Cronaca di un incontro
Download
1 / 29

CRONACA DI UN INCONTRO…. - PowerPoint PPT Presentation


  • 75 Views
  • Uploaded on

CRONACA DI UN INCONTRO…. Nella classe 4°B, in un ormai lontano Martedì di Marzo , mentre la maestra stava per interrogare, si sentirono tre grossi tonfi alla porta. Ma chi era questo ometto stravagante e che cosa ci faceva nella classe?. In realtà lui era così …. Ma noi lo ricordiamo….

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' CRONACA DI UN INCONTRO….' - sibley


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
Cronaca di un incontro

CRONACA DI UN INCONTRO….

Nella classe 4°B, in un ormai lontano Martedì di Marzo , mentre la maestra stava per interrogare, si sentirono tre grossi tonfi alla porta. . .



In realt lui era cos
In realtà lui era nella classe?così…

Ma noi lo ricordiamo…




Che puzza! nella classe?



Questo mago era venuto ad Incisa in cerca di cervelli sopraffini per farsi aiutare a risolvere una questione

Così subito ,nella classe aveva cominciato ad ascoltare i cervelli degli alunni commentando …”sì, qui c’è molta materia grigia…oohhh! Intelligentissimo….


Il mago
IL sopraffini per farsi aiutare a risolvere una questione MAGO…



  • “Qualche tempo dopo Mago vita e li salutòFarlocco ci ha spiegato, che tornò nelle 2 isole e capì di aver provocato un disastro: in un’isola gli abitanti morivano all’improvviso anche da giovani, nell’altra avevano tutti i denti cariati. Non sapendo cosa fare andò dal Mago Consigliere, il più saggio tra i maghi, che gli diede un consiglio per lui incomprensibile “


Solo allora il mago si era rivolto ai bambini di Incisa per capire il significato del testo e trovare una soluzione


La classe ha spiegato allo strano tipo, che il sale e lo zucchero devono essere ingeriti con parsimonia , a piccole dosi e per salvare le isole ha proposto varie soluzioni:


  • Unire con un ponte di fiori del colore dell’arcobaleno le 2 isole, così da poter permettere agli abitanti, il passaggio per prendere sia il sale che lo zucchero

  • Un possibile matrimonio tra il principe e la principessa per unire i 2 regni

  • Di due isole farne una, così che tutti i cittadini, avrebbero potuto beneficiare sia del sale che dello zucchero


Questo il nostro progetto

Questo è il nostro progetto 2 isole, così da poter permettere agli abitanti, il passaggio per prendere sia il sale che lo zucchero


Riportò agli abitanti dell’isola le nostre idee e dopo molte discussioni , decisero che la migliore e probabilmente la più efficace, doveva essere quella di unire le due isole


E con il suo bastone magico cre un vortice che in un lampo un le isole
E con il suo bastone magico creò un vortice che in un lampo unì le isole

E se ne andò…


Ma forse Mago lampo unì le isoleFarlocco non è venuto a caso, in questo preciso momento a Incisa!Sentite cosa hanno scritto gli alunni…

Lasciando i bambini a bocca aperta



Arrivederci lampo unì le isole


ad