Prof.
Download
1 / 27

Prof.ssa Carolina Sementa - PowerPoint PPT Presentation


  • 111 Views
  • Uploaded on

N ella struttura del corpo umano si distinguono:. Testa (suddivisa in cranio e faccia); Tronco; A rti superiori; A rti inferiori. L’organizzazione del corpo: dal macroscopico al microscopico

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Prof.ssa Carolina Sementa' - tariq


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

Prof.ssa Carolina Sementa


Nella struttura del corpo umano si distinguono:

  • Testa (suddivisa in cranio e faccia);

  • Tronco;

  • Arti superiori;

  • Arti inferiori.


  • L’organizzazione del corpo: dal macroscopico al microscopico

  • Se consideriamo il corpo partendo dal piccolo e dall’invisibile troviamo la cellula, anzi i miliardi di cellule che costituiscono l’organismo, dotate della stessa struttura generale (membrana, citoplasma, nucleo e organuli). Organismi, apparati e tessuti sono visibili ad occhio nudo, mentre le cellule (a parte l’eccezione dell’uovo) si possono vedere solo al microscopio ottico, molecole ed atomi si possono vedere solo con microscopi molto più sofisticati, le particelle microscopiche che formano l'atomo non sono visibili


Ciascuna cellula, qualunque sia la sua specializzazione, è un’unità in grado di respirare, di elaborare i principi nutritivi e di espellere le sostanze di rifiuto, ha cioè un metabolismo, proprio come l’organismo al quale appartiene.

A parte questo, le cellule non sono uguali tra loro perché a partire dalle primissime fasi della vita prenatale cominciano a differenziarsi in base alla funzione che sono destinate a svolgere, e alla nascita risultano già unite in strutture specializzate che chiamiamo tessuti. Il complesso processo che porta alla specializzazione delle cellule è poi attivo anche nell’adulto quando si tratta di sostituire cellule usurate o morte: le cellule del sangue o quelle delle unghie e dei capelli, per esempio, vengono ricostituite a partire da cellule indifferenziate presenti nei tessuti.


  • Esistono quattro tipi di tessuti: un’unità in grado di respirare, di elaborare i principi nutritivi e di espellere le sostanze di rifiuto, ha cioè un

  • tessuto epiteliale;

  •  tessuto connettivo;

  • tessutomuscolare;

  • tessuto nervoso.

Tessuto epiteliale

È il tessuto che riveste e protegge sia la superficie del corpo che l'interno delle cavità. Esso è caratterizzato da cellule di forma molto regolare e appiattite; questo tipo di struttura rende il tessuto epiteliale una barriera tra l’ambiente corporeo e l’ambiente esterno. L’epitelio possiede, dunque, non solo la funzione di rivestire e delimitare le superfici, ma anche quella di filtro che media gli scambi tra l’esterno e l’interno dell’organismo e i possibili danni a questo da parte di agenti nocivi fisici, chimici e biologici (virus, funghi e batteri). Questo tessuto assolve alle seguenti funzioni: protezione, funzioni sensoriali, secrezione, assorbimento ed escrezione ed è la sede di vari tipi di ghiandole.


Tessuto connettivo un’unità in grado di respirare, di elaborare i principi nutritivi e di espellere le sostanze di rifiuto, ha cioè un

Con questo termine vengono in realtà indicati diversi tipi di tessuti, che in comune possiedono il ruolo di connessione tra diversi organi interni. Fra i tessuti connettivi vengono compresi anche il sangue, il tessuto cartilagineo, il tessuto muscolare, il tessuto adiposo e il tessuto osseo. È specializzato nel sostenere le varie parti del corpo, a tenerle insieme ed a favorire il trasporto delle varie sostanze tra esse. In questo tessuto le cellule sono spesso lontane e immerse in abbondante sostanza intercellulare.


  • Tessuto muscolare un’unità in grado di respirare, di elaborare i principi nutritivi e di espellere le sostanze di rifiuto, ha cioè un

Il tessuto muscolare è costituito da cellule di forma affusolata, le fibre muscolari, in grado di contrarsi accorciandosi.

Svolge funzioni di movimento e di sostegno.


  • Tessuto nervoso un’unità in grado di respirare, di elaborare i principi nutritivi e di espellere le sostanze di rifiuto, ha cioè un

  • Il tessuto nervoso è composto da particolari cellule, i neuroni, specializzate nella funzione di ricezione e propagazione degli stimoli nervosi. Ci consente di ricevere le informazioni dai cinque sensi ed ordinare al corpo di fare i movimenti che riteniamo più opportuni.

  • .


I diversi tessuti, dotati di caratteristiche e funzioni proprie, si uniscono a loro volta a formare organi, come lo stomaco, il fegato o il cuore, cioè strutture complesse preposte a svolgere specifiche funzioni.

