

  • - Istruzioni impartite a voce.

  • - Esecuzione di canti e danze nel rispetto del ritmo e dell’intonazione. Valutazione in itinere considerando il comportamento dei bambini durante le attività.

  • Tempi di realizzazione: 7 lezioni da inserire fra gennaio e maggio

  • Finanziamento: privato (famiglie degli alunni)

  • Partecipano i gruppi di 5 anni dei plessi Munari e Collodi

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

CAPA PENSANTE

n.prot. 7095/C26

In collaborazione con: Maria Rita Lanata

Finalità generali:

  • guidare i bambini verso un’ autonomia espressiva attraverso l’utilizzo di strumenti e materiali creativi;

  • guidare i bambini nella lettura di opere d’arte e nella loro comparazione:

  • stimolare e guidare i bambini nell’elaborazione di contenuti relativi alla cardinalità dei numeri, dei grafemi e dei fonemi attraverso metodologie creative e/o artistiche;

  • favorire una crescita nella conoscenza e nella comprensione di contenuti;

  • favorire l’apprendimento dei prerequisiti della lettoscrittura e del calcolo attraverso la sperimentazione creativa;

  • favorire l’osservazione del “mondo” che li circonda;

  • sviluppare la fantasia e l’immaginazione;

  • sviluppare la fiducia nelle proprie capacità.

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Modalità

  • Allestimento di un atelier che permetta la fruizione di materiali, modalità d’osservazione e interpretazione del mondo, presi in prestito dall’arte.

  • Utilizzazione di specifiche opere d’arte di Nespolo, Ertè, Jhons, Ravà, come materiale didattico, per sensibilizzare, alfabetizzare, costruire l’immaginario attraverso l’uso di tecniche miste: pittura, acquerello, ritaglio, inchiostro, materiali di recupero

  • Sviluppo di temi interdisciplinari attraverso l’osservazione di alcune opere degli artisti contemporanei di riferimento, che hanno rappresentato la realtà con numeri e lettere

  • «Alla maniera di…» realizzazione alla maniera dei vari artisti, attraverso opere personali rispettando sia lo stile dell’artista che le proprie emozioni

    Nello specifico il percorso si sviluppa attraverso:1 fase: La Scoperta- Presentazione del tema e primo approccio con le opere degli artisti contemporanei attraverso visite a mostre e video degli autori di opere artistiche rappresentativi di numeri e lettere.2 fase: Elaborazione e rielaborazione dei contenuti- Elaborazioni personali di opere con numeri e lettere sperimentando lo stile degli artisti presi in esame3 fase: Allestimento mostra- esposizione finale

    Sviluppa competenze

    Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

    attraverso la lettura individuale degli elaborati raccolti in un libro testimonianza delle esperienze laboratoriali vissute

    e osservativa sul piano dello sviluppo della creatività e dell’interesse interdisciplinare

    Tempi di realizzazione: 2 ore settimanali da novembre a maggio

    Finanziamenti : privati

    Partecipa il gruppo 5 anni del plesso COLLODI

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

MIELINA E MIELOTTA: LE API INSEGNANO

  • n.prot. 4201/C26

  • In collaborazione con: Fiammetta Gardin

  • Finalità generali:

  • Conoscenza del mondo delle api

  • Acquisizione di competenze di tipo spaziale a partire dall’ambito motorio per arrivare al trasferimento sul foglio

  • Sviluppo di competenze relazionali (cooperazione, rispetto dei ruoli e dei turni, rispetto della diversità)

  • Maturazione di atteggiamenti di rispetto del mondo naturale

  • Ampliamento del linguaggio attraverso l’acquisizione di termini specifici.

  • Sviluppa le competenze:

  • Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

  • Valutazione delle produzioni manuali e grafiche degli alunni

  • Tempi di realizzazione: 1 incontro con l’operatore e sviluppo del percorso didattico di durata trimestrale (gennaio-marzo 2014)

  • Finanziamento: genitori (per la visita alla fattoria)

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

IMPARA L’ARTE E METTILA DA PARTE

  • n.prot. 4277/C26

  • In collaborazione con: Matteo Cocci

  • Finalità generali:

  • Offrire un contesto educativo e didattico dove i bambini si possano riconoscere come persone attive e protagoniste, trovandovi spazi e tempi per fare esperienze produttive, grafiche, manipolative, di ricerca e di sperimentazione (su strumenti e materiali)

  • Diventare osservatori attivi e cooperativi attraverso esperienze espressive e pittoriche

  • Utilizzare linguaggi non verbali per valorizzare le proprie competenze

  • Saper manifestare sentimenti ed emozioni attraverso le esperienze.

  • Sviluppa le competenze :

  • Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

  • Osservazione degli elaborati dei bambini, iniziale,in itinere, finale. Raccolta degli elaborati in un libro a documentazione del lavoro da consegnare alle famiglie.

  • Tempi di realizzazione:

  • N° 3 incontri di h 1,30 col pittore Cocci + sviluppo del progetto nelle attività di sezione a cura delle insegnanti per la durata di un mese circa.

  • Finanziamento: famiglie

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

I PROGETTI DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO

ALTRI PROGETTI DELLA SCUOLA PRIMARIA

  • Gioco Sport

  • Karate-do

  • Il Tennis nella scuola

  • Un canestro nello zaino

  • Effetto notte

  • Mi diverto a far…poesia!

  • Laboratorio di musical

  • E-twinning. Traditions and culture

  • Flowersof the Uffizi gallery

  • Life skills- il tempo del cerchio

  • Mettiamoci le mani…”I care”

  • Facciamo archeologia

  • I cambiamenti ambientali del territoriodi Calenzano

  • Dal seme alla pianta

  • Gli aromi in cassetta

  • Mangia e mangiato

  • Cibo cultura e festa lontano e vicino a noi

  • Energetica-MENTE

  • Poetiamo insieme

  • …di sana e robusta Costituzione

  • Sulle tracce del lupo

  • Cerca il cocomero a scuola

  • Il cane nelle scuole

  • Un patto per l’acqua

  • La storia della Chiesa attraverso l’Arte

  • The colours

  • The portrait

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

GIOCO SPORT

n.prot. 4020/C26

In collaborazione con: Associazione “Atletica Calenzano”

Finalità generali: Affina le abilità motorie di base quali: correre, camminare, lanciare, saltare.

Migliora l'attenzione e la concentrazione. Rafforza il rispetto delle regole. Insegna a collaborare efficacemente con

i compagni durante l'esecuzione di esercizi e giochi e a rispettare l'avversario.

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi

Sono previste due verifiche, una di ingresso e una finale. L’alunno esegue un percorso

standardizzato a stazioni.

Tempi di realizzazione : 8 ore

Finanziamento: Ente comunale

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

KARATE-DO

n. prot. 4377/C26

In collaborazione con: Dojo Kun Karate

Finalità generali:

Evidenziare e sviluppare le facoltà fisiche e mentali, quali: coordinazione, elasticità, riflessi, disciplina, precisione, fiducia in se stessi, rispetto e gentilezza, perpetrando una piena conoscenza dei confini e delle possibilità della propria mente e del proprio corpo , nel pieno rispetto dell’individualità di ogni persona.

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:Sono previste due verifiche, una iniziale e una finale. L’alunno esegue gli esercizi previsti dalla disciplina sportiva e vengono valutate le sue competenze e abilità. Inoltre vengono valutati gli aspetti comportamentali legati alla disciplina.

Tempi di realizzazione : 8 ore

Finanziamento: Ente comunale

Classi: II B e la III B Plesso Don Milani

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

IL TENNIS NELLA SCUOLA

n. prot. 4377/C26

In collaborazione con: Amici della Concordia

Finalità generali:

Sviluppa le capacità coordinative e la rapidità dei movimenti. Migliora la comprensione ed il rispetto delle regole. Sviluppa le capacità tattico-strategiche.

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:Sono previste due verifiche, una iniziale e una finale. L’alunno esegue gli esercizi previsti dalla disciplina sportiva e vengono valutate le sue competenze e abilità. Inoltre vengono valutati gli aspetti comportamentali legati alla disciplina.

Tempi di realizzazione : 8 ore

Finanziamento: Ente comunale

Classi: I C e la I A Plesso A. Frank

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

UN CANESTRO NELLO ZAINO

n. prot. 3409/C26

In collaborazione con: Pallacanestro Calenzano Bulldogs

Finalità generali:

Agevolare l’attività motoria anche come potenziamento delle competenze sociali, come espressione e conoscenza del proprio corpo e delle proprie emozioni ,come

stimolo per l’attenzione e la concentrazione.

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

Sono previste due verifiche, una iniziale e una finale. L’alunno esegue gli esercizi previsti dalla disciplina sportiva e vengono valutate le sue competenze e abilità. Inoltre vengono valutati gli aspetti comportamentali legati alla disciplina.

Tempi di realizzazione: 8 ore

Finanziamento: Ente comunale

Classi: II C e la II A Plesso Don Milani

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

EFFETTO NOTTE- LABORATORIO DI TEATRO

n. prot. 4285/C26

In collaborazione con: Associazione culturale “Professione danza e spettacolo”

Finalità generali:

Stimola la creatività, promuove il benessere, lo star bene nel gruppo e previene il disagio. Migliora le capacità comunicative verbali e non verbali. Arricchisce il linguaggio e consente di superare situazioni di timidezza.

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

in itinere verranno valutate le relazioni che si instaurano fra pari e con gli adulti; al termine avrà luogo la messa in scena di un testo teatrale condiviso e sviluppato dai ragazzi in collaborazione con tutti gli operatori.

