Economia Sociale
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 11

Economia Sociale PowerPoint PPT Presentation


  • 71 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Economia Sociale. I Modulo Bosco Economia comportamentale Behavioural Economics. II Modulo Sarracino Economia della Felicità. Il paradosso della felicità perché nonostante il reddito reale (la ricchezza materiale di una nazione) cresca

Download Presentation

Economia Sociale

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Economia sociale

Economia Sociale

I Modulo

Bosco

Economia comportamentale

Behavioural Economics

II Modulo

Sarracino

Economia della Felicità

Il paradosso della felicità

perché nonostante il reddito reale (la ricchezza materiale di una nazione) cresca

la felicita e il benessere soggettivo della popolazione diminuisce o rimane stabile?

L’BE tiene conto di fattori cognitivi, psicologici emotivi, per analizzare il modo con il quale i soggetti prendono le loro decisioni economiche

Analizza come i soggetti si comportano realmente e non come la TES assume si comportino


Economia sociale

Economia Sociale: I modulo

La BE usa un approccio multidisciplinare utilizzando elementi di psicologia, sociologia e psicologia sociale, neuroscienze e, ovviamente, economia per studiare le decisioni economiche

  • Oltre che in economia trova applicazione

  • nella finanza  finanza comportamentale

  • nel marketing

Strumenti di analisi della BE

  • quelli classici dell’economia  modelli assiomatici astratti

  • Teoria dei giochi

  • Economia sperimentale (esperimenti sul campo e in laboratorio)

  • Neuroeconomia


Economia sociale

Economia sociale. I modulo Economia comportamentale

Piano dell’opera

Presentazione ed esperimento iniziale in classe

Strumenti di analisi

TdG

Economia sperimentale e Neuroeconomia

Deviazioni dalla TES

preferenze intertemporali ed autocontrollo

(perché non smettiamo di fumare anche se lo vorremmo?)

(perché facciamo l’abbonamento in palestra e poi non ci andiamo?)

Comportamento verso il rischio

(perché una perdita è peggio di un vincita dello stesso ammontare?)

Sistemi di contabilità mentale e altri esempi di razionalità limitata

(dividend puzzle: perché le imprese distribuiscono dividendi?)

Preferenze sociali

Comportamento altruistico e prosociale

(perché doniamo il sangue, facciamo raccolta differenziata,

perché andiamo a votare, etc.)


Metodologia materiali ed esami

Metodologia, materiali ed esami

Prova intermedia Lunedì 11 Aprile

Ci saranno lezioni ed esercitazioni: in tutti e due i casi la interattività è necessaria. Intervenite, fate domande

dubbi, perplessità, angosce

Per gli appassionati di telefilm polizieschi americani

Il contrario dell’ “avvertimento Miranda” vale in questo corso

tutto quello che dirai NON potrà essere usato contro di te (all’esame)


Metodologia e materiali

Metodologia e materiali

Materiale bibliografico

File in ppt che saranno presentati a lezione che potete trovare qui

http://www.econ-pol.unisi.it/~bosco/es/es.htm

Cercare luigi bosco su google e poi seguire i links

Cass R. Sunstein, Richard Thaler, Nudge. La spinta gentile, Feltrinelli

Marco Novarese, Salvatore Rizzello Economia sperimentale, Bruno Mondadori editore

Matteo Motterlini, Francesco Guala Economia Cognitiva e sperimentale , Egea

(il primo capitolo è disponibile on line qui, http://www.labsi.org/cognitive/Guala-Motterlini2003.pdf)

Stefano Della Vigna, Psycology and Economics, JEL vol XLVII 2009

(disponibile on line qui, http://www.econ.berkeley.edu/~sdellavi/wp/01-DellaVigna-4721.pdf)


Economia sociale

Teoria economica standard (TES)

Teoria economica standard (TES) o mainstream o neoclassica

  • Ipotesi sul comportamento dei soggetti economici:

  • razionali,

  • interessati esclusivamente al risultato materiale,

  • interessati solo al benessere individuale ( o a quello della loro famiglia): egoisti.

persegue coerentemente i propri obiettivi

.

usa in modo ottimale tutte le informazioni che possiede (è un ottimo calcolatore e non gli costa né denaro né tempo calcolare)

Razionalità

compie sempre la scelta ottima


Tes utilit attesa

TES: Utilità attesa

Decisioni in condizioni d’incertezza

Incertezza e rischio

von Neumann-Morgenstern Utilità attesa

Funzione di probabilità

Ordinamento delle preferenze

La somma delle utilità di ciascun possibile outcome ponderato con la probabilità che l’outcome accada

Utilità Attesa 


Tes utilit attesa1

TES: Utilità attesa

date alcune ipotesi sulle preferenze,

l’utilità attesa di un insieme di eventi incerti X=(x1,x2,..xn) che hanno una probabilità nota di accadere (p1,p2,..pn)può essere rappresentata dalla seguente funzione di utilità Von Neumann-Morgenstern:


Economia sociale

L’ipotesiAs if

E’ banale osservare che gli individui non sono dei perfetti calcolatori, non conoscono le astruse e complesse formule matematiche dell’ottimizzazione intertemporale, ad esempio

Ma non importa  ciò che conta è che si comportino come se lo facessero

M. Friedman: “As If”

metafora del giocatore di biliardo


Economia sociale

L’ipotesiAs if

  • allenamento e ripetizione

  • imitazione

  • competizione con altri giocatori (mercato)

  • la maggior parte delle decisioni economiche non è presa tante volte

  • apprendere dall’esperienza non è sempre possibile e spesso è costoso

  • il mercato non seleziona e non discrimina perfettamente


  • Login