Non farti giocare scuola grande san teodoro 13 novembre 2012
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 20

NON FARTI GIOCARE SCUOLA GRANDE SAN TEODORO 13 NOVEMBRE 2012 PowerPoint PPT Presentation


  • 83 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

NON FARTI GIOCARE SCUOLA GRANDE SAN TEODORO 13 NOVEMBRE 2012. IL GIOCO D’AZZARDO PATOLOGICO. Pani Alessandro Direttore Dipartimento Dipendenze Ulss 12 Veneziana. COMPONENTI DEL GIOCO. - agon (competizione, abilità del giocatore) - mimicry (imitazione, mimetismo ,simulazione)

Download Presentation

NON FARTI GIOCARE SCUOLA GRANDE SAN TEODORO 13 NOVEMBRE 2012

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Non farti giocare scuola grande san teodoro 13 novembre 2012

NON FARTI GIOCARESCUOLA GRANDE SAN TEODORO13 NOVEMBRE 2012

IL GIOCO D’AZZARDO PATOLOGICO

Pani Alessandro

Direttore Dipartimento Dipendenze Ulss 12 Veneziana


Componenti del gioco

COMPONENTI DEL GIOCO

  • - agon (competizione, abilità del giocatore)

  • - mimicry (imitazione, mimetismo ,simulazione)

  • - ilinx (la vertigine)

  • - alea (fortuna).


Azzardo

AZZARDO

  • La parola “azzardo” deriva dal francese hasard, che a sua volta deriva dall’arabo zarah, che significa “dado”.

  • GIOCO D’AZZARDO un’attività ludica che si caratterizza per il rischiare una più o meno ingente somma di denaro, in vista di una vincita in denaro, strettamente legata al caso (ALEA), e molto poco all’abilità individuale (AGON)


Gioco sociale e gioco patologico

GIOCO SOCIALE E GIOCO PATOLOGICO

  • Gioco d’azzardo non significa necessariamente Gioco Patologico (GAP)

    Il Gioco SOCIALE accompagna l’essere umano lungo la sua esistenza, stimola lo sviluppo dell’intelligenza e della creatività.


Non farti giocare scuola grande san teodoro 13 novembre 2012

Il giocatore adeguato:

♣ Nella sua vita il gioco occupa uno spazio limitato

♣ E’ consapevole delle effettive possibilità di vincita

♣ Rischia puntate sostenibili economicamente

♣ Vive una esperienza gradevole

♣ Col gioco espande la sua condizione di benessere

♣ Considera la puntata corrispettivo del divertimento

♣ Può interrompere quando lo desidera

Intuisce il confine tra distensione e accanimento

Il giocatore patologico:

♣Trasforma il gioco da occasione di divertimento in fonte di preoccupazione, depressione e panico

♣ Sovrastima le proprie possibilità

♣ Scommette cifre che non può permettersi di perdere

♣ Perde il controllo sul suo comportamento di gioco

♣ Per rifarsi delle perdite rincorre la vincita

♣ Non riesce ad interrompere

L’aspetto ludico diventa secondario al bisogno di rischiare


Non farti giocare scuola grande san teodoro 13 novembre 2012

Gioca più spesso

Gioca più denaro

Pensieri ricorrenti di gioco

Fantasie di supervincite

Ricerca di ambienti di gioco specializzati

GIOCATORE SOCIALE/ADEGUATO

GIOCATORE ECCESSIVO/PROBLEMATICO

  • Menzogne

  • Depauperamento del conto corrente

  • Modificazione abitudini

  • Piccoli furti domestici

  • Cambiamento umore

  • Cambiamento di amicizie

  • Aumento aggressività

  • Aumento del tempo dedicato al gioco

  • Debiti

GIOCATORE PATOLOGICO


Manuale statistico e diagnostico dei disturbi mentali dsm

Manuale Statistico e Diagnostico dei Disturbi Mentali (DSM)

IDENTIKIT DEL GIOCATORE D’AZZARDO: almeno 5 di queste caratteristiche

  • E’ eccessivamente assorbito dal gioco d’azzardo

  • Ha bisogno di giocare d’azzardo con quantità crescenti di denaro per raggiungere l’eccitazione desiderata

  • Ha ripetutamente tentato con insuccesso di controllare, ridurre o interrompere il gioco d’azzardo

  • E’ irrequieto o irritabile quando tenta di ridurre o interrompere il gioco d’azzardo

  • Gioca d’azzardo per sfuggire a problemi o per alleviare ad un umore disforico

  • Dopo aver perso denaro al gioco, spesso torna un altro giorno per giocare ancora (“rincorrendo” le proprie perdite)

  • Mente ai familiari, al terapista o ad altri per nascondere l’entità del proprio coinvolgimento nel gioco

  • Ha commesso azioni illegali per finanziare il gioco d’azzardo

  • Ha messo a repentaglio o ha perso una relazione significativa, il lavoro o opportunità scolastiche o di carriera per il gioco d’azzardo

  • Fa affidamento sugli altri per reperire denaro o per alleviare una situazione finanziaria disperata causata dal gioco d’azzardo.