Finanziamento: Ente comunale

Classi: IV B , V B, III C plesso Don Milani e V A plesso Marchesi

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

MI DIVERTO A FAR…POESIA!

n.prot. 6936/C26

In collaborazione con:

Operatore di musica (progetto con finanziamento del Comune) e ins. Caiani Monica

Finalità generali:

1 – Utilizzare la lingua in modo creativo

2 – Ampliare il lessico

3 – Scoprire legami di senso e di suono tra le parole

4 – Divertirsi a scrivere

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

Ogni attività avrà una valenza ludica, il gioco inteso come strumento pedagogico-didattico,

perciò mediatore educativo per sollecitare le competenze sul piano cognitivo-affettivo

relazionale,perciò si verifica ogni volta che si propone un’attività.

Schede di verifica di comprensione lessicale, correttezza ortografica e creatività linguistica.

Produzione di semplici libriccini di filastrocche inventate, riscritti dagli alunni in formato

digitale ed illustrati.

Lettura recitata degli scritti prodotti , accompagnati da musica o suoni , anche prodotti dai bambini stessi, con strumenti adeguati (in collaborazione con l’operatore di musica)

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

…MI DIVERTO A FAR…POESIA!

Tempi di realizzazione:

Il percorso didattico si svolgerà per l’intero anno scolastico:

- il laboratorio di scrittura creativa si attiverà ogni 15 giorni.

Nel II quadrimestre è previsto

il laboratorio di informatica, che si alternerà a quello già in atto di scrittura

Finanziamento:

Sarà necessario prevedere alcune ore (10 h) per la preparazione dei libri dei bambini.

Partecipa la classe II D del plesso “A. Frank”.

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

LABORATORIO DI MUSICAL

n. prot. 4285/C26

In collaborazione con: Associazione culturale “Professione danza e spettacolo”

Finalità generali:

Stimola la creatività, promuove il benessere, lo star bene nel gruppo e previene il disagio. Migliora le capacità comunicative verbali e non verbali. Arricchisce il linguaggio e consente di superare situazioni di timidezza.

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

Realizzazione di uno spettacolo finale con la presenza dei genitori.

Tempi di realizzazione:

Finanziamento: Ente comunale

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

E-TWINNING. TRADITIONS AND CULTURE

n.prot: 7037/C26

In collaborazione con: I docenti Guasti e Alvaro attraverso la piattaforma del miur. E-twinning.

Paesi associati: Italia, Germania, Romania e Turchia.

Finalità generali:

The project is about traditions,habits, culture of the ancestors which the students gather and promotes in different school events and extracurricular . Songs, dances and different crafts will be promote by the students and the experience exchange will enrich our cultural universe . The students activities will be marked out religious events , school's day,school celebrations, national day , children birthdays and different global events. We have to post photos of our activities in our project diary .

Tempi di realizzazione: Tutto l’anno scolastico (ALMENO 3 APPUNTAMENTI AL MESE ON LINE)

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: Valutazione in itinere attraverso interventi di monitoraggio durante i lavori di gruppo. Valutazione finale attraverso una serie di interventi con i paesi coinvolti nel progetto ovvero Germania ,Romania e Turchia.

Finanziamento: gratuito

Partecipa la classe IIIA del plesso A. Frank

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

FLOWERS OF THE UFFIZI GALLERY

prot. N° 6935/C26

In collaborazione con:

Polo museale di Firenze e le insegnanti Caiani M. -Baldovino G., Cappellini A. –Porfido S.

Finalità generali:

1 - aumentare la motivazione a comunicare in altre lingue;

2 – accrescere le capacità cognitive dei bambini;

3 - sviluppare sensibilità interculturale ed imparare ad aprirsi alle altre lingue .

Tempi di realizzazione del progetto:

II quadrimestre :

L’input dato dalla visita alla Galleria degli Uffizi, “primo approccio al museo” , che prevede una visita ed un laboratorio in L2, sarà l’occasione di approfondimento sulle opere d’arte osservate , utilizzando la lingua inglese. Gli alunni verranno coinvolti in attività di ascolto e comprensione , preferibilmente.

L’insegnante lavorerà in classe, utilizzando materiale fornito dalla sezione didattica del museo, per preparare la classe alla visita ed al successivo laboratorio a tema.

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

…. FLOWERS OF THE UFFIZI GALLERY

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

Si valuta la positività e l’efficacia dell’attività proposta tramite gli interventi orali durante la lezione stessa ed, alla fine, chiedendo agli alunni il gradimento della lezione.

Prove oggettive di rilevazione dei termini conosciuti

Laboratorio didattico di verifica presso il museo.

Registrazioni dI semplici “LEZIONI” riassuntive tenute dai bambini, alla classe ,in L2.

Finanziamento:

Il costo della visita agli Uffizi è sostenuto dai genitori

Partecipano le classi II A e II D del plesso “A.Frank” insegnante: Caiani M. -Baldovino G., Cappellini A. –Porfido S.

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

LIFE SKILLS – IL TEMPO DEL CERCHIO

  • n.prot. 7034/C26

  • In collaborazione con: i docenti Guasti e Alvaro

  • Finalità generali:

  • il percorso è finalizzato al miglioramento della relazione educativa ed al rafforzamento di Life Skills.A livello interpersonale mira a promuovere:

  • comportamenti e atteggiamenti di collaborazione e solidarietà

  • mutuo rispetto

  • accettazione delle differenze

  • capacità di mediazione

  • riconoscimento delle diverse modalità di interazione.

  • Sviluppa le competenze:

  • Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

  • Valutazione in itinere attraverso interventi di monitoraggio durante l’attività. Gli strumenti utilizzati per la valutazione sono:

  • Questionario sul clima relazionale e l’autostima

  • Test sull’empatia

  • Questionario di gradimento e comunicazione (rivolto ai genitori)

  • Tempi di realizzazione: Il progetto si sviluppa durante l’intero anno scolastico

  • Finanziamento: nessuno

  • Partecipa la classe IIIA del plesso A. Frank

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

METTIAMOCI…LE MANI, IL CUORE, LA TESTA

“I CARE”

Progetto di educazione ambientale transdisciplinare

n.prot: 7030/C26

In collaborazione con:

Ass. LEGAMBIENTE, Associazione NATURA E’, GAS (gruppo acquisto solidale )di Calenzano,Associazione anziani di Calenzano,”Cocomeri in salita”

Finalità generali:

1 – Appropriarsi del rapporto con la terra

2 – Riannodare il legame con la natura, invertendo la tendenza: consumare anzjchè creare

3 – Scoprire il valore della “lentezza”, riappropriandosi dei ritmi stagionali

4 – Rispettare la diversità, sia ambientale che sociale

5 – Promuovere il consumo di prodotti stagionali e locali.

Tempi di realizzazione:

Intero anno scolastico ( secondo le attività differenziate per classe e periodi)

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

….METTIAMOCI…LE MANI, IL CUORE, LA TESTA – I CARE

Progetto di educazione ambientale transdisciplinare

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

La verifica , nel corso dell’anno, avverrà secondo le modalità scelte dalle specifiche classi e graduate per livelli, aree di competenza. Sarà privilegiata l’osservazione diretta dei comportamenti dei singoli alunni e del gruppo, nei contesti educativi in cui interveranno.

La verifica finale avverrà in due momenti :

ADESIONE al progetto di Legambiente “Nontiscordardime’, con il patrocinio del Comune di Calenzano, per migliorare gli spazi esterni del plesso attraverso piante e colori.

FESTA della SCUOLA con laboratori inerenti al tema trattato e gestiti dai ragazzi/e, insegnanti e genitori;

Mostra di elaborati e manufatti di riciclo.

Finanziamento:

Per l’allestimento degli orti, strumenti e materiali, sarà presentato elenco alla FS: FANTINI ROSANNA

Partecipano tutte le classi del plesso A. Frank

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

FACCIAMO ARCHEOLOGIA

n.prot. 7030/C26

In collaborazione con: i docenti Guasti e Alvaro assieme a Chora società cooperativa di Prato

Finalità generali:

il percorso mira a far conoscere agli alunni l’importanza della ricerca archeologica e delle testimonianze materiali per la ricostruzione della storia dell’uomo. Sarà poi approfondita l’arte della pittura e l’artigianato della ceramica e dei metalli in età preistorica e protostorica.

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: Valutazione in itinere attraverso interventi di monitoraggio durante i lavori di gruppo. Valutazione finale con questionario al fine di individuare l’efficacia del processo didattico e le competenze acquisite.

Tempi di realizzazione: 4 incontri di 2 ore collocati tra novembre ed aprile

Finanziamento: finanziato dai genitori

Partecipa la classe IIIA del plesso A. Frank

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

“ I CAMBIAMENTI AMBIENTALE NEL TERRITORIO DI CALENZANO”

n. prot. 7030/C26

Finalità generali:

1 - OSSERVARE E CONOSCERE L’AMBIENTE CIRCOSTANTE

2 - CONOSCERE LE ATTIVITA’ SECONDARIE DEL COMUNE DI CALENZANO

3 - CONOSCERE LE FONTI DI ENERGIA, SIA RINNOVABILI CHE NON RINNOVABILI.

5 – PROMUOVERE ATTEGGIAMENTI CORRETTI PER UN AMBIENTE SOSTENIBILE

6 - CONFRONTO CON ALTRE REALTA’ ITALIANE.

