CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE
Download
1 / 27

CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE - PowerPoint PPT Presentation


  • 117 Views
  • Uploaded on

CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE Istituto di Studi sui Sistemi Regionali Federali e sulle Autonomie ' 'Massimo Severo Giannini'' Roma, 24 febbraio 2011 La ricerca nel campo delle scienze sociali e umane al CNR Giorgio Sirilli. Il CNR, fondato nel 1923. L a genesi del seminario - 1.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE ' - tarak


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE

Istituto di Studi sui Sistemi Regionali Federali e sulle Autonomie''Massimo Severo Giannini''

Roma, 24 febbraio 2011

La ricerca nel campo delle scienze sociali e umane al CNR

Giorgio Sirilli





I tre comitati di consulenza
I tre Comitati di consulenza

Scienze storiche. filosofiche e filologiche

Scienze giuridiche e politiche

Scienze economiche e sociologiche


Gli istituti del dipartimento identit culturale
Gli Istituti del Dipartimento Identità culturale

Istituto di studi sulle società del mediterraneo (ISSM)

Istituto di ricerca sull'impresa e lo sviluppo (CERIS)

Istituto per la storia del pensiero filosofico e scientifico moderno (ISPF)

Istituto per il lessico intellettuale europeo e storia delle idee (ILIESI)

Istituto di ricerca sui sistemi giudiziari (IRSIG)

Istituto di ricerche sulla popolazione e le politiche sociali (IRPPS)

Istituto di studi sui sistemi regionali federali e sulle autonomie "Massimo Severo Giannini" (ISSIRFA)

Istituto di storia dell'Europa mediterranea (ISEM)

Istituto di ricerche sulle attività terziarie (IRAT)

Istituto di linguistica computazionale "Antonio Zampolli" (ILC)

Istituto opera del vocabolario italiano (OVI)

Istituto di studi giuridici internazionali (ISGI)

Istituto per le tecnologie didattiche (ITD)

Istituto di scienze e tecnologie della cognizione (ISTC)

Istituto di teoria e tecniche dell'informazione giuridica (ITTIG)


La raison d etre dgli istituti del cnr
La raison d’etre dgli istituti del CNR

Tematica

Multidisciplinarità

Massa critica

Continuità



Le definizioni di ricerca e sviluppo1
Le definizioni di ricerca e sviluppo

L'attività di ricerca e sviluppo (R&S) è definita come il complesso di lavori creativi intrapresi in modo sistematico sia per accrescere l'insieme delle conoscenze (ivi compresa la conoscenza dell'uomo, della cultura e della società) sia per utilizzare tali conoscenze per nuove applicazioni.


Le definizioni di ricerca e sviluppo2
Le definizioni di ricerca e sviluppo

Ricerca di base: lavoro sperimentale o teorico intrapreso principalmente per acquisire nuove conoscenze sui fondamenti dei fenomeni e dei fatti suscettibili di osservazione, non finalizzato ad una specifica applicazione o utilizzazione.

Ricerca applicata: lavoro originale intrapreso principalmente per acquisire conoscenze e finalizzato anche e principalmente ad una pratica e specifica applicazione o utilizzazione.

Sviluppo sperimentale: lavoro sistematico, basato sulle conoscenze esistenti, acquisite attraverso la ricerca e l'esperienza pratica, condotto al fine di completare, sviluppare o migliorare materiali, prodotti e processi produttivi, sistemi e servizi


Altre attivit
Altre attività

Servizi tecnico-scientifici (acquisizione, codifica, registrazione, classificazione, disseminazione, traduzione, analisi, valutazione)

Raccolta dati

Prove e standardizzazione

Studi di fattibilità

Cure specialistiche

Brevetti e licenze

Studi di policy

Sviluppo di software di routine








La valutazione indice di hirsh
La valutazione – Indice di Hirsh

Top Italian Scientists della VIA-Academy

Cristiano Castelfranchi

Stefano Nolfi

Domenico Parisi

Elisabetta Visalberghi

Daniele Archibugi



La valutazione al cnr
La valutazione al CNR

Chi valuta i direttori di Istituto?

Chi valuta i direttori di Dipartimento?

Chi valuta i vertici dell’ente?


La prima valutazione genesi
La prima valutazione (Genesi)

Il primo giorno Dio creò il cielo e la terra. E Dio vide tutto quello che aveva fatto. “Guarda” disse Dio “è veramente molto buono”. E venne sera, e poi mattina: era il sesto giorno. Ed il settimo giorno Dio si riposò dopo il Suo lavoro. Venne quindi da Lui il Suo arcangelo che Gli chiese: “Dio, come fai a sapere che quello che hai creato è ‘veramente molto buono’?. Quali sono i Tuoi criteri? Su quali dati basi la Tua valutazione? Non sei Tu forse un po’ troppo direttamente coinvolto per dare un giudizio spassionato?” Dio rifletté su queste domande per tutto il settimo giorno, ed il Suo riposo fu molto agitato. L’ottavo giorno Dio disse: “Lucifero, vai all’inferno”.


Alcune domande
Alcune domande

Che cosa significa e che cosa comporta fare ricerca nel settore delle scienze umane e sociali in un Istituto del CNR?

  Quali sono i metodi e gli obiettivi della ricerca nei settori giuridico, economico, filosofico, sociale, rispetto a quelli delle scienze naturali e dell'ingegneria (lo statuto epistemologico)?

Come si caratterizza il “valore aggiunto” della ricerca di un istituto del settore?

Come si misura l’attività di ricerca nelle scienze umane e sociali?

Qual è il punto di equilibrio tra la ricerca e la documentazione?


Alcune domande1
Alcune domande

Quale può e quale deve essere l'ambizione del ricercatore in termini di creazione di nuove conoscenze che soppiantano quelle acquisite, e che destabilizzano un sistema sociale, economico, politico?

Allorché i risultati della ricerca assumano una valenza "eversiva" rispetto alla saggezza convenzionale, l'ente è pronto a sostenere sul versante politico le idee innovative?

Siamo in grado di esprimere teorie “forti” che vengano associate al nome degli Istituti?

Allorché abbiamo dei risultati significativi della ricerca, quali strumenti abbiamo attivato per "venderli" al paese?



ad