Assemblea della Sezione INFN di Bologna – 12 Giugno 2003
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 15

CDF C ollider D etector at F ermilab PowerPoint PPT Presentation


  • 61 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Assemblea della Sezione INFN di Bologna – 12 Giugno 2003. CDF C ollider D etector at F ermilab. > 500 Fisici. 12 Paesi. 57 Istituzioni. 6 Istituzioni Italiane Bologna, L.N.F., Padova, Pisa, Roma1, Trieste-Udine. Staff: A.Castro(PA), M.Deninno(RU), L.Malferrari(Ric.), P.Mazzanti(1R),

Download Presentation

CDF C ollider D etector at F ermilab

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Cdf c ollider d etector at f ermilab

Assemblea della Sezione INFN di Bologna – 12 Giugno 2003

CDF Collider Detector at Fermilab

> 500 Fisici

12 Paesi

57 Istituzioni

6 Istituzioni Italiane

Bologna, L.N.F., Padova, Pisa, Roma1, Trieste-Udine

Staff: A.Castro(PA), M.Deninno(RU), L.Malferrari(Ric.), P.Mazzanti(1R),

F.Rimondi(PA), F.Semeria(Tecn.), S.Zucchelli(RU)

A.Gresele (ass.ric.), N.Moggi (ass.ric.), M.Mussini (laureando)

8 ricercatori + 1 tecnologo (6.9+0.5 = 7.4 fte)


Tevatron luminosity current situation

Peak luminosity still low but improving

Best 4.5x1031 cm-2 s-1

Delivered/on tape

230/170 pb-1

Assemblea della Sezione INFN di Bologna – 12 Giugno 2003

Tevatron Luminosity (current situation)

4x1031

Peak Lum. 20x Average

Initial

instantaneous

Delivered

Luminosity

On tape

Integrated


Tevatron luminosity

Assemblea della Sezione INFN di Bologna – 12 Giugno 2003

Tevatron luminosity

  • 5-7 pb-1 /wk typical

    • Peak 10 pb-1


Cdf c ollider d etector at f ermilab

Assemblea della Sezione INFN di Bologna – 12 Giugno 2003

Stato del Run

  • Run in corso dall’estate 2001 – Periodi di shutdown per lavori sulla macchina: Giugno 2002, Gennaio 2003, fine Agosto 2003.

    - Luminosita’ massima raggiunta 4.5 x 1031cm–2 s-1

    - Luminosita’ integrata a Maggio 2003: delivered 230 pb-1

    on tape 170 pb-1

  • Situazione del Tevatron:

    - consistenti miglioramenti delle inefficienze nel controllo e

    trasporto degli antiprotoni, minori perdite di protoni

    - luminosita’ ancora al di sotto (~ fattore 2) del valore previsto

    senza recycler e con 396 nsec inter-bunch crossing time.

    Il recycler dovrebbe funzionare come electron cooler, ma non si

    ricicleranno antiprotoni.

    - abbandonata l’idea di lavorare con 132 bunches


Cdf c ollider d etector at f ermilab

Assemblea della Sezione INFN di Bologna – 12 Giugno 2003

Tevatron 2003 Luminosity goals

  • Goals for 2003

  • - Base goals:

    • 200 pb-1 in FY 2003

    • 10 pb-1/wk end of 2003

      • 5.4x1031 cm-2 s-1 typical

- Stretch goals:

  • 320 pb-1 in FY 2003

  • 15 pb-1/wk end of 2003

    • 7.6x1031 cm-2 s-1 typical

    • (~max achievable

    • without Recycler)

  • Currently within these limits


  • Cdf c ollider d etector at f ermilab

    Assemblea della Sezione INFN di Bologna – 12 Giugno 2003

    Tevatron goals beyond 2003

    • Extended goals are still consistent with plan shown at the October ’02 DOE Accelerator Review

      • 6 month shutdown in 05 or 06 can decrease total by 1 or 2 fb-1

      • Stretch goals max luminosity: 3x1032 cm-2 s-1


    Cdf c ollider d etector at f ermilab

    Assemblea della Sezione INFN di Bologna – 12 Giugno 2003

    Stato di CDF

    • Detector:

      • All systems commissioned and taking good quality data

        • ISL: more cooling lines opened during the January shutdown!