Tempi di realizzazione: SECONDO QUADRIMESTRE

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

Attraverso i racconti di genitori e nonni. saranno esaminate le modifiche avvenute nel paese negli ultimi venti anni. Conoscenza delle attività del settore secondario: la valutazione avverrà mediante discussioni in classe dopo ogni lezione riguardanti i cambiamenti ambientali e la situazione del territorio circostante.

Finanziamento:

Vedi progetto di plesso

Partecipa le classi V A e V B “A. FRANK”

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

DAL SEME ALLA PIANTA

n.prot. 7030/C26

Tempi di realizzazione: Tutto l’anno

In collaborazione con: Tutti i docenti delle classi coinvolte

Finalità generali:

conoscere, attraverso attività sperimentali, le fasi di sviluppo dei semi e i fattori necessari per la germinazione.

Sviluppa le competenze:

Metodologia:

La proposta didattica si basa su di un modello di apprendimento attivo, basato sul “fare per capire”e sull’assunzione di responsabilità da parte dei bambini nella costruzione delle proprie conoscenze nell’acquisizione di nuove competenze.

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

Valutazione in itinere attraverso interventi di monitoraggio durante i lavori di gruppo. Ai fini della valutazione dell’apprendimento dei bambini, si documenterà l’andamento del lavoro durante il suo svolgimento, raccogliendo via via i prodotti realizzati dalla classe.

Finanziamento: vedi progetto di plesso

Partecipano le classi I A – I B – I C – IV A plesso “A.Frank” docenti: tutti i docenti delle classi coinvolte.

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

GLI AROMI IN CASSETTA

n. prot: 7030/C26

In collaborazione con: Polo scientifico di Sesto Fiorentino

Finalità generali:

Scoprire il ciclo vitale di una pianta

Curare l’orto

Saper riconoscere, disegnare, descrivere le “piante profumate”

Imparare ad osservare, analizzare, classificare gli animali dell’orto

Metodologia :

Gli spazi esterni della scuola divengono l'ambiente d'apprendimento attraverso l' osservazione, l'ipotesi, la sperimentazione, l'intervento, l'approfondimento, la valutazione ed infine la documentazione.

E' prevista, inoltre, una lezione di due ore all' OPENLAB al Polo Scientifico di Sesto Fiorentino: “ALLA SCOPERTA DEGLI INSETTI”.

Tempi di realizzazione del progetto:

Nel periodo da novembre a gennaio: STUDIO DEGLI ANIMALI DELL'ORTO E SEMINA STAGIONALE.

Nel periodo da gennaio a giugno: SEMINA DELLE PIANTE AROMATICHE IN CASSETTA

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

….GLI AROMI IN CASSETTA

Sviluppa le competenze :

  • Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

  • COSTRUZIONE DI SEMPLICI TAVOLE BOTANICHE

  • SCHEDE DI RILEVAZIONE DELLE CONOSCENZE APPRESE IN ITINERE E FINALI

  • ALLESTIMENTO DI PICCOLI TERRARI

  • CLASSI: II A- II B- II D SCUOLA PRIMARIA “ANNA FRANK”

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

MANGIA, E MANGIATO:

COMPORTAMENTI ALIMENTARI DEGLI ANIMALI

n.prot: 7030/C26

In collaborazione con: i docenti delle classi terze del plesso A. Frank

Finalità generali: Comprensione della costituzione di un habitat

Sviluppa le competenze: osservazione, descrizione e comprensione delle relazioni esistenti nel micro-mondo dell’orto.

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: Valutazione in itinere considerando il comportamento degli alunni sia nel lavoro individuale che nel gruppo. Valutazione finale con test .

Finanziamento: nessuno

Partecipano le classi terze del plesso A. Frank

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

CIBO, CULTURA E FESTA….

INTORNO A NOI…LONTANO DA NOI

n.prot:

7030/C26

Tempi di realizzazione: Tutto l’anno

In collaborazione con: docente di religione Anna De Biasi

Finalità generali

- Recuperare e valorizzare la memoria del passato per allargare i nostri

orizzonti : la tradizione culinaria locale

- Promuovere la conoscenza dei prodotti regionali

- Promuovere la conoscenza di prodotti e cibi lontani dalla nostra tradizione

- Creare una relazione tra mondo della scuola e mondo della produzione,

anche in funzione della conoscenza di professioni e mestieri specifici del

comparto agro - alimentare

- Confrontarsi con le abitudini di bambini e ragazzi provenienti da altri

paesi e religioni

Sviluppa le competenze:

Metodologia:

· Indagine sulle abitudini alimentari degli alunni

· Indagine su usi e tradizioni

· Confronto con le abitudini alimentari di altri tempi

· Confronto con le abitudini alimentari di altri paesi

· Costruzione di un ricettario interculturale

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: Valutazione in itinere attraverso interventi di monitoraggio durante i lavori di gruppo.

Finanziamento: vedi progetto di plesso

Partecipano tutte le classi del plesso A.Frank

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Energetica -MENTE

n.prot. 4516/C26

Tempi di realizzazione: Tutto l’anno

In collaborazione con:AssociazioneAnziani, gruppo GAS di Calenzano, Legambiente e i docenti Zagaria-Banchi-Aiesi

Finalità generali: il progetto ha come scopo quello di portare, attraverso una riflessione sul proprio modo di vivere e di concepire il territorio, cambiamenti nei comportamenti quotidiani

Sviluppa le competenze:

Metodologia: Attraverso l’osservazione diretta (uscite sul territorio) e la ricerca storico-scientifica (intervento in classe di testimoni del passato) si approfondiranno casi per arrivare a ipotizzare soluzioni innovative, sia a portata di bambino (non sprecare acqua, differenziare rifiuti) sia di portata ecumenica (fonti di energia rinnovabili)

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: Valutazione in itinere attraverso interventi di monitoraggio durante i lavori di gruppo. Valutazione finale nell’ambito della festa di fine anno in cui i ragazzi prepareranno dei semplici meccanismi per mostrare ai più piccoli un percorso storico che ha visto l’uomo partire dallo sfruttamento della propria energia muscolare arrivando ai più complessi sistemi alternativi.

Finanziamento: vedi progetto di plesso

Classe V A “A.Frank”

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

POETIAMO INSIEME

n.prot. 7097/C26

In collaborazione con: ins. Paola Banchi

Finalità generali:

Accostare gli alunni al linguaggio poetico per comunicare a se stessi e agli altri esperienze vissute ed emozioni provate.

Sviluppa le competenze:

Tempi di svolgimento: intero anno scolastico

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

modalità di lavoro laboratoriale (smontare e rimontare poesie e crearne di nuove). Produzione e raccolta di poesie inventate e illustrate. Creazione di libretti.

Schede di verifica di comprensione lessicale, correttezza ortografica e creatività linguistica.

Finanziamento: FIS (per il tempo necessario a preparare i libretti).

Partecipa la classe V A del plesso A. Frank

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

DI SANA E ROBUSTA COSTITUZIONE

n.prot: 4285/C26

In collaborazione con: operatore teatrale Alessandro Brandi (Effetto Notte) finanziato dal Comune

Finalità generali:

conoscere la struttura della Costituzione e i principi fondamentali dei primi 12 articoli.

Tempi di svolgimento: intero anno scolastico

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: realizzazione di uno spettacolo teatrale

Finanziamento: FIS (6 ore, per allestimento spettacolo)

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

SULLE TRACCE DEL LUPO

n.prot. 7039/C26

tempi di attuazione: novembre-marzo con tre incontri in classe e due uscite nel territorio

In collaborazione con: Dott Gaetano Riviello ricercatore Università di Firenze

Finalità generali:

1.conoscere le caratteristiche della specie lupo

2. eliminare stereotipi sul lupo

3. riconoscere sul campo tracce lasciate dal lupo

4. acquisire strumenti di ricerca per “scoprire” tracce lasciate sul territorio dal lupo ed altri animali.

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: una prova pratica di ricerca tracce direttamente sul campo

Finanziamento: volontariato del ricercatore

Partecipano tutte le classi del Plesso Marchesi

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

CERCA IL COCOMERO A SCUOLA

n.prot: 7033/C26

In collaborazione con: Cooperativa Convoi e Sociale in rete

Tempi di attuazione: laboratorio a classi aperte con la presenza di un esperto e dei docenti del plesso per due ore settimanali novembre-dicembre.

Finalità generali: addobbare la scuola per il periodo natalizio utilizzando materiale di recupero

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: evento finale con i genitori

Finanziamento: Cooperativa ed eventuale contributo dei genitori (da concordare)

Partecipano tutte le classi del Plesso Marchesi

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

IL CANE NELLE SCUOLE

n.prot. 4331/C26

In collaborazione con: Centro cinofilo e “il cane pensò” a.s.d.

Finalità generali:

Attraverso un percorso in 4 fasi, di cui tre teoriche ed una pratica, il progetto si propone di approfondire la conoscenza del cane ed i suoi comportamenti. Gli aspetti comunicativi propri del cane, interspecifici uomo-cane, intraspecifici, e sensoriali.

Attraverso il gioco, i bambini potranno conoscere meglio alcune razze canine e rapportarsi con alcuni esemplari nella lezione pratica.

