Vie di somministrazione criteri di scelta
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 29

VIE DI SOMMINISTRAZIONE: criteri di scelta PowerPoint PPT Presentation


  • 114 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

VIE DI SOMMINISTRAZIONE: criteri di scelta. ORALE , ogni qual volta sia possibile. SOTTOCUTANEA. ENDOVENOSA, considerata solo in paziente con CVC posizionato precedentemente. Alternative alla somministrazione orale dei farmaci. la via transdermica la via sottocutanea.

Download Presentation

VIE DI SOMMINISTRAZIONE: criteri di scelta

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Vie di somministrazione criteri di scelta

VIE DI SOMMINISTRAZIONE:criteri di scelta

  • ORALE, ogni qual volta sia possibile

  • SOTTOCUTANEA

  • ENDOVENOSA,considerata solo in paziente con CVC posizionato precedentemente


Alternative alla somministrazione orale dei farmaci

Alternative alla somministrazioneorale dei farmaci

  • la via transdermica

  • la via sottocutanea


Perch la via sottocutanea

Perché la via sottocutanea?

  • Almeno il 60% dei malati in cura palliative diventa incapace di assumere farmaci per via orale durante la malattia e richiederà somministrazioni per via rettale o parenterale.

  • L’accesso endovenoso è difficile, particolarmente se i pazienti hanno avuto molte terapie endovenose e hanno poche vene accessibili rimanenti.


Perch la via sottocutanea1

Perché la via sottocutanea?

  • Il rischio di ematoma è minore perché i tessuti sottocutanei sono meno vascolarizzati dei muscoli.

  • E’ inferiore il rischio di danno di nervi da parte dell’ago.

  • L’iniezione è meno dolorosa della intramuscolare perché si usa un ago di minor calibro.


Perch la via sottocutanea2

Perché la via sottocutanea?

  • Un ago butterfly può essere lasciato in sito per 4 giorni, un catetere flessibile in teflon o vialon anche 6-7. (meno reazioni locali)

  • L’assorbimento più lento nella sottocutanea fornisce una copertura continua con la terapia rispetto quella intermittente della intramuscolare.


Scopo dell infusione sottocutanea

Scopo dell’infusione sottocutanea

Controllo dei sintomi evitando:

  • i picchi e i bassi livelli plasmatici dei farmaci,

  • la necessità di iniezioni ripetute.

    La via sottocutanea è un ottima metodo nella gestione della terapia con somministrazione di farmaci, ma non deve essere come ultima risorsa.


Indicazioni

Indicazioni

  • Nausea e vomito persistenti

  • Grave disfagia, turbe della deglutizione

  • Paziente troppo debole per prendere farmaci per bocca

  • Occlusione intestinale o malassorbimento

  • Inappropriatezza della via rettale

  • Alterazioni del livello di coscienza


Vie di somministrazione criteri di scelta

Vantaggi dell’infusione sottocutanea

  • Più comfort per il paziente perché riceve meno iniezioni.

  • L'indipendenza e la mobilità sono preservate.

  • I presidi di gestione dei farmaci necessitano di essere preparati solo una volta al giorno

  • Il controllo di più sintomi somministrando combinazioni di farmaci.

  • Il controllo è continuo perché le concentrazioni plasmatiche sono costanti.


Vie di somministrazione criteri di scelta

Svantaggi dell’infusione sottocutanea

  • Necessario addestramento del personale (minimo)

  • Possibile infiammazione e dolore nel sito di infusione (il diazepam e la clorpromazina sono troppo irritanti per essere somministrati per infusione sottocutanea continua).

  • Mancanza di flessibilità in caso di modifica delle somministrazioni giornaliere.

  • Timore che sia l’ultima risorsa.


Scelta del sito di infusione

Scelta del sito di infusione

Escludere aree

Dickman ed al., 2005

Edema, linfedema della cute

Aree con pregressa RT

Aree prossime a prominenze ossee

Infiammazione, infezione

….


Scelta del sito di infusione1

Scelta del sito di infusione

  • Zona con buon spessore del grasso sottocutaneo

  • Non vicina alle articolazioni

  • Facilmente ispezionabile

Victoria J Kain, Int j. of Pall. Nursing, 2006


Scelta del sito di infusione2

Scelta del sito di infusione

Superficie anterolaterale del braccio

Parete toracica superiore sotto la clavicola

Talvolta il dorso

Superficie anteriore della coscia

Addome

  • Siti infusione da evitare


Regole per l infusione sottocutanea

Regole per l’infusione sottocutanea

  • Ispezione quotidiana del sito di iniezione per cercare segni di infiammazione e cambiare sito.

  • Prevenzione di piegamenti della linea di infusione e dell’esaurimento delle batterie.

  • Disponibilità di farmaci per via orale se per qualche ragione bisogna interrompere la somministrazione.

  • Controllo frequente delle dosi e dell’impostazione della pompa.

  • Educazione della famiglia e del paziente sul funzionamento della pompa e cosa fare in caso malfunzionamento.


Posizionamento

Posizionamento

  • L’ago o il catetere devono essere posizionati nel senso della circolazione venosa.

  • Dopo aver disinfettato la pelle, sostenere la siringa o l’ago, in posizione parallela e tangenziale alla pelle.