          • Only 1 cooling line (4% of total) remains plugged

        • Silicon (hardware/trigger) in general much more stable and reliable

        • ~90 % of all silicon systems currently taking data

        • L1 accept rate limitation removed

        • Some unrecoverable damage is piling up

    • % powered

    • % good

    • % bad

    • % error rate

    January 03

    shutdown


    Cdf c ollider d etector at f ermilab

    Assemblea della Sezione INFN di Bologna – 12 Giugno 2003

    Risultati di Fisica

    • Risultati presentati alle conferenze invernali 2003

    • - Campione di dati raccolto da Febbraio 02 a Gennaio 03

      • ( ~70 pb -1 usati per l’analisi  si prevedono ~200 pb-1 su nastro

      • per l’estate)

    • Fisica del B: J/   sample

      Lepton + displaced tracks samples

      Hadronic samples with displaced tracks

      > grandi miglioramenti grazie a SVT

    • Fisica del Charm

    • Fisica elettrodebole: miglioramenti su W  

      top

    • Fisica degli alti pT : proprieta’ dei jet e sezioni d’urto

      ricerche su fisica al di la’ del Modello Standard


    Responsabilita di cdf bologna

    Assemblea della Sezione INFN di Bologna – 12 Giugno 2003

    Responsabilita’ di CDF-Bologna

    • Gestione degli alimentatori di alta tensione di tutta la sezione

    • calorimetrica End-Plug:

    • Ottima stabilita’ del sistema per tutto il periodo di run (sostituita

    • una ventola di un crate e sostituita una scheda)

    • Gestione del software di controllo del sistema di alimentazione

    • sopra citato:

    • - monitor on-line

    • - operabilita’ sia locale che remota

    • Ottima rispondenza del monitor alle richieste, sia per sicurezza

    • che per controllabilita’.

    • Effettuati alcuni interventi di upgrade per estenderne l’operabilita’

    • dalla sala di controllo e per adattamento alle nuove installazioni

    • della rete di controllo interna dell’esperimento.

    • Distribuzione per CDF-Italia, via AFS, del software offline di CDF


    Impegni per il 2004 e per il run iib

    Assemblea della Sezione INFN di Bologna – 12 Giugno 2003

    Impegni per il 2004 e per il run IIb

    • Impegni

    • Gestione farm di pc per l’offline di CDF Italia (?)

    • Fixture per SVXII (run IIb):

    • Lavoro in fase di completamento per la parte commissionata fino ad

    • ora: in anticipo sui tempi e totalmente realizzata in Sezione

    • Possibilita’ di estensione.

    • Attivita’ connesse all’analisi dati

    • Controllo e mantenimento di 2 trigger speciali, per selezione di

    • eventi MB ad alta molteplicita’ e per selezione di eventi multijet

    • Riduzione su n-tuple dei dati di MB

    • Riduzione su n-tuple dei dati di trigger multijet

    • Analisi fisica

    • Analisi dei sistemi a molti corpi in interazioni con basso momento

    • trasferito

    • Studio di produzione di top in eventi multijet


    Cdf c ollider d etector at f ermilab

    Assemblea della Sezione INFN di Bologna – 12 Giugno 2003

    Stato dell’analisi del minimum bias

    • I risultati dello studio delle interazioni “soft” e “hard” (dati run I)

    • sono pubblicati (Phys.Rev.D65, 072005 (2002) )

    • Analisi estesa alla produzione di K0 e L0 .

    • I risultati danno misure precise degli spettri di produzione in funzione

    • dell’impulso trasverso.

    • Buona misura e importanti conferme per le particelle strane delle

    • correlazioni fra impulso trasverso medio della particella e molteplicita’

    • carica e fra numero medio di K0(L0 ) prodotti, sempre in funzione

    • della molteplicita’ carica.


    Cdf c ollider d etector at f ermilab

    Assemblea della Sezione INFN di Bologna – 12 Giugno 2003

    K0 pT distribution in full Min Bias

    interactions at 630 and 1800 GeV


    Cdf c ollider d etector at f ermilab

    Assemblea della Sezione INFN di Bologna – 12 Giugno 2003

    K0 <pT> vs mult in full Min Bias

    Interactions at 630 and 1800 GeV


    Cdf c ollider d etector at f ermilab

    Assemblea della Sezione INFN di Bologna – 12 Giugno 2003

    Il quark top

    • Prodotto in coppie al Tevatron

    • (s= 7pb)

    • In accordo con lo SM decade:

    • t  Wb

    • Gli stati finali possono essere

    • (l = e o m)

    • t t l n b l n b  dilepton (5%)

    • t t l n bqqb  lepton + jets (30%)

    t t bqqbqq  all hadronic (45%)


    Cdf c ollider d etector at f ermilab

    Assemblea della Sezione INFN di Bologna – 12 Giugno 2003

    Il canale all-hadronic

    Run I

    Mtop=186 10  6 GeV/c2

    • Il canale all-hadronic:

    • - BR alto (44%)

    • - S/B molto piccolo

    • L’analisi del RunI (110pb-1)

    • usava due strategie:

    • - A) Tight Kinematic + >= 1 btag

    • - B) Loose Kinematic + >= 2 btag

    • RunII (60pb-1 analizzati)

    • - stiamo riproducendo la vecchia

    • analisi e cercando nuove

    • strade (2 tag)

    • Altri dati saranno pronti presto:

    • - applicazione correzioni

    • energetiche per massa top


  • Login