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

Valutazione degli insegnanti durante il quadrimestre dell’attività

Finanziamento: costo zero

Partecipano le classi II A e II B del Plesso Don Milani

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

UN PATTO PER L’ACQUA

n.prot. 4802/C26

In collaborazione con: REGIONE TOSCANA (ASS. SIMBIOSYS)

Finalità generali:

Sensibilizzare al problema della carenza idrica e promuovere comportamenti virtuosi rispetto alla risorsa acqua

Sviluppa le competenze:

Tempi di realizzazione: 2 incontri di 3 ore + 1 uscita di 2 ore

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

Comunicare e diffondere i risultati delle attività durante la festa di fine anno

Finanziamento: Regione Toscana

Classi: A. Frank iV A , V A , V B

Don Milani V D

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

LA STORIA DELLA CHIESA ATTRAVERSO L’ARTE

n.prot. 7167/C26

In collaborazione con: sezione didattica Uffizi; Sig.ra Elisabetta Romano esperto iconografo

Docente responsabile: Cristina Coppo

Finalità generali: Saper usare il linguaggio dell’immagine come mezzo per comunicare ed apprendere; approfondire la storia della Chiesa; accrescere le capacità di ascolto e di osservazione dei bambini; accrescere la capacità di leggere le immagini; sviluppare la capacità di esprimersi attraverso l’immagine.

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: realizzazione personale di una icona; valutazione in itinere mediante interventi durante l’attività.

Tempi di realizzazione: II quadrimestre. In collaborazione con la sezione didattica della Galleria degli Uffizi sono previste due uscite: 1 –lezione alla galleria degli Uffizi“dipinti di soggetto sacro dei secoli XIII – XV. 2 –lezione in laboratorio presso la sezione didattica della galleria degli Uffizi “ iconografia dei santi”. In tali occasioni i ragazzi vivranno l’opportunità di approfondire la storia della Chiesa mediante la lettura di opere d’arte. In classe è poi previsto un laboratorio di icone con la presenza di un esperto per un totale di 6 ore per classe. Con questa attività i ragazzi avranno l’opportunità di mettere in pratica le conoscenze acquisite nelle lezioni precedenti e di verificare quindi il percorso fatto.

Finanziamento: contributo delle famiglie

Partecipano le classi VA e VB del plesso Don Milani

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

THE COLOURS

  • n.prot. 7230/C26

  • In collaborazione con: polo museale di Firenze e insegnante Criscuolo Carla Valeria

  • Finalità generali:

  • Potenziare la capacità comunicativa in lingua inglese

  • Sviluppare capacità cognitive e di apprendimento in lingua inglese

  • Motivare i bambini all’apertura verso orizzonti interculturali

  • Sviluppa le competenze : attraverso la visione e l’approfondimento di immagini artistiche e storiche l’attività è tesa al potenziamento della verbalizzazione ed della scrittura della lingua inglese attraverso un percorso tematico avente ad oggetto “ the colours” .

  • Il percorso avverrà attraverso attività di ascolto e comprensione della lingua inglese.

  • Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi :

  • l’ efficacia del progetto si valuta in itinere attraverso gli interventi personali e pertinenti degli alunni nonché attraverso una verifica sul gradimento dell ‘attività come svoltasi.

  • La verifica avverrà attraverso l’utilizzo di schede didattiche da adoperare dopo il primo incontro e da rielaborare successivamente durante l’attività laboratoriale.

  • Tempi di realizzazione: un incontro presso la Galleria degli Uffizi e un incontro laboratoriale presso gli Uffizi . Due ore ad incontro

  • Finanziamento: a carico dei genitori per un totale di 3 euro

  • Partecipa la classe II B del plesso Don Milani

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

THE PORTRAIT

  • n.prot. 7231/C26

  • In collaborazione con : polo museale di Firenze e insegnante Criscuolo Carla Valeria

  • Finalità generali:

  • Potenziare la capacità comunicativa in lingua inglese

  • Sviluppare capacità cognitive e di apprendimento in lingua inglese

  • Motivare i bambini all’apertura verso orizzonti interculturali

  • Sviluppa le competenze : l’attività è tesa al potenziamento della verbalizzazione ed della scrittura della lingua inglese attraverso un percorso tematico avente ad oggetto “ the portrait” .

  • L ’attività è strumentale e finalizzata, anche, a sviluppare dimestichezza con la produzione orale della L2 in occasione della preparazione di uno spettacolo di fine anno scolastico, con canti e dialoghi, sostenuto in lingua inglese.

  • Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:l’ efficacia dell’attività si valuta in costanza dell’attività medesima attraverso gli interventi personali e pertinenti degli alunni nonché attraverso una verifica sul gradimento dell ‘attività come svoltasi.

  • La valutazione dell’attività avverrà anche con l’utilizzo di schede didattiche da adoperare successivamente alla visita in galleria e poi da rielaborare durante l’attività laboratoriale.

  • La verifica dell’avvenuto sviluppo delle acquisite competenze avverrà anche attraverso la recita di fine anno.

  • Tempi di realizzazione: un incontro presso la “galleria Palatina” un incontro laboratoriale presso gli Uffizi , di due ore ciascuno.

  • La preparazione della recita di fine anno prevede un totale di 10 ore.

  • Finanziamento: a carico dei genitori per un totale di 3 euro

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

I PROGETTI DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO

ALTRI PROGETTI DELLA SCUOLA SECONDARIA

  • Orientamento alla scelta della scuolasecondaria di II grado

  • P.E.S.

  • Il racconto della Storia

  • Dal Latino all’Italiano

  • La Geometria con le stelle

  • Un viaggio attraverso le rocce

  • Un musical a scuola

  • Verso una scuola amica (consiglio degli studenti)

  • Certificazione europea Trinity

  • XVII Meeting sui diritti umani 2013

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

ORIENTAMENTO ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

n.prot. 7107/C26

Area POF: Continuità e Orientamento (Progetto gestito dalla FS Mariella Bresci, in

collaborazione con il dott. Giovanni Bottiglieri)

In collaborazione con:

Comune di Calenzano (dott. Giovanni Bottiglieri)

Finalità generali

L'Orientamento, come obiettivo fondamentale del Primo ciclo dell'istruzione, mette in atto una molteplicità di strategie che interessano tutto il percorso scolastico e che mirano a rendere capaci di comprendere se stessi e a compiere scelte consapevoli, mediante percorsi specifici che riguardano tutte le discipline. Questo Progetto è un percorso strutturato, mirato all'ultimo anno di permanenza nel nostro Istituto, per far giungere ad una scelta consapevole della Scuola Secondaria di II°, secondo le seguenti finalità:

1. condurre ragazze e ragazzi a:

- riconoscersi come individui inseriti nel contesto socio-relazionale;

- individuare le proprie attitudini e potenzialità;

2. fornire informazioni sul sistema scolastico italiano con incontri e opuscoli in forma cartacea e/o digitale;

3. organizzare e promuovere iniziative di incontro-scambio con le Scuole Secondarie di II° del

territorio, mediante incontri in classe e serata dell'Open day per genitori e alunni;

4. garantire e fornire a ragazzi e ragazze specifici percorsi di orientamento;

5. fornire supporto e consulenza per alunni, genitori e insegnanti;

6. mantenere e promuovere contatti di collaborazione con gli Enti e gli Istituti Secondari di II°

del territorio

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

…ORIENTAMENTO ALLA SCELTA DELLA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

Sviluppa le competenze :

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

Questionario di verifica a cura degli insegnanti coordinatori delle classi Terze

Finanziamento:

Comune di Calenzano

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

P.E.S.

n.prot. 3257/C26

In collaborazione con: (indicare le Associazioni o i professionisti proponenti)

Cooperativa CONVOI

Finalità generali:

Il progetto PES, articolato in diversi percorsi che trattano vari argomenti (dal bullismo alle emozioni, dall’affettività alle dipendenze, ecc.), si propone di offrire, alle classi della scuola secondaria di primo grado e del secondo ciclo della primaria, occasioni di riflessione e di approfondimento, per alunni e docenti, su varie situazioni di disagio allo scopo di prevenirle e contrastarle attraverso la sensibilizzazione e la consapevolezza.

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

Il progetto è monitorato in itinere e valutato al termine attraverso schede di rilevamento appositamente predisposte dalla cooperativa Convoi, che presenterà i risultati ai docenti referenti in un’ apposita assemblea plenaria finale

Tempi di realizzazione: 3 incontri di 2 ore ciascuno + due incontri con i docenti

Finanziamento: Ente locale

Partecipano 10 classi della scuola secondaria in funzione delle richieste dei C.d.C.

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

IL RACCONTO DELLA STORIA

n.prot. 6934/C26

In collaborazione con: Fabrizio Trallori (direttore del Museo del Figurino storico)

Finalità generali: Il progetto è un laboratorio storico-ambientale in quanto lega in modo indissolubile la storia al territorio, e si propone come un piccolo viaggio all’interno del mondo dei mezzi con cui si comunica con la storia , sia per quanto riguarda gli strumenti, sia per quanto riguarda i loro linguaggi e le loro esigenze. Si propone di rendere più esplicite le relazioni tra l’evento storico, il territorio in cui si verifica ed i mezzi con cui viene raccontato (dal film cinematografico al documentario o al romanzo piuttosto che al saggio o una rivista scientifica).

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

L’efficacia del laboratorio viene verificata già nel corso del terzo incontro, nel quale gli alunni sono chiamati a produrre elaborati, manufatti o lavori multimediali da analizzare e discutere assieme all’operatore e ai docenti di riferimento. Si prevede inoltre un incontro finale di valutazione del progetto.