  • Con l’altra mano stringere la cute in modo tale da formare una plica.

  • Effettuare la puntura in modo deciso alla base della piega cutanea.

  • Il catetere deve potersi muovere liberamente tra la pelle e il muscolo sottostante.


Caratteristiche tecniche dell ago cannula in vialon

Caratteristiche tecniche dell’ago cannula in Vialon

  • La cannula (lunga da 19 a 25 mm, da 24G a 18 G) è di Vialon che, grazie alla sua termoplasticità, alla temperatura corporea si ammorbidisce e garantisce una permanenza più lunga

  • Le alette, grosse e zigrinate, favoriscono migliore impugnatura, facile inserimento, fissaggio alla cute del paziente.

  • Il tubo di estensione, sottile e flessibile, grazie alla sua lunghezza (circa 7 cm) riduce traumatismi e le celluliti.


Vie di somministrazione criteri di scelta

  • Il morsetto in plastica "clamp", consente le manovre di connessione e sconnessione in ogni momento e il raccordo ad Y è una reale doppia via, dotato di un tappo perforabile.

  • Un dispositivo telescopico di sicurezza, che si inserisce automaticamente nel momento in cui viene retratto il mandrino (l'ago-stiletto), senza alcuna possibilità per l’operatore di venire a contatto con l'ago, con liquidi biologici, con farmaci.


La tecnica di inserimento del saf t intima

La tecnica di inserimento del Saf-T-Intima

  • Verificare la punta del catetere e orientare il taglio a "becco di flauto" verso di voi. Impugnare le alette dalla parte zigrinata tra pollice e indice in modo deciso per evitare la retrazione del mandrino all’atto della puntura. Inserire l’ago-cannula sino alle alette.

  • Con la mano libera premere le alette con due dita a “cavallo” rispetto al mandrino (per evitare di estrarre anche la cannula insieme allo stiletto) e retrarre il dispositivo telescopico, impugnandolo distalmente con l’altra mano, sino all’attivazione passiva del dispositivo di sicurezza.

  • Verificare che la clamp (il morsetto bianco di plastica alloggiato sul tubicino integrato) sia libera e che non comprima il tubicino integrato, per ovviare a un potenziale pericolo per l'operatore e per l’uso sicuro del Saf-T-Intima.

  • Il dispositivo telescopico di sicurezza, una volta rimosso dal catetere, incamera il mandrino evitando che l’operatore si punga o sia in contatto con liquidi biologici e/o farmacologici. E’ vietato cercare di far rientrare il mandrino nel Saf-T-Intima o comprimere a due mani il dispositivo telescopico.


Dispositivi per l infusione

DISPOSITIVI PER L’INFUSIONE

GLI AGHI CANNULA

POMPE

  • Pompe siringa

  • Meccaniche

  • Peristaltiche

  • Elastomeriche


Pompe siringa temporizzate

POMPE SIRINGA TEMPORIZZATE

  • spingono il pistone di una siringa

  • sono elettriche o meccaniche

  • con autonomia breve (12/24 ore circa) legata alla capacità della siringa impiegata (da 10 a 20cc)

  • la precisione dell’infusione ha una variabilità del 15%.


Pompe siringa temporizzate1

POMPE SIRINGA TEMPORIZZATE


Pompe siringa temporizzate pompa medis

POMPE SIRINGA TEMPORIZZATE: POMPA MEDIS

  • Consente l’infusione di farmaci (massimo 17 ml) con siringhe tipo Luer lok con velocità regolabile da 5 a 60 mm/giorno

  • Si imposta “mm/giorno trasformando il volume della siringa caricata in mm su scala graduata.

  • Consente il controllo del dolore da parte del paziente con boli programmabili in 1-2-4-8 impulsi da 0.23 mm nelle 24/h.


Vie di somministrazione criteri di scelta

PERISTALTICHE

  • sono apparecchi elettro-meccanici con sistema di controllo programmabile computerizzato preciso e sicuro.

  • spingono il fluido nella linea d’infusione mediante un sistema peristaltico.

  • hanno lunga autonomia

  • sono molto costose.


Vie di somministrazione criteri di scelta

PERISTALTICHE

Peristaltica usa e getta


Elastomeriche

ELASTOMERICHE

  • Consistono in un palloncino-serbatoio in materiale elastico (elastomero) che esercita sul fluido contenuto una pressione COSTANTE che lo spinge lungo una linea d’infusione fino al sottocute.

  • Sono monouso.

  • Non consentono variazioni sulla modalità di infusione


Elastomeriche1

ELASTOMERICHE


Come utilizzare un elastomero

Come utilizzare un elastomero:

  • Usare sempre una siringa luer-lok da 50 cc, riempiendole fino ad un massimo di ¾ per evitare la fuoriuscita accidentale di farmaco

  • Diluire i farmaci nella siringa con soluzione isotonica e introdurli nell’elastomero separatamente

  • Introdurre i farmaci nell’elastomero e riempire con isotonica fino a raggiungere la quantità massima.

  • La cacciata del deflussore avviene automaticamente togliendo il tappino durante il riempimento, una volta riempito si vedrà la goccia.


Vantaggi e svantaggi di diversi tipi di pompe

Vantaggi e svantaggi di diversi tipi di pompe


  • Login