Insiemi di più organi che cooperano nello svolgimento della stessa funzione costituiscono sistemi, se gli organi sono formati tutti dallo stesso tipo di tessuto, o apparati, se gli organi sono formati da tessuti diversi.


Apparati proprie, si uniscono a loro volta a formare organi, come lo stomaco, il fegato o il cuore, cioè strutture complesse preposte a svolgere specifiche funzioni.

-digerente

-respiratorio

-circolatorio

-escretore

-riproduttore

Sistemi

-scheletrico

-muscolare

-tegumentario

-endocrino

-nervoso


Le proprie, si uniscono a loro volta a formare organi, come lo stomaco, il fegato o il cuore, cioè strutture complesse preposte a svolgere specifiche funzioni.sostanze inorganiche sono l’acqua e gli elementi minerali; le sostanze organiche sono le proteine , i lipidi, i carboidrati e le vitamine. Tutte queste sostanze devo essere introdotte nel nostro organismo : esse infatti sono indispensabili sia per la formazione e il mantenimento del corpo in buona salute, sia per lo svolgimento delle funzioni vitali di qualsiasi altra attività. Queste stesse sostanze sono contenute in percentuali variabili nei diversi cibi e vengono chiamate principi nutritivi.


PROTEINE proprie, si uniscono a loro volta a formare organi, come lo stomaco, il fegato o il cuore, cioè strutture complesse preposte a svolgere specifiche funzioni.

Le proteine sono i componenti essenziali di tutte le cellule; inoltre, un particolare gruppo di proteine, gli enzimi , interviene nella regolazione della reazioni chimiche che avvengono nel nostro organismo. Dal punto di vista chimico, le proteine sono composti organiciformate da tante unità elementari, gli AMMINOACIDI, legati l’uno all’altro a formare una catena. In natura esistono 20 amminoacidi diversi che si uniscono per dare origine a numerose molecole proteiche. Gli amminoaidi sono a loro volta formati da carbonio , idrogeno,ossigeno e azoto.


  • I LIPIDI proprie, si uniscono a loro volta a formare organi, come lo stomaco, il fegato o il cuore, cioè strutture complesse preposte a svolgere specifiche funzioni.

I lipidi (detti anche grassi) sono composti in solubili in acqua; sono utilizzati nella membrana cellulare e in determinati tessuti (per esempio nel tessuto nervoso) come “MATERIALE DA COSTRUZIONE”; inoltre, si accumulano nel tessuto adiposo come riserva energetica. Sono formati da: CARBONIO, IDROGENO e OSSIGENO.


I CARBOIDRATI proprie, si uniscono a loro volta a formare organi, come lo stomaco, il fegato o il cuore, cioè strutture complesse preposte a svolgere specifiche funzioni.

I carboidrati (chiamati anche glucidi o zuccheri) sono la principale fonte di energia di rapido utilizzo; essi sono formati da CARBONIO, IDROGENO E OSSIGENO. Possono essere costituiti da molecole singole e in questo caso vengono detti MONOSACCARIDI , composti di questo tipo sono il GLUCOSIO (prodotto dai vegetali attraverso il processo di fotosintesi), il FRUTTOSIO (contenuto nella frutta) e il GALATTOSIO ( si trova nel latte).

  • MONOSACCARIDE

  • (GLUCOSIO, FRUTTOSIO, GALATTOSIO)


I carboidrati  li possiamo dividere in due grandi categorie:

  • - zuccheri semplici: monosaccaridi e disaccaridi che non necessitano di essere digeriti e quindi sono immediatamente assimilabili dall'organismo e la loro energia è disponibile in pochi minuti.

  • gli alimenti più ricchi di zuccheri semplici sono il miele, la frutta, lo zucchero, la marmellata e gli ortaggi.


- categorie:zuccheri complessi: polisaccaridi

sono assimilati più lentamente e producono energia in modo graduale.

sono: l'amido, il glicogeno e la cellulosa.

L’amido (polisaccaride) è costituito da molte molecole di glucosio unite tra di loro ed è presente nei semi, nelle radici, nei bulbi dei vegetali.

Si trova quindi in moltissimi alimenti consumati quotidianamente come pane, pasta, riso, patate, prodotti derivati dai cereali e legumi .


Il glicogeno categorie: è la sostanza di riserva costituita da molte unità di glucosio.

La cellulosa (polisaccaride) è costituita da molte molecole di glucosio ed è il glucide più diffuso in natura costituendo la parte fibrosa dei vegetali (verdura, frutta, legumi).

L'organismo umano non possiede gli enzimi necessari per la digestione della cellulosa  quindi non viene utilizzata. La sua funzione è  molto importante in quanto stimola i movimenti peristaltici dell’intestino, regolando così il transito delle feci nel tubo digerente.