Tempi di realizzazione: 4 ore e 30 min distribuiti su tre incontri

Finanziamento: Ente locale

Partecipano 17 classi della scuola secondaria

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

DAL LATINO ALL’ITALIANO

n.prot. 6116/C26

In collaborazione con:

Progetto interno proposto e gestito dall’insegnante Margherita Sanò

Finalità generali:

1) conoscenza struttura lingua italiana in quanto neolatina.

2) conoscenza schema generale lingua latina

Sviluppa le competenze :

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

Valutazione in base a interesse,impegno,conoscenze acquisite.

Verifiche in itinere e finale.

Tempi di realizzazione: 13 incontri di 2 ore ciascuno

Finanziamento: Corso opzionale di potenziamento finanziato dalle famiglie.

Partecipano le classi della scuola secondaria

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

LA GEOMETRIA CON LE STELLE

  • n.prot. 6265/C26

  • Progetto interno promosso da ins. Maria Teresa Rossi

  • Finalità generali: Promuovere negli alunni un atteggiamento di ricerca attiva volto ad indagare la

  • realtà, stimolando la curiosità, il piacere di osservare, scomporre in parti, fare previsioni,

  • verificarle, scoprire leggi e proprietà, mettere in relazione le parti tra loro, per poi ricomporre

  • l’oggetto d’indagine in modo globalmente più chiaro e comprensibile.

  • Obiettivi di apprendimento:

  • Riprodurre figure e disegni geometrici utilizzando in modo appropriato e con accuratezza opportuni strumenti (riga, squadra, compasso, goniometro, software di geometria).

  • Riprodurre figure e disegni geometrici in base ad una descrizione fatta da altri.

  • Descrivere figure complesse e costruzioni geometriche al fine di comunicarle ad altri.

  • Conoscere ed utilizzare le principali trasformazioni geometriche e i loro invarianti.

  • Individuare figure equivalenti scomponendole in figure elementari.

  • Conoscere definizioni e proprietà delle principali figure piane.

  • Riconoscere figure piane simili in contesti diversi e riprodurre in scala una figura assegnata.

  • Conoscere il teorema di Pitagora e le sue applicazioni in matematica in situazioni concrete.

  • Sviluppa le competenze:

  • Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

  • Grado di partecipazione alle attività

  • Pertinenza degli interventi e proposte avanzate

  • Verifica scritta per la valutazione dell’apprendimento dei contenuti

  • Utilizzo del quaderno di lavoro

  • Tempi di realizzazione: 8 ore Partecipano le classi della scuola secondaria: 3 B , 2E

  • Finanziamento: nessuno

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

UN VIAGGIO ATTRAVERSO LE ROCCE

  • n.prot. 6266/C26

  • Progetto interno promosso da ins. Alessandro Pezzini

  • Finalità generali:

  • Affrontare lo studio delle rocce in modo generale e comprensivo di tutti i principali tipi di rocce, rimanendo su un livello di indagine macroscopico e fenomenologico.

  • Attraverso una metodologia sperimentale e di lavoro a gruppi lo studio delle rocce parte dalla loro osservazione e descrizione, collegando le diverse caratteristiche macroscopiche alla loro diversa origine, con collegamenti ai fenomeni vulcanici e la teoria della tettonica a zolle.

  • Far indagare gli alunni su quali siano i tipi di rocce impiegate per la costruzione ed il rivestimento di alcuni monumenti o creazione di statue e far comprenderne i motivi.

  • Sviluppa le competenze:

  • Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: La valutazione finale terrà conto del grado di partecipazione attiva durante le fasi del percorso; della gestione del quaderno di lavoro e dei risultati della verifica finale a domande aperte.

  • Tempi di realizzazione: 12 ore + uscita di una mattina

  • Finanziamento: nessuno

  • Partecipano le classi della scuola secondaria: 3 A , 3 B , 3 C

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

BES-T

BES-T. Le nuove tecnologie a sostegno degli studenti con disturbi specifici d’apprendimento (DSA) e con bisogni educativi speciali (BES)

n.prot. 7036/C26

Area POF: prevenzione del disagio (ma il progetto è trasversale in quanto prevede anche formazione per gli insegnanti, uso delle tecnologie, continuità didattica, educazione alla cittadinanza…)

In collaborazione con: Società Autostrade e Associazione Assieme

Finalità generali: Il progetto si propone di modificare l’ ambiente di apprendimento attraverso un utilizzo costante delle tecnologie a supporto della didattica quotidiana creando le condizioni per una più efficace integrazione degli alunni con disturbi specifici di apprendimento (DSA); per quanto riguarda gli altri BES, oltre all’uso delle nuove tecnologie, verranno attivate forme di didattica laboratoriale per intercettare i diversi stili cognitivi degli alunni al fine di garantirne il recupero.

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: Il progetto avrà durata biennale e sarà monitorato e valutato a medio termine e a conclusione del progetto sulla base di indicatori prefissati

Finanziamento: Società Autostrade (previa approvazione)

Parteciperanno classi della scuola primaria e secondaria

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

UN MUSICAL A SCUOLA

n.prot. 7040/C26

In collaborazione con:

Insegnanti della scuola secondaria coordinati dagli ins. Guarducci e Chini

Finalità generali:

1) Coinvolgere,stimolare, includere alunni, anche con BES

2) Rafforzare l’autostima e l’interesse per l’ambiente scuola

3) Sviluppare competenze trasversali proprie delle attività teatrali, musicali, motorie, linguistiche.

Sviluppa le competenze :

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

Valutazione in base a interesse,impegno e partecipazione.

Tempi di realizzazione:

Le attività si svolgeranno di pomeriggio; si prevedono circa 12 incontri con cadenza quindicinale.

Finanziamento: FIS

Partecipano le classi della scuola secondaria

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

VERSO UNA SCUOLA AMICA

(CONSIGLIO DEGLI STUDENTI)

n.prot. 7096/C26

In collaborazione con: Miur. Unicef

Finalità generali:

arricchire l’offerta formativa della nostra scuola; far sperimentare agli studenti la pratica di un organo consultivo, le sue finalità, la sua costruzione e gestione, le modalità di decisione e di elezione di rappresentanti.

Sviluppa le competenze:

Tempo di attuazione: novembre- maggio

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi:

Si prevede alla conclusione del progetto una verifica sulla validità e l'apprezzamento dello stesso, da effettuarsi tramite questionari anonimi da somministrare su moduli di Google Drive ad un campione rappresentativo degli studenti frequentanti.

Finanziamento: FIS

Partecipano gruppi di alunni in attività pomeridiane

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

CERTIFICAZIONE EUROPEA “TRINITY”

n.prot. 7168/C26

In collaborazione con: British School Pistoia; Trinity College London

Finalità generali: arricchire l’offerta formativa della nostra scuola nel settore delle lingue straniere, dando la possibilità agli alunni delle seconde e delle terze classi che lo desiderino di frequentare dei corsi pomeridiani di inglese, alla conclusione dei quali potranno ottenere – mediante il superamento di un esame – la Certificazione Europea Trinity G.E.S.E. (Graded Examination in Spoken English) di livello 4 o 5 (livello A2/B1 del Common European Framework).

Sviluppa le competenze:

Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: Si prevede alla conclusione delle due 'fasi' del progetto una verifica sulla validità e l'apprezzamento del corso, da effettuarsi tramite questionari anonimi da somministrare su moduli di Google Drive ad un campione rappresentativo degli studenti frequentanti. I risultati degli esami stessi, comunque, insieme alla feedback session che avviene dopo ogni sessione, nella quale l'esaminatore riporta le impressioni generali del centro Trinity, dell'accoglienza, dei candidati, i punti di forza e le eventuali criticità, forniscono un metro 'oggettivo' per una valutazione finale del progetto.

Finanziamento: Corso ed esame sono pagati dalle famiglie, che contribuiscono anche a finanziare le ore a preventivo per la preparazione e supervisione di corso ed esame .

Partecipano, facoltativamente, gli alunni delle classi seconde e terza della secondaria

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

XVII MEETING SUI DIRITTI UMANI

  • n.prot. 6252/C38

  • In collaborazione con: Regione Toscana, Oxfam Italia e ins. Mariella Bresci

  • Finalità generali:

  • Preparare ed accompagnare gli insegnanti per lo svolgimento di un percorso educativo in classe

  • Fornire elementi contenutistici e metodologici affinché le classi partecipino in forma più attiva e consapevole alla giornata del meeting

  • Proporre spunti riflessione sulla possibilità di trovare strumenti efficaci per affrontare il tema dei diritti umani in classe

  • Sviluppa le competenze: ed altre competenze

  • in base ai percorsi sviluppati

  • Tempo di attuazione:

  • Il percorso formativo per gli insegnanti che si svolgerà nel mese di ottobre prevede una giornata

  • e mezzo di lavoro (12 ore) organizzata in tre sessioni:

  • Preparazione al meeting

  • Piattaforma telematica

  • Laboratorio

  • Il meeting avrà luogo il 10 dicembre 2013 al Mandela Forum di Firenze

  • Modalità di valutazione e verifica degli obiettivi: Elaborazione di un “messaggio” sul tema del meeting di quest’anno che sia visibile e facilmente comunicativo (magliette, cartelloni, o altro) da portare il 10 dicembre al meeting.

