LA SCUOLA

LA SCUOLA PowerPoint PPT Presentation


  • 136 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

2. 2. INDICE. FINALITA' pag. 3DESCRIZIONE DELL'ISTITUTOpag. 9ORGANIZZAZIONE SCOLASTICApag. 10ORGANI COLLEGIALIpag. 11INCARICHI, REFERENTI, COMMISSIONI pag. 18 FUNZIONI STRUMENTALIpag. 20LABORATORI DI RICERCA E SPERIMENTAZIONEpag. 24CONTINUITA' EDUCATIVA E DIDATTICApag. 25ORIENTAMENTO

Download Presentation

LA SCUOLA

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


1. 1

2. 2

3. 3

4. 4 PRINCIPI FONDAMENTALI ACCOGLIENZA: facilitare i passaggi tra ordini di scuola diversi( Sc.Infanzia – Sc.Primaria - Secondaria di Primo Grado - Secondaria di Secondo Grado ). L’Istituto organizza momenti di incontro con alunni e genitori, per facilitare il passaggio da un tipo di scuola ad un altro. EFFICACIA: finalizzare le attività dell’Istituto alla crescita educativa e didattica dell’alunno. Tutte le attività della scuola si basano sui criteri di efficacia, di efficienza e di flessibilità sia per quanto riguarda la parte amministrativa che quella didattica. INTEGRAZIONE: valorizzare le diversità. Ad ogni alunno sono garantiti i diritti fondamentali e i legittimi interessi. Pertanto particolare attenzione sarà dedicata agli alunni in situazione di handicap o di forte disagio socio-culturale Al fine di favorire l’integrazione scolastico - sociale, vengono realizzate attività di aggiornamento sui temi del disagio giovanile e dell’intercultura. TRASPARENZA: favorire la comunicazione scuola – famiglia e garantire l’accesso ad ogni atto o documento amministrativo – didattico (nel rispetto della privacy). In coerenza con quanto sopra affermato, la scuola ha proceduto all’estensione del POF a partire dai bisogni degli alunni

5. 5

6. 6

7. 7

8. 8

9. 9

10. 10

11. 11

12. 12

13. 13

14. 14

15. 15

16. 16

17. 17

18. 18

19. 19

20. 20

21. 21

22. 22

23. 23

24. 24

25. 25

26. 26

27. 27

28. 28

29. 29

30. 30 La prospettiva interculturale solleciterà i ragazzi a prendere consapevolezza dei diversi punti di vista nell’ottica di una visione policentrica della realtà; si affronteranno argomenti e attività che intendono sollecitare il rispetto per ogni tipo di alterità e la consapevolezza delle differenze fra le culture e i generi; più in generale si rifletterà sulla diversità individuale di pensiero e di sentimento. PROGETTO “RETE PER LA SCUOLA INTERCULTURALE” L’Istituto aderisce al progetto intercultura “Oltre le parole” che coinvolge le scuole della Zona Socio Sanitaria Sud-Est nella “Rete per la scuola interculturale”. La suddetta rete rappresenta un’occasione preziosa per integrare risorse, competenze e opportunità per sviluppare la cultura dell’accoglienza e dei diritti dei cittadini a partire dalla scuola. Il progetto “Oltre le parole” e i progetti di alfabetizzazione attivati nei vari plessi del nostro Istituto mirano al raggiungimento dei seguenti obiettivi: - supportare l’alunno straniero, la sua famiglia e la scuola agevolando la conoscenza e la comprensione reciproca, anche con l’ausilio di mediatori linguistico- culturali; - far divenire le attività di supporto agli alunni stranieri e le attività di educazione interculturale sempre più parte integrante dell’organizzazione scolastica; - garantire supporti al bilinguismo degli alunni stranieri, nell’intento di evitare forme di semilinguismo che ostacolano l’apprendimento, prevedendo modalità di insegnamento della lingua madre accanto allo studio dell’italiano;

31. 31

32. 32

33. 33

34. 34

35. 35

36. 36

37. 37

38. 38

39. 39 EDUCAZIONE ALLA SALUTE Da anni il nostro istituto aderisce ai progetti proposti dalla SOCIETA’ della SALUTE e anche per il triennio 2009-2012 le classi terze della scuola primaria di Greve saranno coinvolte nel progetto volto alla promozione di corretti stili di vita attraverso l’abitudine ad un’attività motoria e ludico sportiva e ad una alimentazione equilibrata. Con gli stessi obiettivi la scuola dell’Infanzia Tirinnanzi ha aderito ad un progetto per l’educazione ad una sana e corretta alimentazione “La tavola dei piccolini”

40. 40

41. 41

42. 42

43. 43

44. 44 La scuola primaria di San Polo ha finalmente una BIBLIOTECA utilizzata dai suoi alunni che vi trovano libri accattivanti e fantasiosi. Questa nuova BIBLIOTECA permette a tutti i bambini di avvicinarsi gradevolmente alla lettura e scoprire il fascino della fantasia. Per condividere anche con gli adulti il piacere della lettura la scuola organizza una Mostra del Libro che ospita una sezione dedicata ai GRANDI. Con una parte del ricavato dalla vendita dei libri vengono acquistati altri volumi.