DISACCARIDE

(SACCAROSIO)

  • Quando un gran numero di molecole di monosaccaridi si legano tra loro si forma un POLISACCARIDE. La CELLULOSA, l’AMIDO (componente dei cereali e delle patate) e il GLICOGENO sono polisaccaridi formati da lunghe catene di molecole di glucosio.

POLISACCARIDE

(CELLULOSA, AMIDO, GLICOGENO)


LE VITAMINE molecola di

Le vitamine sono stanze organiche che agiscono come regolatori dello sviluppo del corpo. Vengono denominate con alcune lettere maiuscole dell’alfabeto e distinte in IDROSOLUBILI E LIPOSOLUBILI, a seconda delle loro solubilità rispettivamente in acqua o nei lipidi.


L’acqua è la sostanza più abbondante del nostro corpo (75%), è la principale componente della cellula e dei diversi liquidi presenti nell’organismo come il sangue, è proprio nell’acqua che si svolgono le reazioni chimiche del corpo. Ogni giorno eliminiamo circa 2.5 l di acqua (soprattutto attraverso il sudore e l’urina), perciò è necessario reintrodurne almeno la stessa quantità con cibi e bevande.


GLI ELEMENTI MINERALI molecola di

Gli elementi minerali presenti nel nostro organismo sono circa una ventina e complessivamente costituiscono appena il 4% del peso corporeo. Si tratta comunque di sostanze importanti, perché costituiscono parti del corpo o regolano alcuni processi vitali. Per esempio, il calcio e il fosforo sono i principali costituenti dei denti e delle ossa; il ferro è un componente del sangue, il POTASSIO regola il funzionamento dei muscoli.

I sali minerali sono assimilati dall'organismo attraverso l'acqua e gli alimenti, oppure sotto forma di condimento aggiunto al cibo, come il sale da cucina. Li troviamo in una grande quantità di alimenti. 


I sali minerali sono sostanze inorganiche, che nessun essere vivente è capace di produrre e che quindi devono essere presi dall'ambiente. L'organismo utilizza più di venti minerali: tra i più comuni vi sono:Il calcio, che favorisce la formazione delle ossa e dei denti, contribuisce alla coagulazione del sangue, contribuisce al normale funzionamento di tutti i muscoli. Il calcio è presente nel latte, nei formaggi e negli ortaggi a foglia verde (spinaci, lattuga, broccoli e cavoli).

Il fosforo, che contribuisce alla formazione delle ossa e dei denti, è un costituente di molti componenti chimici della cellula e regola il contenuto d'acqua nell'organismo. Latte, carne e pollame, pesce, formaggi, noci, mandorle, noccioline, cereali e legumi sono ricchi di fosforo.


Il ferro, vivente è capace di produrre e che quindi devono essere presi dall'ambiente. L'organismo utilizza più di venti minerali: tra i più comuni vi sono: che partecipa alla formazione dell'emoglobina, la proteina contenuta nei globuli rossi che rifornisce di ossigeno tutte le cellule dell'organismo. Il ferro partecipa anche al metabolismo dei carboidrati e alla produzione degli anticorpi. Fegato, carne, legumi, cereali integrali, ortaggi a foglia verde, frutta secca sono alimenti ricchi di ferro.Il sodio, che contribuisce a regolare il trasporto delle sostanze nelle cellule e partecipa alla regolazione dei liquidi dell'organismo. Si trova in una situazione di equilibrio con il potassio (quando uno aumenta l'altro diminuisce). Il sodio si trova nei pesci marini, e nei prodotti animali, ed è l'elemento principale del sale da cucina. 


Il potassio vivente è capace di produrre e che quindi devono essere presi dall'ambiente. L'organismo utilizza più di venti minerali: tra i più comuni vi sono:, che insieme al sodio, contribuisce a regolare il trasporto delle sostanze nelle cellule ed a far funzionare bene i muscoli e le cellule nervose. Questo elemento minerale regola anche il contenuto di liquidi dell'organismo. Cereali, ortaggi, frutta, legumi e carni sono ricchi di potassio.

Il magnesio, che è importante per la salute di ossa e denti, mantiene efficiente cuore e vasi sanguigni, contribuisce al regolare funzionamento del sistema nervoso. Il magnesio è presente nelle noci e nelle noccioline, nelle mandorle, nei cereali e nei legumi. 


Il cloro vivente è capace di produrre e che quindi devono essere presi dall'ambiente. L'organismo utilizza più di venti minerali: tra i più comuni vi sono:, che presente nelle cellule di tutti gli organismi animali e vegetali e nei succhi gastrici, contribuisce alla regolazione del trasporto delle sostanze nelle cellule ed ai processi digestivi. Assumiamo il cloro con il sale da cucina, con i pesci marini e con i prodotti animali. Lo zolfo, che è indispensabile per tutti i tessuti, ma in particolare per capelli e unghie.Lo zolfo è presente nelle cipolle e nell'aglio, nella carne, nei pesci, nelle uova .


ad