  • Finanziamento: Regione Toscana Partecipano le classi II C e III C

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

ATTIVITA’ ED EVENTI,

USCITE DIDATTICHE

E VIAGGI DI ISTRUZIONE

  • Educazione alla pace

  • Educazione stradale

  • Sportello psicologico

  • Uscite didattichee viaggi di istruzione

  • Attività ed Eventiche coinvolgono più plessi

  • Giornata del risparmio energetico

  • Proposte educative

  • in collaborazione con Unicoop-Fi

  • Vivere bene con il Brain Gym

  • Sostegno a distanza _ CIAI

  • Cittadinanza e Costituzione

  • Una studentessa svedese

  • - attività in lingua inglese

  • Attività ed Eventiche coinvolgono la scuoladell’infanzia

    • Quando l’’uomo imparò a contare

    • Conoscere e farsi conoscere

    • Percorsi natura

    • Mercatino di Natale

    • Festa di carnevale

    • Festa di fine anno

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

ATTIVITA’ ED EVENTI,

USCITE DIDATTICHE

E VIAGGI DI ISTRUZIONE

  • Attività ed Eventiche coinvolgonola scuola primaria

    • Piedibus

    • Puliamo il mondo

    • Intervallo di frutta

    • Mostra del libro

    • Lib lab

    • Festa di fine anno

    • Conosco quindi rispetto

  • Attività ed Eventiche coinvolgonola scuola secondaria

    • Biblioteca scolatica:catalogazione, prestito e mostradel libro

    • Mostra annuale dei laboratoridegli studenti

    • Spettacolo musicale

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

  • Uscite didattiche e viaggi di istruzione

  • Le uscite didattiche e i viaggi di istruzione, decise nei Consigli di classe o di sezione per un massimo di tre per classe, previa disponibilità degli insegnanti ad accompagnare gli alunni fuori della struttura scolastica ed oltre l’orario di servizio, favoriscono la conoscenza del territorio e delle bellezze storico-artistiche delle nostre città (in particolare Firenze) e più in generale del nostro paese.

  • Le visite ai musei contribuiscono in modo significativo all’arricchimento culturale in quanto permettono un confronto diretto con l’opera d’arte, la sua storia ed il contesto culturale nella quale essa si colloca. Le uscite didattiche possono riguardare tutti gli ambiti di conoscenza: oltre a quello artistico e umanistico, quello scientifico, tecnologico, storico e geografico. Spesso le visite sono guidate da esperti che rendono l’esperienza più efficace e coinvolgente.

  • Le uscite didattiche e i viaggi di istruzione si configurano sempre come esperienze di apprendimento, di crescita personale e di arricchimento culturale e sono sempre funzionali agli obiettivi didattici.

  • I viaggi d’istruzione, le gite e le visite guidate devono porsi le seguenti finalità:

  • conoscere meglio il proprio territorio

  • conoscere ambienti del nostro paese nei suoi aspetti paesaggistici, monumentali,

  • culturali e folcloristici

  • confrontare il proprio ambiente con altri

  • integrare ed approfondire l’attività scolastica

  • rielaborare l’esperienza vissuta

  • Ogni viaggio o visita guidata sarà adeguatamente programmata dai docenti interessati  e supportata da materiale didattico articolato che consenta un’adeguata preparazione preliminare dell’uscita delle classi interessate e fornisca le appropriate informazioni durante la visita , nonché gli stimoli per la rielaborazione a scuola dell’esperienza vissuta.

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Attività ed Eventi che coinvolgono più plessi

Giornata del risparmio energetico

Sensibilizzazione al contenimento delle fonti energetiche per lo sviluppo sostenibile. I plessi si attiveranno per tenere spente le luci l’ultimo giorno di scuola. Attraverso cartelloni esemplificativi esposti gli ultimi giorni di scuola, gli alunni evidenziano i loro apprendimenti.

Proposte educative in collaborazione con Unicoop-Fi

Attività laboratoriali di due ore sull’educazione al gusto e ad una abitudine alimentare sana ed equilibrata. I laboratori sono organizzati secondo modalità ludiche e coinvolgenti.

Primaria: Don Milani 1A, 1B, 1C ; Anna Frank 5A , 5B ; Marchesi 4A

Secondaria: 1A, 1C, 1° E

Vivere bene con il Brain Gym

Continuare a svolgere l’attività di Brain Gym (serie di semplici movimenti specifici per competenze fisiche, sociali e cognitive), già a conoscenza del gruppo di ragazzi a cui questo progetto si riferisce (ex alunni della classe V A di Carraia, ora frequentanti la I classe della scuola media) che lo ha utilizzato nel corso dei cinque anni di scuola primaria.

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

  • Sostegno a distanza _ CIAI

  • Il nostro istituto garantisce da anni il sostegno a distanza a 10 bambini eritrei, che in questo modo possono frequentare la scuola, costruita grazie al CIAI, e ricevere un pasto caldo al giorno.

  • Ogni bambino è stato adottato da un plesso in particolare e, una volta o due l'anno, riceviamo sue notizie.

  • Un'operatrice del CIAI, anche quest'anno, in febbraio, verrà nelle classi che ne faranno richiesta ad illustrare il progetto e a far vedere filmati ed immagini dell'Eritrea, delle scuole finanziate, dei modi di vita...

  • Partecipano tutte le classi dell’Istituto su richiesta dell’intervento dell’operatrice.

  • Cittadinanza e Costituzione

  • Sono programmate una serie di attività con esperti di varie associazioni o Enti al fine di rendere l'alunno sempre più vicino alle istituzioni e pronto a diventare cittadino attivo.

  • Le proposte a cui le classi dell’Istituto sono:

  • La legalità a piccoli passi Infanzia

  • Incontri con Ispettore Corbo Secondaria IIIA/B/C/D/E IIB/C/F

  • Economia a scuolaprimaria IVA Marchesi, VC Don Milani

  • Scuola sicura insieme primaria V B , V C, V D del plesso Don Milani

  • Legalità non è solo una parolaprimaria IVA Marchesi, VB VC Don Milani

  • Sicurezza in internet primaria VD Don Milani

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

  • Una studentessa svedese

  • - attività in lingua inglese

  • Cecilia Lund, studentessa dell’ultimo anno di liceo a Sundsvall (Svezia) , frequenta il nostro Istituto per uno stage di 2 settimane. In questo periodo preparerà alcuni interventi in 8 classi del plesso Don Milani e in alcune classi della scuola secondaria.

  • Le attività saranno preparate da Cecilia con materiale in formato digitale sul suo paese (custume, tradizioni, economia) e , per i più piccoli della scuola primaria, preparando racconti di fiabe attraverso il mimo e il disegno.

  • Educazione alla pace

  • Sono organizzati una serie di eventi, attività, mostre finalizzate a:

    • favorire un clima sereno che porti alla pratica del dialogo e della Non-violenza

    • favorire la pratica del circle time per permettere una discussione costante sulle problematiche interne al gruppo

    • permettere agli alunni di esprimere liberamente la loro opinione nel rispetto del pensiero degli altri

  • Attività specifiche:

    • Settimana della pace:

      • 2 ottobre giornata mondiale della non violenza: discussione nelle classi su Gandhi e i principi della non violenza; visione del film “Gandhi” tutte le classi III della scuola sec secondaria

      • 4 ottobre giornata del dialogo: discussioni nelle classi e letture di brani

    • 7-23 febbraio: partecipazione delle classi alla mostra “Senzatomica”

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Educazione stradale

L’attività consiste in 2 incontri con la Polizia municipale che si terranno ne periodo aprile/maggio. Favorisce un corretto comportamento degli alunni nell’ambiente strada. E’ prevista una verifica finale tramite la risposta ad alcuni quesiti mediante una scheda preparata e per l’infanzia un percorso preparato dai vigili che i bambini percorrono in bicicletta.

Partecipano i gruppi di 5 anni dell’infanzia e le classi quinte della primaria.

Sportello psicologico

Lo psicologo, dott.ssa Innocenti Ilaria, si relaziona con i docenti delle scuole dell’infanzia e primaria dell’Istituto.

Le attività saranno organizzate in quattro fasi: 1. Segnalazione da parte dei docenti delle situazioni di disagio; 2. formulazione di un report allo psicologo; 3. presa in carico dello psicologo e colloqui con le famiglie (ove richiesto dalla famiglia); 4. valutazione dei risultati da parte dello psicologo mediante report periodico e finale.

Lo psicologo, dott. Giovanni Bottiglieri, si relaziona con alunni,  genitori e docenti in orario pomeridiano, mediante appuntamento telefonico, con le modalità indicate nella Circolare informativa alle famiglie (inizio dal mese di novembre).


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Attività ed Eventi che coinvolgono i plessi della scuola dell’infanzia

Quando l'uomo imparò a contare

Laboratorio didattico di avvicinamento al contare, attraverso la proposta di diversi modi ispirati ad antichissimi sistemi, in collaborazione con Il giardino di Archimede del museo della matematica (Scuole Infanzia Collodi e Malaguzzi, gruppi età 5 anni)

Conoscere e farsi conoscere

Le feste rappresentano un momento significativo per lo sviluppo emotivo-affettivo del bambino stimolando processi di identificazione, senso di appartenenza finalizzati alla socializzazione.

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Percorsi natura:

La vendemmia:esperienza relativa alla raccolta dell’uva in un vigneto vicino alla scuola. Scuola Collodi, gruppo età 5 anni

Visita al parco del Neto: a novembre e ad aprile per percorso didattico, inserito nella programmazione, legato alle stagioni e ai mutamenti ad essa connessi. Scuola Malaguzzi gruppi età 4 anni, Scuola Munari sez. A B C

Dall’ olivo all’olio: visita ad un oliveto del territorio, osservazione delle piante e raccolta delle olive. Villa Martinez (3,4,5 anni), Collodi (4 anni) e Rodari (3,4,5 anni)

Visita al frantoio: osservazione dell’impianto e delle fasi di lavorazione. Scuola Collodi e Rodari gruppi età 5 anni, Munari gruppo età 4 anni.

