Il teatro sacro
Sponsored Links
This presentation is the property of its rightful owner.
1 / 11

Il teatro sacro Händel e l’oratorio PowerPoint PPT Presentation


  • 99 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Il teatro sacro Händel e l’oratorio. La vita Händel nacque nel 1685 nella città tedesca di Halle. Mostrò delle precoci doti musicali. Viaggiò in tutta Europa e nel 1712 decise di trasferirsi a Londra, città in cui morì nel 1759.

Download Presentation

Il teatro sacro Händel e l’oratorio

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Il teatro sacro

Händel e l’oratorio


La vita

Händel nacque nel 1685 nella città tedesca di Halle.

Mostrò delle precoci doti musicali.

Viaggiò in tutta Europa e nel 1712 decise di trasferirsi a Londra, città in cui morì nel 1759.

Scrisse numerosi concerti grossi, suite, opere teatrali e oratori.


Oratorio

L’oratorio è un dramma sacro in latino o in italiano.

Si impose nel Seicento a Roma, perché i Gesuiti volevano mettere un freno allo strapotere del melodramma.

Prendeva il nome dal luogo in cui si riunivano i fedeli.

Diventò simile al melodramma (arie, recitativi ecc.).


A differenza del melodramma, l’oratorio non aveva scenografie e costumi

Un narratore (historicus) guidava lo svolgimento delle vicende dei personaggi.

I temi erano tratti dal Vangelo o dalla Bibbia.


Il Messiah

di G.F. Händel

800x455 (da 800 a 900 di base va bene)ridimensionare l’immagine

prima di metterla nel PPT


Messiah

È l’oratorio più conosciuto di Händel.

Il libretto di Jennens è in inglese ed è tratto da vari episodi biblici.

Ha una struttura simile a quella del melodramma (arie, duetti, recitativi parti corali ecc.).

Il coro dell’Hallelujah chiude la seconda parte del Messiah.


L’entrata del coro, che espone il primo tema, è preceduta da una brevissima introduzione orchestrale di sole tre battute eseguita da due violini e una viola.


Il secondo tema è intercalato da continue

ripetizioni della parola “Hallelujah”.


Il terzo tema, che comprende due versi, è più

sognante e tranquillo rispetto ai primi due che sono,

al contrario, energici e incisivi.


Con il quarto tema, fortemente contrappuntistico, si ritorna allo spirito energico che caratterizza il brano.


Il quinto tema si mischia con il secondo. Mentre parte del coro intona note lunghe (breve e minima), altre voci ripetono le parole “forever and everHallelujah” sulla melodia del secondo tema.


  • Login