45. 45

46. 46 ECDL Med Introduzione dell’informatica nei curricula delle scuole secondarie di primo grado. Durante quest’anno scolastico le classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado proseguiranno il progetto ECDL Med, già iniziato lo scorso anno. Esso riguarda la possibilità di conseguire la certificazione ECDL anche per gli studenti elle scuole secondarie di primo grado (concordata con il Ministero della Pubblica Istruzione). La European Computer Driving Licence (ECDL) – Patente Europea del Computer - attesta la capacità di usare il personal computer a diversi livelli di approfondimento e di specializzazione. Il programma ECDL è operativo in tutta Europa e molte altre parti del mondo, per un totale di 154 Paesi. I test sono disponibili in 35 lingue diverse. In Italia, ECDL ha ormai un'ampia diffusione ed è riconosciuto dalle Istituzioni - a livello sia centrale che regionale - e nella Pubblica Amministrazione, come crediti formativi universitari e lavorativi. Per ottenere la certificazione bisogna superare sette esami: Modulo 1 : Concetti teorici di base Modulo 2: Uso del computer e gestione dei file Modulo 3: Elaborazione testi Modulo 4: Foglio elettronico Modulo 5: Basi di dati Modulo 6: Strumenti di presentazione Modulo 7: Reti informatiche (Internet - Posta Elettronica) Per poter sostenere gli esami è necessario acquistare una Skills Card. Essa ha la durata di cinque anni, anziché tre come per gli adulti, in previsione del successivo completamento della certificazione nella scuola Secondaria di Secondo grado.

47. 47 VISITE E VIAGGI DI ISTRUZIONE L'arricchimento dell'offerta formativa comporta anche attività diverse da quelle tradizionali; si tratta di attività "fuori aula" collegate alle discipline curricolari o parte integrante di esse che ogni gruppo classe decide autonomamente di programmare e realizzare. Un momento importante delle attività "fuori aula" è rappresentato dai viaggi d'istruzione che riguardano, non solo l'annuale gita scolastica, ma anche visite guidate e uscite nel territorio comunale. Le iniziative proposte dovranno integrarsi con le finalità generali del POF e mireranno a : fornire informazioni e/o approfondimenti di carattere storico-geografico-artistico ed un contatto diretto su argomenti collegati alle materie curricolari; garantire agli allievi esperienze di attività sportive nuove, importanti anche sotto il profilo dell'educazione alla salute; sviluppare la conoscenza e il rispetto per l'ambiente; far conoscere la realtà produttiva del territorio anche ai fini dell’ orientamento; migliorare la socializzazione fra gli allievi e dare agli insegnanti la possibilità di conoscere i comportamenti degli alunni anche in momenti extrascolastici; sviluppare autocontrollo, autonomia e rispetto delle regole.

48. 48

49. 49

50. 50

51. 51

52. 52

53. 53

54. 54

55. 55

56. 56

57. 57

58. 58

59. 59

60. 60

61. 61

62. 62

63. 63

64. 64

65. 65

66. 66

67. 67

68. 68

69. 69

70. 70

71. 71

72. 72

73. 73

74. 74

75. 75 PIANO DELLA SICUREZZA La scuola ha uno specifico "documento sulla protezione e prevenzione dei rischi" depositato in Presidenza. Il documento si compone di tre parti: • relazione sulla valutazione dei rischi; • individuazione delle misure di prevenzione e protezione • programma delle misure per migliorare i livelli di sicurezza. Ogni plesso ha uno specifico "documento" che si compone di parti comuni e di parti specifiche. In ciascun plesso e depositata copia del piano di emergenza e sicurezza contenente i nominativi dei referenti e le azioni da mettere in atto. Due volte l’anno, in ogni plesso, si attua la prova di evacuazione. Sono previste attività d’informazione e di formazione per i lavoratori. Sono attivati percorsi formativi anche per tutti gli alunni. Privacy In applicazione del D. L.vo 196/03 sulla Privacy, la scuola adotta tutte le misure previste per la tutela dei dati personali e sensibili. Viene redatto l’apposito Documento per la sicurezza della privacy come previsto dalla norma.

  • Login