Festa della castagna: finalizzata alla valorizzazione del frutto, fortemente rappresentativo della stagione autunno. Scuola Collodi, Rodari, Munari, villa Martinez.

Visita alla Mukki latte: percorso didattico finalizzato alla conoscenza della storia del latte. Scuola Rodari, Villa Martinez, gruppi età 5 anni.

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Mercatino di Natale

Laboratori espressivi-manipolativi per la realizzazione di manufatti e relativa vendita Scuola Malaguzzi e Munari

in collaborazione con l’ass. Anziani per un Natale di solidarietà verso il Meyer Scuola Rodari.

I clown del Mayer per i bambini della Rodari: spettacolo di ringraziamento agli alunni della scuola per l’impegno nella raccolta di fondi.

Festa di Carnevale

Festa a tema: Corteo dei bambini in costume per le vie del paese, o festicciola all’interno del plesso: Scuola Collodi , Munari, Rodari, Villa Martinez

Festa di fine anno

La scuola si apre al territorio per presentare spettacoli, eventi, mostre, conclusivi del percorso didattico.

Scuola Collodi, Malaguzzi, Munari, Rodari, villa Martinez.

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Attività ed Eventi che coinvolgono i plessi della scuola primaria

Piedibus

Intervento educativo per una mobilità diversa per la sostenibilità ambientale, l’incontro e la relazione sociale, l’ autonomia individuale. Le attività si concluderanno con una serata informativa e una iniziativa pubblica.

Tutte le classi sono coinvolte.

Puliamo il mondo (in collaborazione con Legambiente)

Attività di sensibilizzazione alla cura dell’ambiente, in particolare del proprio territorio.

Sono coinvolte le classi:

Anna Frank: 5A

Don Milani: 2B

Marchesi: 3A , 3 B

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Intervallo di frutta

Favorire abitudini alimentari più corrette e uno schema nutrizionale equilibrato, attraverso la distribuzione di frutta fresca durante l’intervallo con la collaborazione di una azienda privata del territorio.

Sono coinvolte tutte le classi della scuola primaria.

Mostra del libro

Una mostra organizzata in collaborazione con la Libreria Rinascita, ai fini di potenziare la biblioteca del plesso Marchesi. Offre l’occasione di stimolare la lettura e la curiosità del sapere.

Lib Lab

Liblab organizza incontri con le singole classi su temi che possono essere concordati con la scuola. Gli incontri si svolgono preferibilmente in libreria, hanno la durata di 2 ore e comprendono una parte di approfondimento e un laboratorio.

Partecipano le classi I A, II B, III B , V D del plesso Don Milani.

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Festa di fine anno

L’evento rende partecipi genitori e nonni delle attività svolte nel contesto scolastico; favorisce la collaborazione tra scuola e territorio. Saranno preparati spettacoli e mercatini. Sarà organizzata la festa di fine anno dai plessi Don Milani e Marchesi.

Conosco quindi rispetto

Attraverso la conoscenza delle culture presenti all'interno della classe, l’attività proposta mira a superare gli stereotipi che possono creare intolleranza e razzismo e permettere la reale inclusione di ognuno. In collaborazione con Comune, Consiglio degli Stranieri, Ass. sale in Zucca.

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Attività ed Eventi che coinvolgono la scuola secondaria

  • Biblioteca scolastica:

  • catalogazione, prestito e mostra del libro

  • L’iniziativa si propone di:

    • far apprezzare il libro in quanto fonte di divertimento e di conoscenza;

    • di vivere lo spazio della biblioteca come un luogo “diverso” della scuola, nel quale ci si rilassa e si socializza attraverso l’ascolto;

    • di coinvolgere, attraverso la mostra e la vendita dei libri, gli alunni e le loro famiglie nella lettura, ed acquisire, attraverso il ricavato della vendita, nuovi testi per la nostra biblioteca.

  • Mostra annuale dei laboratori degli studenti

  • Mette le abilità relative al linguaggio visivo, l’immaginazione e il pensiero critico. Verranno selezionate le tematiche più sentite e partecipate e gli elaborati meglio condotti.

  • Sono coinvolte tutte le classi della secondaria.

  • Spettacolo musicale

  • In collaborazione con gli insegnanti di musica della scuola secondaria, sarà preparato uno spettacolo musicale che andrà in scena alla fine dell’anno con attività di canto corale o gruppo strumentale. Partecipano tutte le classi della scuola secondaria.

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

LA VALUTAZIONE

  • “Agli insegnanti compete la responsabilità della valutazione e la cura della documentazione didattica, nonché la scelta dei relativi strumenti nel quadro dei criteri deliberati dai competenti organi Collegiali.

  • La valutazione:

  • precede, accompagna e segue i percorsi curricolari

  • attiva le azioni da intraprendere

  • regola quelle avviate

  • promuove il bilancio critico su quelle condotte a termine

  • assume una preminente funzione formativa, di

  • accompagnamento dei processi di apprendimento e di stimolo al miglioramento continuo.

  • Alle singole istituzioni scolastiche spetta poi la responsabilità dell’autovalutazione, che ha la funzione di introdurre modalità riflessive sull’intera organizzazione dell’offerta educativa e didattica della scuola, ai fini del suo continuo miglioramento, anche attraverso dati di rendicontazione sociale o dati che emergono da valutazioni esterne.

  • (dalle Indicazioni Nazionali per il Curricolo)

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Il nostro Istituto persegue come scopo dell’attività formativa quello di far acquisire ciascun alunno un proprio sistema di competenze personali, attraverso un’ attenta progettazione di significative unità di apprendimento.

Anche la valutazione è dunque formativa , nel senso che è finalizzata ad intervenire nei processi e ad eliminare gli ostacoli di varia natura che condizionano l’apprendimento: è di tipo globale in quanto investe gli aspetti del comportamento, degli atteggiamenti, delle relazioni e delle conoscenze, ed è infine individualizzata , in quanto ogni alunno è valutato in funzione degli obiettivi programmati e dei progressi compiuti.

GLI OGGETTI DELL’ATTO VALUTATIVO

Possiamo allora elencare gli oggetti su cui deve convergere l’attività valutativa dei singoli docenti e del team/consiglio di classe nel suo complesso:

• le conoscenze

• le abilità

• le competenze

• il comportamento

che hanno come riferimento gli obiettivi di apprendimento e i traguardi per lo sviluppo delle competenze definiti nelle Indicazioni Nazionali, da considerarsi quindi prescrittivi e costituenti la fonte alla quale attingere per programmare i percorsi di apprendimento.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

La valutazione degli apprendimenti

Scuola dell’infanzia

Nella scuola dell’infanzia la valutazione è formativa, considera il bambino nella sua globalità e si propone di

  • Sostenere e incoraggiare nel bambino l’autonomia e una positiva immagine di sé

  • Rispettare le differenze individuali

  • Dare la chiave al bambino per apprendere ad apprendere

  • Cogliere i processi

  • Orientare le azioni dell’insegnante

    La valutazione si avvale di strumenti osservativi e misurativi per:

    - Evidenziare i progressi

  • Evidenziare lo standard raggiunto

  • Favorire la lettura partecipata e il confronto sui dati raccolti

  • Permettere il passaggio di informazioni alla famiglia e alla scuola primaria.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

MODI e STRUMENTI della valutazione

La metodologia osservativa si avvale di strumenti specifici tra cui:

  • Osservazioni mirate che consentono anche di predisporre eventuali interventi di recupero o rinforzo.

  • Interviste/colloquio col bambino.

  • Osservazione degli elaborati dei bambini

  • Osservazione del grado di interesse e partecipazione del bambino rispetto alle proposte.

    La valutazione viene completata attraverso strumenti misurativi:

  • Prove pratiche di verifica delle competenze in entrata e in uscita per i bambini del secondo e del terzo anno di frequenza. Tali prove sonocondivise dal Collegio dei docenti di tutte le scuole dell’infanzia.

  • Scheda di passaggio scuola infanzia- scuola primaria per i bambini dell’ultimo anno. La scheda prevede l’espressione numerica dello standard raggiunto attraverso i valori: 0- 1 - 2 - 3 riferiti agli indicatori del Curricolo Verticale per ciascun campo di esperienza.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Scuola primaria e secondaria di primo grado

La funzione primaria delle attività educative non è l’acquisizione sistematica dei saperi disciplinari, ma la trasformazione delle capacità potenziali di ogni alunno, attraverso la mediazione didattica rappresentata dal lavoro sulle conoscenze e sulle abilità, in un sistema di competenze personali da utilizzare nei successivi gradi di istruzione e nella vita.

PRATICHE MISURATIVE e PRATICHE VALUTATIVE

L’atto valutativo adotta il sistema decimale, in cui l’uno rappresenta il livello inferiore ed il dieci l’eccellenza; il sei rappresenta la soglia della accettabilità, che corrisponde alla prestazione minima, personale e socialmente accettabile, rispetto all’esito dell’apprendimento atteso.

L’atto valutativo nei documenti formali adotta il numero intero.