Fasi del gioco d azzardo patologico gambling

FASI DEL GIOCO D’AZZARDO PATOLOGICO (GAMBLING)

VINCITA

Senso di prestigio e onnipotenza

PERDITA INASPETTATA

Rincorsa della vincita con perdite inaspettate

  • Vincite maggiori delle perdite

  • Eccitazione legata al gioco,

  • Il gioco si fa sempre più frequente

  • Aumenta l’ammontare delle scommesse,

  • Aumento strategie

  • Fantasie di grosse vincite

  • Tentativi di recupero delle perdite

  • Menzogne a familiari e nel lavoro

  • Negazione del problema

  • Deterioramento delle relazioni

  • Depauperamento delle finanze

  • Prestiti

  • Incapacità risarcire i debiti


Non farti giocare scuola grande san teodoro 13 novembre 2012

DISPERAZIONE

Coinvolgimento in attività illegali

Fantasie di fuga, Panico

Pensieri suicidi

RINUNCIA

Perdita della speranza

  • Marcato aumento del tempo e del denaro dedicati al gioco,

  • Allontanamento dalla famiglia e dagli amici

  • Furto, assegni scoperti, truffe

  • Continui tentativi di gioco per coprire con una grossa vincita

  • Pressione dei familiari alla sospensione

  • Ulteriore deterioramento dei rapporti familiari (separazione/divorzio)

  • Aumento dei pensieri suicidi

  • Sintomi fisici

  • Richiesta di aiuto


Non farti giocare scuola grande san teodoro 13 novembre 2012

RICHIESTA DI AIUTO

TRATTAMENTO

  • RICOSTRUZIONE E CRESCITA

  • Miglioramento rapporti familiari

  • Ritorno a stile di vita adeguato

  • Nuovi obiettivi

  • Diminuisce la preoccupazione legata al gioco

RICADUTA

GUARIGIONE

PERSISTENZA NEL GAP


Epidemiologia stime

EPIDEMIOLOGIA - STIME

CIRCA 700.000 PERSONE


Popolazione giovanile indagine sps dipartimento politiche antidroga 34 427 studenti 15 19 anni

POPOLAZIONE GIOVANILEIndagine SPS- Dipartimento Politiche Antidroga34.427 Studenti 15-19 anni

  • Hai mai mentito ai tuoi genitori o a persone per te importanti su quanto hai speso nel gioco?

  • Hai mai sentito la necessità di puntare sempre più denaro?

7,5% risposto positivamente

5,8% delle femmine

9,4% dei maschi

  • I giochi più frequentemente praticati dagli adolescenti sono

  • le scommesse sportive

  • le lotterie istantanee

  • i giochi di carte

  • i giochi on-line


Non farti giocare scuola grande san teodoro 13 novembre 2012

  • Complessivamente il fenomeno è in aumento

  • Giro d’affari 2011 pari a 76 miliardi di €

    Nell’offerta e nel consumo di gioco d’azzardo si sta verificando un’importante trasformazione . Si può giocare sempre di più, ovunque e senza interruzione:

    • Casinò

    • Sale corse/scommesse

    • Bar,

    • Ricevitoria

    • Cellulare

    • Casa propria, se si dispone di un collegamento a internet e di una carta di credito, o persino di un cellulare

  • I nuovi giochi d’azzardo individuano un nuovo modo di giocare :

    • solitario

    • decontestualizzato (ad ogni ora ed in ogni luogo)

    • globalizzato

    • con regole semplici e universalmente valide

      pertanto a bassa soglia di accesso e con evidenti rischi di sconfinamento in forme di gioco problematico e patologico.

  • Il mercato si rivolge ad un pubblico generalmente lontano dall’azzardo : adolescenti, casalinghe e pensionati.


Non farti giocare scuola grande san teodoro 13 novembre 2012

INFORMAGIOCO

SERD TERRAFERMA VENEZIANA

VIA CALABRIA – MESTRE


Non farti giocare scuola grande san teodoro 13 novembre 2012

277 NUOVI CASI IN TRATTAMENTO TRA IL 2003 E MARZO 2012


Non farti giocare scuola grande san teodoro 13 novembre 2012

FASCE DI ETA’

CONDIZIONE PROFESSIONALE

TITOLO DI STUDIO


Non farti giocare scuola grande san teodoro 13 novembre 2012

TIPO DI GIOCO

FREQUENZA DEL GIOCO


Non farti giocare scuola grande san teodoro 13 novembre 2012

SPESA PER IL GIOCO

PRENSENZA DI PROBLEMI LEGALI


Non farti giocare scuola grande san teodoro 13 novembre 2012

IL PERCORSO

  • Primi contatti (paziente – familiari – altri soggetti interessati al caso)

  • Accoglienza e apertura della cartella

  • Valutazione multidimensionale e mappatura delle risorse di rete familiare, sociale e sanitaria

  • Contratto terapeutico

  • Fase del trattamento

    • Individuale

    • Familiare

    • Gruppale

    • Implementazione strategie di rete

  • Follow up a 6 mesi dalla conclusione del programma in tutti i casi inserito nel contratto


  • Non farti giocare scuola grande san teodoro 13 novembre 2012

    GRAZIE


  • Login