Traformazioni fra bistabili e registri
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 17

Traformazioni fra Bistabili e Registri PowerPoint PPT Presentation


  • 65 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Traformazioni fra Bistabili e Registri. Reti Logiche A 2001-2002. Trasformazioni. Spesso si hanno a disposizione bistabili di un dato tipo ma si ha la necessità di utilizzare bistabili di un tipo differente La capacità di memoria di tutti i bistabili è la stessa

Download Presentation

Traformazioni fra Bistabili e Registri

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Traformazioni fra bistabili e registri

Traformazioni fra Bistabili e Registri

Reti Logiche A 2001-2002


Trasformazioni

Trasformazioni

  • Spesso si hanno a disposizione bistabili di un dato tipo ma si ha la necessità di utilizzare bistabili di un tipo differente

  • La capacità di memoria di tutti i bistabili è la stessa

  • E’ possibile trasformare un bistabile sorgente in uno destinazione grazie ad una rete puramente combinatoria

  • Siano:

    • a, b, ...: gli ingressi del bistabile sorgente

    • A,B, ...: gli ingressi del bistabile destinazione

  • Il problema consiste nel determinare i segnali da applicare agli ingressi a, b, ... in modo da provocare sulle uscite Q e /Q del bistabile sorgente il comportamento del bistabile destinazione


Trasformazioni1

Trasformazioni

  • I segnali da applicare agli ingressi di un bistabile prendono il nome di eccitazioni

  • Le eccitazioni a, b, ... dipendono dai segnali A, B, ... e dallo stato presente Q

  • In pratica si tratta di sintetizzare le equazioni:

    • a = a(A, B, ..., Q )

    • b = a(A, B, ..., Q )

  • A tale scopo è utile rappresentare il comportamento di un bistabile attraverso la tabella delle eccitazioni

  • La tabella riporta, per ogni possibile coppia stato presente – stato prossimo, gli ingressi che provocano la transizione


Trasformazioni2

Q Q’ S C

0 0 1 x

0 1 1 0

1 0 0 1

1 1 x 0

Trasformazioni

  • La tabella delle eccitazioni per un bistabile SC è la seguente

  • La tabella delle eccitazioni non aggiunge informazione alle rappresentazioni già viste del comportamento di un bistabile


Trasformazioni3

a

C

Q

Q

A

J

b

B

Rete

T

T

C

K

c

S

/Q

/Q

Trasformazioni

  • Si voglia realizzare un bistabile JKT a partire da un bistabile SCT

  • Si dovrà realizzare un circuito la cui struttura è la seguente:

  • E’ intuitivo che i segnali di sincronismo coincidono e quindi il segnale T del JKT può essere applicato direttamente allo SCT

  • Si possono quindi considerare gli equivalenti asincroni SC e JK


Trasformazioni4

Trasformazioni

  • Si devono ricavare le funzioni:

    • S = S(J, K, Q)

    • C = C(J, K, Q)

  • Per ogni possibile terna (Q,J,K) di segnali del bistabile JK:

    • Si individua lo stato prossimo Q’

    • Si individua la coppia di eccitazioni S e C del bistabile SC che produce la transizione Q  Q’

    • Si riportano le eccitazioni S e C su una mappa di Karnaugh avente come variabili d’ingresso Q, J, K

  • Si sintetizzano le funzioni descritte dalle mappe ottenute con tale procedimento


Trasformazioni5

JK

JK

Q Q’ S C

Q

Q

00 01 11 10

00 01 11 10

0 0 0 x

0 0x 0x 10 10

0 0 0 1 1

1 1 0 0 1

1 x0 01 01 x0

0 1 1 0

1 0 0 1

1 1 x 0

Trasformazioni

  • Il comportamento del bistabile JK è descritto dalla mappa:

Q’

S, C


Trasformazioni6

S

Q

SCT

T

C

/Q

Trasformazioni

  • La mappa ottenuta porta alle funzioni:

S = S(J, K, Q) = /QJ

C = C(J, K, Q) = QK

  • Il circuito di trasformazione cercato è quindi:

Q

J

T

K

/Q


Bistabili master slave

S

S

Q

Q

SCT

SCT

T

T

C

C

/Q

/Q

Bistabili Master-Slave

  • Le porte che costituiscon un bistabile introducono, nella realtà fisica, dei ritardi di propagazione dei segnali

  • Tali ritardi possono compromettere il funzionamento corretto dei bistabili visti fino a questo punto

  • Per questo motivo sono stati sviluppati i bistabili master-slave:

Master

Slave

S

Q

T

/Q

C


Bistabili master slave1

Master

Slave

D

Q

D

Q

/Q

T

D

D

Q

Q

DFF

DT

DT

/Q

T

T

/Q

/Q

Bistabili Master-Slave

  • Particolarmente pratici nelle applicazioni sono i bistabili master-slave di tipo DT, detti anche Flip-Flop D (DFF)

  • In figura è riportato il loro schema ed il simbolo comunemente adottato


Registri

Caricamento

Caricamento

Lettura

Lettura

Registri

  • Un registro è un elemento di memoria

    • E’ composto da bistabili

    • E’ in grado di memorizzare un insieme di bit

    • L’informazione memorizzata in un registro prende il nome di parola

  • Benché si possano utilizzare bistabili di diversi tipi per realizzare registri, quelli usati comunemente sono bistabili DT master-slave


Registri1

Registri

  • I registri si distinguono sulla base dei seguenti aspetti:

  • Modalità di caricamento dati

    • Parallelo

    • Seriale

  • Modalità di lettura dati

    • Parallelo

    • Seriale

  • Operazioni sui dati:

    • Scorrimento a destra

    • Scorrimento a sinistra

    • Scorrimento circolare


Registri2

D

D

D

D

Q

Q

Q

Q

/Q

/Q

/Q

/Q

Registri

  • Registro parallelo-parallelo a 4 bit

D2

D0

D1

D3

Clock

Q0

Q1

Q2

Q3


Registri3

D

D

D

D

Q

Q

Q

Q

/Q

/Q

/Q

/Q

Registri

  • Registro serie-serie a 4 bit (Shift Register)

D

Q

Clock


Registri4

D

D

D

D

Q

Q

Q

Q

/Q

/Q

/Q

/Q

Registri

  • Registro serie-parallelo a 4 bit

D

Clock

Q0

Q1

Q2

Q3


Registri5

D

D

D

D

Q

Q

Q

Q

/Q

/Q

/Q

/Q

Registri

  • Registro parallelo-serie a 4 bit

D2

D0

D1

D3

0

Store/Read

Q

Clock


Registri6

D

D

D

D

Q

Q

Q

Q

/Q

/Q

/Q

/Q

Registri

  • Registro circolare a 4 bit

D2

D0

D1

D3

Store/Read

Q

Clock


  • Login