Le prestazioni che non superano la soglia dell’ accettabilità evidenziano una difficoltà di apprendimento che richiede l’attivazione di interventi compensativi di recupero. È soprattutto in questa situazione che la valutazione deve dimostrare il suo valore formativo. Ogni verifica riporta gli esiti delle singole misurazioni.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

  • Pertanto la valutazione si avvale di :

  • pratiche misurative:

    sono riferite all’accertamento degli apprendimenti come acquisizione, da parte degli alunni, di Obiettivi di Apprendimento.

  • pratiche valutative:

    sono invece finalizzate ad accertare e a valutare la trasformazione e la maturazione dei modi di essere della persona a seguito dell’azione formativa.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

PROCEDURA di valutazioneLa valutazione prevede:

- il momento individuale proprio del singolo insegnante;

-il momento collegiale realizzato dall’intero gruppo docente che opera rispetto all’alunno, al gruppo, alla classe

LE FASI della valutazione

- valutazione iniziale – al momento di intraprendere un percorso formativo

- valutazione formativa o in itinere – accompagna il processo didattico

- valutazione sommativa, finale – al termine di un processo didattico.

OGGETTO di valutazione

- la valutazione degli apprendimenti;

- la valutazione del comportamento;

- la certificazione (o apprezzamento) delle competenze.

STRUMENTI di verifica

- verifiche periodiche per gli interventi attivati (elaborati, prove oggettive, questionari, test, colloqui, interrogazioni)

- osservazioni sistematiche dei processi di apprendimento e delle modalità di comportamento.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

  • Valutazione del Piano dell’Offerta Formativa

  • La valutazione del Piano dell’Offerta Formativa sarà effettuata a vari livelli a seconda dei progetti e delle attività prestando attenzione a:

    • aspetti di tipo organizzativo e procedurale

    • esiti conseguiti dagli alunni

    • cambiamenti avvenuti a livello dei processi di insegnamento

    • innovazioni introdotte e risultati conseguiti

  • La valutazione avverrà attraverso:

  • Verifiche periodiche nel corso dell’anno per ottimizzare gli interventi.

  • Bilancio complessivo a fine anno scolastico, in previsione della nuova progettazione del Piano dell’Offerta Formativa.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

La Valutazione: INVALSI e VALES

Invalsi

L’Invalsi somministra prove nazionali di Italiano e Matematica alle classi seconde e quinte della Primaria, prime e terze della Secondaria di primo grado e seconde della Secondaria di secondo grado, allo scopo di monitorare i livelli di apprendimento del sistema scolastico italiano.

Gli item delle prove sono progettati sulla base dei curricoli delineati dalle Indicazioni nazionali (sett. 2012) e ognuno richiede l’attivazione di uno o più processi di apprendimento.

Le prove vanno intese come una misurazione per la scuola e non sulla scuola. A questo scopo l’Invalsi mette a disposizione di ciascuna scuola dati oggettivi (statistici) standardizzati sui quali effettuare le proprie analisi e valutazioni, anche nella prospettiva della programmazione didattica e del miglioramento del sistema educativo.

20

20

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

  • Vales

  • L’Istituto ha aderito al progetto nazionale VALeS - di durata triennale – nato per definire un modello valutativo che possa fornire indicazioni utili per la definizione del futuro Sistema Nazionale di Valutazione. Il progetto coinvolge scuole di tutti i gradi nella definizione di un percorso ciclico che lega la valutazione al miglioramento. Con questa iniziativa le scuole vengono coinvolte in una ricerca partecipata, all'insegna di un'autonomia scolastica responsabile e qualificata.La nostra richiesta di adesione non è stata finanziata, ma l’Istituto ha potuto usufruire dei questionari predisposti da Vales, sui quali ha avuto una valutazione esterna.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

La autovalutazione di Istituto

  • Alla scuola compete il dovere di esprimere un’offerta di alta qualità perché ad essa è demandata la delicata funzione di formare le nuove generazioni.

  • Perché la scuola possa offrire tale qualità, occorre che:

  • - sappia leggere e interpretare i bisogni e le aspettative che vengono espressi dagli alunni e dalle parti interessate;

  • - sappia definire gli elementi dell’offerta in modo che soddisfino tali aspettative;

  • sappia tenere sotto controllo i processi che caratterizzano l’offerta attraverso un costante lavoro di Autovalutazione.

  • L’autovalutazione d’ Istituto è un processo che verifica l’efficacia e l’efficienza dell’offerta erogata, ma anche la coerenza tra quanto dichiarato e quanto agito.

  • Essa rappresenta un momento fondamentale dell’attività dell’Istituto perché è finalizzato al miglioramento della qualità dei risultati attraverso la messa a fuoco dei punti di criticità.

  • Il percorso di valutazione è dunque un confronto tra qualità attesa , qualità progettata e qualità erogata.

  • La collaborazione costruttiva dei genitori nell’apporto di proposte e pareri contribuirà al miglioramento dell’efficacia complessiva dell’offerta formativa.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Piano economico e finanziario

  • L’Istituzione scolastica autonoma è dotata da parte del M.I.U.R. (Ministero Istruzione Università e Ricerca) di un finanziamento formato da un contributo ordinario e di altre entrate su specifici progetti provenienti dalle Regioni e da altri Enti pubblici che costituiscono la dotazione finanziaria d’Istituto.

  • Esse si distinguono in:

  • Risorse ordinarie che provengono da:

  • contributi dello Stato: ordinari e di natura specifica in quanto diretti a finanziare determinate attività;

  • interessi attivi su depositi e conti correnti;

  • economie di reimpiego;

  • eventuale avanzo di amministrazione.

  • Risorse aggiuntive che provengono da:

    • contributi delle famiglie degli alunni

    • contributi di Enti: Comune di Calenzano

    • contributi da privati

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

Tale dotazione sarà utilizzata per lo svolgimento delle attività di istruzione, di formazione e di orientamento proprie della scuola così come previsto nel POF (Piano dell’Offerta Formativa).

Il programma annuale sull’attività finanziaria che coincide con l’anno solare viene deliberato dal Consiglio d’Istituto su proposta del Dirigente Scolastico. Nella relazione sono individuati gli obiettivi da raggiungere e la destinazione delle risorse in coerenza con il POF.

Il Dirigente imputa le spese tenendo conto dei costi sia del funzionamento generale sia dei progetti nei limiti dell’effettiva disponibilità finanziaria.

Per ogni singolo progetto sarà tenuta aggiornata una scheda illustrativa e finanziaria per le funzioni di controllo a cura del referente del Progetto e del D.S.G.A con riferimento allo stato di attuazione, all’andamento e allo stato delle spese del progetto stesso.

Il Programma finanziario annuale, una volta deliberato dal Consiglio di Istituto, è immediatamente esecutivo.

Indice


Organizzazione funzionale dell istituto

Organizzazione funzionale dell’Istituto

GRUPPO DI DIREZIONE

DIRIGENTE SCOLASTICO

Prof.ssa Laura Chirici

Collaboratore vicario del Dirigente

Ins. Manila Marchetti

Collaboratore del Dirigente

Prof. Enrico Margheri

Coordinatrice Scuola Infanzia

Ins. Miriam Poli

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

FIDUCIARI DI PLESSO

C. BarsantiSc. Infanzia “Collodi”

M.G. BiagiottiSc. Primaria “C. Marchesi”

C. ValeriSc. Infanzia “Munari”

G. MartelliSc. Primaria “Don Milani”

C. MagliuloSc. Infanzia “Rodari”

P. BanchiSc. Primaria “A. Frank”

R. LombardiSc. Infanzia “Villa Martinez”

E. MargheriSc. Secondaria “A. da Settimello”

C. CinoSc. Infanzia “Malaguzzi”

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

AREE STRATEGICHE DI INTERVENTO FUNZIONALI AL P.O.F.

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

FUNZIONI STRUMENTALI AL PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA

  • POF: Ins.Pezzini, Alvaro, Bartolomei

  • Innovazione tecnologica e digitale: Ins. Capretti, Viti

  • Prevenzione del disagio:

    • Bes/disagio/DSA: Ins. M. Chini, Franco, Paoli

    • L. 104: F. Nucci, E. Guasti

    • Stranieri: M.G. Biagiotti

  • Continuità Educativa ed orientamento:

  • Ins. M.T. Rossi, P. Guarducci, L. Zagaria, S. Braca, M. Bresci

  • Educazione alla legalità e all’ambiente: Ins. R. Fantini, M. G. Biagiotti

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

REFERENTI

Organizzazione Orario:

E. Margheri, Masini, Caiani, Biagiotti M. G.

DSA:

Franco, Galluccio

Responsabili dipartimenti:

Sanò, Mannucci, Lombardi

GRUPPI DI LAVORO

Ed. alla Salute e all’ambiente:

G. Fusi, D. Salvini

Ed. Alla Pace, Alla Legalita’, Alla Convivenza Civile:

C. Cino, Petracchi

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

ORGANIZZAZIONE DELLA SEGRETERIA

DSGA (Direttore Dei Servizi Generali Amministrativi):

Barbara M. R. Armentano

Didattica-Alunni-Gite:

A. R. Feduzi, F. Zangheri

Personale Docente:

M. L. Boscarino, G. Pecchioli, A. Tritto

Personale Ata:

G. Pecchioli

Area Amministrativa:

P. Guerrato, T. Rizzuti

Archivio E Protocollo:

C. Giannini

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

DEL CURRICOLO VERTICALE

  • Italiano

  • Storia

  • Geografia

  • Inglese

  • Matematica

  • Tecnologia

  • Scienze

  • Arte

  • Musica

  • Scienze motorie

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


P o f piano dell offerta formativa a s 2013 2014

back

Indice


  • Login