Numero di ossidazione
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 20

Numero di ossidazione PowerPoint PPT Presentation


  • 195 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Numero di ossidazione. Il numero di ossidazione è una carica positiva o negativa attribuita formalmente a ciascun atomo in un composto. Si calcola dal numero di elettroni in meno o in piu’ rispetto all’atomo neutro, attribuendo gli elettroni di legame all’atomo piu’ elettronegativo. Quindi…

Download Presentation

Numero di ossidazione

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Numero di ossidazione

Numero di ossidazione

Il numero di ossidazione è una carica positiva o negativa attribuita formalmente a ciascun atomo in un composto.

Si calcola dal numero di elettroni in meno o in piu’ rispetto all’atomo neutro, attribuendo gli elettroni di legame all’atomo piu’ elettronegativo.

Quindi…

Tutte le sostanze elementari hanno n.o. = 0

Ca2+ ha n.o. +2 perche’ ha perso due elettroni rispetto all’atomo neutro


Numero di ossidazione1

Numero di ossidazione

Molecole: HCl, NH3, CO, SiH4, HNO3

Formula di struttura

Sali: Na2CO3, K2CrO4, NH4Cl, NaCl

Il n.o. dello ione mononegativo corrisponde alla sua carica, mentre i n.o. degli elementi dello ione poliatomico si calcola come la formula di struttura.

Come per la carica formale la somma algebrica dei numeri di ox degli elementi in un composto fa zero se il composto è neutro ed è uguale alla carica dello ione negli ioni poliatomici

Ma….non dipende dalla formula di risonanza…


I numeri di ox si ricavano dalle formule minime

I numeri di ox si ricavano dalle formule minime

Ossigeno e idrogeno hanno quasi sempre, con poche eccezioni, numeri di ossidazione fissi uguali a -2 e +1, rispettivamente.

Quindi HClO, Cl2O, CO32-, Cr2O72-

ma attenzione non sempre!!!!

Es. H2O2 e idruri


Numero di ossidazione

-1

-1


Numero di ossidazione

Metalli di transizione e Composto di coordinazione

  • Gli elementi di transizione sono caratterizzati dal parziale riempimento degli orbitali d di uno strato n e dal riempimento, spesso completo, dell’orbitale s dello strato successivo caratterizzato dal numero quantico n+1

  • Nella formazione di legami covalenti questi composti hanno a disposizione sia gli orbitali dello strato n+1 (s, p, d), che gli orbitali nd.

  • Come conseguenza essi potrebbero dare luogo ad un numero molto elevato di legami s

  • In realtà tale numero di legami s è limitato dalla repulsione sterica fra gli atomi legati al metallo di transizione che è l’atomo centrale più che dal numero di orbitali a disposizione.


Composto di coordinazione

Composto di coordinazione

Il metallo mette a disposizione orbitali vuoti

Il legante mette a disposizione una coppia elettronica e un orbitale

Sono legami molto polari, e la polarizzazione è diretta verso l’atomo che mette in compartecipazione la coppia elettronica = atomo donatore

Il numero di atomi donatori a cui è legato l’atomo centrale si chiama numero di coordinazione


Complessi o composti di coordinazione

Complessi o composti di coordinazione

Es. M(NH3)62+ M = Cr2+, Mn2+, Fe2+, Co2+, Ni2+,Cu2+, Zn2+

N è l’atomo donatore

NH3 è il legante

Il numero di leganti è sempre 6 pur avendo orbitali d che via via si riempiono da Cr allo Zn

Quindi il numero di legami è determinato dalla repulsione sterica tra i leganti e non dal numero di orbitali disponibili perche’ sono tanti!


I composti di coordinazione

I composti di coordinazione

Si è definito composto di coordinazione un composto in cui l'atomo centrale forma un numero di legami maggiore del suo numero di ossidazione quando esso sia maggiore o uguale a 0.

Negli ioni metallici complessati con leganti il n.o. è uguale alla sua carica, es. M(NH3)62+

Anche composti non contenenti metalli di transizione possono essere considerati complessi, Es. BF4-,PCl6-,SiF6-


Numero di ossidazione

Esempi

di leganti: Monodentati Bidentati, Anelllo chelato a 5 o 6 atomi


Anello chelato

Anello chelato


Porfirina tetradentato con 4 anelli chelati a 6 atomi

Porfirina: tetradentato con 4 anelli chelati a 6 atomi

Emoglobina M = Fe2+

Clorofilla M = Mg2+


Numero di coordinazione da cosa dipende

Numero di coordinazione: da cosa dipende?

  • Non dalla configurazione elettronica esterna

  • Dalla carica (Es. PtCl62- e PtCl42-) e dimensioni dell’atomo centrale

  • Dalle dimensioni dei leganti

  • Dalla carica dei leganti

    molecole neutre e piccole es NH3 e H2O danno numero di coordinazione 6, gli ioni Cl-, Br-, I- piu’ grandi e carichi danno numero di coordinazione +4


Numero di coordinazione

Numero di coordinazione:

Nella I serie di transizione il numero di coordinazione 6 è frequente per ioni metallici +2 e +3, e il numero di coordinazione 4 è presente per gli ioni metallici +2

Numero di coordinazione 2 è presente negli ioni metallici +1


Geometrie dei complessi

Geometrie dei complessi

Per i metalli di transizione ci si riferisce sempre a composti del tipo AX2, AX3, AX4, AX5, AX6 . Gli elettoni di non legame che eventualmente occupano gli orbitali d non si contano nel meccanismo delle repulsioni elettroniche della VSEPR.

La disposizione spaziale degli atomi donatori intorno al metallo è tale da rendere minima l’energia di repulsione tra le coppie di legame, quindi:

Ag(NH3)+,Ag(CN)2- CuBr32- M(NH3)6n+

M(H2O)6n+

n = +2 e +3 M = metalli I serie di transizione


Numero di ossidazione

Geometrie dei complessi

Più comune


Isomeria

Isomeria

Si parla isomeria quando ho composti con stessa formula molecolare ma diversa formula di struttura

  • Isomeria strutturale

  • Isomeria geometrica (diastereoisomeria)

  • Isomeria ottica


Isomeria strutturale

Isomeria strutturale

Es. CrCl3 6H2O


Isomeria geometrica diastereoisomeria

Isomeria geometrica (diastereoisomeria)


Isomeria ottica

Isomeria ottica

Le due molecole speculari si dicono enantiomeri o isomeri ottici e sono molecole chirali


Isomeria ottica diasteroisomeri

Isomeria ottica: diasteroisomeri

Molecole che contengono due o più centri asimmetrici che differiscono per uno o più (ma non tutti) i centri asimmetrici sono diasteroisomeri. I diasteroisomeri, a differenza degli enantiomeri, hanno proprietà chimiche e fisiche diverse


  • Login